Piakos

Vice Amministratore
  • Numero contenuti

    5238
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    219

Tutti i contenuti di Piakos

  1. Pax et bonum in un'asta che si svolgerà a breve della Roma Numismatics è presente questo notevole sesterzio con ricco pedigree...sino a sette otto anni fa'...meglio ancora dieci anni fa' avrebbeavuto altre quotazioni e sicura lotta in sala...che lo avrebbe portato in alto. Come mai? Il tempo passa e le cose cambiano per fatto fisico ed usuale...o pensate possano esserci altre ragioni? Peraltro la monetazione imperiale ha un respiro internazionale.
  2. Piakos

    Asta NOMISMA n°58 del 6-7/11/2018

    Nomisma difende le quotazioni. Che sia bene o meno potrebbe essere argomento di interessante argomentazione. Ma, d'altronde, chi ha comprato a prezzi simili...se si sente "difeso" forse non vende tutto e non lascia perdere...è un giochino difficile e complicato. Che ne pensi @Riccardo Paolucci Riccà...
  3. Piakos

    VESPASIANO, denario STRUMENTI SACRIFICALI

    https://www.lamoneta.it/topic/73918-strumenti-sacrificali/ https://www.google.com/search?q=strumenti+sacrificali&client=ubuntu&hs=9ep&channel=fs&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ved=2ahUKEwjuurub-MzdAhXRTcAKHYQTDA0QsAR6BAgGEAE&biw=1551&bih=779 http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=47809.0;wap2 https://it.wikipedia.org/wiki/Sacrificio Buona lettura, per farvi una CULTURA! Specialmente l'ultimo lik...quelli prima sono solo degli sfizi...aperitivi.
  4. Piakos

