Piakos

Vice Amministratore
  • Numero contenuti

    4360
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    182

Piakos è stato il miglior utente nel giorno 5 Ottobre

Piakos ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Su Piakos

Informazioni Utente

  • Sesso
    Non inserito
  • Nome
    Renzo Apolloni

Interessi Numismatici

  • Settore
    Nessuno
  • Settore
    Nessuno
  • Livello Studio
    Neofita
  • Moderatore della sezione
    Vademecum

Donazioni

  • Donazioni
    1 donazione

Visite recenti

16314 visite nel profilo
  1. Un Gallieno patiné

    Finta vendita?
  2. Italia che fu in cartolina... working progress

    Di bello...in meglio!
  3. Carlo...ce ne parli brevemente, quell' anche troppi : apre un mondo!
  4. Un Gallieno patiné

    Considerando le possibilità di reperimento nella piazza di Londra...è proprio così. Ma anche fuori dall'Inghilterra...al massimo sono 30.
  5. Quella sembra proprio vernice...resinosa a smaltino. Non posso esserne certo senza la moneta in mano...ma è probabile.
  6. Italia che fu in cartolina... working progress

    Si chiama umanesimo...ricerca. Le cartoline e le tracce relative. Cose per palati sensibili.
  7. Non vorrei dare giudizi...le monete sono interessanti per quello che si vede. Ma messe lì così nel post senza commenti non è che abbiano un senso compiuto.
  8. Italia che fu in cartolina... working progress

    Complimenti Daniele! Gran gusto nel raccoglierle...dimostrano la sensibilità di chi le ha messe insieme.
  9. Ufficiali tute e due all'80%. Belle monete Ricky...di fascino! Complimenti a Roberto per il rapporto q.tà/prezzo di quella da lui postata...un documento eccezionale: fresca, ben conservata, integra.
  10. Ungarn - 1/2 Taler Karl VI 1715

    Quoto!!! bravo Daniele!
  11. 50 centesimi Umberto I colonia Eritrea

    Ciao Carlo...veramente felice di rileggerti tra di noi...ci sei mancato. Tre cose Carlo: 1) 60.000 monete ancora in circolazione...più o meno? Sono tante Carlo. Inutile girarci intorno, non tu...ma quelli che - come ben sai - si inventano con il regno e con V.E.III le cose più disparate pur di promuovere le relative monete. Ti faccio un esempio a caso: il primo degli Antiquiores papali: il denaro di papa Adriano I, con figura umana abbozzata all'inizio del IX secolo d.C. è noto in una ventina/trentina di esemplari (di cui molti frammentati o bruttarelli)...e lo danno solo R3. 2) Complimenti...comunque la moneta postata è bella. 3) Per caso ti capiterà di venire a Roma in medio tempore?
  12. NOMISMA 56 - 17/18 ottobre 2017

    Purtroppo ormai la numismatica è così, piaccia o (più probabile) non piaccia. Cosa dedurne? 1) 14.000 o 24.000 od anche 34.000 per gente normale o anche agiata...cambia poco, non la compreremmo lo stesso da queste parti...cioè tra di noi. O almeno così credo. Magari perchè Carlo già ebbe a comprarla a meno, illo tempore. 2) chi dovesse acquisire queste qualità oggi...a queste valutazioni, è probabile che lo faccia pensando che i valori di questi oggetti non torneranno indietro. E qui possiamo dire cosa ne pensiamo: si formerà una bolla che finirà per schioppare...od ormai i prezzi sono questi? Mi sembra un tema interessante! a @carledo49 e a @bubbolo le prime risposte.
  13. Non lo so...dovrei andare, ma non sono (più) entusiasta. I convegni sono faticosi e, spesso, improduttivi per me. Che fare? Mi riservo di decidere per i primi di novembre.
  14. Come al solito...articolo interessante e ben costruito. Sopra tutto: di ottimo impatto divulgativo con una bella veste grafica e fotografica. Le civette furono uno dei miei primi amori numismatici,. Comprai da Santamaria a Roma intorno alla metà degli anni 1980 prima la classica civetta del 430/420 a.C. era una bella moneta, me la ricordo ancora. Ovviamente con fattura e dichiarazione di autenticità al seguito della moneta. Qualche mese dopo comprai sempre dal grande numismatico di P.zza Di Spagna (dove avevano lo Studio al primo piano di un palazzo), anche la civetta frontale a corpo intero. Che peraltro...mi costò più della prima. Allora ancora non ne erano uscite le ingenti quantità successivamente apparse sul mercato. Belle monete...le greche. Diciamola tutta: sono imbattibili. Non ci fosse la piaga delle falsificazioni, in molti comprerebbero solo monete greche. Che ne dite?