Vai al contenuto

francesco77

Utente
  • Numero contenuti

    137
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    8

Tutti i contenuti di francesco77

  1. E' una contromarca farlocca, non è stata punzonata, bensì creata con una microfresa. Una cosa orribile.
  2. Ragazzi scusate ma io non ricordavo se in questo forum c'era già o meno una discussione sulla zecca di Torre Annunziata, l'ho postata di là perchè mi sono trovato casualmente in questa città ospite di Vincenzo ed ho scattato delle foto che spero saranno molto utili. Potete discuterne in tutte le sedi che volete, l'importante è che se ne parli. Grazie
  3. Questa è IAF/G dietro il busto. Ricordo i fondi lucenti ma qualche ribattitura. Sotto il busto niente.
  4. Esemplare con la sola G, a parer mio almeno R3. Spero che le foto siano chiare.
  5. L'esemplare in argento dorato l'avrei battuto fino ad una cifra folle se non avesse avuto quel foro, peccato .....
  6. Confermo, quello del 1852 che hai postato è certamente un falso d'epoca, quello con appiccagnolo è proprio lo stesso di questo in oggetto, falso moderno.
  7. E' una coppia di conii che lavora da oltre un secolo e se n'è parlato abbondantemente anche in altre sedi, i particolari evidenziati in uno dei miei post precedenti fanno capire chiaramente di cosa stiamo parlando. Effigie diversa con lineamenti somatici e della capigliatura completamente incongruenti, bordo con decoro diverso, taglio liscio, caratteri differenti e stemma con impasticciature incredibili. Di più non riesco ad aggiungere. Se vi interessa c'è un falso simile in metallo bianco anche su Ebay, è là da 6 anni ..... eccolo. http://www.ebay.it/itm/321994711167?ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT&fromMakeTrack=true
  8. Se vi interessa questa prova è disponibile in diversi metalli.
  9. Ricordamelo martedì, ora non posso, mostrerò una cosa sui bottoni che nessuno ha mai visto ...... un conio originale di metà '800 (Napoli).
  10. @ Ciao Riccardo, per l'aggiornamento sul Gigante dovrò fare inserire una nota e non classificarla a parte, questo perchè il conio è sempre lo stesso, cambia solo la particolarità del tondello sottostante.
  11. Sì, potrebbe essere questa la motivazione ma le contromarche dovevano essere anche brevi e di facile lettura: OLIM mi sembra che calzi a pennello ..... su queste monete scrissi anni fa un breve articolo. http://www.ilportaledelsud.org/medaglie_contro.htm
  12. Documento interessante dal quale si comprende bene (ovviamente) quale fosse il dritto e quale il rovescio ...... ma qualcuno non aveva detto che questa maniera di indicare dritto e rovescio non significava nulla?
  13. Pietro, se vuoi ti mostro una cosa riguardante i bottoni che non si è mai vista sul mercato, probabilmente unica, e soprattutto molto attinente con le monete e le medaglie in generale. eheheheh
  14. Pietro è un falso vecchissimo, se vuoi ho in archivio decine di foto di esemplari in vari metalli. Hanno anche il taglio liscio o rigato, se fai richiesta alla fonte te la battono anche in oro o in platino.
  15. Allora devi cambiare titolo alla discussione, precisamente da "....prova" in "....provolone" .....
  16. Patacca moderna. Ecco qualche foto utile per capire tutto su questa moneta. Le immagini non hanno bisogno di commenti.
  17. E vabbè ma son ragazzi, fai prendere qualcosa anche a loro altrimenti non c'è più mercato se monopolizzi tutto tu.
  18. Come già scritto poc'anzi da Andrea Keber (studioso molto attento ed informato), molte di queste monete sono state punzonate di recente, falsificazioni dei nostri giorni per trasformare una piastra/mezza piastra di scarso valore in esemplari da centinaia di euro (a mille euro non arrivano di sicuro). Per capire come oggigiorno giocano certi falsari bisogna conoscere la microfresa e il suo funzionamento.
  19. Grazie mille Renzo per aver ricordato qualche mio umile scritto. Non dimentichiamo che Pio IX concesse all'artista Luigi Arnaud di ritrarlo dal vivo (a Gaeta) per l'incisione delle medaglie con la sue effigie, un privilegio che in passato era concesso soltanto ai più grandi artisti.
  20. E' un 1805, purtroppo il 5 è un po' impasticciato ma è evidente. Confermo le ultime impressioni di Alessio.
×
×
  • Crea Nuovo...