I Migliori Utenti


Gli interventi più apprezzati

Showing content with the highest reputation since 26/03/2020 in Risposte

  1. 2 points
    Piccole zecche possono aver sede in locali modesti e con attrezzature minime, ma deve esserci la necessaria competenza metallurgica. Cosi molti falsari operano in zecche clandestine "domestiche”. L'attività di falsario può davvero essere svolta ovunque, purché in segreto: la battitura è rumorosa, e le pene per i falsari pesanti (il rogo, l’accecamento, il taglio della mano). Solo un luogo isolato, magari nei pressi di un confine amministrativo che può facilitare, in caso di tentativi di repressione, la fuga, può fornire garanzia. Anche le autorità sovrane potevano emettere monete irregolari o imitazioni di monete straniere da utilizzare, ad esempio, per indebolire l'economia del “vicino”. Il processo produttivo consiste nello sciogliere alcuni tipi di conglomerati in lega di rame per ottenere piccoli lingotti (Il metallo fuso viene mescolato con rami verdi oppure materiali organici, come ad esempio cera, questi vengono aggiunti alla massa fusa per disossidarla. Si formava sopra il metallo fuso uno strato di scorie liquide che hanno la funzione di assorbire le impurità del rame e di impedire l'ossidazione del metallo; l'artigiano le elimina facilmente prima della colata, semplicemente versandole a terra o facendole schizzare via dal crogiolo con un rapido movimento del polso); i lingotti vengono successivamente rifusi ed il metallo, così ottenuto, viene gettato su una grande superficie dove si rapprende in una sottile lastra, che può essere ulteriormente assottigliata a martello; da tale lastra, vengono poi ritagliati, a cesoia, i tondelli. I tondelli così ottenuti possono subire due processi distinti: • Processo di imbiancatura: la tecnica dell’imbiancatura, sicuramente semplice e rapida, asporta il rame dalla superficie di tondelli costituiti da una lega piuttosto bassa d’argento e rame, che assume un colore molto più bianco e quindi simile a esemplari di ottima lega. • Processo d'argentatura: Consistente nell’applicare alla superficie da argentare un amalgama di mercurio e di argento; scaldando poi il tutto, il mercurio evaporava e l’argento aderiva alla superficie. Non si può escludere che ad essere “argentata” sia la moneta ultimata e non il tondello. Ultimate anche queste operazioni i tondelli passano alla fase della battitura. I conii vengono preparati in due fasi. In primo luogo vengono preparati i cilindri metallici vergini di ferro ad opera di un fabbro e successivamente si levigano le superfici da lavorare. In una seconda fase, gli stessi vengono quindi lavorati dagli incisori, che producono le impronte della moneta sui due conii. Un uomo tiene con la mano sinistra il conio superiore e con la destra il martello. Il tondello viene posizionato sul conio inferiore, fisso e con un colpo di martello sul conio superiore l'impronta viene trasferita al tondello. Bibliografia essenziale Andrea Del Pup, Tecniche ed errori di coniazione, 2015. Alessandro Gremes, Liliana Zanoni. Le monete rinvenute a Castel Corno, in Annuario del museo civico di Rovereto, Vol.4, p.123-136,1984. Andrea Saccocci, La zecca clandestina: le monete, in Il castello di Toppo : ... pro construendo Castrum et Domum de Laurentino ... : un progetto di recupero e valorizzazione tra archeologia e restauro / a cura di Luca Villa, pp. 145-158, 2010.
