Tutte le attività

This stream auto-updates     

  1. Un ora fa
  2. Cambienti

    Ciao @Paolo.29 in effetti l'usanza di rinnovare lo staff ogni anno, o con la nuova versione del forum, esiste già: verso novembre chiedo sempre agli utenti di farsi avanti se vogliono assumere delle cariche all'interno del forum e contemporaneamente ai componenti dello staff se vogliono permanere . Se vuoi proporti invia la tua candidatura
  3. Today
  4. Cambienti

    Salve a tutti,avevo 2 proposte,la prima di avere un regolamento con l'aiuto del forum,la seconda per me la più interessante di aprire una sezione dedicata al cambio di amministratori admin ecc 1 volta all'anno
  5. Aggiornamento del DDL n. 2864

    per me siamo alla follia ! portate tutto all estero e vendete tutto oramai l italia e` un paese del terzo mondo ! poi e` colpa dell euro e della Merkel..........
  6. Aggiornamento del DDL n. 2864

    ops avevo letto di fretta e dal cellulare..........scusate chissà perché il l'art. 518-duodecies è rubricato Contraffazione di opere d’arte mentre nel testo c'è un po di tutto.... un articolo molto interessante , da leggere con attenzione
  7. Aggiornamento del DDL n. 2864

    @Admin, è linguaggio giuridico. Ovvero sta per oppure. Dovrebbe essere così anche per l'italiano corrente, ma si è perso. Articolo sui detectorist? Ci vorrà una specie di porto d'armi. Non lo commentiamo? :-)
  8. Aggiornamento del DDL n. 2864

    a ) ovvero un oggetto di antichità o di interesse storico o archeologico b ) di oggetti di antichità o di oggetti di interesse storico o archeologico ...anche le monete Clà...sono oggetti culturali...di interesse storico...alcuni anche archeo: o per datazione o per contesto di rinvenimento... Mi sa che la portata e l'incidenza di quanto in topic sfugga...è qualcosa che pone fuori dalla legge buona parte del reprimento di oggetti numismatici, appunto per come oggi organizzati sul web, sui social e, a dirla tutta, anche salendo di categoria commerciale. Diamoci una letta con attenzione regà....
  9. Ieri
  10. Aggiornamento del DDL n. 2864

    Sarebbe bello!!! Ma quell'articolo si riferisce alle opere d'arte e non ai beni culturali O mi sbaglio?
  11. Non ho, purtroppo, magioni nelle quali potervi ospitare ma un salto, almeno la prima giornata, qualcuno forse lo potrebbe fare. Vi aspetto!
  12. Mannaggia... facciamo così... Lucià.! ospitaci in una delle tue magioni...in terra o all'Elba... e veniamo compatti.
  13. Aggiornamento del DDL n. 2864

    Certo...esatto! Finalmente si vuole colpire la contraffazione e la falsificazione...ma allora? Se la maggior parte dei bronzi sono "restaurati" e ricarrozzati o riverniciati...come si fa' da parte anche del collezionista a metterli in vendita? hai dato un'occhiata anche alle parti dove si rende necessario la certificazione di libera circolazione rilasciata dagli Uffici competenti delle Soprintendenze? E' vero che questi obblighi c'erano anche prima...a ma adesso si rischiano multe e condanne alla reclusione. Ce n'è di materia...
  14. Aggiornamento del DDL n. 2864

    Ecco, chi rischia sono proprio gruppi social e baia. Andiamo per ordine. @Admin, ciò che ha causato diversi allarmi è l'introduzione di nuove figure di reato quali: Art. 518-bis.-(Furto di beni culturali).– È punito con la reclusione da due a otto anni chiunque si impossessa di un bene culturale, sottraendolo a chi lo detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri. Art. 518- ter.- (Appropriazione indebita di beni culturali). – Chiunque, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria di un bene culturale altrui di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso è punito con la reclusione da uno a quattro anni. Sugli altri punti ho notato meno allarmismo. Ciò che ancora non mi è chiaro è come queste misure possano influire sul collezionista "puro". A mio parere, la parola chiave è "profitto". Se non vi è quello, il reato non si configura. Per questo, reputo che chi possa rischiare grosso siano gli operatori "freelance" su baia o social media. Reputo interessante invece l'introduzione dell'art. 518-duodecies dove si disciplina la contraffazione: Art. 518-duodecies - (Contraffazione di opere d’arte). – È punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa fino a euro 10.000: a) chiunque, al fine di trarne profitto, contraffà, altera o riproduce un’opera di pittura, scultura o grafica ovvero un oggetto di antichità o di interesse storico o archeologico; b ) chiunque, anche senza aver concorso nella contraffazione, alterazione o riproduzione, pone in commercio, detiene per farne commercio, introduce a questo fine nel territorio dello Stato o comunque pone in circolazione, come autentici, esemplari contraffatti, alterati o riprodotti di opere di pittura, scultura o grafica, di oggetti di antichità o di oggetti di interesse storico o archeologico; Fermi tutti! E le monete ritoccate non ricadono forse nel punto b )? Ecco, qui chiedo ai nostri giuristi di darci una loro illustre opinione.
  15. Aggiornamento del DDL n. 2864

