Antonio1978

Utente
  • Numero contenuti

    92
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    4

Antonio1978 è stato il miglior utente nel giorno 13 Agosto

Antonio1978 ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Su Antonio1978

  • Rank
    Utente abituale

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Rapallo

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione medievale
  • Settore
    Monetazione romana antica
  • Livello Studio
    Studioso autonomo

Visite recenti

204 visite nel profilo
  1. Antonio1978

    Tetradramma di Aureliano e penso a Zenobia

    Buonasera, Posterò una moneta di Aureliano di lecita provenienza e particolare fascino. Purtroppo non ho i valori ponderale esatti ma dovremmo essere oltre gli 8 grammi. La moneta è un tetradramma di Aureliano e Vaballato per la zecca di Alessandria d'Egitto. Vaballato era il figlio della regina di Palmira Zenobia. La moneta fu coniata nel 271 quando Aureliano lo nominò restauratore della pace in Oriente per le sue conquiste e le sue operazioni militari contro i parti. Successivamente la situazione mutò a causa delle mire usurpatrici di madre e figlio che furono sconfitti da Aureliano e portati prigionieri a Roma successivamente Palmira sarebbe stata annientata con l'abbattimento delle mura. La moneta ha come riferimento bibliografico MILNE 4319. D. Aureliano nei campi LA (anni di regno) R Vaballato nei campi LD
  2. Antonio1978

    centennionale di Costantino - Arles

    Buonasera, Ecco un centennionale di Costantino il grande in armatura di lecita provenienza. Moneta coniata nella zecca di Arles. d:IMP COSTANTINUS AVG imperatore elmato in armatura a destra. r: VICTORIA LAETAE PRINC PERP due vittorie tengono scudo su altare che contiene il legenda VOT PR In esergo P crescente e stella A R3 RIC VII 188 20mm 2.99gr. Antonio
  3. Antonio1978

    Centennionale di Crispo virtus exercit

    Buona sera, Ecco un centennionale di Crispo in armatura di lecita provenienza. Moneta coniata nella zecca di Siscia. d:IVL CRISPVS NOB CAES imperatore in armatura a sinistra con lancia e scudo. r: VIRTVS EXERCIT nel campo a sx e a dx S e F al centro insegna militare all'interno VOT X sotto l'insegna due barbari in ginocchio. In esergo BSIS* RIC VII 113 C.166 20mm 3.21gr. Antonio
  4. Antonio1978

    COSTANTINO II, follis VOT V di TESSALONICA

    20 mm circa
  5. Antonio1978

    COSTANTINO II, follis VOT V di TESSALONICA

    Buongiorno come anticipato posto la mia votiva di Costantino II zecca Siscia g 3.20 RIC VII 1638. Dallo stile sembra molto simile alla mia.
  6. Antonio1978

    centennionale di Costantino - Sarmatia devicta

    No non l'ho pulita...
  7. Antonio1978

    COSTANTINO II, follis VOT V di TESSALONICA

    Buonasera, La moneta secondo me è buona. Ho una votiva di Costantino II (non ricordo la zecca) con le stesse caratteristiche al dritto volto piccolo e centrato. Nel prossimo fine settimana proverò a postarla. Antonio
  8. Antonio1978

    centennionale di Costantino - Sarmatia devicta

    Foto con altra luce
  9. Antonio1978

    centennionale di Costantino - Sarmatia devicta

    La moneta acquistata presso un regolare esercizio commerciale italiano proviene da un lotto multiplo di provenienza medio-orientale regolarmente sdoganato alla fine degli anni 90. il mio commerciante di fiducia mi ha fatto visionare la documentazione di accompagnamento con i prezzi ancora in lire. Pertanto ritengo che sia probabile che la moneta abbia viaggiato da Sirmio fino alle aree orientali dell'impero. Antonio
  10. Antonio1978

    centennionale di Costantino - Sarmatia devicta

    Si è corretta la tua precisazione...La data è il 323. Si andò oltre il limes in profondità e i prigionieri furono costretti ad arruolarsi.
  11. Antonio1978

    centennionale di Costantino - Sarmatia devicta

    Buonasera, Ecco un centennionale di Costantino il grande di lecita provenienza che commemora la vittoria sui Goti e sui Sarmati che ebbe luogo nel 324 d.C. lungo il limes danubiano. Moneta commemorativa e direi anche propagandistica in un momento caratterizzato dalle pressioni barbariche. La monetina ricoperta da una piacevole patina desertica ha un diametro di 19mm e un peso di 3.15g. Al dritto Costantino laureato a dx e in legenda Costantinus Avg. Al rovescio la vittoria che tiene armatura a sx e ramo di palma a dx soggioga la Sarmatia inginocchiata e sconfitta. In legenda Sarmatia Devicta. In esergo SIRM che indica la zecca di Sirmium. Rif.Bibl.Cohen 487 e RIC 48. La moneta è rara. Antonio
  12. Antonio1978

    MONETE COMMEMORATIVE - CONSTANTINOPOLI/S e URBS ROMA

    Oggi ho scoperto di avere un R2! all'epoca quando fu acquistata non aveva un cartellino molto approfondito nella classificazione che indicava solo Costantinopoli e una data approssimativa. Conservo ancora la ricevuta che indica il prezzo di 25 euro. Ricordo che dissi a mio padre che secondo me l'aveva pagata un po' tantino, ma alla fine era un regalo e per noi contava e conta solo l'importante valore storico. In linea di massima queste monete non hanno un gran valore commerciale. Antonio
  13. Antonio1978

    MONETE COMMEMORATIVE - CONSTANTINOPOLI/S e URBS ROMA

    la moneta pesa 1,50 grammi e quindi va bene la tua classificazione. Antonio
  14. Antonio1978

    MONETE COMMEMORATIVE - CONSTANTINOPOLI/S e URBS ROMA

    Buongiorno, rispondo al bel sondaggio postando un mio follis commemorativo della città di Costantinopoli. Di questa tipologia di moneta ho già diversi esemplari e ho deciso di postare una monetina alla quale sono legato dal punto di vista affettivo. Infatti la moneta mi fu donata da mio padre 10 anni fa. Fu acquistata in un piccolo negozio nei vicoli di Genova. la monetina pesa 1,5 grammi appartiene al gruppo delle commemorative di Costantinopoli, coniata a Roma tra il 333 e il 335. Per me è un RIC VII Rome 355 Sear 16465 in esergo R corona di alloro epsilon. Antonio
  15. Antonio1978

    Oncia repubblicana

    Buongiorno, Ecco a seguire un'oncia repubblicana di lecita provenienza e comune. Pesa 9.14 g e ritengo sia stata coniata nella zecca di Roma tra il 215 e il 212 A.C. Al dritto presenta la Roma elmata a destra con il globetto dietro la nuca. Al rovescio c'è la classica prua di nave con sopra Roma e sotto un globetto. La scritta Roma si intravede per la conservazione della moneta che riporta i segni del tempo e i secoli trascorsi. Come riferimento bibliografico ritengo congrui: Cr 41/10, Sear 616 e Sydenham 108 e ancora BMC 109. Buona giornata Antonio.