Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 05/15/2019 in all areas

  1. 3 points
    Alcune immagini quasi in diretta. Buona affluenza di pubblico
  2. 2 points
    I Martiri di Forte Bravetta furono 68 militari e partigiani, tutti appartenenti alla Resistenza romana, fucilati dal Comando tedesco nel periodo dell'occupazione (10 settembre 1943 – 4 giugno 1944) a Forte Bravetta, una delle costruzioni fortificate che circondavano la città di Roma, situata nella periferia ovest della Capitale, al km 3,5 della via omonima. Nel film di Roberto Rossellini, Roma città aperta, è narrata, in forma romanzata, la vicenda dell'uccisione di don Giuseppe Morosini, interpretato da Aldo Fabrizi, eseguita nel forte il 3 aprile 1944. Il monumento funebre, posto nel 1967, riporta 77 nominativi, citando anche alcuni condannati per delitti comuni dai tribunali italiani e raddoppia erroneamente i nominativi di alcuni caduti. Oggi l'interno del forte è un'area adibita a verde pubblico, denominata Parco dei martiri di Forte Bravetta.(WIKIPEDIA)
  3. 2 points
    Admin

    PESCENNIO

    Bellissima moneta ricca di storia. L'usurpatore ritratto fu acclamato dalle legioni di oriente, ma proprio in quella parte dell'Impero fu sconfitto da Settimio Severo. La sconfitta fu netta e a seguito di tanto fu deciso che l'usurpatore doveva morire. Mentre Pescennio tentò la ritirata presso il re dei Parti alcuni sicari lo uccisero, lo decapitarono e la testa fu portata a Roma ed esposta. Tenuto conto della tragica fine, la Fortuna ritratta sul denario non gli ha portato alcun beneficio
  4. 1 point
    Molti collezionisti ed appassionati della monetazione del Regno d'Italia, in merito a questa bellissima moneta, si sono posti il problema di una reale e concreta valutazione di alcune possibili "varianti" sia in termini di rarità che di quotazione. Ma poi sono effettivamente delle varianti o sono semplici curiosità ininfluenti o addirittura degli errori? Aprendo un catalogo ed osservando la serie di scudi emessa da questo Sovrano (dal 1861 al 1878) possiamo notare, almeno sulla carta e sul "prezzario" di molti venditori numismatici, alcune varianti poco considerate o insignificanti ed altre che raggiungono valutazioni importanti e grado di rarità elevato. E' pur vero che l'apprezzamento varia se si compra o se si vende, ma nella selva delle ipotesi, molte le considererei del tutto prive di significato, la cui esaltazione è solo frutto di una mera speculazione. Apro la rassegna con il millesimo 1876 la cui "variante" più nota è la R di zecca spostata a sinistra, rispetto alla punta del fiocco che lega, al rovescio, i rami di lauro. Analizzando decine di queste monete da 5 Lire così millesimate, ho notato che la R assume varie posizioni. Da quella canonica con la punta del fiocco al centro della rotondità della R, sino a spostarsi in varie posizioni intermedie, arrivando all'esterno della rotondità, facendo quindi scivolare man mano a sinistra il segno di zecca. Quanto è reale questa variante e quanto incide sul valore di questa moneta? Se vogliamo essere onesti, sebbene i cataloghi considerino un po' più di difficile reperibilità la R spostata, reputerei questi spostamenti insignificanti nel merito e nel valore intrinseco del tondello. E se vogliamo essere onesti fino in fondo, forse è più difficile a questo punto trovare una posizione canonica della R rispetto alle posizioni alternative. Direi quindi più una curiosità che altro, anche se molti venditori la pensano in maniera differente. Nelle foto indico almeno tre posizioni differenti della R, da quella normale fino all'estremo spostamento a sinistra. Cosa ne pensate? Carlo
  5. 1 point
    Admin

    SEVERUS ALEXANDER, sesterzio QUADRIGA

    Dato che la numismatica è sinonimo di cultura...per chi voglia visitare il mausoleo dedicato a questo imperatore e a Giulia Mamea si allego il link della Sovrintendenza di Roma http://www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/roma_antica/monumenti/mausoleo_di_monte_del_grano che riporta tutte le info a riguardo
  6. 1 point
    Ieri, come previsto, sono stato a Castiglion Fiorentino. Durante il viaggio (3 ore e 24') ', date le condizioni meteo, mi sono congratulato con me stesso per aver preso, a suo tempo, anche la patente nautica! A parte questa digressione, è stato veramente un bel convegno; relazioni di notevole interesse e livello con la partecipazione del Gotha degli studiosi di medaglistica come potrete vedere dal programma allegato. Da parte mia un poster su un personaggio napoleonico molto sui generis, Lucien Bonaparte. Purtroppo non ho visto @DeAritio come speravo. Notevolissima la collezione di medaglie del nostro amico @Vivant Denon (nella foto al microfono) esposta nel museo locale che vale la pena vedere. Programma Convegno - PUBBLICO (1) (1).pdf
  7. 1 point
    Riccardo Paolucci