    La famosa cassa del nonno

    Onore e solidarietà a Quintus ed alla sua sensibilità!
  5. Piakos

    La famosa cassa del nonno

    Complimenti a Carlo per la bella discussione, per quanto riguarda il 5 lire del '14 occorre ribadire le speculazione che ha investito le monete di V.E.III negli ultimi 50 anni...e forse anche prima, complice un settore che vede molti operatori in cerca di continue plusvalenze per monete che non sono veramente rare...e molte nemmeno rare per esserne state rinvenute in grande quantità e quindi stoccate. E a voler analizzare bene questo settore occorre valutare che anche gli esemplari veramente rari sono stati ben tirati in alto nei prezzi, atteso che trattasi di una monetazione che non ha un respiro internazionale e, quindi, in momenti di crisi economica nazionale o del collezionismo italiano o di entrambe le cose...soffre molto, non potendo contare su compratori esteri vivaci e ben disposti ad assorbire. Occorre infine considerare che anche le valutazioni Spl. Spl++ q.fdc fdc eccezionale sono state bonariamente classificate e quasi sempre on grading non rispondenti, specificamente per monete non rarissime e alcune nemmeno rare, monete che hanno quasi sempre subito un'usura, degli incidenti, una circolazione e un trattamento non da proof già in fase di produzione nella stessa zecca...salvo alcuni esemplari sin dalla produzione riservati al collezionismo. Che, peraltro, gli esemplari veramente in eccezionale conservazione sono stati tesaurizzati anche dagli stessi operatori del settore e vengono alientati col contagocce, quasi sempre in trattativa privata con i grandi collezionisti a valutazioni amatoriali. Cosa che, per la verità, ultimamente non riesce più attesa la evidente crisi in cui versa il collezionismo italiano. Di tutto questo c'è traccia in alcune aste, come in quella di un noto collezionista Sanmarinese che qualche anno fa' decidette di porre all'incanto la collezione con risultati deludenti e con ampia remissione, pur avendo cercato costui di accumulare pezzi piacevoli e di buona conservazione...pagandoli quanto richiesto dagli operatori o con battute crescenti nelle aste.
  6. Salute a tutti...non vorrei sembrare originale o socratico...cioè indagatore delle probelmtiche filosofiche ed umane...ma vi pongo questo quesito, a volte discusso in simposi numismatici di qualche pregio, riservati a pochi amici. La numismatica, ove non sia una scienza sistematica e di ricerca, portata avanti con studio meticoloso e oggi sempre meno in voga,...è una passione estetizzante e piacevole che potrebbe mascherare: qualche o molta insoddisfazione; carenze anche sentimentali o passionali; stati depressivi latenti; competitività non espressa (vedi le liti che si scatenano nei Fora..sopratutto in uno...); mancata piena realizzazione nella vita e nel mondo del lavoro... Ad esempio si portava in esame il caso di alcuni conosciuti collezionisti che, avuta soddisfazione nella carriera con nuovi incarichi ed impegni, almeno per un anno sono comparsi dal collezionismo attivo. Ancor di più è capitato a gente, anche non più giovane, di avere la fortuna di conoscere donne di buon fascino e discreto appeal fisico (cosa non comunissima oggi e non si parla di corsare e banditesse dell'est ) e innamoratisi hanno ridotto molto la loro attività numismatica e collezionistica...presi da nuova passione. Interrogati al riguardo hanno ammesso che, in qualche modo, il "fidanzamento" convolato...aveva riempito qualche vuoto e la passione per le belle monete si era placata...salvo continuare a gestire/arricchire con molta attenzione una bella collezione ormai corposa ed a lungo curata. Cioè, hanno trovato più interessante andarsene a Venezia, Taormina, Amalfi...la stessa Napoli..con la loro Fiamma piuttosto che...al convegno di Verona o alle aste degli amici Nomisma e Varesi..per fare un esempio, anche perchè - a dirla tutta - portare belle, eleganti e fascinose signore nel mondo della numismatica oggi...vorrebbe dire finire sulla bocca di tutti, come dice un mio ottimo amico presidente napoletano. ah ah ah! E forse anche questo diventa un altro limite. Che dire? Trovate Voi umili mortali un possibile riscontro umano e logico? In primis mi piacerebbe saggiare il sapere di @f.dc e l'esperienza vasta di @Riccardo Paolucci e idem per l'amico @Alberto Varesi nonchè l'umano sapere di @carledo49 e di @Lugiannoni E' un tema comunque interessante e auspico un contributo di tutti gli amici.
  7. OTTIMO Carlo...le patine sono stupende...ma se progrediscono e iniziano a perdere il velo e a diventare coperte...non va bene.
  8. Bel sesterzio andrebbe visto neme prima in buona foto e poi in mano... ma sembra un bel modulo e per essere lugdunum anche di discreto stile
  9. Monete cotte... Nei precedenti topic abbiamo messo in rilievo le difficoltà tecniche insite nella numismatica, nonchè la complessità e la vastità della materia e la varietà degli operatori in gioco. L'ambiente della numismatica è, conseguentemente, complesso e complicato. Convivono interessi e/o finalità spesso contrastanti. Circola il denaro, sussistono target divergenti, amicizie d'affari, solidarietà o colleganze che impediscono di assumere posizioni nette od univoche nelle varie situazioni. Possono sussistere rivalità e gelosie (anche tra collezionisti ed appassionati studiosi) che minano la possibilità di costituire un fronte comune, solidale e capace di supportare e difendere l'attività collezionistica in ogni ambito: può capitare che vengano avviati discorsi ed iniziative...sembrano quasi tutti essere d'accordo, poi si scopre che non è così...e non si combina nulla di positivo. Anzi...le frammentazioni ne escono rafforzate e può emergere qualche personalismo. Al riguardo basti considerare la seguente fattispecie: i commercianti debbono reperire le monete cercando (ovviamente) il maggiore guadagno, i collezionisti debbono comprarle cercando l'integrità per pagarla il meno possibile, il Ministero competente deve impedire il saccheggio dei beni culturali ed archeologici, i falsificatori di monete da collezione debbono vendere al meglio il loro pernicioso prodotto, le Case d'asta debbono ricavare il massimo dalle commissioni del venduto. Qualcuno nota interessi convergenti? In massima parte direi di no...poi, qualcosa si potrebbe trovare e ne parleremo nel topic successivo. Unico dato comune riscontrabile: le "chiacchiere" che spesso, o in date occasioni, sembrano non risparmiare nessuno. DI seguito formuliamo una esemplificazione dei dialoghi ambientali correnti: ...hai saputo cosa ha comprato quello?...e tu sai cosa ha venduto quell'altro?...si ma erano strane...no erano buone, ma no erano solo un po' restaurate. Chi ha comprato che e da chi...? Pensa che stupido...Eusebio Sempronio c'è cascato un'altra volta. Chi gliela ha venduta? Chi lo sa? Certo che non capisce niente. Si...è vero, ma almeno è solo un collezionista. Quell'altro non capisce niente lo stesso...e vuole comandare il gioco...è persino titolare di una Casa d'Aste. (?) Quella moneta che ha comprato Tizio...viene da Caio che l'aveva pagata così...ai tempi di Cartagine. L'aveva presa da Annibale. Poi la vendette a Scipione prima di Zama...che l'ha portata a Roma. Lì, siccome c'era qualche buchino...è intervenuto il Pasticcere. Ma non ha fatto un buon lavoro. Ma che dici? La moneta forse non è autentica e i buchini pasticciati li avevano messi lì apposta per far credere che lo fosse. Ma nooooooooo! Ma no? Ma si! Ovviamente può capitare che ogni volta il principale interessato poco sappia delle chiacchiere in giro su di lui...unico effetto, un certo fischio alle orecchie. Per converso costui potrebbe sapere molto di altre cose, dove quello che sa tutto di lui...a sua volta non sa che stanno parlando anche di se medesimo. Divertente? Forse... Rilassante? Non direi. (Continua...)
  10. Piakos

