I Migliori Utenti


Gli interventi più apprezzati

Showing content with the highest reputation since 21/06/2018 in tutto il forum

  1. 3 points
    Otrebla

    Ciao a tutti da Otrebla!

    😁ciao a tutti, mi sono appena iscritto... Mi piacciono le monete romane del quarto secolo e soprattutto mi piace fare delle chiacchierate in allegria e leggerezza sull argomento, senza seriosita' e pesantezza..e maleducazione, cose che mi hanno spinto a lasciare il forum dove precedentemente bazzicavo. Mi voglio divertire con le monete e non utilizzarle come rigonfiamento del mio ego.😁 Non sono espertissimo e manco voglio esserlo, ragion per cui se ne sparo di grosse perdonatemi. Confesso che il mio unico scopo è possedere le monete che mi piacciono..il mio motto è: più monete meno libri...😂 Saluto in particolare @Quintus ..
  2. 3 points
    andreakeber

    Il grosso aquilino di Vicenza

    Segnalo: https://www.cronacanumismatica.com/il-grosso-aquilino-della-zecca-di-vicenza-storia-e-varianti/ sono molto soddisfatto per la pubblicazione, tuttavia ho riscontrato qualche errore grammaticale (probabilmente per la fretta di pubblicarlo da parte della redazione) e qualche errore nella figura che spiega la disposizione (e la mancanza dei protagonisti: i tondelli) e nella bibliografia dove @Riccardo Paolucci viene confuso con il compianto Raffaele 😉 Sono, comunque, super felice per Roberto e gli auguro ogni bene. (in questi casi si dice bene? m...a? in c. alla balena?) allego la mia immagine 
  3. 3 points
    Spoudaios

    MONETE COMMEMORATIVE - CONSTANTINOPOLI/S e URBS ROMA

    Queste monete sono molto importanti dal punto di vista storiografico, perché forniscono indizi utili a rispondere al seguente quesito: Costantino vedeva Costantinopoli come "seconda Roma" o "nuova Roma"? Le monete con le personificazioni di Roma e Costantinopoli fanno propendere il piatto della bilancia sulla prima ipotesi. Costantino non voleva soppiantare l'Urbe, ma assecondare la propria spinta a Oriente (conclusasi con la sconfitta di Licinio) e creare una città florida e robusta, quasi dinastica, che fosse seconda, per l'appunto, solo a Roma. La moneta proposta da @Quintus è stata oggetto di studio: la chiave di lettura dell'immagine del rovescio, vittoria alata sulla prua di una nave, sembra richiamare ciò che Bisanzio simboleggiava in quegli anni, ovvero la definitiva vittoria su Licinio avvenuta lì nei pressi (secondo alcuni, ciò avrebbe convinto Costantino alla fondazione di Costantinopoli proprio sull'antica Bisanzio). Allo stesso modo, Costantino avrebbe fatto trasportare una statua equestre di Alessandro Magno da Crisopoli, dove si era svolto lo scontro decisivo con Licinio, a Costantinopoli. Il riferimento al noto condottiero macedone non è casuale. Lungo tutta la monetazione costantiniana, troviamo tre riferimenti certi in termini numismatici: Augusto (idealizzazione del ritratto in contrasto con lo stile tetrarchico), Traiano (il "redivivo" S.P.Q.R. OPTIMO PRINCIPI) e i Tolomei con la prua della nave coniata al rovescio della commemorativa in oggetto, per l'appunto, e sul mezzo follis LIBERTAS PVBLICA, coniata anch'essa per celebrare la vittoria su Licinio e distribuita, si dice, proprio ai sudditi della nuova capitale d'Oriente. Dai Tolomei, il nostro avrebbe anche preso ad esempio iconografico il diadema, introducendo nuovamente l'immagine di un sovrano in contatto diretto e privilegiato con la divinità con lo sguardo rivolto al cielo. Ciao!
  4. 2 points
    andreakeber

    Catalogo delle monete medievali del Triveneto

    Presto (l'editore parla del mese entrante) disponibile sia in formato cartaceo che ebook : 190 pagine; 556 tipologie monetarie censite, senza contare le varianti e le monete ancora di incerta attribuzione; tabelle con descrizione delle imitazioni delle monete tirolesi e veneziane; La monetazione della Dalmazia veneta vasta bibliografia la copertina non essendo quella definitiva potrebbe subire ancora delle variazioni.
  5. 2 points
    Menelao

    I MONOGRAMMI SULLE MONETE DI CIBIRA: NOMI O NUMERI?

