Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 10/21/2019 in all areas

  1. 1 point
    Massenzio Marco Aurelio Valerio Massenzio (in latino Marcus Aurelius Valerius Maxentius; nato nel 278 a.D. e morto a Roma il 28 ottobre 312 a.D.) è stato un imperatore romano autoproclamato, che governò l'Italia e l'Africa tra il 306 a.D. e il 312 a.D.; ebbe il riconoscimento del Senato romano ma non quello degli augusti Galerio e Severo (dal quale fu fatto uccidere), che riconosceranno Costantino mentre Massenzio l'otterrà anche tramite la forza militare, per cui è considerato da molti un usurpatore. Figlio dell'imperatore Massimiano, co-regnante di Diocleziano e di Eutropia. Secondo la volontà di Diocleziano e Massimiano, Costantino e Massenzio, figli, rispettivamente, di Costanzo Cloro e Massimiano stesso, avrebbero dovuto subentrare come cesari di Costanzo e Galerio, ma questi ultimi non li scelsero, optando invece per Massimino e Severo. Massenzio e Costantino presero così il potere con la forza dei loro sostenitori, anche se il secondo riuscirà da subito ad avere l'investitura da Galerio, mentre il primo fu sempre considerato da quest'ultimo solo un usurpatore. Governò, inizialmente, dapprima con il titolo di princeps invictus e poi come augusto autoproclamato, assieme al padre Massimiano, che tuttavia nell'aprile del 308 a.D. sarà estromesso dal potere e costretto a riparare dal genero Costantino, dal quale verrà ucciso nel 310 a.D. per aver tramato contro la sua persona. Ultimo imperatore a risiedere stabilmente in Roma, Massenzio cercò di abbellire, restaurare e migliorare l'antica capitale, realizzando importanti opere edilizie, tra cui il tempio del Divo Romolo (dedicato al figlio defunto), la basilica di Massenzio (ultima grande basilica civile, completata da Costantino), la villa e il circo di Massenzio e altre. Massenzio morì nella battaglia di Ponte Milvio contro le truppe di Costantino. Valore nominale: Follis Diametro: 28 mm Peso: 9,57 gr Dritto: IMP C MAXENTIUS P F AVG, busto laureato a destra Rovescio: CONSERV VRB SVAE, tempio tetrastilo all'interno del quale l'imperatore, con un prigioniero ai suoi piedi, riceve un globo da Roma seduta a destra, da notare romolo e remo allattati dalla lupa sul timpano Marchi di zecca: AQS (Aquileia officina S) Zecca: Aquileia (Friuli) Anno di coniazione: 309-310 a.D. Riferimento: RIC 113, Cohen 42 Rarità: Altra moneta in mio possesso da un po' di tempo. Follis di Massenzio del quale mi innamorai a prima vista. Che ne dite? Al solito, commenti, impressioni? Grazie a tutti. Ave! Quintus
  2. 1 point
    Carissimo...mi fa' eborme piacere e sicuramente l'evento è stato più che positivo. Mi assicurano tuttavia molti operatori che il mondo attuale del collezionismo (vero...cioè gente che compra monete) non può essere comparato assolutamente con quello che è fiorito in Italia dagli anni '70 del secolo scorso sino a circa sette...dieci anni fa'...ma era già in flessione da qualche anno. Un forte depauperamento è in essere. Molta meno gente, minore cultura tra i giovani, ricerca maniacale della bella moneta, scarsità di mezzi economici. E...mi assicurano che anche nel collezionismo definiamolo top o quasi top...c'è molta meno gente...anzi sarebbero pochissime persone. Per quanto vi possano essere dei curiosi e dei neofiti che comprano volentieri le monetine (dignitosissime per storia, cultura, studio e classificazione...le compravo anche io con diletto..) mi assicurano che la numismatica italiana non sta bene...molti vogliono vendere..pochi vogliono comprare: la famosa legge del mercato che spesso richiami. Le oselle veneziane in argento anche belle...ad esempio, che fino a cinque anni fa' stavano ancora in discreta salute...oggi pare che segnino il passo. E le oselle...monete o non monete che possano essere state...sono il manifesto di Venezia nel mondo. Forse è un ciclo. Forse le monete sono arrivate a costare troppo. Sicuramente la crisi non giova e le Sovrintendenze spaventano.. Speriamo in bene.
  3. 1 point
    Il convegno sta crescendo. Sicuramente le conferenze hanno atratto più persone e, da quello che mi hanno riferito (io ero incatenato al banco), sono state tutte apprezzate. Credo quindi che la strada intrappresa sia quella giusta. Ribadisco che, comunque, tutto è nelle mani dei collezionisti. Se partecipano numerosi, la cosa riesce, altrimenti si chiude. Arka Diligite iustitiam
  4. 1 point
    @Ross14, allora, com'è andata? Hai qualcosa da raccontarci o, meglio, farci vedere, io sono curiosissimo! @Arka, tu c'eri come commerciane? Tue impressioni? Ave! Quintus
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00