Metello Celere

Utente
  • Numero contenuti

    19
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    1

Metello Celere è stato il miglior utente nel giorno 9 Dicembre 2018

Metello Celere ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Su Metello Celere

  • Rank
    Utente normale

Informazioni Utente

  • Sesso
    Non inserito

Interessi Numismatici

  • Settore
    Nessuno
  • Settore
    Nessuno
  • Livello Studio
    Neofita

Visite recenti

1704 visite nel profilo
  1. Dovete perdonare se la mia icasticità è risultata imperspicua, ma la valutazione delle monete secondo criteri estetici ovvero mediante argomentazioni "metallurgiche" rappresenta, per me, prospettive che non sono seccamente alternative ma necessariamente cooperanti e non automaticamente confliggenti. L'idea che l'analisi oggettiva (il metallo) prevalga sistematicamente su quella asseritamente soggettiva (lo stile) è riduttiva; ovviamente riduttiva è anche la ricostruzione inversa. E' come dire che se una poesia pacificamente attribuibile al Foscolo, se presente (in greco) in un papiro ellenistico ... Sinceramente, invidio le vostre sicurezze. E lo dico senza volontà di contrastare o dileggiare l'opinione di qualcuno. Il senso del mio intervento (quello che voi chiamate post) riguardava soltanto l'inutile profluvio in "latinorum". Parlatene ancora della questione. Vi ascolterò con attenzione. Ma non accapigliatevi. Cordialmente Metello
  2. Non è latino, è romanesco: Fàmo Basta (traduzione: che la questione abbia termine) Cordialità
  3. Dalla lettura del testo, quantomeno la base sembra del solo Giannoni (vedi tutte le correzioni che espungono il nome del Giannoni dal testo ) : "Il valore maggiormente rappresentato (oltre 1000 esemplari per una quarantina di coni diversi), oggetto di questo studio dello studio di Giannoni, è lo statere di argento con la testa di Gorgone, di fattura assai simile alla precedente ma contrassegnato dal valore XX. E allora chissà che proprio le osservazioni statistiche del Giannoni non servano da stimolo per riaprire la discussione! Soprattutto l’aver evidenziato il rapporto statisticamente significativo, pur se non esclusivo e prevalente, come avverte il Giannoni, tra i didrammi con il segno di valore X:X, al diritto, e il rovescio “coniato” ci induce a riflettere sulla prima causa della produzione di moneta da parte della città, una produzione che, come già detto, almeno per questo periodo non doveva trovarsi nella lista delle priorità di una Città-Stato. Ma soprattutto le rilevanze statistiche presentate in questo lavoro dal Giannoni fustigano le nostre effimere certezze consigliandoci di investigare maggiormente sull’organizzazione interna della zecca, evidentemente prendendo in esame tutto il quadro delle emissioni populoniesi, e valutando meglio di quando fatto finora l’alternanza dei conî, soprattutto quelli del rovescio più direttamente sottoposti allo sforzo dell’atto della coniazione e di conseguenza più soggetti a rottura e a sostituzione. Proprio questa ultima considerazione, sembrano suggerire i dati il Giannoni,"
  4. Metello Celere

    Brexit, conseguenze sulla sterlina

    @Admin Non sbagli, anche oggi una ulteriore svalutazione. Vediamo come va a finire: questi potrebbero, davvero, essere costretti ad attaccarsi al tubo del gas tra qualche giorno. Stanno cercando di ritardare la procedura d'uscita; prendono tempo: cercano di spalmare la paura (e i suoi effetti) su una maggiore "superficie temporale" per limitarne gli effetti negativi. A tutto questo aggiungi la sorpresa dell'esito anche per chi era favorevole all'uscita e il marasma politico. Qualcosa mi dice che non leggeremo, come una volta, sui giornali inglesi "Nebbia sulla Manica; il continente è isolato". Saluti
  5. Metello Celere

