Tutte le attività

This stream auto-updates     

  1. Today
  2. Cliff

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Insomma il caso è risolto, avete già detto tutto (e anche bene). L'altro esemplare falso della stessa tipologia presente sul FAC non lascia adito a dubbi. Discreta figuraccia per gli esperti parigini di CGB, rimane il dubbio se ci sono o se ci fanno... Visto il prezzo basso appioppato a questo esemplare, quando di solito si contraddistinguono per prezzi altini, viene il dubbio che ci fanno...che è ancora peggio. Ma @Piakos è in montagna a sciare che non ci ha calcolato?
  3. Ieri
  4. Grazie, molto esaustivo. Attendo eventuali esperti della monetazione di Gubbio. Poi al limite disturbo per sapere che strada seguire per valorizzare al meglio la moneta, in particolare quale canale seguire.
  5. In linea di massima è estremamente difficile stabilire un valore ad una moneta di cui conosciamo uno o due esemplari per la semplice ragione che non essendo passata mai in asta non esistono punti di riferimento, dal momento che è il mercato a fare il prezzo. Ho visto pezzi unici di monete di piccolo taglio superare i 20.000€ ma altre, sicuramente uniche, restare invendute perchè la richiesta è stata ritenuta eccessiva o, peggio, perchè rifiutandola si spera che torni in asta ad un prezzo ridotto. Paradossalmente una moneta di cui si conoscono decine di esemplari è assai più facile da valutare. Vediamo comunque se qualche amico del forum che conosce la monetazione di Gubbio potrà aiutarti.
  6. Grazie, è il termine "elevato valore" che vorrei capire , nel senso che pure una forbice di valore (anche se ampia) mi farebbe avere un'idea. Ovviamente se la moneta è in condizioni buone come sembra a me profano. Comunque grazie per il tuo parere.
  7. Benvenuto, la moneta dovrebbe essere il secondo esemplare noto, di elevato valore , bisogna visionarla dal vivo
  8. Quintus

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Se la guardi bene, nonostante i rilevi alti i bordi non sono nitidi e ben definiti, pare tutto "impastato" e poco preciso. Tutti gli "spigoli" paiono arrotondati, anche quelli teoricamente poco consumati. La parte tra naso e fronte si per nel nulla. Le lettere, soprattutto i "buchi" delle A non hanno quasi profondità (questa l'ho notata solo dopo che il mio esperto preferito me l'ha fatta notare :-P ).. Speriamo che chi l'ha comprata non cerchi mai di rivenderla! Ave! Quintus
  9. Quintus

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Bravo @Ross14! Avevo la certezza ma non la prova (quasi) inconfutabile! Purtroppo non riesco ad accedere al post del link ma ho cercato e ho trovato su Forum Ancient Coins questo... TRAJAN (98-117). 'Sestertius' --> Cast copy of: <-- Æ Sestertius (26.4g, Ø33mm, 7h). Rome mint. Struck AD 107. Obv/ IMP CAES NERVAE TRAIANO AVG GER DAC P M TR P COS V P P laureate bust of Trajan facing right. Rev/ S·P·Q·R· OPTIMO PRINCIPI [around] S C [in ex.], Octastyle temple with porticoes on either side with steps between them leading to the central temple; A seated cult figure in centre of the temple; tympanon with seated figure in the centre flanked by reclining figures; on the roof top a central figure flanked by winged Victories on the corners. RIC 577; Cohen 549; BMC 863; Strack 393; Banti, pg. 271, 285/2 (the original, or perhaps another cast copy) (Netherlands, 2001) Da cosa hai capito che era una moneta taroccata? Ave! Quintus P.S. L'avranno venduta veramente o sarà stata ritirata dopo che qualcuno li avrà avvisati? Comunque sia... l'ho beccata io, discreta figuraccia per gli "esperti" di CGB!
  10. Chiedo scusa, credevo che allargando l'immagine si capisse qualcosa . Comunque è un grosso della zecca di Gubbio - Francesco Maria I della Rovere anno 1508-1516 e 1521-1538 raffigurante nel dritto albero di rovere coronato e nel verso il santo seduto (Sant'Ubaldo). Indice di rarità R5. Grazie https://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-FRMAP/8
  11. Ross14

