Layer

User
  • Content Count

    925
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    42

Layer last won the day on October 27 2018

Layer had the most liked content!

6 Followers

About Layer

  • Rank
    Historic user
  • Birthday 06/11/1986

User information

  • Gender
    Maschio
  • Place
    Napoli
  • Name
    Fabrizio Arpaia

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione del Sud Italia
  • Numismatic studies
    Monetazione del Sud Italia
  • Study level
    Studioso autonomo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Vi segnalo questo carlino 1687 di Carlo II apparso all'ultima asta INASTA, mi pare sia la 76. La particolarità di questa moneta è la sua rarità, se ne è parlato diverse volte negli anni passati e ormai ci si era rassegnati alla sua inesistenza (anche perché è da notare che esiste il carlino 1687 con lo stemma). La moneta descritta come C - comune - in diversi cataloghi non è mai apparsa (tra mercato e collezioni private) se non nella collezione reale, la cui foto è quella pubblicata nel manuale di Pietro Magliocca. Chi se l'è combattuta, visto il prezzo fatto, sa di questa sua peculiarità e infatti, per la conservazione, ha fatto una cifra di tutto rispetto. Vedremo la prossima tra quanto tempo uscirà, nel frattempo ci segniamo questo R5 (2 esemplari conosciuti, finora) Foto della casa d'aste
  2. Comunque credo di essere stato uno dei primi a ritirare il testo, ormai è da una settimana già a casa
  3. Ora che ci penso si può mandare una mail ad acm - neacoins (il main sponsor) per comprare una copia
  4. Non ti saprei dire, ma credo che qualche commerciante l'abbia già messo su ebay o sul suo negozio online
  5. È ultimamente uscito il "manuale delle monete di Napoli 1674-1860" di Pietro Magliocca. L'ho ritirato questa settimana e devo dire che è ottimamente strutturato, presenta tutte le varianti fotografate per ogni moneta oltre a indicazione dei prezzi e documentazione. Lo consiglio
  6. Il titolo fu comprato da Carlo D'Angiò da una pretendente al trono di Gerusalemme. Poi è passato ai Lorena e agli Asburgo Lorena, agli Aragonesi e agli Asburgo di Spagna
  7. Confermo, è la versione che conosco io per questo tipo di monete
  8. stavo giusto per citare questo esemplare per rispondere alla domanda "perchè una simile moneta, un grano...quindi un conio di modesto valore venale, è così rara anzi nota in pochissimi esmplari?" di @Piakos evidentemente sono stati riconiati e/o rifusi tutti quelli presenti in zecca
  9. L'ex pannuti è una cosa quasi utopistica per la tipologia, già solo per la mancanza di graffi di conio e per la "I" di fecunditas ben leggibile (di solito è schiacciata)