Vai al contenuto

Vivant Denon

Responsabile scientifico
  • Numero contenuti

    85
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    22

Vivant Denon è stato il miglior utente nel giorno 18 Gennaio

Vivant Denon ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Reputazione Forum

67 Utente molto apprezzato

3 Seguaci

Su Vivant Denon

  • Rank
    Utente abituale
  • Compleanno 19/10/1974

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Arezzo
  • Nome
    Alain Borghini

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione napoleonica
  • Settore
    Monetazione napoleonica
  • Livello Studio
    Studioso autonomo
  • Responsabile Scientifico di
    Monetazione Napoleonica

Visite recenti

2536 visite nel profilo
  1. buongiorno, ancora devo ben capire come vedere i post nuovi e quindi non mi ero accorto della domanda di Quintus. Casualmente è una delle medaglie più belle realizzate proprio dall'incisore di cui ieri ho pubblicato una breve biografia ovvero Benjamin Duvivier. Celebra la pace di Luneville fra Francia ed impero asburgico nel 1801 (dopo la famosa battaglia di Marengo). Effettivamente il ritratto dell'allora primo console, è uno dei migliori e soprattutto più originali mai fatti allora. Nel rovescio invece l'allegoria è davvero ampia. Per praticità a seguire vi riporto quanto scritto in merito a questo pezzo, dalla nostra direttrice scientifica (Dott.ssa Franca Maria Vanni) nel catalogo del Medagliere: "al centro la Francia stante di prospetto con la testa di tre quarti a sinistra; la mano sinistra è sollevata e la destra tiene un ramo di alloro. Ai suoi piedi un gallo. Dietro di lei una palma da datteri. In basso a destra il Po, raffigurato di spalle che consegna un ramo di alloro alla Francia e appoggia il braccio destro sopra un vaso su cui è scritto PO; accanto il Tevere, anch'esso in atto di offrire un ramo di alloro, che con la sinistra tiene un timone su cui è scritto TIBERE. A sinistra il reno seduto che tiene sul braccio destro, appoggiato ad un vaso da cui esce acqua su quale è scritto RHIN, e una cornucopia carica di fiori e frutti; davanti a lui, con il ginocchio sinistro piegato il Danubio con il braccio sinistro alzato ed il destro appoggiato sopra un vaso da cui esce acqua con scritto DANUBE" salut et fraternité Vivant Denon
  2. PIERRE SIMON BENJAMIN DUVIVIER Parigi 1730-1819 Di origini belghe, nacque a Parigi nel 1730 da Jean Duvivier, noto incisore e medaglista dell’epoca in servizio presso la zecca delle Medaglie allora installata presso il palazzo del Louvre. La notorietà di suo padre a corte, gli permise di essere ammesso al collegio Mazzarino dove studio scienze umane e filosofia. Dimostrò sin da subito uno spiccato talento per il disegno tanto da ambire ad una carriera artistica a cui però il padre si oppose strenuamente. Secondo alcuni il padre era estremamente preoccupato del grande talento del figlio nel senso che temeva di essere superato nell’arte dell’incisione di cui era stato per anni, il maestro indiscusso. Un episodio rimasto nella storia sembra confermare questo timore; ovvero quando il giovane Pierre Simon venne cacciato di casa perché scoperto a copiare il bozzetto di una medaglia a cui stava lavorando il padre. Non è possibile sapere quanto vi sia di vero e quanto di inventato; fatto sta però che effettivamente il cognato, artista anche lui, prese con se il giovane artista sostenendolo ed aiutandolo nei sui primi passi nel mondo artistico. La strada gli si aprì di fronte, con la morte del padre, avvenuta nel 1761, allorché Duvivier fece domanda al re, di essere ammesso ad assumere l’incarico alla Zecca delle medaglie, fino ad allora ricoperto dal padre. E’ interessante notare come certi incarichi, come quello assegnato ai due Duvivier, garantisse loro anche il diritto ad avere in uso un appartamento all’interno del palazzo del Louvre. La richiesta venne accettata e nel 1762 Pierre Simon entrò alla Zecca delle Medaglie dove rimase a prestare la propria opera per tutta la vita, giungendo, nel 1764 ad ottenere il titolo di Medagliere del re e membro dell’accademia di pittura e scultura. Fino allo scoppio della rivoluzione, assunse, pressoché incontrastato, il titolo di medaglista preferito a corte tanto da ricevere un numero impressionante di incarichi non solo per medaglie ma anche per sigilli e gettoni di presenza. Celebre per esempio è la medaglia commemorativa del ritorno a Parigi del re nell’ottobre del 1789. Con l’arrivo al potere della nuova leadership rivoluzionaria, cambiarono anche i gusti ed il suo ruolo venne messo in discussione fino alla sua sostituzione a favore del giovane incisore Dupré, nel 1791. Ciò nonostante, la sua vena creativa proseguì senza posa ancora per diversi anni tanto da ritrovare il suo nome in molti esemplari coniati fino al 1801. Si pensi per esempio alla famosissima medaglia coniata per celebrare la pace di Tolentino in cui il ritratto del giovane generale Buonaparte, sembra essere veramente profetico dell’incredibile destino che gli sarà riservato dal destino. Forse a causa dell’età che ormai cominciava ad essere abbastanza avanzata o forse per un suo non completo allineamento al nuovo governo consolare, a partire dal 1801, il suo nome progressivamente viene a scomparire dal panorama degli artisti operanti in vario modo con la zecca delle Medaglie. Seppur apparentemente quasi scomparso dalle scene, Pierre Simon Benjamin Duvivier in realtà dette una nuova prova della sua arte partecipando alla formazione del giovane cognato, Pierre-Josephe Tiolier, astro nascente dell’arte dell’incisione tanto da raggiungere il titolo di incisore capo della Zecca nel 1803. Alla sua morte, avvenuta il 10 luglio 1819, questo straordinario artista aveva visto passare di fronte ai suoi occhi ben quattro diverse forme di governo di cui era stato comunque un fedele servitore. Vivant Denon
