Kaitanu

User
  • Content Count

    84
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Everything posted by Kaitanu

  1. Un giorno che non mi connetto e mi cacciate un inedito? @@Neapolis è davvero un bellissimo Tornese, complimenti
  2. Non è certo un'inedita ma è una moneta molto rara purtroppo andata invenduta...avete visto il Cavallo di Filippo IV andato invenduto ad Artcoins? 160 Euro di base mi sembra anche un ottimo prezzo...che dite?
  3. Vabbè questo si...io intendevo il rebus di questo esemplare in particolare nei cavalli di Carlo VIII il giglio centrale è sempre posto più in basso..qui è sopra il centro della moneta...poi boh..può essere pure che mi sto impressionando io
  4. Sisi ora ne sono convinto anche io...avevo pensato che fosse la X dei cavalli di Carlo VIII perchè la vedevo incisa diversamente rispetto al resto della moneta...
  5. Il rebus rimane...eccome se rimane...soprattutto per un fatto di cui mi sono accorto ora...quella X se appartenente alla moneta "precedente" non si trova con il giglio..mi spiego meglio. La legenda +XPS VIN XPS RE XPS IMP nei cavalli di Carlo VIII si trova al rovescio mentre i gigli si trovano al dritto...ho qualche dubbio anche sulla posizione del giglio perchè quello centrale di solito si trova più in basso...ci si deve perdere un bel po' di tempo per trovare altri dettagli da associare a qualche tipologia monetaria così da capire su cosa è ribattuta..non credo si tratti di denari angioini o durazzeschi come detto da Fabrizio...giusto per curiosità mi potresti dire peso, diametro ed anche spessore? Devo dire che l'idea di poterla studiare da vicino mi intriga molto
  6. @@Neapolis a me sembra di ricordare di aver letto che si è ipotizzato che nel breve regno di Ferdinando II fossero stati usati proprio i conii dei cavalli di Ferdiando I..quindi anche se c'è una sigla riconducibile a Ferdiando I, la moneta è coniata sopra un Cavallo di Carlo VIII e temporalmente è impossibile visto che Ferdinando I era già morto al tempo del ritorno di Carlo VIII in Francia..non so se mi sono spiegato bene..
  7. Se è ribattuto su un Cavallo di Carlo VIII allora è attribuibile a Ferdinando II d'Aragona i cui Cavalli sono abbastanza rari La X che si vede potrebbe essere anche parte della legenda +XPS VIN XPS RE XPS IMP? Mi sembra impressa in modo diverso rispetto al resto della moneta
  8. @@Neapolis allora hai un'altra moneta da aggiungere al tuo lavoro? ahahah
  9. mmmmm @@Neapolis ne sarei felicissimo...però analizziamo anche altre ipotesi...e se le sigle fossero ribattute?
  10. Ecco perchè non mi trovavo allora...non riuscivo a trovare la sigla IAF se non su quella con la data..
  11. Il primo che hai postato mi sembra essere proprio un P/R 26a..la seconda e la terza dovrebbero essere P/R 32..però quella tipologia non ha la data?
  12. @@Neapolis io ora ci sto facendo caso...la mia non può essere P/R 26a...quella al rovescio non ha la legenda...la vedo più come P/R 24..che dici? Ora mi metto sotto e vedo questi altri
  13. Salve a tutti, oggi desidero mostrarvi queste due monete entrate da poco in collezione...con @@Neapolis ne abbiamo già discusso un po' in separata sede e inoltra so che @@Layer apprezza particolarmente questa tipologia Il primo è un P/R 23, monetina R3 Il Secondo è un P/R 26a però con le sigle poste una sopra l'altra e quindi non GF-GI ma GF/GI Discutiamone un po' e magari inserite anche altre immagini di questo nominale interessantissimo Gaetano
  14. @@Neapolis ho trovato questa che è stata venduta alla NAC 47.. Fonte:mcsearch
  15. Bellissima medaglia, se non sbaglio l'esemplare in questione fu aggiudicato dal nostro amico @Sannio Gaetano
  16. Bene, ora con le foto di entrambi i conii è più facile..la differenza nel giglio che segnalavo nel mio precedente post riguarda il fatto che negli esemplari di Roma la giunzione tra le due punte in basso, quella specie di cerchietto per intenderci, risulta quasi chiusa mentre per quelli di Napoli si nota l'apertura in basso
  17. Ciao, complimenti, discussione molto interessante..Aggiungo che per distinguere i due conii ci sono anche altri fattori. Primo tra tutti, e secondo me anche quello più evidente in assenza di eventuali foto del taglio, è lo sfasamento delle lettere E ed S della scritta TORNESI. Mi spiego meglio, negli esemplari di conio Napoletano la scritta TORNESI è perfettamente allineata alla base delle lettere, mentre nel conio Romano la S è leggermente più scesa rispetto alla E. Purtroppo non ho immagini da inserire ma credo che non sia difficile da capire. Altro dettaglio è il giglio al R/ ma quello non so spiegarlo senza immagini Se qualcuno le ha sarebbe molto utile Gaetano
  18. E' un piacere per me condividere le mie monete, Layer e Neapolis lo sanno bene Gaetano
  19. Certamente...in una futura pubblicazione potrebbe essere segnalata, in nota. Lo sai che gli ultimi volumi non riportano queste varianti .... hai già controllato il CNI ? sicuramente sì, ormai ti conosco ma per precauzione te lo chiedo. Grazie Controllai già a suo tempo, quando mi accorsi della particolarità, per sicurezza ho controllato anche ora e non mi sembra sia menzionata. Controllo ogni sestino che mi passa tra le mani da quando ho notato ciò e non ne ho trovato nessuno simile. Gaetano
  20. Di anche io il mio piccolo contributo Di sicuro non è all'altezza delle bellissime monete che avete postato tutti voi, questa è semplicemente una piccola particolarità che fino ad ora non ho mai riscontrato in nessuna moneta, sia di questa che di altre tipologie..la conservazione è quello che è, o meglio quello che non è perché è quasi completamente liscia, ma nonostante questo la particolarità si vede..si tratta di un comune Sestino coniato durante la reggenza della regina Giovanna per via della giovane età del figlio Carlo, futuro Carlo V..la particolarità sta nel fatto che al Dritto la legenda LETICIA POPULI non inizia ad ore 12 della moneta, ovvero sopra la corona che sormonta la I e la C ma a sinistra della I..ripeto non è niente di che ma per me è abbastanza interessante
  21. La monetazione Siciliana mi è ancora completamente oscura, complimenti per le piccole scoperte :) Gaetano