zeccadibronzo

Utente
  • Numero contenuti

    58
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    2

zeccadibronzo è stato il miglior utente nel giorno 19 Maggio

zeccadibronzo ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Su zeccadibronzo

  • Rank
    Utente abituale

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Morano Calabro

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione del Sud Italia
  • Settore
    Monetazione bizantina
  • Livello Studio
    Neofita
  1. Disamina tanto "spietata" quanto "realistica" del momento decadente a cui siamo costretti ad assistere. Il tanto atteso "villaggio globale" e le meraviglie tecnologiche, insieme alla facilità di comunicazione, che in teoria avrebbero dovuto traghettarci verso una "nuova era", in realtà ci stanno spingendo in un baratro... e questo è solo l'inizio!!
  2. Ormai anche " luci" e sofisticati programmi di editing possono andare tranquillamente " in pensione " , basta una semplice applicazione gratuita, per ottenere stupefacenti "effetti speciali"..
  3. Ciao @D.B.G appeno trovo un po di tempo mi dedico a fotografare qualche contorno delle ( poche ) monete in mio possesso ma, sarebbe molto utile,conoscere pesi e diametri ( forse anche spessori)!!!
  4. Ciao @realino santone perdonami, ma io non riesco proprio a vederci un "S" pulita e priva di ribattiture..
  5. Oppure utilizzare,per il contorno, la ghiera della mezza piastra di Ferdinando iv del 1760, che corrisponde esattamente al diam di 34mm..
  6. Le foglie in rilievo caratterizzano quasi tutta la produzione di Carlo di Borbone, non serve andare troppo lontano...
  7. In effetti sembrano propri foglioline, molto interessante..
  8. ..... ma no; è scritto che a Lanciano si coniarono Coronati con la B Nel senso che; Lanciano può essere il "Salvagente" più probabile... Sono proprio curioso di conoscere eventuali sviluppi.
  9. A questo punto Lanciano mi sembra l'ipotesi più probabile..
  10. Grazie @Neapolis adesso ho una visione più chiara.
  11. "Pertanto le monete siglate con la lettera ‘B’ sono state coniate a Lanciano (e non a Napoli), in uno dei due momenti eccezionali in cui la zecca di Lanciano ebbe il proprio mastro esclusivo. Dopo il periodo di attività del Bossi, infatti, le monete lancianesi sono caratterizzate dall’assenza delle sigle, giusta ordini impartiti dallo stesso Ferdinando5, poi reiterati da Alfonso II6, migliorati dal viceré Toledo7, nuovamente adottati dai viceré di Filippo II8 e ancora impartiti nel 16239. Detti comandamenti imponevano al mastro di zecca della capitale l’apposizione delle sue iniziali sulle monete coniate nelle zecche di Napoli e l’Aquila, con pesanti sanzioni in caso di trasgressione." Giusto per capire ed imparare... Da quello che avevo capito,( riporto in alto una selezione tratta dall'articolo in questione),l'autore attribuisce alla Zecca di Lanciano sua le sigle B che " senza".. Ecco perché nel post precedente avevo scritto in quella direzione!! Avevo "intuito" bene, allora.
  12. Certo.. Ma ve ne sono alcuni con doppia sigla, se non erro. Ma il tuo pensiero sulla classificazione di questo "senza sigle" ?
  13. E se la "B" della sigla fosse stata ribattuta sulla "S" della legenda? Solo una suggestione? @Neapolis @D.B.G @aleale