    Nuovo articolo sul tema dei monogrammi riportati sulle monete greche interpretabili come numeri. L'articolo è stato pubblicato rulla rivista numismatica OMNI 12 (giugno 2018) ed esamina i monogrammi riportati sulle monete coniate a Cibira, l'antica capitale della Cibiratide, nella regione Cabalis, al confine meridionale della Frigia con la Licia. VERSIONE INGLESE: https://www.academia.edu/36962445/F._De_Luca_Monograms_on_Kibyra_s_coins_names_or_numbers_Revue_Numismatique_OMNI_12_6-2018_pp._54-84 VERSIONE ITALIANA: https://www.academia.edu/36962335/F._De_Luca_I_monogrammi_sulle_monete_di_Cibira_nomi_o_numeri_Versione_italiana_dell_articolo_Monograms_on_Kibyra_s_coins_names_or_numbers_pubblicato_sulla_rivista_numismatica_OMNI_12_6-2018_pagg.54-84_
  6. 2 points
    Quintus

    POSTUMO - VICTORIA AVGVSTI

    Signori e signore (???) oggi sono a presentarvi uno degli ultimi acquisti. Postumo Marcus Cassianius Latinius Postumus, in carica dal 06 o 07 260 al 06 269 a.D. Zecca di Treviri Diametro 33,0 mm e peso 19,43 gr. D/IMP C M CASS LAT POSTVMVS P F AVG "Imperator Cæsar Marcus Cassius Latinius Postumus Pius Felix Augustus", busto a destra radiato, drappeggiato e corazzato. R/VICT-OR-IA AVG "Victoria Augusti", la Vittoria che corre a sinistra, con una ghirlanda nella mano destra e una fronda di palma nella mano sinistra; ai suoi piedi a sinistra, un prigioniero seduto e volto a sinistra con le mani legate dietro la schiena. Riferimenti: RIC V pt. 2, 169; Bastien 95; Cohen 379 Non è proprio intonso ma comunque godibile. Commenti? Osservazioni? Insulti? 🙂 Ave! Q
  7. 2 points
    Giuseppe Gugliandolo

    Denaro di Manfredi

    Ciao @Antonio1978 , se ti va qua puoi vedere i miei due denarini di Manfredi in una vecchia discussione: Denaro per Manfredi Per corradino ci sono coniazioni sia in biglione che in oro [tarì] però questi ultimi considerati rarissimi, almeno dai testi più noti. Non sono facilissimi da trovare i pezzi per corradino anche se per alcuni denari sono considerati comuni, come quello che posto di seguito proveniente dall'asta Numis.be, Public Auction May 2013 . D/ • SECVNDVS • R • Nel campo C tra quattro crescenti. R/ • IER • ET • SICIL • Croce patente con quattro crescenti negli angoli Io per approfondire avevo preso il libro The Hohenstaufen's coins of the Kingdom of Sicily del D'Andrea che, essendo anche un edizione di qualche anno fa, consente di approfondire anche con monete non censite nei testi meno recenti. Però è tutto scritto in inglese
  8. 2 points
    Spoudaios