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    https://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?album=search&cat=0&pos=0
  12. Benvenuto. Tuttavia devo farti una precisazione: questo è un forum di numismatici, non di indovini. In pratica, potresti postare due foto più grandi e ben leggibili? Grazie. Inoltre devi chiarire se ti interessa una valutazione di un grosso di F.M.I della Rovere qualsiasi o di uno in particolare, poichè, come sai certamente, il valore è legato alla conservazione ed eventualmente all'anno di emissione.
  13. Buonasera, qualcuno è in grado di dirmi approssimativamente il valore della moneta di cui alla scheda allegata. Ringrazio anticipatamente.
  14. Spoudaios

    HADRIANVS, sesterzio CERES

    Moneta seria, da vero collezionista di bronzi imperiali. L'espressività del ritratto di Adriano è sicuramente il punto forte. Complimenti!
  15. Spoudaios

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    A me non piace il bordo ed in generale la moneta non mi ha dato grandi impressioni. Non trovo "tecnicamente" cose che non vanno, ma non urla integrità.
  16. Ultima settimana
  17. Quintus

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Temo che il nostro "collezionista" possa svegliarsi all'improvviso per scoprirsi solo un pollo che ha sognato d'esser volpe. Ave! Quintus P.S. Ma tutti gli altri citati non hanno pareri da dare?!?!
  18. Salve, cerco il seguente articolo, se qualcuno lo possiede mi contatti : Arturo Sambon, Monnaies de Charles VIII frappées en Italie, in «Annuarie de la Société Française de Numismatique», n° 20, Parigi 1896
  19. Giuseppe Gugliandolo

    HADRIANVS, sesterzio CERES

    Quintus, questo mi era proprio sfuggito!!! Bello, bello, bello!!! Ritratto veramente piacevole e dettagliato, mi piace tanto Complimenti
  20. Cliff

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Putroppo parrebbe che sia già stata venduta: https://www.cgbfr.com/trajan-sesterce-ttb,brm_572602,a.html Che dire, il rovescio architettonico importante con il tempio oppure il prezzo basso per questa tipologia sicuramente rara hanno ingolosito qualche collezionista in cerca di occasioni "furbe"
  21. Forza un po' qualcuno si organizzi per venire questo fine settimana. Vengono anche altri forumisti Grazie Così approfittate anche per acquistare qualche mio libro e non pagare le spese di spedizione.
  22. DeAritio

