Ras al ghul

User
  • Content Count

    99
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Ras al ghul last won the day on April 12

Ras al ghul had the most liked content!

Community Reputation

27 Utente apprezato

About Ras al ghul

  • Rank
    Usual user

User information

  • Gender
    Maschio
  • Place
    Perugia

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione del Sud Italia
  • Numismatic studies
    Monetazione medievale
  • Study level
    Studioso autonomo

Recent Profile Visitors

1,931 profile views
  1. Vi comunico che sono on line ai link https://www.biddr.ch/auctions/ngsa/browse?a=790 https://www.biddr.ch/auctions/ngsa/browse?a=791 le aste n°11 e 12 del 18 e 19 novembre 2019
  2. L'asta n°14 ancora non viene pubblicata;quella che è on line è l'anta elive n°4
  3. Grande"trionfo"numismatico!! Ci potresti dire il pedigree di questa moneta,se puoi? Grazie
  4. Io dico che si legge poco in generale ed ancor meno di Numismatica.Leggere di Numismatica è il motore che ti fa andare avanti nel collezionare e nello studiare le monete che si collezionano . Bisogna assolutamente leggere le riviste di Numismatica , anche quelle online( Cronaca Numismatica) che ,per le tematiche affrontate abbracciano un po'tutta la Numismatica . Bisogna anche leggere libri monotematici che parlano delle monete che si collezionano. Inoltre e questa è la pecca dei forum di Numismatica,bisognerebbe" far esplodere" di post le sezioni inerenti alle pubblicazioni e ciò non avviene Paolucci da un grande contributo alla Numismatica effettuando aste interamente o parzialmente dedicate a letteratura numismatica . Ci sono anche altri tipo Bertolami che in collaborazione con LAC fa aste proponendo cataloghi e letteratura numismatica, poi c'è Elsen e qualcun altro a cui capita il conferente che cede la propria biblioteca .
  5. è successo che la casa d'aste ha pochi clienti e far partire l'asta a prezzi bassi , più bassi di quelli di mercato ,è stata un'idea "apparentemente"felice per la casa d'aste che ha comunque preso i diritti d'asta,è stata un'idea felice per chi si è aggiudicato i lotti ,è stata un'idea un po'meno felice per chi ha conferito(ma forse ha ereditato e non gli fregava rifarsi di quanto sono stati pagati i libri).Ho scritto che per la casa d'aste è stata un'idea "apparentemente"felice quella di porre in vendita a prezzi di "assoluto richiamo" perchè,se pur vero è che "la pagnotta "è riuscita a portarla a casa è pur vero che se io che ho intenzione di conferire monete o libri alla casa d'aste e vedo realizzi bassi e senza incrementi che diano rispetto all'articolo in asta,desisto dal propormi alla casa d'aste. Faccio presente che se oggi siete acquirenti ,domani sarete conferenti e finchè acquistate le "ruzzichette" e ci smenate quelle 10 euro un domani ,quando il collezionismo numismatico vi andrà a noia ,le potete anche gettare dalla finestra(ipotesi malsana perchè tutte le monete meritano rispetto per un fatto,storico-affettivo ed artistico),ma quando andate a spendere dai 1000 euro in su,allora farete caso a chi conferire i vostri amati tondelli. Pertanto le case d'aste dovrebbero avere ,come principio, la prerogativa di far sì che l'articolo di cui si apprestano a tentarne la vendita realizzi di più di quelli che sono i prezzi di mercato e se una casa d'aste ha pochi clienti deve porre in asta articoli con basi d'asta di poco inferiori a quelli che sono i prezzi di mercato. Grazie
  6. Approposito di " patina iridescente ",nell'asta attuale , la n°50 di ANTIQVA c'è una moneta papale ( Gregorio XIII Testone per ANCONA ) con una bellissima patina azzurrina iridescente,la moneta non è in alta conservazione ma questa patina del tempo la rende particolare .
  7. Si tratta di monete che caratterizzano una collezione. Se si vuole fare Napoli in maniera seria bisogna mettere mano al portafogli,bisogna fare sacrifici :se si vuole una moneta non basta avere i soldi,ci vuole anche il coraggio di comprare.I forum abbondano di semplici collezionisti che ,pur potendo,non concepiscono come si possa spendere 100 euro per una moneta"vecchia",ciononostante comprano monete antiche spendendo 10/20 euro pensando che se si spende di più si è fessi,non si rendono conto che quelle monete ,che hanno pagato così poco,avrebbero dovute pagarle molto di più :così non si va da nessuna parte,bisogna dare dignità ,rispetto e valore alle monete che si vuol collezionare. Con un migliaio di euro si può tirar su una bella collezione ,anche di monete napoletane(non ad alti livelli)ma bisogna studiare. I forum possono essere considerati degli strumenti di aggregazione,per fare amicizie virtuali che,poi,si possono concretizzare in amicizie vere,concrete,fatte di frequentazioni e scambi culturali e,per chi si limita a ciò,va bene,ma se si vuole intraprendere collezioni serie,bisogna spendere soldi:molti quando giungono a dover acquistare le rarità si spaventano e smettono di collezionare perché tali monete non costano più 10/20 euro,ma molto di più. Ci vuole passione che si alimenta con la lettura,con lo studio.
  8. Ho seguito ieri l'asta on line ,la monetazione di Napoli era la parte più consistente per numero ,era la parte più importante per le rarità poste in asta,era la parte più strabiliante per la bellezza delle monete .Per quanto riguarda le monete napoletane ,per alcune,mi aspettavo realizzi un po'più alti.
  9. Le monete di Gorizia vanno che è una bellezza!!!
  10. La casa d'aste elvetica Numismatica Genevensis SA celebra i suoi 30 anni di attività con questa decima asta numismatica. Il link è il seguente https://www.sixbid.com/browse.html?auction=5432. Chi conosce la casa d'aste non si stupirà delle belle e rare monete pubblicate in asta.
  11. Oltre alle rarità in asta ,spulciando fra i lotti di monete qualcosa si trova anche se,purtroppo, foto non ve ne sono e ciò penalizza chi effettua offerte da casa
  12. molto bello il lotto 30 Denaro triestino di Arlongo con da un lato l'agnello crucifero o agnello di Dio. L'agnello di Dio è il titolo attribuito a Gesù e va colto nel ruolo importante che l'agnello aveva presso gli ebrei nelle celebrazioni delle feste e nell'offerta dei sacrifici nel Tempio di Gerusalemme.L'agnello richiama alla festa di Pasqua:il suo sangue,sparso sugli stipiti delle porte delle case degli ebrei favorì la loro liberazione dall'Egitto ,perciò ,celebrando questa festa ,ogni famiglia ebraica consumava il suo agnello pasquale ed ancora oggi è tradizione nelle famiglie cristiane .nel giorno di Pasqua,mangiare l'agnello.Nel Tempio di Gerusalemme ,ogni giorno,mattino e sera,i sacerdoti offrivano in sacrificio un agnello in nome di tutta la comunità d'Israele.Questo legame con la Pasqua ed il suo ruolo essenziale nei sacrifici hanno contribuito a fare dell'agnello,nel Nuovo Testamento,il simbolo di Gesù che viene immolato (sacrificato)sulla croce e che nella Pasqua di risurrezione libera l'umanità dal peccato e dalla morte. Gesù è indicato con il titolo di agnello soprattutto nel libro dell'Apocalisse .