D.B.G

Utente
  • Numero contenuti

    630
  • Iscritto

  • Giorni da Miglior Utente

    29

D.B.G è stato il miglior utente nel giorno 21 Agosto 2018

D.B.G ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Reputazione Forum

227 Utente molto apprezzato

3 Seguaci

Su D.B.G

  • Rank
    Utente super

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Bologna

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione del Sud Italia
  • Settore
    Falsi d'epoca e moderni
  • Livello Studio
    Studioso autonomo

Donazioni

  • Donazioni
    1

Visite recenti

3401 visite nel profilo
  1. Buongiorno, spero possa aiutarti nella ricerca spintriae.pdf
  2. Posto un'esemplare analogo meglio conservato.
  3. Buonasera, dovrebbe essere un cavallo della zecca dell'aquila coniato sotto Carlo VIII del tipo con croce tripartita, Al D/ KROLVS. D. G. REX. FRR, stemma di Francia coronato. Al R/ CIVITAS *AQVILANA, croce tripartita con aquila sotto. Non essendo la mia monetazione di interesse non so dire altro.
  4. D.B.G

    Moneta romana

    Buongiorno, dal ritratto è sicuramente Caracalla ma non essendo la mia monetazione di interesse non so dire altro, inoltre servirebbero peso e diametro per determinare se è un sesterzio o un asse, anche se propendo per il sesterzio. Sempre dalle immagini credo sia autentico e con una splendida patina.
  5. D.B.G

    pubblica

    Buonasera, la lettera o un simbolo che vede sotto le spighe al rovescio sono i segni dei coniatori, nella prima moneta postata c'è una S, nella sua una G (almeno così sembra dalla foto).
  6. D.B.G

    Moneta comprata in mercatino

    Buonasera, dice che il diametro è di 13 millimetri, quindi l'ha pesata sicuramente con una bilancia da cucina che le dà 0, probabilmente la moneta è molto sottile è peserà sul grammo e mezzo che la bilancia da cucina non rileva, a questo punto si può ipotizzare che sia medioevale ma comunque occorrono delle foto altrimenti rimaniamo nel campo delle ipotesi.
  7. Come si può notare dall'immagine la moneta assume una forma ed un peso "standardizzato", inoltre davanti al busto non compaiono più i contrassegni dei coniatori.
  8. A titolo di paragone posto lo stesso esemplare ma coniato al bilanciere.
  9. Per lo stesso anno si trova anche coniata al bilanciere, quindi più precisa nella forma e nel peso, inoltre spariscono i contrassegni dei coniatori.
  10. Buongiorno a tutti, è un grano coniato al martello nel 1680 nella zecca di Napoli sotto Carlo II, il simbolo davanti al busto è il contrassegno del coniatore. La moneta è comune ed ha un valore di circa 30 /40 euro.
  11. Buongiorno a tutti, nello stato attuale credo che il suo valore sia tra i 100 /120 euro massimo, l'indice di rarità è fittizio perché in tanti collezionisti ce l'hanno in collezione ma non si sono accorti della variante. Dovremmo aspettare qualche anno per avere una stima quanto meno vicina all'effettiva rarità.
  12. Mentre la sua presenta le aquile capovolte :
  13. Per meglio far comprendere la differenza posto un rovescio di una piastra, sempre del 1857, con le aquile in posizione classica :
  14. Buonasera, la moneta è la variante "aquile rovesciate", catalogata al numero 567a,pagina 347 del Magliocca, con le seguenti valutazioni : MB 60 euro BB 170 euro SPL 420 euro FDC 1100 euro La stessa è classificata rara. Da quello che vedo in foto, tra l'altro poco chiare, la conservazione si attesterebbe sul BB, il rovescio meglio del dritto.
  15. D.B.G

    É autentica o é una copia

    Buongiorno, la moneta è sicuramente originale, la conservazione sembrerebbe attestarsi sul BB ma servirebbero foto migliori per esprimersi al meglio. Sul valore preferisco astenermi.