    In estrema sintesi... chi vende monete archeo e/o culturali, rischia la galera...a meno: - non abbia una più che valida documentazione in linea con le leggi dello stato da esibire; - non chieda alle Sovrintendenze il certificato di libera circolazione...o di esportazione o non faccia rientrare tempestivamente le monete dopo aver ottenuto una temporanea esportazione. Un progetto che farà, tra gli altri, contenti i Gruppi Social e la baia...e che promuoverà il collezionismo.
  16. I social media - Un nuovo mercato

    Ottimo Spoudaios!!! Leggendo anche il commento in 3 post dellottimo Rick...si getta ancora luce sulla cosa. OSSERVAZIONI? ma certo! Le monete non in egregia ottima/eccezionale conservazione non hanno più un vero mercato...nel senso che non si sa a chi darle (guadagnandoci molto bene sopra) e quindi occorre trovare chi potrebbe essere interessato. Questo genere di cose è sempre stato appannaggio del "traffico" tra ragazzi o post ragazzi un po' invecchiati nel frattempo...che cercano di farsi la collezione a gratis...e/o di guadagnare in free lance. Una volta...decidete voi fino a quando...tutte le monete ( a prescindere dal grading)erano acquisibili prevalentemente dai Commercianti e il "traffico" era solamente a supporto, proprio come dice sopra Rick: potevi pagare anche 50 fuori dai negozi...quello che in negozio o nello Studio di un grande commerciante numismatico pagavi 100 (o 150). Ricordiamo però che al Commerciante si poteva chiedere una ricevuta e una documentazione...al trafficante non si sa. Il mondo come sappiamo è cambiato: le monete medie o basse non vanno più di moda...spesso nemmeno se sono rare o rarissime. pertanto oggi queste cose si vendono prevalentemente: - su alcune aste un po' dedicate a queste tipologie... - dai c.d "corridori" o "trafficanti" che quasi sempre hanno in carico monete anche per conto di commercianti o privati che vogliono disfarsene in una sorta di mercato dedicato. I Social al riguardo sono venuti come il cacio sui maccheroni...per ovvi e logici motivi in linea con quanto sopra detto. Per converso questo fenomeno contribuisce a rendere grigia le quantità e l'identità dei numismatici collezionisti, in quanto può svilupparsi (in qualche modo già si è sviluppato) un mercato parallelo per il quale potremmo avere delle quantità di acquirenti che si muovono prevalentemente sui gruppi Social; ma che incidono poco o nulla sul mercato delle aste, in quanto le aste e i grandi commercianti vengono considerati come un ambiente troppo caro e, a volte, creato ed alimentato ad arte per tenere alte le quotazioni delle monete da q.splendido in su. Cose che in realtà non sono esatte.In poche parole...tutti a cercare o a tentare l' "affare" o gli "affarucci" facendo credere che sui social si compra bene. Poi può capitare che, sporadicamente si mette in mostra sui gruppi social anche qualche chicca...per sondare il terreno ed il polso di qualche golosone o di qualche mano forte del collezionismo, anche per acquisire/arricchire i contatti. PROPRIO IN QUESTI GIORNI C'E' UNA DISCUSSIONE IN CORSO SULL'ALTRO FORUM: QUANTI SONO I COLLEZIONISTI DI MONETE IN ITALIA? Nella massima stima per l'illustre e grande sito e per gli ottimi numismatici che partecipano alla discussione...ho letto un certo ottimismo con numeri che ipotizzano da 300.000 sino ad un minimo di 50.000 collezionisti attivi...con varie comparazioni. Potrebbe anche darsi che, nella crisi del mercato numismatico italiano e del collezionismo di monete italiche si cerca di promuovere il settore con un po' di ottimismo...per cercare di tenerlo su e di recuperare collezionisti silenti o delusi o di acquisire nuovi numismatici. Anche questo potrebbe essere un metodo a fin di bene. Qui preferiamo essere non pessimisti ma obiettivi, poichè è questo uno dei valori aggiunti di questo Sito. Per cui ribadiamo senza tema che, se oggi in Italia ci sono poco più di 4.000 collezionisti puri ed attivi che interagiscono con regolarità nel mercato e spendono alcune migliaia di euro all'anno ( per acquisire monete e qualche volta restituiscono al mercato qualcosa a cui non hanno più interesse....) SAREBBERO GIA' TANTI...(o troppi). P.S.Qualora gli ottimi utenti che fossero convinti di numeri ben maggiori avessero curiosità di partecipare a questi commenti...saremmo ben lieti di chiarire cose e concetti, come sempre al servizio della numismatica. In realtà...resta forte l'impressione che la numismatica italiana sia in qualche modo "saltata" rispetto anche a cinque/dieci anni fa' e che le stesse discussioni sul web e sui social siano più o meno "maketingizzate" al fine di ingenerare ottimismo e promuovere le vendite. Cosa buona e giusta ove l'ottimismo, le vere quantità e la qualità delle monete fossero effettivamente assicurabili con qualche certezza, altrimenti si rischia solo di aggiungere altri delusi e scontenti ad un mercato in evidente ridimensionamento. sarebbe interessante sentire l'amico Alberto che, pur nel massimo rispetto dell'ambiente, riesce sempre ad essere interessante. @Alberto Varesi se poi volesse darci lumi anche l'ottimo @bubbolo che ha, sempre, grande esperienza da vendere...
  17. I social media - Un nuovo mercato