    La disfatta in Africa

    La lettera di Natale del soldato prigioniero arriva ai nipoti con 75 anni di ritardo Salerno Domenica 29 Dicembre 2019 di Davide Speranza È affascinante ripercorrere con la fantasia le infinite variabili che possono condizionare l’esito di un evento, dal suo principio alla risoluzione. E se una lettera natalizia, di 75 anni fa, in condizioni di fame e miseria, fosse ritrovata per puro caso dagli stessi familiari del giovane soldato che la scrisse in un campo di prigionia? Destino, caso, volontà divina. Sembra una straordinaria fiaba natalizia, e per certi versi lo è davvero. Ma la storia è vera. Protagonista è Pietro Perfetto, all’epoca giovane militare mandato al fronte, durante la Seconda guerra mondiale, per combattere in Nord Africa, Egitto. Originario di Pagani, aveva solo 26 anni. I soldati italiani fatti prigionieri erano considerati manodopera a basso costo e indicati con il dispregiativo “wop” (da una sorta di traduzione della parola “guappo”). Anche dopo il cosiddetto “sbandamento”, con il conseguente Armistizio stipulato dagli italiani con gli Alleati, i prigionieri continuarono a lavorare nei campi fino a diventare essi stessi merce di scambio. Il giovane Pietro fu liberato solo nel 1947, dopo 5 anni di sofferenze in un paese lontano. All’inizio di gennaio 1945, scrisse una lettera ai suoi genitori. L’esigenza di far sapere ai suoi cari della sua sopravvivenza era forte. Quella busta-lettera non arrivò mai nell’Agro nocerino. Dopo decenni è ritornata a casa, grazie alla perseveranza dell’appassionato di storia locale Marcello Sforza, marito di Teresa Perfetto ovvero la nipote di nonno Pietro. E già perché il soldato paganese riuscì a conquistarsi la libertà, tornando a casa e mettendo su famiglia. Proprio in questi giorni, la figlia Carmela è giunta a Pagani da Grosseto, per prendere quella preziosa missiva. «Tutto è partito da un mio lavoro sulla Prima guerra mondiale - spiega Marcello Sforza - Sono appassionato di storia locale, e sono andato alla ricerca di date di nascita, documenti. I tempi sono maturi per fare studi di questo tipo, anche grazie a internet. Abbiamo anche organizzato un convegno a Pagani, nell’Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. Ho dovuto fare ricerche all’Archivio di Stato di Roma e in quello di Salerno, seguendo piste di fogli matricolari, precetti militari, le vicende dei militari estrapolate dall’Albo d’oro dei caduti di guerra. Sulla Seconda guerra mondiale ero interessato ai partigiani e alla Repubblica sociale. Mi interessavo delle cartoline dei soldati e avevo trovato una lettera che uno di questi repubblichini aveva scritto alla madre. Lettere afferenti a campi di prigionia inglesi, soprattutto in Egitto, ma anche a Gaza. Mi sono imbattuto in molti collezionisti privati. Molte lettere erano legate al periodo natalizio, poco prima e poco dopo il Natale, i soldati potevano scrivere anche se non lettere molto lunghe. È stato così che per puro caso mi sono ritrovato tra le mani la lettera di un certo Pietro Perfetto». Quel Pietro era il nonno di sua moglie. Si è avviata subito una nuova raccolta di notizie per avvalorare l’episodio. La lettera era ancora chiusa con il timbro del campo di prigionia. Il soldato Perfetto era stato fatto prigioniero dagli inglesi in Egitto e poi trasferito in Palestina. Nella lettera comunica il suo stato di salute ed una importante notizia. «Le feste di Natale e Capodanno le ho passate molto bene e spero anche voi… in ricorrenza del Santo Natale venne il padre cappellano… mi sono fatto cresimare» scrive il soldato, felice almeno per questo passo spirituale.
  23. Quintus

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Ma lo sooo... avevo capito!!! Noi siamo amicici no? Ave! Q. P.S. Ma con l'Adriano invece non ti viene da invidiarmi almeno un pochino?
  24. Quintus

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Attendo altri commenti e poi vi dico la mia! Ave! Quintus
  25. Amico Quintus, parere anti-scientifico, di stomaco proprio: a me questo sesterzio non piace. Saranno i fondi, sarà il colore della foto, non mi da un bell'effetto. I rilievi sono ben apprezzabili al dritto, un po' meno al rovescio. Il ritratto in generale è ben visibile e non molto consunto, abbiamo qualche problemino alla base del collo però accettabile. La leggenda è leggibile senza troppi problemi nella sua interezza anche se c'è qualche punto più basso A me, però, la moneta non piace quindi non la prenderei, se ti soddisfa è un altro discorso. Riguardo la cifra non mi pronuncio sconoscendo le quotazioni di questa tipologia di monete
  26. Giuseppe Gugliandolo

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Naaah, non fraintendere: invidia positiva, nel senso che apprezzo molto il pezzo e mi piace davvero, non l'invidia da chi ci sta male e si rode il cul
  27. Quintus

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Mi dispiace perché l'invidia è una brutta cosa... ma d'altra parte sono felice che ti piaccia come piace a me! Ave! Q.
  1. Carica di più