  2. 2 points
    Si infatti... non costa nulla creare una sezione medievale (allo stato questo non è in previsione) ma non si può invitare un utente a prendersene cura...l'utente parecipa quanto vuole e dove può
  3. 1 point
    Purtroppo a seguito di post poco felici che si riferivano a commenti sulla mia persona cerco di descrivermi, per chi non mi conoscesse. Keber Andrea nato a Trieste nel 1972 Si appassiona fin da giovane al collezionismo in genere, con particolare attenzione alle monete. Circa dieci anni fa rivolge la sua attenzione alle monetazioni dell’Italia medioevale. La curiosità e un discreto spirito d’osservazione lo portano a studiare con attenzione le tipologie legate alla sua terra origine: il Triveneto. Dal 2011 è iscritto al forum numismatico “lamoneta”, in cui, dal 2019, entra a far parte dello staff in qualità di coordinatore area social. Amministratore, sul sito social Facebook di alcuni dei maggiori gruppi numismatici: Monete medievali zecche italiane e straniere, Numismatica italiana monete italiane da collezione e Numismatica : segnalazione materiale sottratto. Nel 2014 entra a far parte del Circolo Numismatico Partenopeo. Dal 2017 è membro dell’associazione Quelli del Cordusio. Nel 2018 entra a far parte della N. I. A, numismatici italiani associati. Bibliografia Opere monografiche KEBER A., 2019a. Monete Italiane Regionali (M.I.R.) TRIVENETO zecche minori, ISTRIA, DALMAZIA ED ALBANIA, Alberto Varesi editore. KEBER A., 2018a. Le monete della Serenissima da Vitale Michiel II a Cristoforo Moro, Yuocanprin editore. KEBER A., 2018b. Catalogo delle monete medievali del Triveneto, Yuocanprint editore. KEBER A., 2017a. La contea di Gorizia: la monetazione dagli albori a Carlo V, Youcanprint editore. Riviste KEBER A., 2019b. Le falsificazioni e le contraffazioni in area alto adriatica (parte prima), in Il Gazzettino di Quelli del Cordusio, n°6, novembre, pp. 54-63. KEBER A., 2019c. La monetazione medievale Patavina / Le monete di Padova, in Il Gazzettino di Quelli del Cordusio, n°4, gennaio, pp. 8-16. KEBER A., 2018c. Analisi di due denari patriarcali. Gregorio di Montelongo, i denari della serie “electus”, in Panorama Numismatico, n. 345, dicembre, pp. 11-18. KEBER A., 2018d. Il grosso aquilino di Vicenza, in Panorama Numismatico, n°342, pp. 45-46. KEBER A., 2018e. La monetazione di Rovigo, dagli Este alla Repubblica di Venezia, in Il Gazzettino di Quelli del Cordusio, n°2, Aprile, pp. 19-20. KEBER A., 2017b. Una moneta inedita di tipo frisacense con il titolo di Marchese d’Istria, in Numizmatični Vestnik anno XLII N° 43, pp. 157-164. KEBER A., 2018f. Analisi stilista di una particolare serie di denari tergestini, in “Comunicazione” della Società Numismatica Italiana, N.7, pp. 19-27. KEBER A., 2018g. L’edicola del Santo Sepolcro sul denaro del patriarca aquileiese Poppone, in Numizmatični Vestnik, anno XLIII N° 44, pp. 275-280. KEBER A., 2017c. I segni segreti nei grossi veneziani: una nuova scoperta, in Moneta e Storia Supplemento alla sesta serie – n. 13 di Archivio Veneto, pp. 37-41. Riviste online / siti web KEBER A., 2018h. Verona: i Longobardi e gli Scaligeri (collaborazione al lavoro di Sergio Rossi e Ottavio de Manzini), online http://www.roth37.it/COINS/Verona/index.html, Ottobre. KEBER A., 2018i. Il grosso aquilino della zecca di Vicenza: storia e varianti, Cronaca Numismatica, Luglio. KEBER A., 2017d. I “segni segreti” nei grossi in argento di Venezia: una nuova scoperta?, in “Il Giornale della Numismatica”, Febbraio. KEBER A., 2017e. Un tornese inedito della zecca di Campobasso, in Cesar n°13. In uscita 2020: Panorama numismatico, Numizmatični Vestnik e Il Gazzettino di Quelli del Cordusio coronavirus tre scritti.
  4. 1 point
    Contrafffazione in metallo povero di un denaro a nome di Enrico Dandolo della zecca veneziana (c. p.)
  5. 1 point
    Contraffazione coeva in lega di rame di un grosso della zecca veneziana a nome di Sebastiano Ziani. (c. p.)
  6. 1 point
    Ribadisco che è lo staff che mi ha tirato in ballo, per cui credo di aver diritto di ballare
  7. 1 point
    e allora riformulo. Gradirei che lo staff vigili a commenti denigranti la mia persona (purtroppo fatti proprio da chi è parte dello staff). Grazie . p.s. vedasi pochezza , trita polemica, ecc.
  8. 1 point
    MI avete voi tirato in causa e quando cercavo di rimanere un semplice membro del forum sono stato accusato di pochezza di incapacità intellettuale ecc. Ragion per cui chiedo che mi sia data possibilità di dimostrare il contrario a chi afferma questo!
  9. 1 point
    Grazie @Andrea keber la proposta verrà discussa con tutto lo staff. A breve verrà pubblicato, come ogni anno, l'elenco dei nuovi incarichi e le idee e proposte per il sito.