    punto 5 ho mollato un gruppo di facebook dopo che mi han ripreso per aver detto che dei rottami romani su cui erano arrivati a 20 euro valevano al massimo 3 euro. per il resto non partecipo a questi gruppi perche` di affari non se ne fanno..........
  18. I social media - Un nuovo mercato

    non solo poi non capisco perche` io collezionista debba essere spellato dai cosi chiamati commercianti professionali che con la scusa che sono solo loro autorizzati e a norma di legge mi pagano le monete 20 quando me le comprano e me le fan pagare 50 quando me le vendono. poi ci lamentiamo che i collezionisti son sempre di meno ! mica son tutti scemi...........
  19. I social media - Un nuovo mercato

    che c e` di male ? se io ho una collezione comprata con i miei sudati soldi non vedo perche` non debba poterle vendere come meglio credo. allo stesso modo non vedo perche` non possa mettermi a farlo in maniera semi professionale all estero non ci sarebbero problemi
  20. Ultima settimana
  21. Buonasera amici del forum, tempo fa si discuteva dei nuovi mercati per cercare di capire quanti fossero i "trafficanti" di monete e quanti i collezionisti "puri". Ho dunque provato l'ebbrezza, ormai da qualche mese, di frequentare alcuni gruppi su Facebook per la monetazione che mi interessa di più (classica / medioevale). Premesso che non ho mai osato acquistare alcun esemplare, ecco un decalogo di osservazioni: 1. I venditori di monete, più o meno virtuali, sono sempre gli stessi e tutti vendono con un certificto di cessione fra privati (in generale, una dichiarazione firmata) garantendo la lecita provenienza. 2. Esemplari egregi non se ne vedono in genere. E' un mercato in conservazione media con qualche rarità (relativa, a dire il vero). 3. Molte monete, a mio parere, vengono acquistate in lotti interi in diverse aste. La casa d'Aste più nominata è la Bertolami ed alcuni vanno anche a Londra per accalappiarsi qualche buon esemplare da rivendere. 4. Alcuni hanno qualche collezione in proprio. 5. Gli esemplari in vendita, per netiquette, non si commentano, se non in positivo. Denigrare esemplari in vendita, mettere in evidenza ritocchi, pasticci, ripatinature è vivamente sconsigliato ed in genere si viene insultati ed espulsi seduta stante. 6. Come in tutti i mercati, alcuni lo fanno full time, la concorrenza è alta, i litigi fra "operatori" sono frequenti ed aggressivi e molti venditori usano come vetrine delle pagine aperte in proprio. Altri si raggruppano. 7. La condivisione di esemplari in collezione è fatta da alcuni utenti, ma spesso si chiedono pareri su di una moneta trovata nel "cassetto del nonno". 8. Raramente, qualche operatore con negozio e pagina ufficiale (insomma, parliamo di operatori noti) compra alcuni esemplari proposti, ma si tratta di eccezioni in cui l'esemplare è noto, raro e costoso. Molte trattative di questi esemplari non vengono condotte in pubblico, ma in privato. Si capisce perchè alcuni annunci vengono pubblicati e poi magicamente spariscono dalla circolazione. 9. Una curiosità: dalle foto, l'età media dei venditori di monete è bassina. Sono forse ragazzi giovani che si sono trovati un lavoro "freelance"? Non so, è un'ipotesi. 10. Molte monete girano fra i commercianti di monete stesse: per collezione propria o eventuale rivendita? Non è affatto chiaro. Ripeto, sono spunti di semplice osservatore che non ha mai fatto parte del mercato vero e proprio in maniera attiva. A voi i commenti!
  22. Aggiornamento del DDL n. 2864