  3. Buongiorno, oggi iniziamo a mostrare alcuni dei nostri piccoli tesori di storia. Dopo aver parlato delle origini delle medaglie e dei gettoni, cominciamo a mostrarne alcuni. Nelle prossime settimane continueremo ad alternare la presentazione dei pezzi al racconto di storie legate a questo mondo, alla presentazione biografica dei loro autori. Buona lettura. Vivant Denon I Tesori del Medagliere n.1.pdf
  4. Amici buongiorno, come promesso agosto è finito e torniamo a parlare di medaglistica napoleonica. Oggi parliamo delle insegne di riconoscimento che sono una particolarissima branca delle medaglie e che, personalmente adoro in quanto testimoni ancora più diretti della storia. come sempre resto a disposizione per chiarimenti, correzioni e/o approfondimenti. buona lettura Vivant Denon Le Grandi storie 4.pdf
  5. Buongiorno a tutti, oggi concludiamo la narrazione relativa all'incisore Andrieu. Come anticipato, ci fermiamo per la pausa estiva. Spero sia stato un racconto interessante oltre che ricco di curiosità. Vivant Denon Bertrand Andrieu 3^parte.pdf
  6. La serie delle medaglie per la battaglia di Jena è una delle più belle e dove l'iconografia classica arriva a livelli altissimi. grazie per il contributo!
  7. Buongiorno, proseguiamo questa settimana il racconto di uno dei più grandi incisori dell'epoca napoleonica: Bertrand Andrieu. Chiuderemo la sua biografia la settimana prossima quando ci fermeremo per la pausa estiva. Buona lettura a tutti! Vivant Denon Bertrand Andrieu 2^ parte.pdf
  8. troppo buono! spero solo di stimolare un po' di curiosità....
  9. Si riferisce alla riorganizzazione dell'istruzione pubblica a cui Napoleone dava una grande importanza tanto da fondare i licei che tutt'ora in Francia operano sullo stesso modello di allora. E' ben chiaro che le sue non fossero solo finalità filantropiche quanto avesse ben chiaro che da una popolazione istruita (in particolar modo da una borghesia ben istruita), avrebbe potuto attingere quell'enorme massa di burocrati che gli sarebbero serviti per la migliore gestione possibile della Francia prima e dell'impero poi. Si noti poi il chiarissimo rimando all'iconografia classica di cui Denon era un grandissimo estimatore oltre che esperto.
  10. Buongiorno, iniziamo questa settimana a parlare dei tanti artisti spesso oggi completamente sconosciuti, che hanno fornito un contributo fondamentale alla storia della medaglistica mondiale. Si tratta di decine di incisori che hanno operato in tutti i paesi d'Europa celebrando le pagine più importanti della storia moderna. Iniziamo con Bertrand Andrieu, uno dei più grandi in assoluto. Buona lettura Vivant Denon Betrand Andrieu 1^parte.pdf
  11. Buongiorno, andiamo avanti nello studio sull'origine delle medaglie commemorative in epoca napoleonica interessandoci della specifica normativa che regolamentava in modo molto stringente tutto il processo di progettazione e realizzazione delle medaglie e dei gettoni. Potremo scoprire il grande interesse che Napoleone stesso riservava a questo tema oltre che il grande valore propagandistico ad esse attribuito. Vi auguro una buona lettura sempre restando a disposizione per chiarimenti e/o approfondimenti. Vivant Denon Storie Medagliere 3.pdf
  12. si tratta di un gettone in ottone destinato al popolo. E' interessante l'errore di data che vi è riportato. Il 2 frimaio infatti corrispondeva al 24 novembre mentre l'incoronazione avvenne il 2 dicembre. L'errore fu conseguenza del ritardo con cui il Papa Pio VII arrivò a Parigi, complice anche un tempo quanto meno inclemente tanto da spiazzare gli incisori incaricati della realizzazione di questi oggetti.
  13. Buongiorno a tutti, proseguiamo il nostro racconto, parlando dei Gettoni commemorativi, variante "popolare" delle "più nobili" Medaglie commemorative. Spero che anche questo tema, benché brevemente trattato, sia di vostro interesse. Ovviamente resto a completa disposizione per chiarimenti o approfondimenti. buona giornata Vivant Denon Storie Medagliere 2.pdf
  14. Buonasera a tutti, comunico a tutti i possibili interessati, che oggi prende ufficialmente avvio la rubrica dedicata alla medaglistica napoleonica, a cura del Museo Medagliere dell'Europa Napoleonica. Invito quindi tutti, anche solo per curiosare, ad entrare nell'apposita sezione presente nella Homepage e seguire le storie che che regolarmente verranno proposte nella speranza di offrire un servizio di divulgazione storico artistica. Ogni commento, suggerimento e valutazione sarà prezioso per migliorare questo progetto. Grazie a tutti!!
×
×
  • Crea Nuovo...