I Migliori Utenti


Gli interventi più apprezzati

Showing content with the highest reputation since 13/11/2018 in tutto il forum

  1. 3 points
    Admin

    ANCORA UN "MISTERO" NELLA MONETAZIONE ETRUSCA

    Lo spessore culturale del suo interlocutore è più che accreditato nel mondo numismatico e non solo , riguardo all'ego credo che spetti ai lettori farsi una propria personale idea su chi abbia dimostrato più "saccenza" il luogo di "competenza". Ciò premesso, poiché qui siamo abituati ad interloquire in modo amichevole, anche e soprattutto nelle discussioni dove non si condividono le idee altrui, ritengo opportuno ricordare che chi non è in grado o non vuole rispettare questo "modo di relazionarsi" può liberamente scrivere di numismatica altrove.
  2. 3 points
    Neapolis

    asta NAC 112 - zecche italiane

    Delle cinque indicate da @Piakos, le prime tre sarebbero da prendere, prezzo richiesto a parte. Sono monete da museo, ovvio che ad ogni passaggio (dopo qualche anno), chi decide di ri-venderle le propone ad un prezzo molto maggiorato. Di sicuro non è un collezionista, di conseguenza da investitore (oramai chi compra queste monete .. lo è), vuole guadagnarci qualcosina..... !! Un collezionista non si disfarebbe mai di quei tre pezzi. Poi c'è ne sono anche altri.....
  3. 3 points
    DeAritio

    Nuovo Magazine

    Nel prossimo numero ( il 2 ) che sarà presentato in occasione del Convegno di Verona , un mio piccolo contributo . Un anteprima sugli articoli è sul sito http://www.associazioneitalianacartamoneta.it/
  4. 2 points
    Neapolis

    asta NAC 112 - zecche italiane

    A riguardo il Tarì detto del Sole...eh...ehehh.....è una lunga storia che potreste leggere integralmente da Verona in poi. Infatti ho scritto molto su questa coniazione (sempre da altri descritta a bilanciere...ma non lo è), il volume che tocca il periodo del vicereame spagnolo dal 1616 al 1623 verrà distribuito dal prossimo ed imminente Veronafil. Questo esemplare, oltre ad essere passato alla inAsta, proviene direttamente dalla collezione Catemario (passato per la Spink Taisei del 1994); ad oggi si contano solo 4 esemplari: 2 ai musei, questo ..... e l'ultimo passato proprio giorni fa alla Nomisma 58 lotto 965 (ex Civitas Neapolis).
  5. 2 points
    Neapolis

    asta NAC 112 - zecche italiane

    Ecco delle belle discussioni.... ma andiamo per gradi così illumino un pochino le vicende di questi tre pezzi RAAArissimi: AH non è sconosciuto; sono le sigle di Alberto Hamerani. La differenza del tarì al confronto degli altri due pezzi il Ducato ed il Mezzo Ducato sempre con AH sta nell'interpunzione delle legende. Il ducato ed il Mezzo hanno i trisceli....questo tarì NO. Questa stessa moneta passò alla Nomisma 49 (2014) e realizzò 13.000 euro + diritti. Venne trascritta come R4, ma nel mio Manuale è R5..... sfido chiunque a trovarne altri pezzi in giro.
  6. 2 points
    Lugiannoni

    ANCORA UN "MISTERO" NELLA MONETAZIONE ETRUSCA

    Potremmo continuare all'infinito, rischiando lo sfinimento, con un continuo rilancio di ipotesi. Oltretutto Lei ha il difetto (o il pregio, se preferisce) di creare delle condizioni "su misura" utili a smentire l'ipotesi opposta. Un esempio:<...resto dell’opinione che il conio di rovescio fosse fisso e fosse un piano...> ma successivamente dice: <Il conio di dritto, fissato su di un ceppo e sporgente leggermente dal piano del ceppo per motivi pratici di esclusione di interferenze tra torsello e incudine.> .Per quale misterioso motivo un conio "normale" doveva sporgere dal piano per evitare eventuali "interferenze" mentre un conio su lastra poteva essere complanare alla lastra stessa senza "interferenze"? Ripeto, Lei ha le sue convinzioni granitiche ben radicate che, a quanto vedo, non sono mai sfiorate dall'ombra del dubbio; io non pretendo di avere certezze ma solo quelle che ritengo possano essere le ipotesi più semplici e plausibili (noti la forma dubitativa!). In questo modo è impossibile una discussione utile e proficua per entrambi.
  7. 2 points
    Cliff

    ALESSANDRO SEVERO, sesterzio pulito o rifatto?

