Quintus

Moderator Section
  • Content Count

    795
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    41

Everything posted by Quintus

  1. Circa 63 sterline tutto incluso. Ave! Quintus
  2. Tanti auguri anche da parte mia caro e sconosciuto amico! Ave! Quintus
  3. @Piakos Che ne dici di questo? Lotto 488 Ave! Quintus
  4. Non mi "catturano"... Ave! Quintus P.S. Ma ci sono solo io ad essere affascinato da alcune banconote moderne? A nessuno viene la voglia di possederne qualcuna?
  5. Ho chiesto a 3/4 persone, anche madrelingua, ma dicono di non capire proprio la grafia. A me pare sia: BEST OF LUCK nome Il meglio della fortuna NOME IF YOU ??? WHERE YOU Se tu ù??? dove tu CAN SPEND THE THINK puoi "spendere" il pensiero ??? JUST GOT BACK. ??? appena ritornato. firme Ma non riesco a dare un senso logico alla frase. Ave! Quintus
  6. Floriano Marco Annio Floriano (in latino Marcus Annius Florianus, morto a Tarso nell'agosto 276 a.D.) è stato un imperatore romano. Floriano, che era probabilmente il fratellastro di Tacito, fu da questi nominato prefetto del pretorio. Nel 276 a.D. si recò con l'imperatore in Asia Minore, per combattere i Goti, dopo la vittoria sui Goti, Tacito intendeva tornare in Occidente, lasciando il controllo delle operazioni a Floriano, ma a Tyana fu assassinato (giugno 276 a.D.). Floriano si proclamò allora imperatore, ottenendo il riconoscimento in Asia Minore e in Occidente; molto presto, però, gli si schierò contro Marco Aurelio Probo, il quale comandava l'esercito siriano (e forse anche quello egiziano); allora Floriano smise di inseguire verso nord gli Eruli e portò il proprio l'esercito verso la Cilicia per affrontare Probo. Floriano aveva l'esercito più numeroso, ma Probo era un comandante più capace e riuscì ad evitare l'ingaggio. Nell'agosto del 276 a.D. a Tarso (Turchia) i due eserciti si preparavano allo scontro decisivo, ma Floriano fu assassinato prima della battaglia dai suoi stessi soldati. Aveva regnato per soli 88 giorni. Ricoprì un consolato, probabilmente nel 276 a.D.. Valore nominale: Antoniniano Diametro: 24 mm Peso: 3,76 gr Dritto: IMP FLORIANVS AVG, busto radiato drappeggiato e corazzato a destra Rovescio: CONCORDIA MILITVM, La VITTORIA stante a destra tiene una corona nella mano destra ed un ramo di palma nella mano sinistra,, di fronte L'imperatore Floriano tende la mano destra e tiene un lungo scettro verticale nella sinistra. Marchi di zecca: T Zecca: Cizico (Misia) Anno di coniazione: 276 a.D. Riferimento: RIC V-1 Cyzicus 116, SEAR 11853 Rarità: S Oggi rispolveriamo una bellissimo antoniniano di un imperatore poco famoso e che rimase in carica come Imperatore per soli 88 giorni. Che ne dite? Al solito, commenti, impressioni? Dai, su, datemi un po' di soddisfazione! @Piakos @Cliff @Spoudaios @Ross14 ... e tutti quelli che ho dimenticato, ditemi che ne pensate. Grazie a tutti. Ave! Quintus
  7. Ciao Alessio! Tanti, tanti auguri anche da parte mia! Ave! Quintus
  8. Parole sagge, pensa che strazio se la pensassimo tutti allo stesso modo. L'importante è ricordare che, come disse Martin Luther King "La mia libertà finisce dove comincia la vostra." Ave! Quintus
  9. Ho capito benissimo... per renderla "spicciola", se dovessi "investire" qualche migliaio di euro a moneta (come @Piakos ha suggerito) per acquistare monete "di livello" ora invece che una collezione avrei 2 monete... forse 1. Comunque ho capito i vostri "punti di vista" che temo siano lontanucci dai mio. Ave atque vale! Quintus
  10. Uno così lo conosco anch'io... è veramente mooooolto simpatico! BRAVO!!! Ave! Quintus
  11. Cavolo, hai ragione... ragazzi, che bello, se succede qualcosa a noi abbiamo l'avvocato aggratis! Comunque sia non riesco a decedere. Rido o piango? Ho deciso... vomito! Ave! Quintus
  12. E che lo sforzo sia con voi! Scherzi a parte... si, l'importante è che ci si godano le proprie monete come meglio si riesce. Ave! Q.