    Il nuovo Reale di Carlo Emanuele 3°

    Si fa sempre in tempo Carlo...è determinate la c.d. ispirazione, cioè le idee e la voglia quasi insopprimibile di renderle e divulgarle. Se dovessi entrare in uno stato di grazia... ne avreste di cose che voi umani...
  11. Piakos

    Com'è nato tutto

    O hanno smesso di collezionare?
  12. E allora è dura... ma, ci si può ancora difendere...costa impegno, tempo: prima di comprare qualcosa devi chiedere consiglio: chiama quello e senti che ne pensa...senti quell'altro che ti dice...vai a vedere la moneta ictu oculi se è in asta...formati un po' di esperienza per capirci qualcosa... Se ti fregano...te ne devi accorgere entro un tempo ragionevole, continuando a passare la moneta ai raggi cosmici e poi devi avere voglia e palle per restituirla...anche a chi fa' l'indiano..se emerge che è farlocca.. eppoi devi avere tutte le documentazioni possibili e immaginabili nel caso si vendano il tuo nome o finisci tuo malgrado dentro ad un sequestro... Insomma: il cetriolo non è obbligatorio ed è evitabile, ma che fatica e che impegno!! Giustamente, se la vogliamo dire tutta, chi ha le palle e le idee chiare nella vita e capisce tanti problemi e problemini...lascia poco dopo aver cominciato:, perchè dovrebbe essere la numisamtica un rilassante gioco culturale ed estetico, anche importante...un'occasione di crescita personale...e anche l'occasione per colte ed amicali conoscenze. Come diceva il dott. Fallani (grande esperto di numismatica ed arte archeologica degli anni nel periodo 1950 - 1990) a Roma: vede...non pensi di poter guadagnare con le monete antiche o meno antiche...se qualche volta dovesse avvenire non si monti la testa...più spesso ci potrà rimettere...salvo il lungo periodo: se compra cose veramente belle ed importanti...allora non perderà i suoi soldi ma dovrà avere anche il coraggio di spenderli... tuttavia, diceva costui, c'è un valore aggiunto: se la numismatica la appassiona e la rilassa, vivrà meglio, più tranquillo e spenderà meno soldi in medicine...in qualche modo sarà più felice o sereno (sempre ad avere voglia di evitare il cetriolo).
  13. Piakos

    Com'è nato tutto

    Lavoravo in una banca appena assunto. un ex corrazziere...preferì entrare in banca..e lasciare il corpo. Naturalmente se fece raccomandare... Sono passati un 35 anni abbondanti.. il tizio si divertiva a trovare monete in giro anche per terra e sottoterra... me ne mise una deecina sulla scrivania...restai fulminato-
  14. Piakos