    Ogni tanto ho visto monete che erano in vendita da piccoli venditori minori uno/due mesi prima ricomparire poi da lui dopo che le aveva spoliate e riacconciate a suo gusto...:( Io non ci vedo bulino, solo spatinatura aggressiva e poi riossidatura con qualche ricetta casereccia. I rilievi sembran più alti perché in questo modo elimina anche residui di patina e incrostazioni dai fondi e così aumenta la distanza tra fondi e sommità dei rilievi.
  8. 2 points
    danieles1981

    Österreich Joseph I 3 kreuzer 1707 Breslau

    Da troppo tempo non introduco monete nuove, così introduco quelle vecchie (già in collezione). Ed ecco una monetina, fresca fresca, non troppo consumata, perfettamente leggibile e dai rilievi ancora più che buoni. Österreich (Austria) Joseph I von Habsburg (1705-1711) 3 kreuzer 1707, Breslau (F.N) Argento; 1,52gr; 22mm Cat.: Her.216 Joseph I von Habsburg Giuseppe I d'Asburgo (Vienna, 26 luglio 1678 – Vienna, 17 aprile 1711) è stato Imperatore del Sacro Romano Impero dal 1705 alla morte, nonché Re di Ungheria e Boemia e Arciduca d'Austria. Egli era il figlio maggiore dell'Imperatore Leopoldo I e della sua terza moglie, Eleonora del Palatinato-Neuburg, figlia di Filippo Guglielmo, Elettore Palatino. Nato a Vienna, venne educato dal Principe Dietrich Otto von Salm, divenendo un buon linguista. Nel 1687 ricevette la corona d'Ungheria e divenne Re dei Romani il 6 gennaio 1690.
  9. 2 points
    Lugiannoni

    Moneta greca

    Questi i tre esemplari ANS: direi proprio che l'amica @wendy75 è partita con la migliore!
  10. 1 point
    realino santone

    asta NAC 112 - zecche italiane

    per il tari di Carlo II con la madre , le sigle sono AH = zecchiere sconosciuto ; per Filippo III OMNES AB IPSO = tutto da lui , il sole raggiante allude allo splendore del sovrano
  11. 1 point
    Lugiannoni

    ANCORA UN "MISTERO" NELLA MONETAZIONE ETRUSCA

    Mi spiace di essere stata la causa indiretta di tutto quanto sopra. Voglio solo precisare alcune cose. Non temo affatto la dialettica anche aspra avendo fatto per decenni attività politico-amministrativa ma è chiaro che una discussione ha un senso ed un significato se risponde al classico schema: tesi - antitesi - sintesi; ma questo presuppone in entrambi i dialoganti la volontà di capire e cogliere gli argomenti dell'altro. Se però uno dei due abbia l è convinto di essere il detentore unico della VERITA', allora lo schema salta. Poichè sin da quando ho aperto la discussione mi sono posto in posizione dubitativa, cercando insieme ad altri amici risposte convincenti per cercare di chiarire, prima di tutto a me stesso, un problema per il quale non ho tuttora una spiegazione convincente non credo proprio io di essere il "talebano" proprietario della Vera Fede. Tuttavia, visto che sono più interessato ad una spiegazione valida che non ad avere a tutti i costi ragione, dico che sono sin d'ora disponibile a verificare assieme a lui, , le varie ipotesi e non ha problemi a dargli ragione qualora si possa dimostrare la bontà delle sue opinioni sperimentalmente, a sostegno delle quali non possono certo bastare dei ragionamenti che somigliano molto a delle vere supercazzole (ecco il perchè del mio richiamo finale al conte Mascetti!). Tralascio ogni commento sulle offese personali rivoltemi dal sig. Alessandro, rimandando a Dante, Inferno, canto III, verso 51. P.S. Non sono laureato in statistica.
  12. 1 point
    D.B.G

    asta NAC 112 - zecche italiane

    Personalmente vado controcorrente, a mio avviso le stime sono basse e come ha detto Pietro sono monete da museo, ed inoltre sono anche in alta conservazione, ci sono collezionisti di monete napoletane che non avranno mai neanche la possibilità di vedere dal vivo questi gioielli.
  13. 1 point
    carledo49