    PESCENNIO

    PESCENNIO (193-194) AR Denario 2.83 gr. D/ IMP CAES C PESC NIGER IVST AVG, testa laureata a destra. R / FORTVNAE REDVCI, Fortuna stante a sinistra, tenendo timone e cornucopia. RIC IV 26d. Buon BB, leggera porosità. Ex CNG E54, lotto 153 La varietà di leggende inverse e contrarie per Pescennio sembra quasi infinita. Nella sua recensione dei denari di Pescennio ("The Denarii of Pescennius Niger", in "The Presidents Address", Numismatic Chronicle 1992, pag. Iv-xxii), il prof. Buttrey fu in grado di localizzare 545 esemplari, componendo 91 diversi tipi inversi battuti da 303 rovesci
  8. 1 point
    DeAritio

    18 maggio 1944

    Nelle prime ore della mattina del 18 maggio del 1944 una pattuglia dell’esercito polacco cominciò ad inerpicarsi lungo gli ultimi cento metri di parete rocciosa che separavano le rovine dell’Abbazia di Montecassino dalle posizioni che avevano raggiunto la notte precedente. I polacchi erano così spossati da settimane di combattimento che gli ufficiali avevano impiegato diversi minuti per mettere insieme abbastanza uomini ancora in forze da affrontare quell’ultimo tratto di strada. Quando arrivarono in cima issarono una bandiera in mezzo alle rovine e si fermarono a pregare per i compagni caduti nelle giornate precedenti. Tra le macerie del monastero trovarono soltanto una trentina di soldati tedeschi, feriti troppo gravemente per potersi muovere. Nella notte i “diavoli verdi”, uno dei reparti più temuti dell’esercito tedesco, avevano evacuato le rovine ritirandosi lungo la strada che portava a Roma. Dopo cinque mesi di combattimenti la battaglia più sanguinosa della campagna d’Italia, in cui si erano affrontati soldati di dieci nazioni diverse e che aveva visto l’inutile distruzione del monastero di Cassino insieme alla sua antichissima biblioteca, era finalmente terminata.
  9. 1 point
    Varianti 1870 della zecca di R I cataloghi reputano la R piccola più rara rispetto alla grande. Analizzando moltissimi scudi con questo millesimo invece parrebbe il contrario, la R piccola sembra essere la normalità e la grande un evento raro o addirittura il risultato di una contraffazione/alterazione del millesimo 1876 rendendolo 1870. Altra variante 1870 R è la legenda più stretta, sia al dritto che al rovescio. Non se ne conosce il numero (forse alcune unità) ed il catalogo classifica questa singolarità un R4. In sintesi le dimensioni del segno di zecca R varia anche a seconda dei millesimi: 1870-71-72-73 hanno la R piccola 1875 ha la R piccola e grande 1876-77-78 hanno la R grande. In foto 5 Lire 1870 con la canonica R piccola.
  10. 1 point
    Nuova variante, ma questa decisamente rara (addirittura R4), è rappresentata dal millesimo 1872 zecca di Milano. La variante consiste nell'aver un bordo decisamente più largo sia al Dritto che al Rovescio, esternamente al perlinato. Se ne conoscerebbero due soli esemplari (coll. Vitalini e coll. Rocca). Nella foto un paragone tra un 1872 M comunissimo con bordo regolare e la moneta in oggetto (ex coll. Rocca). Le differenze si notano perfettamente.
  11. 1 point
    Riccardo Paolucci

    UNA CHICCA ALL'ASTA VINCHON

    PERTINAX Publius Helvius Pertinax 1er janvier - 28 mars 193 Aureus Sa tête barbue laurée. R/. La Joie tenant une couronne et un long sceptre. Aureus frappé à Rome en 193.(7,21 g) Cohen 19 ; RIC 4 ; BMC 7 ; Calico 2383 Extrêmement rare. De très beau style. Superbe spécimen. Vinchon 20 novembre 1992 n° 125 Un pezzo veramente spettacolare https://www.sixbid.com/browse.html?auction=6079
  12. 1 point
  13. 1 point
    DeAritio