  10. 1 point
    Non si evidenziano marchi o segni particolari, pertanto se questi sono la prerogativa dei riconi la cosa mi rassicura...Nella foto della medaglia in discussione (argentata) ha, in effetti, alcune lievi sfumature che si evidenziano come parti più scure che ritengo riconducibili alla tipologia del trattamento superficiale. Ovvero rappresentative di un metodo effettuato con amalgama di mercurio-argento che, portano indurre a pensare ad un trattamento d’epoca del periodo di emissione della medaglia stessa...differenti da quello più recenti effettuati con un bagni galvanici. In ogni caso, le varianti di tonalità, non sono rappresentative della tipica ossidatura dell’argento. Allego due foto fatte “veloci” delle due medaglie accostate rimandano, per maggiori dettagli, a quelle postante in precedenza. A presto...
  11. 1 point
    https://numismaticavaresi.bidinside.com/en/lot/19176/campione-ditalia-medaglia-gettone-da-/ Per esempio
  12. 1 point
    Salve, allego immagini di un rarissimo bolognino di L' Aquila , coniato sotto il re Ladislao di Durazzo, 1386-1414 , la particolarità è una stellina alla fine legenda del dritto, manca in tutti i testi di riferimento, da me pubblicato su Monete Antiche n. 108 novembre/dicembre 2019 , D/ +LA(DISLA)US REX stellina ; lettere AAQL a croce , al posto del solito AQLA R/ °S PETRUS PP 9F ° ; busto del santo di I tipo con * sul petto argento 0,80 gr. RRR
  13. 1 point
    Ripeto perché devo impegnarmi con uba carica? Tra l'altro nemmeno prevista. Scrivo quando e se ne ho voglia. Quando il tema mi permetta una risposta, quando posso parlare a ragion veduta! Su Facebook e su lamoneta scrivo e molto, è un problema? Sai com'è il monologo non mi piace
  14. 1 point
    Il mio post, non aveva nulla a che fare con la "vecchia polemica" ma riguardante qualcosa che conoscono e di cui posso parlare. Dove vorresti che intervengo nelke discussioni sulla monetazione romana!?
  15. 1 point
    Cerchiamo di inquadrare la discussione nei termini complessivi. Keber e Paolucci sono stati i protagonisti di una lunga e stucchevole diatriba personale che hanno proiettato anche sul forum. Chiusa la diatriba con la forzata uscita di Paolucci, Keber che fa? Si impegna alacremente su FB e su LM; nulla di male, uno srtive dove vuole, ma non puoi intervenire in questo forum solo per riattizzare, oltretutto inutilmente, la polemica con Paolucci. Se Keber è competente, e penso e voglio credere che lo sia, scriva ognitanto qualcosa anche qui che non sia qualcosa su Paolucci! In questo senso va capito il ragionamento di @Piakos, sfrondato da una qualche punta polemica che ci può stare. L'offerta fatta a Keber mi pare fosse più che onorevole e dignitosa. Se Keber l'ha rifiutata offre così implicitamente ragione a chi pensava, ed io fino a poco fa non ero tra quelli, che i suoi interventi erano solo per una trita polemica personalistica della quale, francamente, non abbiamo bisogno.
  16. 1 point
  17. 1 point
    @DeAritio, oggi ti "rubo il lavoro"! Tunisia. Per la prima volta nella storia una donna appare su una banconota della Tunisia. Si tratta di Tawhida Ben Cheikh, la prima dottoressa del Maghreb, scomparsa nel 2010 e nuovo volto del biglietto da 10 dinari (circa 3 euro) che è in circolazione da venerdì 27 marzo. Sul retro della banconota invece compare un'illustrazione che richiama la tradizionale ceramica berbera. Omaggio a tutte le donne E' solo una coincidenza che la prima donna medico del Maghreb sbarchi sulle banconote nei giorni in cui il mondo intero soffre le conseguenze della pandemia da Covid-19; "Tawhida Ben Cheikh è stata scelta un anno fa per rendere omaggio a lei e a tutte le donne tunisine, in particolare nel settore scientifico. - ha spiegato Abdelaziz Ben Saïd, alto funzionario della Banca centrale tunisina - Rendo omaggio all'intera professione medica in un momento in cui il nostro 'esercito bianco' è in prima linea nella guerra contro il Coronavirus". Il personaggio Tawhida Ben Cheikh divenne la prima tunisina a ottenere il diploma di maturità e si trasferì a Parigi per studiare Medicina. Nel 1936 tornò in Tunisia e aprì uno studio pediatrico nella capitale Tunisi prima di specializzarsi in Ginecologia. Dal 1955 al 1964, fu primario del Dipartimento di maternità dell'ospedale Charles-Nicolle. Dal 1965 al 1977, anno in cui andò in pensione, ricoprì lo stesso ruolo all'ospedale Aziza Othmana. E' stata anche vicepresidente della Mezzaluna rossa tunisina. E' morta a 101 anni. Ave! Quintus
  18. 1 point
    Quello rivolto a @Andrea keber mi era parso, da parte di Piakos, un invito. Ma Keber dixit. Amen
  19. 1 point
    Trovo assurdo, per poter rimanere in un forum, dovermi assumere impegni. Preferisco essere bannato e leggere i post come ospite. Grazie.