    MONETE COMMEMORATIVE - CONSTANTINOPOLI/S e URBS ROMA

    Ciao @ggpp, permettiti, permettiti. Gli studiosi hanno riversato fiumi di inchiostro sui quesiti che poni. Ti accennerò ciò che posso ricordarmi a memoria, sperando di essere abbastanza esaustivo sull'argomento. La risposta alla tua prima domanda - ovvero se possiamo riscontrare un allontanamento dell'imperatore al paganesimo o più in generale alle divinità nella monetazione - è sì, ma non in maniera lineare o univoca e le interpretazioni sui motivi retrostanti divergono profondamente. L'abbandono delle divinità nella monetazione è un dato di fatto, i motivi dietro questa progressiva scomparsa che toccherà il suo culmine con la serie GLORIA EXERCITVS a partire dal 330, lo sono meno. Per farti un esempio della complessità ermeneutica della questione, prendiamo il macro-caso che hai citato tu stesso: l'adozione del Sol come comes imperiale e il suo improvviso abbandono. Prima di tutto, cosa ci dice la numismatica? 1) Il SOLI INVICTO COMITI cessa di essere coniato negli anni 318-319 per la monetazione enea (follis o nummus); 2) Il SOL continua a comparire nei solidi fino agli anni 324-325. Ora, perché questa diversità di atteggiamenti? I numismatici e gli storici si sono lanciati in diverse interpretazioni partendo da una premessa comune: aurei e follis erano destinati ad un pubblico molto diverso. Clarissima civitas e ufficiali dell'esercito nel primo caso, popolo e soldati semplici nel secondo. Partendo da questo presupposto, le interpretazioni divergono e ne diamo qui un esempio non esaustivo. Un filone sembra sostenere che Costantino si sia convertito e abbia preso atto della forza del Cristianesimo presso il popolo minuto, sospendendo prima la monetazione enea (318) e solo dopo quella aurea per non urtare il proprio consenso presso le classi agiate pagane. Nello specifico, il peso di queste ultime si sarebbe assottigliato dopo la conquista dell'Oriente cristiano e avrebbe dunque deciso solo allora, dopo la definitiva sconfitta di Licinio, di interrompere il Sol anche su questa monetazione. Altri dicono tutt'altro: Costantino ha agito con estrema pragmaticità e ha voluto interrompere la coniazione enea del Sol per non creare divisioni fra i soldati semplici in base al loro credo religioso. Come potevano i soldati cristiani rispecchiarsi nella moneta con il comes Sol? L'imperatore dunque, al fine di trattare tutti in maniera paritaria ed evitare divisioni, avrebbe optato gradualmente per immagini meno religiose e più "istituzionali" oppure neutre sia per cristiani che per pagani (la Vittoria, ad esempio). La scelta, dunque, non verrebbe spiegata dalla conversione di Costantino, indipendentemente dalla sua fede religiosa in quel momento. La situazione, dunque, può riassumersi così: Costantino ha messo gradualmente da parte le divinità nella propria monetazione durante tutto il suo arco di vita? Sì, è un dato di fatto, anche se bisogna sempre distinguere per tipologia di monetazione. Può ciò testimoniare la conversione al cristianesimo dell'imperatore? Qui le opinioni divergono e la questione diviene spinosa e atta ad interpretazioni molto differenti. Ciao.
  9. 2 points
    Spoudaios

    MONETE COMMEMORATIVE - CONSTANTINOPOLI/S e URBS ROMA

    Domanda fondamentale. direi che la questione si può dipanare su due piani distinti: a) Iconograficamente, il diadema viene ripreso dai Tolomei e diversi sono i riferimenti all'ellenismo nella concezione imperiale costantiniana, soprattutto dopo il 324-325: in primis il suo concetto di potere imperiale dinastico (semi-assolutistico) e un rapporto privilegiato dell'Autokrator con la divinità. Poi un concetto di Impero come res privatae, ossia esclusivo possesso dell'imperatore e della sua dinastia. b) Con quale divinità Costantino intende comunicare quando volge gli occhi al cielo nelle monete? Eusebio di Cesarea, senza mezzi termini, afferma che è il Dio cristiano. Alcuni storici hanno anche aggiunto che il diadema soppianta in via definitiva la corona radiata, un rimando al culto del Dio Sole, nella numismatica romana. Testimonia ciò un Costantino oramai pienamente convertito al cristianesimo? Qui il dibattito diventa complesso: abbiamo storici che collocano la conversione già dopo la battaglia di Ponte Milvio (qualcuno addirittura prima), altri che la considerano piuttosto tarda, diciamo agli anni trenta del IV secolo. L'unico elemento su cui la storiografia contemporanea sembra convergere è il seguente: Costantino era certamente cristiano negli ultimi anni della propria vita e non per mero calcolo politico. Oramai sembra del tutto respinta l'opinione ottocentesca di una conversione tarda solo per fini politici o di una conversione inventata di sana pianta da talune fonti coeve (Eusebio di Cesarea e la sua Vita Constantini) e in realtà mai avvenuta. Ciao!
  10. 2 points
    L'immagine di un cacatua bianco australiano, appena scoperta in un fondo della Biblioteca Vaticana in un manoscritto risalente alla Sicilia del XIII secolo, sconvolge la visione di ciò che sappiamo del Medioevo, secondo la ricerca dell'Università di Melbourne, pubblicato su «Parergon Journal» Ed è proprio questo risultato che rivela che esisteva un commercio con l'Australia settentrionale e nelle vicinanze, già esistenti a quell'epoca, collegate alle rotte marittime e, via terra, in Indonesia, Cina, Egitto e, più lontano, in Europa. Le quattro immagini della famiglia Cacatua bianco nel libro Venandi cum Avibus Art (caccia agli uccelli d'arte), di proprietà dell'imperatore del Sacro Romano Impero Federico II di Sicilia ed è datato tra il 1241 e il 1248. Questi disegni colorati sono di 250 anni prima di quella che si credeva essere la più antica rappresentazione europea di un Cacatua, datata nel 1496 nella pala d'altare Madonna della Vittoria di Andrea Mantegna. Secondo il racconto della ricerca '' Phys ha avuto luogo quando tre studiosi che lavorano presso l'Istituto finlandese a Roma erano interessati al tema dopo aver letto un articolo sulla pittura di Mantegna pubblicato nel 2014 da Heather Dalton, Scuola di Studi storici e filosofici dall'università di Melbourne.😉 La collaborazione tra tutte le parti (Dr. Dalton, Pekka Niemelä, Jukka Salo e Simo Orma) ha rivelato che era probabile che il cacatua era stato un Tritone femminile, una delle tre sottospecie di Cacatua con cresta gialla, il che significa che l'uccello era originario dell'Oceania. Il testo in latino accanto a una delle immagini rivela che l'uccello era un dono del quarto sultano ayyubico d'Egitto a Federico II, che si riferiva a lui come il "Sultan di Babilonia". Il cacatua avrebbe lasciato l'Australia (o i suoi dintorni) per il Cairo e poi sarebbe finito in Sicilia, un viaggio che sarebbe stato, soprattutto, terrestre e avrebbe richiesto diversi anni. "Sebbene questa parte del mondo (Oceania) sia ancora considerata l'ultima scoperta, questa visione eurocentrica è sempre più sfidata da scoperte come questa", afferma Dalton. "Piccole imbarcazioni navigavano tra le isole comprando e vendendo tessuti, pellicce e animali vivi prima di raggiungere i porti in posti come Java, dove vendevano le loro mercanzie ai mercanti cinesi, arabi e persiani", continua. "Il fatto che un cacatua arrivò in Sicilia durante il XIII secolo mostra che gli operatori in Australia settentrionale facevano parte di una rete fiorente che ha raggiunto l'Occidente, il Medio Oriente e oltre", conclude la ricerca oggetto l'Università di Melbourne . (traduzione alla buona di un articolo in spagnolo) Chissà se un giorno verrà scoperto in Australia un tarì che aveva fatto la strada inversa ...
  11. 2 points
    Quintus