    5 lire venezia

    Ha un valore aggiunto avere sul retro la firma. In proporzione : Barzilai (NC) / coniugi Carlotti (R3).
  14. 1 point
    Riccardo Paolucci

    A PROPOSITO DI MEDAGLIONI

    COMMODO (180 - 192) Medaglione bimetallico in bronzo e ottone, 189-190 d.C. 60.01 gr. D/ M COMMODVS ANTONINV - S PIVS FELIX AVG BRIT. Busto di Commodo con corona d'alloro, serbatoio (su di esso Gorgoneion) e cintura di spada (balteus) a sinistra, sul drappeggio della spalla destra. R/ VOTIS FELICIBVS. Commodo in Toga, con rotolo a sinistra, in piedi leggermente a sinistra e sacrificando da Patera nella sua mano destra sopra un treppiede, dietro il quale si trova un servitore sacrificale; dietro l'imperatore si vede il faro a quattro piani dell'ingresso del porto di Ostia, sulla roccia ai piedi dell'imperatore giace un toro sacrificale già ucciso, davanti ad esso una coppa sacrificale (?); Sull'acqua aperta si vedono cinque navi che vanno a destra all'ingresso del porto: nella parte superiore una nave più grande e più piccola con sartiame, la più grande con vela e timoniere a poppa, nella zona centrale dell'immagine una grande nave da carico con vela salpata, a poppa siede Sarapis con Kalathos in testa e disteso a sinistra, con un vessillo a prua, di fronte una nave più piccola con quattro rematori e due simboli di campo a bordo, tra cui una piccola barca con rematore. C. 993 Var. Gnecchi II, P. 71, 174 e P. 89, 6 - 8 (per il retro). MIR 1139 - 3/46 (variante busto non occupato). Bauten Roms 152 (Porto di Ostia). estremamente raro. Bel ritratto in altorilievo, lievi tracce di corrosione. Ex Numismatik Lanz Asta 94, lotto 674 Nell' inverno 189/190 d.C. Roma fu colpita non solo da una piaga, ma anche da una grave carestia. La situazione di approvvigionamento disastrosa era anche ancora artificialmente aggravata dalle autorità responsabili per la fornitura di grano del prefetto Aurelio Papirio Dionisio, che ha voluto in tal modo deviare la rabbia della popolazione sul Pretorio Aurelio Cleandro; aveva comprato non solo grandi quantità di grano per scopi speculativi, ma recentemente retrocesso ad Annonae il Papirio Dionisio da Praefectus Aegypti per Praefectus senza causa. Poi è venuto a Roma per una grande manifestazione di protesta contro Cleandro che ha reso questo in frantumi durante una sanguinosa battaglia di strada dalle truppe della Guardia. Lo sconvolgimento degli scontri obbligò Commodo ad ordinare poco dopo l'esecuzione del prefetto pretorio odiato; qualche tempo dopo la caduta il Cleandro l'arrivo della flott con ili grano proveniente da Alessandria ha concluso la carenza di grano e dei disordini di Roma. L' eccezionale medaglione ora mostra l'imperatore rilasciare i voti solenni per l'arrivo anticipato della flotta grano egiziano - qui simboleggiata dalla persona seduta nella parte posteriore del paesaggio veliero dominante Serapide - e dimostra che questo evento di così grande importanza appositamente onorati su un emissione di un medaglione. Medaglioni degli ultimi anni di Commodo come il presente talvolta hanno una notevole innovazione tecnica: l' interno con il disegno reale che consisteva di rame morbido, è stato combinato con un anello di più duro di ottone, di colore diverso. Il conio di tutta aggiunti i due corpi metallici strettamente insieme e sono stati raggiunti nel medaglione finito un effetto colore attraente.
  15. 1 point
    sarebbe meglio un filmato d'epoca ma i fratelli Lumiere ancora non erano nati
  16. 1 point
    Altra variante (almeno in teoria considerata tale), giusto parafrasando un venditore che ti vende uno scudo del genere, è la peculiarità degli 8 del millesimo 1878. La rotondità inferiore dell' 8 è aperta su una o tutte e due le cifre che compongono il millesimo suddetto. Questa pseudo variante spesso non viene citata nei cataloghi, ma viene esaltata dal venditore numismatico per fortuna non pretendendo un plus valore. Rimane semplicemente una banale curiosità dovuta a problemi di coniazione. Nelle foto: entrambi gli 8 aperti un solo 8 aperto millesimo canonico
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00