    Reale di mistura di Vittorio Amedeo III

    Una conoscente, sapendo della mia passione numismatica, mi ha inviato attraverso Facebook la foto di un Reale di mistura di Vittorio Amedeo III millesimato 1795. Le foto piccole, sfuocate e sovraesposte non mi dicevano molto. Ingrandendo sino a sgranare l'immagine del rovescio si è risolto, credo, l'arcano. A parte peso e diametro un po' fuori norma, quanto visto mi ha lasciato piuttosto perplesso. Le monete originali riportano la frase INIM EI IND CONF in più il millesimo In questa esaminata si vede chiaramente NIIM EI IND CONF 1795 Una variante (o pseudo tale) del genere non si era mai vista. Le uniche reperibili si basano su punti tra i diversi gruppi di lettere, nulla di più. La moneta originale ha diametro 23-24mm, questa 20mm Come peso ci si rientra un po', 2,3g, anche se è inferiore. Dietro cortese invito ad avere foto più nitide...nessuna risposta. Carlo
  14. 1 point
    Riccardo Paolucci

    COLLABORAZIONE

    Con il prossimo mese di Gennaio 2019 iniziamo una collaborazione con questa prestigiosissima Casa d'Aste
  15. 1 point
    Lugiannoni

    Prossima HESS DIVO n°335 del 6/12/2018

    Un po' meno ermetico, noo? Dato che uno dei compiti di questo forum è quello di discutere, senza condizionamenti di sorta, di e sulla Numismatica, avere il parere di uno esperto del tuo calibro è utilissimo anche per aiutare altri ad affinare le capacità critiche (e ad evitare, se possibile, fregature!)
  16. 1 point
    Piakos

    Prossima HESS DIVO n°335 del 6/12/2018

    Non possiamo andare nel particolare per non arricchire i dati a qualcuno... Nopn c'è nulla che va bene..
  17. 1 point
    Quintus

    ALESSANDRO SEVERO, sesterzio pulito o rifatto?

    Magari lo fosse... probabilmente avrebbe smesso da tempo. Il problema è che il martello è suo... ma non i testicoli! In ogni caso ho controllato le sue vendite, pare che dal 4 ottobre ad oggi abbia venduto solo 4 monete... e nessuna di queste era martoriata come quelle che ha ora in vendita. E, comunque, ne ha in vendita "solamente" 283! Spero che gli restino tute sul groppone e che se le porti al cimitero! Ave! Q.
  18. 1 point
    Admin

    ALESSANDRO SEVERO, sesterzio pulito o rifatto?

    Ma dico io perchè? Chi fa questo non si rende conto di avere tra le mani un oggetto con secoli di storia? Esiste una spiegazione per questo scempio? Si potrebbe essere elettrolisi visti I pori sui fondi. Queste monete cosi ripulite non valgono nulla o quasi.. Non penso si sia usato il bulino, lo spessore dei rilievi può anche scaturite dalla colorazione e dalle foto
  19. 1 point
    wendy75

    Moneta greca

    Buonasera sono una nuova appassionata di monete rare girando su Google mi è apparsa questa moneta e sono curiosa di saperne qualcosa in più grz a chi mi risponderà
  20. 1 point
    Quintus

    ALESSANDRO SEVERO, sesterzio pulito o rifatto?

    E tanto per finire "in bellezza"... Tralascio altre decine di monete martoriate ma che non presentano le foto di "come erano"... Mi auguro che nessuno comperi mai monete da questo "Mengele" delle monete in modo che si convinca che non vale la pena sprecare tempo ed energia elettrica per "migliorare" queste opere d'arte. Ave! Q.
  21. 1 point
    Quintus

    ALESSANDRO SEVERO, sesterzio pulito o rifatto?