  13. Beh, dai, almeno questa la pensiamo identica! Se dovessi agire così, pur non essendoci FDC nelle romane, probabilmente vivrei in attesa della mia prima moneta! Ave! Quintus
  14. Ciao @GAUDEN, Se stiamo parlando in italiano è più che lecito e corretto chiamarla collezione in quanto (citantdo la Treccani): collezióne s. f. [dal lat. collectio -onis, der. di colligĕre «raccogliere» (comp. di con- e legĕre «cogliere»), part. pass. collectus]. – 1. Raccolta ordinata di oggetti della stessa specie, che abbiano valore o per loro pregio intrinseco o per loro interesse storico o artistico o scientifico o semplicemente per curiosità o piacere personale: fare c. di francobolli, di monete, di medaglie; una c. di quadri, di statue, di cammei; c. di vasi, di porcellane, di pipe; c. di libri, di manoscritti, d’autografi; possedere una ricca c.; scherz., fare c. di spropositi, farne parecchi, spec. scrivendo; e ugualmente: fare c. di sconfitte, di bocciature, ecc. Poi ti chiedo, per il maneggiare e "coccolare"... certo che le tengo in vassoio, ma devono essere sempre accessibili, non di certo in cassaforte o cassetta di sicurezza. Di certo non le "smanazzo" tutti i giorni ma mi capita spessissimo di riprenderle in mano e riguardarle accuratamente per magari, confrontarle con altre. Mi chiedo se tu abbia o meno una collezione di dischi, CD, DVD o BLU RAY... se si, li hai acquistati per lasciarli li una volta ascoltati o visti oppure, ogni tanto, li tiri fuori e te li riascolti per provare ancora il piacere della musica? Per me è la seconda, ovviamente, altrimenti che senso avrebbe averli? Per il solo piacere del possesso? Idem per le monete (romane) della mia collezione, per me è una cosa da "vivere", altrimenti mi basterebbe collezionare le foto. Per quanto mi riguarda sono contentissimo di come "gestisco" la mia COLLEZIONE! Di come me la gusto e vivo giorno per giorno. E ti auguro di essere felice della tua così come io lo sono delle mie ruzziche! Ovviamente, potendo, acquistrei monete magari non di miglior conservazione ma di maggior rarità... ma questo è quello che posso e riesco a fare. E questo, fortunatamente, mi basta. Ti ringrazio per il confronto, spero che anche altri amici possano spiegare quello che sono e come vivono le loro collezioni. E' sempre positivo allargare le proprie vedute e conoscenze. Ave! Quintus P.S. Dimenticavo di chiedere una cosa, ma le tue monete sono "tue" o le rivendi per prendertene di nuove con miglior conservazione?
