Admin

Admin
  • Content Count

    3,929
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    99

Admin last won the day on August 6

Admin had the most liked content!

About Admin

  • Rank
    Fondatore & Amministratore
  • Birthday 03/01/1986

User information

  • Gender
    Maschio
  • Place
    Barletta
  • Name
    Claudio Lovallo

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione romana antica
  • Numismatic studies
    Monetazione romana antica
  • Study level
    Studioso autonomo

Recent Profile Visitors

24,028 profile views
  1. Complimenti...fai foto dell'evento e pubblicale qui..per renderci partecipi
  2. Grazie Luciano. Appena letto. E' un ottimo lavoro perché riesci a sostenere le tue ragioni attraverso dati statistici, riuscendo a rendere comprensibile il tutto in maniera semplice e diretta. Complimenti!
  3. Tantissimo auguri al grande Carlo.. 1000 di questi giorni!!!
  4. Benvenuto sul forum...Piacere di averti tra noi.
  5. E poi sono anche vicino casa...il che non guasta...quasi quasi un giorno di questi mi faccio un giro
  6. Admin

    AUGURI

    Tantissimi ma tantissimi auguri @Riccardo Paolucci..
  7. Ieri abbiamo omaggiato lo sbarco sulla luna al jova beach party di Barletta... 40mila persone hanno cantato alla Luna
  8. Questo il video del ritrovamento della città di Salapia...ancora oggi si continua a scavare e a scoprire
  9. Mi hanno riferito che ci sarà una pubblicazione per le monete ritrovate durante gli scavi
  10. Vi posto alcune informazioni pubblicate dagli archeologici che stanno conducendo gli scavi H come Hostilius. Ogni storia hai i suoi personaggi chiave. Per la storia di Salapia uno di questi fu Marcus Hostilius, vissuto nella seconda metà del I secolo a.C. È Vitruvio, in un passaggio del ‘De Architectura’ (1.4.12) a spiegarci il perché. Presumibilmente tra la fine del III e l’inizio del II sec. a.C. si registrò un peggioramento delle condizioni ambientali con il progressivo ristagno del corpo d’acqua che allora circondava l’antica città di Salpia Vetus. La zona diventó presto insalubre e si diffusero malattie come la malaria. I salapini, disperati, cercarono a lungo una soluzione e fu proprio Marcus Hostilius a individuare un’area più salubre e ventilata, situata nei pressi della laguna costiera, a sole quattro miglia romane dal precedente insediamento, in cui poter rifondare la città. A quel punto, Marcus si recò a Roma per chiedere il permesso al senato e al popolo romano di poter trasferire l’intera comunità nel nuovo luogo designato. Ottenuto il loro benestare, egli acquistó i terreni da privati e li vendette ai Salapini al prezzo simbolico di un sesterzio a lotto. La nuova città cominciò quindi a prendere forma, con la cinta muraria, la divisione in isolati, la costruzione di case e edifici pubblici, proprio come la conosciamo oggi grazie alle prospezioni geofisiche e agli scavi in corso. Fu quindi l’intervento di Marcus Hostilius a ridare speranza ai Salapini che poterono trasferirsi e riorganizzarsi in un luogo che a lungo ospitó la Salapia rifondata.
  11. Condivido sul forum alcune interessanti notizie numismatiche inerenti uno scavo vicino alla cittadina di Trinitapoli in Puglia. Gli scavi riguardano l'antica Salapia romana. Eì interessante vedere come gli antichi abitanti abbiano tesaurizzato bronzetti di piccolo modulo addirittura di secoli prima. Mancano oro e argento tra i tipi monetali. La numismatica, cioè lo studio delle monete, è una disciplina importantissima quando si studia la storia di un territorio. A Salapia tra il 2014 e il 2016 sono state recuperate quasi cinquecento monete che ci aiutano a raccontare la storia della città imperiale, quella tardoantica, la bizantina ed infine quella medievale. Attraverso lo studio dei reperti monetali possiamo descrivere il ruolo economico avuto da Salapia durante la sua lunga esistenza, il suo rapporto con altre città o con i traffici commerciali che provenivano da terra e da mare. Sulle monete, ad esempio, ci sono delle sigle che ci consentono di risalire alla zecca di appartenenza e di conseguenza di comprendere con quale parte del bacino del Mediterraneo avesse maggiormente rapporti. Ma una moneta ci fornisce anche utili informazioni sulla quotidianità, sulla vita economica dei Salapini. Ad esempio, nel V e nel VI secolo circolavano ancora tante monete, (molte battute anche secoli prima!) alcune piccolissime con un peso anche inferiore ad un grammo. Per noi sono la prova che in un momento di grande trasformazione socio-politica a Salapia si continuava ad utilizzare la moneta come strumento di scambio. Le monete recuperate sono principalmente in bronzo che in età tardo antica dovevano rappresentare il mezzo principale per le transazioni economiche. A Salapia ne sono state recuperate quasi 250 nascoste all’interno di un piccolo contenitore in ceramica. Il gruzzolo ci riporta direttamente al proprietario, ai suoi progetti, ai suoi timori per un futuro incerto o alla speranza che se nascosti adeguatamente gli sarebbero tornati utili in un altro momento. Breve nota curiosa: perché le monete possano fornirci informazioni utili esse devono essere pesate, misurato il diametro e, soprattutto, pulite perché possano essere identificate e catalogate. Ma alcune volte una moneta fornisce informazioni così come è, anche senza toccarla. Nel lungo processo di immobilizzazione che subisce può succedere che si “incontri” e si fondi con altri oggetti. Alcuni non sarebbero arrivati fino a noi senza questo incontro. Dall’area delle botteghe, all’interno di uno scarico di materiale ceramico, edilizio e di resti di attività domestiche proviene una moneta su cui si conserva una piccola foglia. Fonte immagini e testo: Progetto Salapia Pagina Facebook
  12. Ciao pugliese..precisamente barletta
  13. Non sono un esperto nel settore..peró ti posso dire che essendo documenti riprodotti in serie, con conservazione non eccelsa e attinenti ad eventi a carattere locali (cioè non riguardano per esempio atti di concessione di feudi, latifondi, oppure concessioni per la costruzione di monumenti, ferrovie, oppure non recano firme di personaggi illustri) il loro valore è molto esiguo. A me piacciono perchè nel mio studio piacerebbe esporre anche edizioni, testi e documenti antichi, per piacere personale... Poi come ti hanno detto occorre far attenzione alle marche da bollo, oppure ai timbri impressi che potrebbero aver un valore..
  14. Ciao @Maura esercitando la professione di avvocato sarei interessato agli atti processuali, specialmente sentenze, anche atti tra privati (concessioni, servitù, vendite, ecc).