Lugiannoni

Global Moderator
  • Content Count

    1,868
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    187

Lugiannoni last won the day on November 10

Lugiannoni had the most liked content!

Community Reputation

862 Utente molto apprezzato

About Lugiannoni

  • Rank
    Premium user
  • Birthday 02/20/1946

User information

  • Gender
    Maschio
  • Place
    Piombino
  • Name
    Luciano Giannoni

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione napoleonica
  • Numismatic studies
    Monetazione etrusca
  • Study level
    Studioso autonomo

Donations

  • Donations
    1 donazione

Recent Profile Visitors

13,462 profile views
  1. @Admin si riparte per OMNI 14, scadenza consegna lavori 30 gennaio!
  2. Possiamo fare a metà, così dividiamo l'impegno finanziario e possiamo arrischiare fino a 2.000, ma non un soldo di più!
  3. A conferma di quanto scrive @ilnumismatico, aggiungo che l'altro franco 1805 appartiene alla tipologia che conosciamo nelle successive emissioni; in questo senso, il franco in vendita Genevensis potrebbe a buon diritto essere considerato un unicum, confermando la mia ipotesi che si tratti di una "prova", poi scartata a vantaggio dell'altra, anch'essa una "prova" e quindi anch'essa unica.
  4. Renzo, stai diventando un cinico cantore del FDC? Non solo si tratta di una delle uniche due esistenti ma è un pezzo di storia italiana e napoleonica nonchè di storia numismatica di tutto rispetto. Altro che quei patacconi in oricalco coniati in un milione di esemplari, ampiamente manipolati e taroccati che sono appetibili solo dagli ammerecani!
  5. @Piakos vorresti forse dire che ha mal interpretato il prezzo-base della moneta? E ora?
  6. Nella prossima asta Gadoury https://gadoury.bidinside.com/it/auc/13/monaco-2019-day-2/1/ tra le molte rarità ve ne è una particolare: il franco Lucca e Piombino del 1805. La moneta, di cui conosciamo due esemplari, potremmo forse considerarla una prova, visto che i conii del dritto e del rovescio hanno caratteristiche molto diverse - e aggiungerei peggiori - rispetto a quella che sarà poi la serie conosciuta, con le monete da 5 e 1 franco, e da 5 e 3 centesimi. Partenza dell'asta 20.000,00€.
  7. @Piakos Siamo a Pisa, agli inizi del 1200 e l'immagine sacra è quella della <Madonna di sotto gli organi> del pittore Berlinghieri, immagine cui i pisani erano particolarmente devoti. Dopo pochissimi anni la Zecca si ispira a quella immagine per battere un grosso da 12 denari, che, nella semplicità del segno riprende la dolcezza dell'abbraccio materno. In questo caso, ma non è il solo, la moneta esprime, se si vuole, con ingenua sinteticità e sinteticità la fede della città per quella icona, ma con eleganza compositiva, grazie anche, come dice giustamente Renzo, a una buona centratura e alla calligrafica legenda, senza contare l'elegante semplicità della F (Federico imperatore). L'anonimo incisore non è certo Kimon o Evainetos (ma non lo sono nemmeno la maggior parte degli incisori ellenistici, specie nei rovesci delle monete) ma credo ottenga lo scopo prefisso con un buon risultato estetico.
  8. Plausibile. Complimenti per il bel lavoro di ricerca!
  9. Stavolta non condivido lo scetticismo di @Piakos E' noto che Kimon realizzò solo due conii per il D/ e due per il R/. 1 - Le monete: Paris, Luynes 1227, Berlin, 18205398 e 18205390, e Genevensis sono evidentemente dello stesso conio (direi Tudeer 28) anche se Paris e Berlin ......90 presentano i capelli più levigati dall'usura. 2 - Genevensis e Paris hanno si il nome ARETUSA ribattuto, ma in maniera diversa. 3 - La moneta del medagliere siracusano dovrebbe essere sicuramente Tudeer 29, anche se non riesco a vedere il SO tra i capelli. Le differenze sono ben visibili nella diversa disposizione dei delfini, nel ciuffo di capelli a lato del nastro e nella forma di molti riccioli. Detto questo, ed essendo sicuro dell'autenticità e del miglior stato di conservazione della moneta rispetto alle sorelle conosciute, mi sono deciso e ho fatto l'offerta. Erano 1.500 €, vero?
  10. @Menelao sono estremamente colpito dalla tua ricerca e studio sulle quantità emesse ed espresse attraverso monogrammi. Tuttavia ho una perplessità sulle "parentesi" tipo la moneta 1. Se infatti si suppone che i numeri espressi nel monogramma siano K x P , perchè dobbiamo pensare - anche se potrebbe essere perfettamente logico - che vi sia un sottinteso x1,000?
  11. Aiuterebbe, forse, vedere la moneta per intero....
  12. Evidentemente a uno dei due incisori avevano dato un ritratto sbagliato!