Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/08/2019 in all areas

  1. 1 point
    Eccelso, la Ringrazio per le pregiate parole. RingraziandoLa per il suggerimento sono orgoglioso di comunicarLe e comunicarVi d'aver, con successo, contattato l'Associazione Musei d'Arte (A.M.A., appunto) e d'esser con loro giunto ad un accordo per esporre le suddette INESTIMABILI banconote nei maggiori musei del mondo. Già dal prossimo 2 novembre c.a. inizierà il tour espositivo, primo museo ad accogliere codesta meraviglia sarà il Louvre di Parigi. Ave atque vale! Quintus
  2. 1 point
    Attraversato il periodo fascista, la città diventa terreno di aspri scontri durante la Seconda guerra mondiale. Nella notte tra il 9 ed il 10 settembre 1943, la famiglia reale dei Savoia, dopo aver pernottato nel castello ducale di Crecchio, lascia dal porto di Ortona l'Italia occupata dai nazisti per approdare nella già liberata Brindisi per garantire il legittimo governo istituzionale della Nazione. Da Ortona passa la linea Gustav, che ha l'altro capo a Cassino: una linea di difesa fortificata apprestata dalle forze germaniche nel punto più stretto della penisola. Infatti è proprio durante la seconda guerra mondiale che Ortona conosce momenti veramente difficili. La maggior parte della popolazione ortonese è costretta a scappare dalle proprie case. A nord, l'esercito tedesco e a sud, quello degli alleati, bombardano ininterrottamente Ortona per circa 6 mesi. La città praticamente rasa al suolo venne definita da Winston Churchill come "la Stalingrado d'Italia" per via del fatto che, similmente alla città sovietica, la battaglia si prolungò lungamente nel corpo della città. Restarono in piedi pochissimi edifici e comunque con gravissimi danni strutturali. La città fu liberata soltanto nel dicembre del 1943 quando le forze alleate oltrepassarono la linea Gustav sul versante adriatico. Per questo motivo la città fu insignita della medaglia d'oro al valor civile.
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00