Quintus

Moderatore di sezione
  • Numero contenuti

    845
  • Iscritto

  • Giorni da Miglior Utente

    50

Quintus è stato il miglior utente nel giorno 18 Gennaio

Quintus ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Reputazione Forum

276 Utente molto apprezzato

1 Seguace

Su Quintus

  • Rank
    Utente storico
  • Compleanno 27 Agosto

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione romana antica
  • Settore
    Monetazione bizantina
  • Livello Studio
    Neofita
  • Moderatore della sezione
    Monetazione Romana - Impero

Visite recenti

1484 visite nel profilo
  1. Quintus

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Temo che il nostro "collezionista" possa svegliarsi all'improvviso per scoprirsi solo un pollo che ha sognato d'esser volpe. Ave! Quintus P.S. Ma tutti gli altri citati non hanno pareri da dare?!?!
  2. Quintus

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Ma lo sooo... avevo capito!!! Noi siamo amicici no? Ave! Q. P.S. Ma con l'Adriano invece non ti viene da invidiarmi almeno un pochino?
  3. Quintus

    Sesterzio di Marcus Ulpius Nerva Traianus

    Attendo altri commenti e poi vi dico la mia! Ave! Quintus
  4. Quintus

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Mi dispiace perché l'invidia è una brutta cosa... ma d'altra parte sono felice che ti piaccia come piace a me! Ave! Q.
  5. Ciao a tutti. Da qualche tempo giro in cerca di un sesterzio di Traiano da mettere in collezione e ho trovato questo al "modico" prezzo di 900€. CGB Voi che ne pensate? @Piakos, @Spoudaios. @Ross14, @Tinia Numismatica, @Cliff Ave! Quintus
  6. Quintus

    TREBONIANVS GALLVS, sesterzio VICTORIA

    Grazie a tutti per gli apprezzamenti! Effettivamente nei miei sesterzi ci dev'essere, prima di tutto, un ritratto che mi "ispiri"! Ave! Quintus
  7. Quintus

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Come già dissi per un altro sesterzio... con un ritratto così lo avrei preso anche se dietro ci fosse scritto "Made in China"! Scherzi a parte, anche se "vissute" e (purtroppo) spesse volte malamente ripulite certe monete trasmettono sensazioni fantastiche. E questa è, per me, una di quelle. Grazie per l'apprezzamento. Ave! Quintus @Cliff, tu che ne dici?
  8. Quintus

    salve a tutti

    Benvenuto anche da parte mia, scusami se sono arrivato un po' in ritardo! Di cosa ti interessi? Anzi, diciamola giusta, qual'è la tua MANIA!?!?! Ave! Quintus
  9. Vero... pur essendo, a volte, un po' grezze comunicano l'amore per la loro terra ed i loro costumi. Spesso le banconote dei paesi "civilizzati" sembrano più raffinate ma fredde e non trasmettono nulla. Ave! Quintus
  10. Passata allo scanner non rende come dal vivo... è veramente una banconota F A N T A S T I C A !!!! Ave! Quintus
  11. Ciao! Ah.... ho riletto e hai ragione! Sono io che avevo capito male e che erano quelle le nuove foto (dove comunque si vedeva poco o nulla)! Se come tu dici le foto di sinistra sono quelle della vecchia moneta e quelle di destra sono della nuova... sono proprio fatte con "lo stampino"! ...e allora brutte news per il nostro amico, altre che buona. Ave! Q.
  12. Ciao. A me pare buona... anche se è sempre molto difficile giudicare solo da fotografie magari non proprio "perfette"! Ave! Quintus
  13. Ciao e benvenuto. Per quanto riguarda la legislazione spagnola non saprei se devi o meno consegnare la moneta alla sovrintendenza, mi spiace. Per quanto riguarda il riconoscimento invece... Prima di tutto oltre alle foto (che non sono certo di eccezionale qualità... riesci a farne di migliori?) sarebbe importante anche sapere il peso ed il diametro della moneta. Comunque sia direi che possiamo confermare che si tratta di un denario dell'imperatore Adriano, e per essere esatti: D/ HADRIANVS AVG COS III P P, busto laureato a destra R/ PIETAS AVG, la Pietas seduta rivolta a sinistra con patera e scettro in mano Rif. RIC 260, RSC 1037a, BMC 690 Coniato tra il 134 e4d il 138 a.D. Il diametro dovrebbe essere di circa 18 mm per un peso di circa 3,7 grammi. Per quanto riguarda la genuinità... le foto sono un po' troppo poco chiare per dirti se sia buono o meno... aspettiamo foto migliori! Per trovare maggiori informazioni sulla monetazione romana direi che dovresti procurarti ma, sopratutto, studiarti il RIC (Roman Imperial Coinage). Spero di essere stato esaustivo. Ave! Quintus
  14. Treboniano Gallo Gaio Vibio Treboniano Gallo (In latino: Gaius Vibius Trebonianus Gallus, nato a Monte Vibiano Vecchio nel 206 a.D. e morto a Terni nell'agosto 253 a.D.) è stato imperatore romano dal 251 a.D. al 253 a.D. insieme al figlio Volusiano, che Treboniano associò al suo trono insieme al figlio di Decio, Ostiliano. Il suo regno fu caratterizzato da una lunga serie di disastri, come la peste che colpì l'Impero romano per anni, le incursioni delle popolazioni barbare oltre i confini dell'impero e la perdita (secondo alcune fonti avvenuta durante il suo regno) della Siria in favore dei Sasanidi ed il saccheggio di Antiochia. Uomo di indubbie qualità amministrative, il suo programma fu impresso nella dicitura di molte monete che fece battere: Pax aeterna. Valore nominale: Sesterzio Diametro: 27,5 mm circa Peso: 17,78 gr Dritto: IMP CAES C VIBIVS TREBONIANVS GALLUS AVG, busto laureato e drappeggiato a destra Rovescio: VICTORIA AVGG,la Vittoria in piedi rivolta a sinistra, tiene nella mano destra una corona e una fronda di palma nella mano sinistra, S - C in campo Zecca: Roma Anno di coniazione: 251-253 a.D. Riferimento: RIC 125; Cohen 130; Sear 9681 Rarità: Note: (sesterzio di barra) Felice e Sereno 2020! Ave! Quintus
  15. Quintus