  20. 1 point
    Perché esprimendo un parere su un libro letto si fa brutta figura? Tagatemi in una discussione recente di ambito medievale e sarò felice, nel limite del possibile, rispondere.
  21. 1 point
    Cioè? Vuoi buttarmi fuori? Perché non rispondo a discussioni, inesistenti, di ambito medioevale? Guida la sezione? Ovvero? Non ho mai, da parte dello staff di questo forum, ricevuto richieste in merito... Ricordo una discussione sulle cariche e un mio "input" :-... e la sezione medioevale...? - nessuno si fece avanti! Quindi la tua è una richiesta formale a nome dello staff? Una tua idea? O solo una velata minaccia?
  22. 1 point
    Buongiorno. In merito alla medaglia annuale del 2020, della quale ovviamente ancora non si sa niente; secondo voi il tema trattato sarà inerente alla situazione che stiamo vivendo? Siano noi che il mondo intero. Una bella incisione penso possa essere inerente il Papa in Piazza San Pietro, completamente vuota. Una delle immagini che richiami la giornata di ieri. Secondo voi?
  23. 1 point
    Ecco la nuova entrata in collezione. Esposizione Internazionale di Vienna del 1873. Questa è una delle 8687 Medaglie al Merito consegnate in quell'occasione. Esposizione Internazionale di Vienna Österreich Franz Joseph (1848-1916) Medaglia Esposizione Internazionale Verdienstmedaillen 1873 - Bronzo - 139gr - 70mm Cat.: wurzb.2494 - hauser.2911
  24. 1 point
    Intanto complimenti per la bellissima medaglia di Maria Luigia. Una magnifica effigie della Duchessa di Parma, molto dettagliata e di notevole qualità artistica. Riguardo alla tua domanda, posso solo fare delle ipotesi, non avendo dati e quindi alcuna certezza. Ragionando per logica posso affermare che la metallocromia è, ed era, una pratica abbastanza diffusa anche nel 1800. Il bronzo, formato quindi da una lega di rame e di stagno (tra 15 e 20%), è un po' sensibile a corrosione. L'argentatura probabilmente veniva impiegata sia per migliorare l'aspetto del manufatto, sia per fornirgli una certa protezione. Ho citato l'elevata qualità artistica della medaglia; probabilmente lo scopo, in questo caso, era appunto il miglioramento estetico. Ma credo l'abbia pensato anche tu. Altro non saprei dirti. Carlo
  25. 1 point
    Buonasera a tutti Tramite SMS ho avuto il responso formale che la moneta viene considerata autentica, con valutazione dello stato di conservazione spl+. Mi ritengo soddisfatto di tutto, in ogni caso alla prima occasione di incontro personale con il numismatico in questione vedo di trarre le sue considerazioni In merito. Un saluto e grazie di tutto.
  26. 1 point
    buona, ma circolata e con segnetti vari, sul noto sito online si trovano cosi da 5 a 10 euro
  27. 1 point
    Dai...postaci anche qualcosa di bello.
  28. 1 point
    Guarda io sono ignorante in materia per questo mi rivolgo a voi ho tante monete molte sono autentiche ma queste sono quelle che mi fanno venire i dubbi
  29. 1 point
    Davide...scusami, ma una buona ce l'hai? Non ti offendere, è una battuta... è la collezione di un tuo avo?
  30. 1 point
    Ti ringrazio per la riflessione. Questo deve essere lo spirito giusto che anima le discussioni di un forum. I pareri e le critiche devono essere costruttivi ed improntati, con garbo, al massimo rispetto pur rimanendo di opinione diversa. Tutti abbiamo da imparare ed il postare monete per poi aprire una discussione non fa altro che arricchirci tutti. A presto dunque. Carlo
La ricerca dei Migliori Utenti è impostata sull'orario Roma/GMT+02:00