    MASSIMINO IL TRACE, sesterzio FIDES MILITVM

    Io sapevo: de gustibus non est sputazzellam...
  15. Piakos

    Il nuovo Reale di Carlo Emanuele 3°

    Grazie Carlo...intervento di grande interesse. Arricchente e ben posto. Complimenti.
  16. Piakos

    Roma Num. Asta XVI. 26 settembre 2018

    vLE OBIETTIVAMENTE QUELLA SOMMA? ED È IN MANI DI...? Puoi mandarmi un MP se ritieni di essere discreto
  17. Piakos

    Roma Num. Asta XVI. 26 settembre 2018

    Ma di che somma trattasi...più o meno..
  18. Piakos

    piastra 1834 Ferdinando II

    Salve... Non discuto che le monete non dovrebbero essere lavate...pratica barbara! Tuttavia: le patine pesanti...vanno alleggerite perchè ossidano il metallo sottostante: opacizzazioni, lustro monco, defoliazioni del metallo...buchi ebuchetti. C'è un metodo sano, pratico e non invasivo per farlo. Non discuto nemmeno che il vero Numismatico sistematico e scientifico preferisce il BB o anche l'MB così da poter comprare e mettere in collezione molte monete...rispetto alle somme necessarie per le grandi conservazioni.. Ma è pacifico che le monete sono fatte di rilievi...linee, forme, raffigurazioni che ove perfettamente integre q.FdC o quasi integre Spl. sono perfettamente leggibili e godibili, per cui se q.cuno che ama il bello...acqusisce monete in grande conbservazione ed integre...io non me la sentirei di svalutare il gusto e il sacrificio economico, atteso che non tutti i colelzionisti del bello hanno il portafoglio ad organetto. Magari per acquisire qualche bella moneta rinunciano a cambiare l'automobile o altre rinuncie. Magari qualcuno che si pone in codesta qualità...potrebbe dire la sua...
  19. Luciano e i lotti 86 e 87 ? Li abbiamo dimenticati? VULCI!!!!!?? Cosa puoi dirci? Etruria, Vulci AR Didrachm. 5 ° - 4 ° secolo aC Metus alato che corre a sinistra, con la testa rivolta verso l'alto, con serpente in ogni mano / Cartwheel con lunga traversa sostenuta da due montanti; La leggenda etrusca 'θe-zi' sopra e sotto il montante. EC I, 1,8 (O1 / R4, questa moneta); HN Italia 206 (Volci?); SNG ANS 12 (Mente incerte); BMC Italia = PCG pl. 13,1 (Menta incerta dell'Etruria). 10,90 g, 28 mm, 8 ore. Estremamente soddisfacente. Estremamente raro; un superbo esempio di una classica rarità di alto valore artistico arcaico tardo che è stata sempre in vendita pubblica due volte, ma con combinazioni di matrici diverse: Leu Numismatik 77 (2000), lotto 26 e Numismatic Ars Classica 18 (2000), lotto 1. Dalla collezione di un etrusco svizzero; Questa moneta è stata pubblicata in I. Vecchi, Etruscan Coinage, 2012; Acquistato privatamente da Freeman & Sear (Los Angeles), il 3 maggio 2002.
  20. Piakos

    Roma Num. Asta XVI. 26 settembre 2018

    Sarebbe estremamente interessante avere contezza della moneta da te indicata Giuseppe...è un tema estremamente interessante... Ti pregherei quindi di darci indicazioni...
  21. Lotti 4, 5 e 41 gli altri esemplari noti. specificamente per il 4 e il 5 sono in migliore conservazione? MI sembra che l'autenticità della rarissima serie del polipo era stata messa in discussione erp essere troppo composita e per delle rammentare coniazioni delle Grecia continentale, come campioni da copiare. Mi sembra che la discussione fosse proprio in questa sezione...
  22. Eccezionale... mi sembra anche di capire tra le righe che, ad avercene...abbastanza di dinero, acquisiresti un po' di cose, quali in ordine?