  15. Ciao a tutti. Io la penso come Realino. Se hai soldi, per l'amor di Dio, vanno benissimo anche tutte FDC. Ma se non ci sono si collezionano monete anche solo decenti, l'importante è che siano leggibili e catalogabili. Ma ci potrebbe stare anche una collezione di solo tondelli. L'importante è che quello che si colleziona ti coinvolga e ti appassioni. Quello è, per me, il solo limite. Conosco amici che collezionano monete da 1 e 2 euro, onestamente io non ci trovo nulla di speciale, ma loro sono appassionati da quelle e va bene così. A volte li vedo con un 2 euro in mano e sono contenti come una pasqua... come me quando mi coccolo un sesterzio di Galba! ...ed in realtà un poco li invidio, per avere la stessa gioia che loro hanno per 2 euro io devo spenderne qualche centinaio! @GAUDEN, ma tu vuoi dire che una collezione di monete della Repubblica Italiana, dirsi tale, deve per forza costare almeno 180.000 euro? E devono essere tutte FDC se non sono almeno R3 o 4? A mio modo di vedere non è così... sia per la conservazione che per l'avere tutte le monete possibili ed immaginabili. Magari quello è il sogno, il finale irrealizzabile per i molti, ma anche chi ha una quantità limitata di monete ne ha una collezione! Se così non fosse quasi tutti non inizierebbero neppure... credo siano in pochi ad avere la possibilità di avere una "collezione" come la intendi tu. Io sono squattrinato, posso spendere poco per le mie beneamate, ma sono orgoglioso di quelle che ho. Non credo avrò mai un aureo o certi sesterzi da capogiro oppure un bel medaglione. Ma la mia COLLEZIONE, fatta forse di monete di poco valore economico, è piena di storia ed emozioni, di vita vissuta e gesta epiche. E questo la rende a me straordinaria ed unica, emozionante e suggestiva come null'altro al mondo. E così come invidio gli amici degli euro (anche se credo non possano arrivare ad avere le stesse emozioni) mi rattristo per quello che, pensandola come te e non avendo i 180.000 euro da spendere, non avranno mai la stessa soddisfazione che ho io. Sperano di non aver urtati i sentimenti di nessuno, io sono contentissimo così, con qualche moneta decente, ricca di storia ed emozioni. Ave! Quintus P.S. Dimenticavo... collezionare monete romane è, per me, averle non in vassoio ma in mano, toccarle, viverle... studiarle, catalogarle, leggere e studiare dell'imperatore che le ha coniate, immergermi nella storia del loro periodo e, magari, capire anche come e perché sono giunte fino a noi. So di persone che hanno collezioni "importanti" e che paura dei furti le tengono in cassette di sicurezza e magari sono pure periziate e messe sottovuoto.. Per me quella sarebbe una collezione "inutile" in quanto non "vivibile" come piace a me. Sarebbe come avere una collezione di Ferrari e non usarle mai per non rovinarle oppure avere una barca e tenerla in secca per non farla corrodere dalla salsedine. Non so se ho reso l'idea!
  16. Lavoro, investimento, passione, passatempo, capriccio momentaneo? Per voi cosa è? Come la vivete? Come la gestite in famiglia e con i soldi che, solitamente, scarseggiano? Ave! Quintus
  17. Questa è la solita zuppa riscaldata 30 volte, con l'effige dei una 30 enne regina. Va bene vivere nei ricordi, ma si sono accorti che è "leggermente" invecchiata? Ave! Q.