    Brexit, conseguenze sulla sterlina

    Penso che abbiate invertito il rapporto: 0,8138 sterline per 1 Euro e non 0,8138 Euro per 1 Sterlina. In caso contrario tutti gli inglesi sarebbero attaccati al tubo del gas. Ma non avrebbe alcuna conseguenza in quanto il gas sarebbe stato già staccato.
  6. Ho letto il dossier e, in particolare, il vademecum redatto dai CC. Ci sono degli errori che potrebbero creare dei problemi. Non significa essere più realisti del re: l'accortezza non è mai troppa. Il primo e' di natura semantica: dire che per essere legittimo proprietario e' necessario dimostrare la risalenza del commercio del bene OVVERO averlo ereditato, significa che o dimostro che il bene e' in commercio da prima del 1909 ovvero che è ' stato da me ereditato IERI (ovviamente non è così) Il secondo errore riguarda l'acquisto presso attività' commerciali specializzate. La circostanza preclude che si possa pensare ad un reato per l'acquirente ma non garantisce la restituzione dopo un eventuale sequestro qualora vi siano elementi per pensare che il bene sia dello stato (pensate a un venditore che in buona fede vende ad un acquirente in buona fede una moneta sottratta da un museo). Il terzo concerne l'interesse che il bene riveste, necessario parametro di riferimento totalmente omesso. Non è poi chiarita la differenza tra responsabilità penale e restituzione della moneta che è un aspetto di particolare interesse (sono più le assoluzioni che le restituzioni).
  7. Metello Celere

    Incisioni "stilizzate"

    1) Ringrazio andreakeber per la citazione amplia, articolata e davvero molto interessante. 2) La stilizzazione, che è poi la spersonalizzazione dell'imperatore, lascia intendere l'idea della prevalenza e della tendenziale eternità della funzione rispetto alla persona che nel frangente la svolge (che è poi singolare per un autocrate). Mettello
  8. Metello Celere

    Ilderico: i nummi con Vittoria

    Considerate che si riesce a ricostruire la matricola ABRASA di un arma con facilità con tecniche non distruttive. Sarebbe sufficiente rivolgersi ad un perito di un qualche tribunale e la legenda sarebbe ricostruita con certezza. È vero che la matricola dell'arma e' in incuso e la legenda in rilievo, ma basta lavorare sulla porzione a latere della legenda. Se le fotografie non fossero risolutive lo sarebbe certamente la perizia.
  9. Metello Celere

    Ilderico: i nummi con Vittoria

    Le persone colleriche mi sono simpatiche quando io non sono l'oggetto della loro collera. Non posso, non devo e non voglio giudicare sui comportamenti tenuti. Il vero problema è che lo scopo ultimo del dialogo è quello di persuadere (non tanto quello di convincere) ed il persuadere vuol dire trarre dalla propria parte l'antagonista con argomenti, prove, ma anche con del buon garbo. E sicuramente non si trae dalla propria parte qualcuno bisticciando. Si stava arrivando al calor bianco. Anche a me dispiace che la discussione si sia interrotta, però mi sarebbe dispiaciuto ancora di più vedere due esperti (e non mi importa sapere se la colpa fosse di questo e di quell'altro) giungere fino ad una rissa verbale. Si trattava di decidere se questo forum fosse un'arena o un posto deputato allo scambio di opinioni.
  10. Metello Celere

    le masse monetarie circolanti

    Ti devo ringraziare per il "coefficiente gini" che non conoscevo. Continua il tuo ragionamento, mi intriga molto
  11. Metello Celere

    le masse monetarie circolanti

    Non volevo criticarti. La notizia è interessante. Ulteriore corollario è che nel 1460 il reddito medio ammontava a 25 grammi di oro a testa all'anno. Ovviamente la statistica è la statistica (vedi la storia del pollo di trilussa).
  12. Metello Celere

    le masse monetarie circolanti

    Hai diviso la ricchezza prodotta per il valore circolante e così hai ottenuto la velocità ? Questo significa che una decina di grammi d'oro (statisticamente) cambiavano padrone 2,5 volte all"anno ?
  13. Metello Celere

    BANCONOTA DA EURO 10 FALSA

    Intendo quale stato abbia i falsi ( banconote e monete ) più numerosi circolanti in Italia . Grazie
  14. Metello Celere

    BANCONOTA DA EURO 10 FALSA

    Come non detto: ho trovato il post di elledi. Grazie