    Temo che la risposta esatta sia questa... Ave! Q.
  22. 1 point
    danieles1981

    La Guerra Fredda- La propaganda nelle banconote

    Grazie @DeAritio per li contributo. Non solo collezionismo, ma anche storia e cultura si uniscono allo studio del materiale
  23. 1 point
    DeAritio

    La Guerra Fredda- La propaganda nelle banconote

    "Ricorda questo 'denaro!' Questo fu lasciato indietro dal fascismo di Horthy. Nel 1946: 1 mese di stipendio = 200 kg di peso = 1 kg di ciliegie. I comunisti hanno creato bei soldi! Guadagno medio: Nel 1947: Un conduttore 278 fiorini = 163,5 litri di latte = 24 kg di zucchero Un guidatore 363 fiorino = 213,5 litri di latte = 31 kg di zucchero Un operaio esperto 466 fiorini = 274 litri di latte - 40 kg di zucchero Oggi: Un conduttore 501 fiorino = 334 litri di latte = 83,5 kg di zucchero Un guidatore 550 fiorini = 366 litri di latte = 91,6 kg di zucchero Un operaio specializzato 602 fiorini = 401 litri di latte = 100 kg di zucchero I vecchi proprietari della BSzKRT hanno detratto l'imposta, la pensione di vecchiaia e l'assicurazione sanitaria dal tuo stipendio. Oggi non devi pagare per loro! Il piano economico quinquennale ha alzato il livello di vita del 150% rispetto a prima della guerra. Vota per i piani economici quinquennali e per la pace! Vota per l'MDP, i leader del movimento popolare!
  24. 1 point
    realino santone

    Le monete di Messina, dalle origini alla chiusura della zecca

    Salve, segnalo il nuovo volume di G. RUOTOLO : http://www.biblionumis.it/libri-di-numismatica/1257-ruotolo-le-monete-di-messina-dalle-origini-alla-chiusura-della-zecca-530-ac-1676-dc.html?fbclid=IwAR2IpgqZJpXIM8CRwEAetcPX-TFUCSOIy_eR2ULRMj6zpwIMt0HYFibRfd0
  25. 1 point
    Piakos

    N.010- LA NUMISMATICA NEL WEB E NEI SOCIAL NETWORK

    In apertura e per introdurre il tema In Topic si rende opportuno trascrivere quanto già pubblicato in questo Sito, in altra Sezione, dall'ottimo Danieles1981. Salve a tutti, ho passato un'oretta su facebook, e ho visto che in un gruppo ad interesse numismatico, un ragazzo di 13 anni cercava di iniziare a collezionare delle monete presentando quelle che aveva. Ha iniziato postando fotografie trovate su altri siti delle monete, chiedendone il valore. Ritengo che FB non è un canale adatto per chiedere informazioni personale su una moneta (ma questa è una mia idea), inoltre questo ragazzo postava foto non sue (cosa illegale). Poi ha postato alcune sue monete. Niente di che, ma non è quello il punto. Ne chiedeva il valore senza conoscere cosa aveva in mano. In terza battuta ha iniziato a chiedere con cosa iniziare a collezionare d'argento di ve3. E li è nata una tragedia; sto ragazzetto non so come la prenda. Io gli ho consigliato di spendere 10 euro e comprarsi un catalogo in modo da capire in base al suo budget cosa fa al caso suo. E di li tutti, a dir la loro: la lira del 17, il 2 lire del 14, l'aquilotto... ma il top è uno che gli diceva di iniziare con 5 lire del 1901. Dunque, capisco che questo ragazzetto è ignorante in materia numismatica (e che sicuramente non conosce i moduli, i prezzi, le rarità,...) ma ha assorbito come valido un consiglio sparato da un burlone, che ha fatto danni. Ha fatto danni, perchè il suo scherzo non è stato percepito come tale. Ho abbandonato subito il gruppo in maniera definitiva, poichè non voglio mescolare il buono del mio poco sapere per esperienza con la torbida malloppa di gente dalla conoscenza informe e distorta. Mi dispiace per quel ragazzo, al quale ho consigliato di frequentare questo forum per iniziare ad avere serie nozioni di base. Dubito che mi ascolti, lo vedevo più intento a cliccare "Mi piace" qua e la piuttosto che "ascoltare". (Continua...)
La ricerca dei Migliori Utenti è impostata sull'orario Roma/GMT+01:00