  18. Marco Aurelio Marco Aurelio Antonino Augusto (in latino Marcus Aurelius Antoninus Augustus; nato a Roma il 26 aprile 121 a.D. e morto a Sirmio il 17 marzo 180 a.D., meglio conosciuto semplicemente come Marco Aurelio, è stato un imperatore, filosofo e scrittore romano. Su indicazione dell'imperatore Adriano, fu adottato nel 138 a.D. dal futuro suocero e zio acquisito Antonino Pio che lo nominò erede al trono imperiale. Nato come Marco Annio Catilio Severo (in latino Marcus Annius Catilius Severus), divenne Marco Annio Vero (in latino Marcus Annius Verus), che era il nome di suo padre, al momento del matrimonio con sua cugina Faustina, figlia di Antonino, e assunse quindi il nome di Marco Aurelio Cesare, figlio dell'Augusto (in latino Marcus Aurelius Caesar Augusti filius) durante l'impero di Antonino stesso. Marco Aurelio fu imperatore dal 161 a.D. sino alla morte, avvenuta per malattia nel 180 a.D. a Sirmio secondo il contemporaneo Tertulliano o presso Vindobona. Fino al 169 a.D. mantenne la co-reggenza dell'impero assieme a Lucio Vero, suo fratello adottivo nonché suo genero, anch'egli adottato da Antonino Pio. Dal 177 a.D., morto Lucio Vero, associò al trono suo figlio Commodo. È considerato dalla storiografia tradizionale come un sovrano illuminato, il quinto dei cosiddetti "buoni imperatori" menzionati da Edward Gibbon. Il suo regno fu tuttavia funestato da conflitti bellici (guerre partiche e marcomanniche), da carestie e pestilenze. Marco Aurelio è ricordato anche come un importante filosofo stoico, autore dei Colloqui con sé stesso (Τὰ εἰς ἑαυτόν nell'originale in greco). Alcuni imperatori successivi utilizzarono il nome "Marco Aurelio" per accreditare un inesistente legame familiare con lui. Valore nominale: Sesterzio Diametro: 30,5 mm Peso: 25,71 gr Dritto: M ANTONINVS AVG - TR P XXVIII , busto laureato drappeggiato e corazzato a destra Rovescio: IMP VI - COS III, Iuppiter seduto a sinistra, tiene una vittoria nella mano destra ed un lungo scettro nella sinistra, S - C in campo Zecca: Roma Anno di coniazione: 174 a.D. Riferimento: RIC.1098, Cohen 252, BMC/RE.1470, SIR.109 Rarità: R1 Commenti? Grazie a tutti. Ave! Q.
  19. Grazie @realino santone, per la segnalazione! Allego qualche immagine e video del tesoretto ed il link al sito dell'Università di Milano interamente dedicato a Calvatone-Bedriacum. Ave! Quintus
  20. Macché Paperone, ho le mani bucate. La prossima settimana attendo une serie delle Maldive e qualche Salomone! Che tradotto in Quintiliota vorrebbe dire? Quali annate particolari ci sono? Comunque i prossimi acquisti (pecunia permettendo) saranno: Tutte banconote che trovo bellissime! Ave! Quintus
  21. Ciao e benvenuto! Per quanto riguarda la tua moneta oserei dire: Clavdivs Gothicvs AE Antoninianus Roma,.269 a.D. D/IMP CLAVDIVS AVG, busto a destra, radiato e corazzato R/LIBERT AVG, Libertas stante a sinistra tiene pileus e scettro verticale RIC V-1, 63 var (scettro); Sears 11349 Ma resto aperto ad altre possibilità visto che capisco poco dalle foto. Ave! Quintus
  22. Oggi ho iniziato a collezionare le banconote delle isole Fær Øer e, come sempre mi sono andato a studiare un pochino della loro storia e a vedere il loro FANTASTICO territorio. Questa è la prima della serie di banconote che vorrei acquistare. Spero di acquistare presto anche le altre della (dispendiosa) serie! :-) Ave! Quinus
  23. Albania.... No. Nigeria... inzomma... no. Hong Kong... troppo monocromo, no! Abbiamo visto di meglio! .-P Ave! Quintus
  24. Inseparabili non credo, io avevo l'anello di un 500 lire senza la parte in ottone! Poi, dirti come hanno fatto non saprei. Ave! Quintus
  25. Beh, non credo che in molti altri abbiano fatto una cosa del generr. Probabilmente il tuo non è originale ma quasi sicuramente unico lo è! Poi, se volevi anche un pezzo di valore, eh, in quel caso mi sa che andiamo male! Ave! Quintus P.S. Spero che la moneta sia almeno carica di bei ricordi, quelli valgono più di qualche soldino!