Vai al contenuto

Antonio1978

Utente
  • Numero contenuti

    124
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    5

Tutti i contenuti di Antonio1978

  1. Buongiorno, Altro statere di lecita provenienza di g.7.11 con al dritto Artemide con fiaccole che corre e sotto la testa di Ninfa in legenda APTEMI. Al rovescio sotto il toro N e in esergo NEAPOLITON. La moneta è un Sambon 460 coniata tra il 300 e il 275 A.C.
  2. non riesco a modificare ma nel titolo volevo scrivere statere
  3. Buongiorno, Allego la foto di un didramma di Neapolis non in ottima conservazione,ma per me piacevole con i segni del tempo. La moneta di lecita provenienza (antica collezione), ha un peso di 6.86 g (leggermente sottopeso). Al dritto dietro la testa della ninfa ha un grappolo d'uva mentre al rovescio sotto il toro androcefalo c'è una lettera osca tipo tondino. Purtroppo in esergo a malapena si intravede la legenda NEAPOLITON L'avrei classificata come un Sambon 446 Sempre apprezzati i pareri e le osservazioni. Grazie Antonio 
  4. concordo assolutamente sulla conservazione troppo generosa. Antonio Bernardo
  5. Ciao Pareri in merito? la moneta è stata acquistata in un regolare esercizio commerciale pertanto se ci sono dubbi sull'autenticita' se no può sempre parlare ed eventualmente ho sempre la possibilità di cambiarla. La moneta mi è stata venduta come autentica e in conservazione splendida. Io l'ho valutata buona, ma sugli argenti rimango sempre con qualche dubbio in più. Antonio
  6. Hai ragione è dura farle in treno domani ci riprovo
  7. Ultimo regalino di lecita provenienza un denario di Fonteia. Al dritto i Dioscuri bifronte a sx N e a dx X Al rovescio galea a dx e sopra C.FONT nel campo in basso Roma CR290/1 g 3.91
  8. Buongiorno, 10 nummi di Ravenna coniati tra Il 536 è il 554 d.C D. FELIX RAVENNA con la città turrita a dx R. RN entro corona di alloro Moneta di lecita provenienza g2.70
  9. Buongiorno, NUMMO di Flavio Vittore 387-88 d.X D/ DN FL VIC-TOR PF AVG testa diademata ,drappeggiata e paludata a dx R/ SPES ROMANORVM campgate con stella RIC IX,55 B in esergo SMAQP g 0.90 Moneta di lecita provenienza.
  10. Buonasera, Mi sono fatto il regalo per il mio compleanno 1/4 di follis di Romulo figlio di Massenzio. 310-311 D/ DIVO ROMVLO NVBIS CONS R/ AETERNAE MEMORIAE con tempio sormontato da aquila RIC VI Roma 239 in esergo RT g 1.80 Moneta di lecita provenienza.
  11. Antonio1978

    Lupetta PLG

    La monetina ha una patina scura. Antonio
  12. Antonio1978

    Lupetta PLG

    Mea culpa a non sottoscrivere per dimenticanza e ovvietà, la moneta è di lecita provenienza e autentica. Postata per la sua bella conservazione. Comunque anch'io come Quinto non ho compreso l'osservazione. Antonio
  13. Buonasera, Allego un bronzetto con la lupa 330-331d.C. In esergo PLG della zecca di Lugdunum RIC VII 242/275, SEAR 16490 g. 1.95. Sulla spalla della lupa mi sembra di vedere un crescente. Un parere su questa monetina?   Cita Modifica
  14. Le monete sono tutte fotografate, ma la catalogazione non la faccio al computer ma a mano sulla carta...alla moneta associo una sigla e adesso sono arrivato ad A1196...tranne per una collezione di nummi di Giustiniano che ha seguito un criterio autonomo. A.B
  15. La lupetta ha un segno sbiadito tra le due stelle che sembrerebbe una punta di lancia oppure un difetto del conio...l'avevi notato? Cosa pensi a riguardo? Antonio
  16. Colleziono monete antiche dal 2006 e le tengo nelle classiche valigette (ne ho 5) disposte su vassoi. Un tempo le tenevo nella plastica...poi le ho liberate. Preferisco a contatto con l'aria. Gli argenti si sono un po' scuriti. Adesso sto concentrato su tardo impero, ma ho creato più collezioni per periodi e autorita': Roma impero e Repubblica un po' di tutto comprese le provinciali che adoro, Bisanzio, Venezia, Genova, emissioni oriente latino, prutot giudaiche. Si lo so non é proprio un criterio corretto perché molto generale ma preferisco spaziare con la testa. Antonio
  17. Si esatto Lione....Roma (mio refuso) sull' indice di rarità riportato dal RIC per questo Rio di monete non ci credo molto ed è per questo motivo che non ho riportato R3. Antonio
  18. Buonasera, Allego due bronzetti commemorativi il primo con la lupa 332-333d.C. ★PLG della zecca di Lugdunum RIC VII Roma 267 g. 2.03. Il secondo è un mezzo centennionale commemorativo di Costantinopoli 330 d.C d: POPROMANVS con cornucopia a sx al rovescio stella entro corona e in esergo cons(teta) RIC VIII 22 g.1.00 Un parere su queste due monetine?    Cita Modifica
  19. Grazie concordo. Buona serata Antonio
  20. Ecco qui ci riprovo buona giornata.
  21. Buonasera, Allego una piccola moneta di lecita provenienza di Costanzo II del tipo fel temp reparatio. Sul cartellino in esergo indica R Q T quindi zecca di Roma ma ho qualche dubbio perché vedo SMQ...mi aiutate a capirla per favore. Pesa 2.30g Buona domenica e buona serata
  22. Si con il peso al dritto siamo su quel valore, condivido il tuo parere sulla patina al rovescio. Mi incuriosisce la patina al dritto che presenta molteplici cristallini che alla luce brillano. Possibile una minima presenza di quarzo? dimentico il rif bibliografico che per me è un RIC VI 110 k-gamma P Sear 14607.
  23. Buonasera, Allego una moneta appena acquistata dal mio commerciante di fiducia. La moneta, di lecita provenienza, proviene dall'asta ACR n.7. Il cartellino non presenta molti dettagli soprattutto riferiti ai dati ponderali ma sarà mia cura riportarli. Al momento posto la moneta per una valutazione stilistica della stessa. La moneta coniata tra il 308 e il 310 d.C presso la zecca di Alessandria mi ha colpito per la sua patina verde che al dritto presenta dei piccoli cristallini. Al rovescio dove è raffigurata la venere vincitrice (Veneri Victrici) la patina purtroppo non è uniforme ma la nitidezza dei dettagli è piacevole. In esergo ALE e nel campo K - gamma maiuscolo e sotto P. A voi la condivisione e un apprezzato parere. Buona serata.
×
×
  • Crea Nuovo...