goerzer

Utente
  • Numero contenuti

    14
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su goerzer

  • Rank
    Utente normale

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione rinascimento/risorgimento
  • Settore
    Monetazione medievale
  • Livello Studio
    Neofita

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Mi manca un po' di documentazione in proposito, ho solo il CNA. Stavo cercando in rete il lavoro di Luschin sui friesacher ma ho trovato solo la prima parte, qualcuno sa dove si può trovare il Numismatische Zeitschrift del 1923, Band 56?
  2. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Non c'era stato un diploma imperiale che inibiva la coniazione di friesacher a autorità diverse dal vescovo di Salisburgo? Che però se non ricordo male era precedente ai denari di Latisana e ai "Liunzalis". Quindi eventuali friesacher goriziani dovrebbero essere precedenti al diploma, o sbaglio?
  3. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Hmm, da approfondire. Di solito si legge "eriacensis" retroverso. Comunque la rosellina mi piace.
  4. Ecco quanto promesso, spero si legga, ho lasciato perdere la parte del catalogo sulle medaglie gorini palmanova.pdf gorini palmanova catalogo.pdf
  5. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Non aver riconosciuto la tabella, ma ormai l'alzheimer imperversa
  6. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Oops, la tavola mi era sfuggita, mi ero concentrato di più sulle monete. Complimenti comunque e mi scuso per la figura meschina.
  7. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    D/ rosa a otto petali entro doppio cerchio perlinato R/ leone rampante, intorno fila di crocette, stelline e cerchietti Ar, diametro 18-20, gr. O,81 - CNA Cf1 P.S. questo è il mio
  8. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Bello lo schema cronologico, da dove è tratto? Sono d'accordo sul fatto che ci sono molte incertezze dal punto di vista temporale e che al momento sembra probabile che la "rosa" di Arlongo fosse precedente, ma ugualmente il dubbio mi resta, ma forse sono un po' troppo di parte goriziana. Per quanto riguarda il numero dei petali, c'ė anche il denaro di Obervellach attribuito ad Alberto.
  9. goerzer

    Presentazione

    Grazie di nuovo a tutti
  10. goerzer

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Molto interessante. Per il denaro con la rosa non posso non pensare a un legame con i conti di Gorizia, considerata l'influenza che i fratelli Mainardo e Alberto avevano sulla vita politica di Trieste in quel periodo e che il vescovo Arlongo di Voitsberg apparteneva, come ha chiarito Štih, ad una famiglia di importanti ministeriali goriziani. Penso che chiunque tra Friuli, Istria e Carinzia alla fine del duecento avrebbe associato il simbolo della rosa su una moneta ai conti di Gorizia.
  11. Ciao, su Palmanova vorrei segnalare il lavoro di Giovanni Gorini nel catalogo della mostra "Palmanova fortezza d'Europa" del 1993 edito da Marsilio. Oggi è giorno dedicato a fare l'albero di natale ma se riesco più tardi scannerizzo e allego. A dopo
  12. goerzer

    Presentazione

    Grazie di cuore a tutti per la calda accoglienza. Adesso mi dedico un po' a "scavare" nel forum, sono a casa influenzato e finalmente ho tempo a disposizione
  13. goerzer

    Presentazione

    Buongiorno a tutti, non sono un grande frequentatore di forum online e, devo ammettere, sono anche piuttosto schivo come collezionista, ma questa volta l'iscrizione mi è sembrata quasi obbligata dopo aver visto un po' delle discussioni, e soprattutto il modo in cui vengono trattate. E poi, sono stato attirato dai post di Andrea Keber e Riccardo Paolucci, di cui condivido la passione per le zecche del Friuli Venezia Giulia, dato che sono un modesto collezionista e un "apprendista studioso" (bella definizione che ho visto scritta da qualche parte nel forum) di monete coniate per Gorizia o legate in qualche modo ai conti di Gorizia, con qualche piccola escursione su Aquileia, Trieste ecc. Spero, oltre che approfittare della vostra esperienza e conoscenza, di poter anche dare ogni tanto qualche piccolo contributo. A presto Ruggero