Lugiannoni

Responsabile scientifico
  • Numero contenuti

    1306
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    116

Lugiannoni è stato il miglior utente nel giorno 9 Ottobre

Lugiannoni ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Su Lugiannoni

  • Rank
    Utente premium
  • Compleanno 20/02/1946

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Piombino
  • Nome
    Luciano Giannoni

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione napoleonica
  • Settore
    Monetazione etrusca
  • Livello Studio
    Studioso autonomo

Donazioni

  • Donazioni
    1 donazione

Visite recenti

10676 visite nel profilo
  1. ELMI E MONETE NELL’ANTICA GRECIA

    Ahimè, gli epigoni non sono mai all'altezza dell'originale!
  2. "Gotha"sarà Lei! Dopo che avrò capito cosa vuol dire, mi riservo di farLe causa!
  3. ELMI E MONETE NELL’ANTICA GRECIA

    Per quanto riguarda invece la battaglia di Pidna, fattore determinante della vittoria romana fu il terreno roccioso ed irregolare che impedì alla falange di sviluppare la sua terrificante massa d'urto. Una volta frammentata, i singoli spezzoni della falange furono facile preda dei legionari, più addestrati al corpo a corpo.
  4. ELMI E MONETE NELL’ANTICA GRECIA

    A proposito della <falcata> o,forse più correttamente <makhaira>, era comunemente utilizzata anche degli etruschi; sei ne possono vedere alcuni esemplari, ben conservati, al museo di Aleria, in Corsica. (Foto tratta dal sito dell'interessante museo "J. Carcopino" di Aleria) Alalia (in greco Ἀλαλίη) era una colonia focea; dopo la battaglia navale di Alalia (attorno al 540 a.C.) i focesi abbandonarono la città, andando a fondare Elea (ben nota all'amico @Menelao). Alalia (poi Aleria per i romani) passò sotto il controllo etrusco, in particolare di Tarquinia e Populonia, divenendone un emporion. La tomba, il cui corredo vediamo nella foto, appartiene appunto alla fase etrusca.
  5. Nuovo staff 2018

    Claudio, per quanto mi riguarda, se lo ritenete opportuno, confermo la disponibilità. Ciao Luciano
  6. Il congresso è terminato con un notevole successo, sia per la qualità degli interventi che per la presenza di un numeroso pubblico costituito da studiosi, appassionati ma sopratutto da un numero consistente di giovani allievi provenienti da varie Università. L'anno prossimo avremo gli Atti, che pubblicheremo su RASSEGNA DI ARCHEOLOGIA. Intanto un paio di foto. Apertura del Convegno: al tavolo l'assessore P.Pellegrini, il Soprintendente A. Muzzi, il prof. M. Torelli, che presiedeva il convegno e F. Ghizzani Marcìa, presidente della Parchi ValdiCornia. Il pubblico Durante la visita alle mura dell'Acropoli di Populonia; da sn. F. Catalli, L. Giannoni, S. Bani ed I. Vecchi Alla fine una meritata pausa: da sn.: sig.ra Catalli, F. Catalli, E. Sorge, A. Maggiani, A. Viesti, H. Maiorana, S. Bani, I.Vecchi, L. Giannoni, A.Galiberti.
  7. comitato liberazione ligure

    Anche se con più di tre anni di ritardo - con la speranza che l'amico @prtgzn ci stia ancora seguendo - gli consiglierei di prendere contatti, se già non l'avesse fatto, con l' Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell'Età contemporanea (ILSREC).
  8. L'ARCANGELO MICHELE NELLA MONETAZIONE

    Lo dici per non pagare il pranzo? Scherzi a parte, ti ringrazio, ma in realtà, e lo dico senza ipocrita falsa modestia, cerco di impegnarmi in alcuni piccoli settori della numismatica, evitando, per quanto possibile, la "tuttologia". Va da sé che i complimenti sinceri degli amici, stuzzicando la piccola vanità che è in ognuno di noi, fanno piacere!
  9. L'ARCANGELO MICHELE NELLA MONETAZIONE

    Battute a parte, confesso di aver una particolare devozione (ebbene sì, sono cattolico) per S. Michele, per ragioni che qui sarebbe fuori luogo dettagliare. Aggiungo solo che ho visitato di persona i tre principali centri della via micaelica, restando sempre colpito dalla bellezza dei luoghi e dalla forte suggestione che emanano. Per quanto riguarda @Piakos, le sue recenti, amichevoli e garbate prese di giro gli costeranno - appena avremo occasione di vederci - almeno un caffè...dopo un buon pranzo, ovviamente!
  10. Sul numero del 1 settembre de Il giornale della Numismatica c'è un mio articoletto sul culto dell'Arcangelo Michele e la sua presenza nella monetazione italiana e non solo. S.Michele.pdf
  11. PANORAMA NUMISMATICO - settembre 2017

    Grazie, ma non esageriamo o potrei montarmi la testa!
  12. Panorama Numismatico nr.332, ottobre 2017 In copertina, Autunno, la stagione dei cataloghi: una rassegna dei prezzari dell’anno prossimo: Nomisma, Unificato, Montenegro e Gigante. Troverete, all’interno, per la monetazione antica: Di Titus Flavius Vespasianus e della sua monetazione nei tre metalli parla approfonditamente Roberto Diegi grazie a numerose e belle riproduzioni di alcuni interessanti esemplari. Per le notizie varie di numismatica: Michele Chimienti e Fabio Pettazzoni tracciano la storia della presenza del più nobile tra i fiori sulle monete, in L’araldica numismatica e il giglio. Per la monetazione medievale e moderna: In un periodo di grave crisi economica, nei domini spagnoli si creò una grande confusione monetaria. Adelaide Mura, con la collaborazione di Riccardo Rossi, ne propongono un esempio in Una moneta inedita: 10 reali di Filippo II battuti sotto Filippo III. Il papato di Pio VII fu particolarmente travagliato a causa dell’esilio cui Napoleone condannò il pontefice fino al 1814. Le emissioni monetarie a suo nome si possono, dunque, dividere in due periodi, anteriore e posteriore il periodo napoleonico. Guglielmo Cassanelli, Michele Chimienti e Giovanni B. Vigna, presentano la prima parte del loro studio che, attraverso documenti d’archivio e un’attenta disamina delle emissioni, analizza le emissioni bolognesi del periodo di Restaurazione, in La monetazione di Pio VII per Bologna. Un ripristino tormentato. Per la cartamoneta: Corrado Marino illustra alcuni esempi di banconote la cui storia si intreccia con quella bellica e post-bellica, in Banconote dal fronte. Le firme di soldati americani e italiani su banconote emesse durante la Seconda guerra mondiale. Per la rubrica Notizie dal mondo numismatico si parla di un insolito pezzo da 1 euro e del Convegno di studi a Populonia su Le monete degli Etruschi.
  13. La moneta in asta da Kuenker è stata battuta a 1.300 €; visto che prima della "ripulitura" tre anni fa era passata in asta a 2.750 $, devo pensare che i collezionisti di monete etrusche abbiano un gusto ed un'attenzione al rispetto storico-filologico della moneta maggiore rispetto ai collezionisti dei patacconi (spesso patacche in senso letterale) meglio noti come sesterzi?
  14. suberato di settimio severo in SPL

    Le monete suberate erano al tempo stesso frode e moneta fiduciaria: fiduciaria perchè veniva accettata e spesa per il suo valore "teorico" ma era anche una frode di Stato nel momento in cui veniva meno la regola, di fiducia, dell'equivalenza tra valore nominale e valore dell'intrinseco.