    COMMODUS, sesterzio ROMA

    Commodo Cesare Lucio Marco Aurelio Commodo Antonino Augusto, alla nascita Lucio Elio Aurelio Commodo (in latino: Lucius Aelius Aurelius Commodusnato, nato a Lanuvium il 31 agosto 161 a.D. e morto a Roma il 31 dicembre 192 a.D.), è stato un imperatore romano, membro della dinastia degli Antonini e regnò dal 180 al 192. Così come Caligola e Nerone, è descritto dagli storici come stravagante, crudele e depravato. Figlio dell'Imperatore filosofo Marco Aurelio, Commodo fu associato al trono nel 177 a.D. succedendo al padre nel 180 a.D.. Avverso al Senato e da questi odiato, governò in maniera autoritaria, esibendosi anche come gladiatore e in prove di forza e facendosi soprannominare l'Ercole romano. Durante i dodici anni di principato, nonostante la fama di despota, gli sono sono riconosciuti diversi meriti: ad esempio esercitò un'ampia tolleranza religiosa, ponendo fine alle persecuzioni contro i cristiani dopo alcuni anni dall'ascesa al trono, le quali ricominciarono dopo la sua morte. Egli stesso praticò culti orientali e stranieri; il regno di Commodo diede anche un nuovo impulso alle arti che si svilupparono rispetto all'arte dei primi Antonini. Durante il suo regno eresse vari monumenti celebranti le imprese del padre Marco Aurelio, tra i quali la Colonna Aureliana, e forse completò anche la statua equestre di Marco Aurelio che si trova oggi nei Musei Capitolini (una copia è esposta al centro della piazza del Campidoglio). Amato dal popolo e appoggiato dall'esercito, al quale aveva elargito consistenti somme di denaro, riuscì a mantenere il potere tra numerose congiure, fino a quando venne assassinato in un complotto ad opera di alcuni senatori, pretoriani e della sua amante Marcia, finendo strangolato dal suo maestro di lotta, l'ex gladiatore Narcisso, cospirazione che portò al potere Pertinace. Sottoposto a "damnatio memoriae" dal senato, venne riabilitato e divinizzato dall'imperatore Settimio Severo, che voleva ricollegarsi alla dinastia antoniniana cercando il favore dei membri superstiti della famiglia di Commodo e Marco Aurelio. Valore nominale: Sesterzio Diametro: 27 mm circa Peso: 16,98 gr Dritto: M ANTONINVS COMMODVS AVG, busto laureato a destra Rovescio: TR P VII IMP IIII COS III P P, Roma in piedi rivolta a sinistra, tiene nella mano destra la Vittoria e una lancia nella mano sinistra con la punta rivolta verso il basso, S - C in campo Zecca: Roma Anno di coniazione: 181-182 a.D. Riferimento: RIC 324, Cohen 829, BMC 477 Rarità: Note: Felice e Sereno 2020! Ave! Quintus