    Probus - Soli Invicto

    Vi presento il mio ultimo acquisto... PROBO Marco Aurelio Probo (Sirmio, 19 agosto 232 - Sirmio, 282) è stato un imperatore romano dal 276 fino alla morte. Dritto: PROBVS PF AVG, busto radiato a sinistra con mantello imperiale e scettro sovrastato da aquila Rovescio: SOLI INVICTO, Sole guida la quadriga, globo nella mano sinistra e destra alzata Marchio di zecca: R lampo gamma Zecca: Roma, 281 a.D. Riferimenti: RIC V-2 Rome 208 Rarità: S (non comune) Note: Il culto del Sol (invictus), una divinità originaria di Palmira identificata con il dio Mitra, molto popolare fra i soldati, fu introdotta da Aureliano. Questa devozione ufficiale rafforzò il potere imperiale, in quanto il culto solare venne identificato con quello dell'Imperatore. Ave! Q.
  12. 2 points
    Piakos

    Denaro di Manfredi

    Confesso di avere un debole per gli Hohenstaufen e i loro epigoni... Da Federico II a Corradino di Svevia...cosa ci può essere di più appassionante!? Peccato per l'Italia tutta...una occasione persa per tentare l'unità della penisola e della nazione: sotto una CORONA STRANIERA? Magari fosse stato...invece il papato colse un'altra occasione per chiamare nel suolo sacro dei nostri avi l'odiato francese, che mai avrebbe osato contro Federico II, ebbe invece il calcolo e la convenienza per togliere di mezzo gli eredi del grande Svevo: con il tradimento, la corruzione e la compera degli alleati con il calcolo politico. Così l'Italia...già allora, iniziava gettare le basi di quella futura. E' possibile postare qualche moneta di Corradino di Svevia...qualcosina forse fu prodotto.
  13. 2 points
    Spoudaios

    Onorio, CONCORDIA AVGG

    Ciao @Quintus, moneta sicuramente gradevole. Il ritratto a tre quarti è stato introdotto per la prima volta da un usurpatore, Postumo. Fu poi ripreso con decisione a partire dalla c.d. Terza Tetrarchia per diversi multipli in oro, per poi diventare abbastanza "standard" con Costanzo II, se ben ricordo. Ciao.
  14. 2 points
    Piakos

    Complimenti Piakos!