    Ho letto solo ora questo post domani mi leggo questo ddl. Ma ci sono punti interessanti? La solita legge che fa solo confusione?
  23. Aggiornamento del DDL n. 2864

    A dire il vero, ho avvertito nell'ambiente un certo "allarmismo" nei confronti di questo DDL. Tendenzialmente giustificato, visto che si prevedono nuove figure di reato ed un generale inasprimento delle pene. NOn mi è chiaro però cosa ne viene al collezionista dal momento che molti articoli si rivolgono a soggetti specifici quali: 1. Venditori a vario titolo. 2. Metal detectorist. Cosa ne pensate? Ad ogni modo, qualche considerazione generale si può sempre fare: i tempi della politica non mi sembrano favorevoli all'approvazione della legge. Questa ha passato l'esame della Commissione alla Camera ed ora è in Commissione al Senato. Leggendo i verbali, inoltre, si avverte una certa cofusione da parte delle forze politiche rispetto alla posizione da assumere. Di conseguenza, a fine legislatura, prevedo non vi siano i tempi tecnici per farlo passare, a meno che non diventi una priorità da titoli di giornale in prima pagina. Se ne riparlerà, forse, nella prossima.
  24. Mi spiace ma non è prevista la videoconferenza!
  25. Sopra ho avanzato delle perplessità circa alcune grosse vendite in asta degli ultimi anni..negando decisiva importanza a motivazioni fisiologiche o canoniche, come: - decessi di collezionisti; - dispersione di collezione da parte di eredi non interessati alla numismatica o bramosi di realizzare; - dispersione di collezioni a seguito di stanchezza del collezionista. Al riguardo avevo inserito come componente non trascurabile il probabile inasprimento della normativa di salvaguardia nel settore dei beni culturali, fatto che oltre all'Italia...può avere una valenza internazionale...sulle monete italiane, antiche o classiche o pre moderne. Neanche a farlo apposta: http://www.ilpostalista.it/editoriali/pdf/00901.pdf è uscita questa roba qui. Ecco perchè dispersioni come asta NAC Milano di due anni fa'; asta ANPB / Varesi dell'autunno scorso; e non solo...che anagraficamente non trovavano spiegazione, anche considerato il benessere economico dei conferenti... potrebbero alla luce di quanto sopra trovare luogo razionale delle decisioni di vendita. Uno dice: embè!? E che quelli ciavevano la boccia di vetro per leggere il futuro? In qualche modo si...trattasi di personaggi accorti e attenti all'ambiente ai quali sarà giunta notizia che il MIBACT stava affilando le lame...cosa che, peraltro, da qualche anno non era un assolutamente un mistero.
  26. Noooooo... Ma possiamo vederti in video conferenza durante il convegno?. Per noi che siamo lontani è una bella occasione....
  27. @Admin, @Piakos. Non sarà che mi perculeggiate? (verbo maremmano; indica un'azione tesa ad ironizzare nei confronti di un altro).
  28. Aggiornamento del DDL n. 2864

    ottimo per quanto concerne le falsificazioni e le contraffazioni.... Maggiori complicazioni per i collezionisti e/o per chi ha monete non banali.... Sicuramente non aiuta la libera circolazione delle monete (anche documentate)...in ogni caso tutto passerà al vaglio delle soprintendenze ove ci fosse la possibilità che possa essere esportato.
  1. Carica di più