    Siete troppo buoni...e date la prova che l'amicizia è cosa preziosa. Grazie. Sono un tuttologo dilettante curioso che non ha voglia di fare nulla e si diverte a bighellonare. Questa potrebbe essere una marcia in più ma anche una notevole limite. Poichè mi annoio nelle pause: metro, file alla posta e dal dottore ecc...porto sempre q.cosina da leggere, c'è una minima base che mi permette di tentare di cercare e scribacchiare. Chiunque potrebbe farlo meglio di me.
  15. 2 points
    andreakeber

    Catalogo delle monete medievali del Triveneto

    Sei pigro... 😉 Poi non è vero, il mio testo si occupa unicamente di un ben preciso periodo temporale e si allarga anche alle regioni confinanti, il tuo oltre a riferirsi unicamente ad una regione abbraccia un arco di tempo molto più ampio. Penso e credo che su uno scaffale i due libri possano coesistere. 😜
  16. 2 points
    Quintus

    Sesterzio di Galba, consiglio per l'acquisto

    Eh, immaginavo! 🙂 Ma è da quando vidi nel lontano 1988 il film The belly of an architect che, incantato dalla colonna sonora di Wim Mertens, sogno di avere un sesterzio di Augusto, Galba, Caracalla e Adriano. Per ora ne ho un paio di Adriano, per gli altri... li vorrei ma senza svenarmi. Di Galba mi piace molto il ritratto del vecchio, duro e giusto! Grazie. Q
  17. 2 points
    Piakos

    Sesterzio di Galba, consiglio per l'acquisto

    Hanno molto probabilmente abbassato i campi per dare un certo rilevo a parte delle epigrafi...leggere GALBA CAES è sempre emozionantee pwer far emergere le raffigurazioni, Poi hanno messo la cacchetta che con la patina non ha nulla a che fare. Perchè comprarla? Non è un affare... 😉
  18. 2 points
    Lugiannoni

    PANORAMA NUMISMATICO - giugno 2018

  19. 2 points
    Cliff

    Sesterzio di Didia Clara, giusto per parlare

    Vedendo il tondello molto largo e atipico per Didia Clara, la perfetta centratura e le strane fratture ai bordi a me dà l'impressione di una probabile riconiatura su un tondello antico, quindi una riproduzione. Ciò spiegherebbe anche il prezzo piuttosto basso realizzato (fosse stata autentica in questa conservazione è una moneta da almeno 1500 euro o più) e il fatto che sia stata venduta alla spicciolata su eBay (benchè il venditore che l'ha venduta su ebay organizzi anche aste tradizionali nelle quali avrebbe potuto venderla a prezzo maggiore se autentica e non fortemente "problematica", per usare un eufemismo).
  20. 1 point
    realino santone

    trovato tesoretto monetale a VULCI

    Salve, segnalo : https://etruriaoggi.it/a-vulci-ritrovato-intatto-un-tesoretto-monetale-del-iii-secolo-a-c/
  21. 1 point
    Giuseppe Gugliandolo

    Ciao a tutti da Otrebla!

    Sarò onesto a me sembra un forum più semplice da usare sia rispetto alla concorrenza sia rispetto anche siti fi commercianti e negozi di numismatica stessa... 😅 Ed ultimamente ne giro parecchi per informarmi sui prezzi e per formare delle opinioni, ma soprattutto per guardare tante e tante monete. Benvenuto, saremo ben felici di avere un nuovo acquisto per le monete antiche e non vediamo l'ora di leggerti bazzicando per il forum
  22. 1 point
    Quintus

    Costantino - IOVI CONSERVATORI

    Eddai, buttati! :-) Sono voglie che costano relativamente poco ma monete cariche di storia, fascino e poesia! Ogni moneta è un pezzo di storia che puoi custodire ed evitare che vada persa. Ogni moneta è un piacere da condividere con gli amici che hanno la tua stessa passione. Sii uno di noi! :-) Q
  23. 1 point
    Quintus

    Quadrante Vespasiano

    Non l'ho ancora pesata...nei primi appunti di classificazione ho segnato RIC 736 comunque dopo cos vedo solo V. 736 736.1 1015 Foto da Wildwinds... come certo noterai SC, nelle prime 2, è sotto le ali. Solo nella 1015, la posizione delle ali, è simile a quella della tua moneta. Non so se ci sono varianti... Ave! Q
  24. 1 point
    Admin

    help moneta n1 zio Paperone

    Sono medagliette coniate, da quel che leggo su internet, nel 1993 e nel 1994: Con versioni in : platino oro argento lega di bronzo La versione in oro veniva vendita a Lire. 280.000
  25. 1 point
    Quintus

    Sesterzio di Didia Clara, giusto per parlare

    Ok boss, messaggio recepito. 🙂 Prossimi commenti solo in privato! Q
La ricerca dei Migliori Utenti è impostata sull'orario Roma/GMT+02:00