lorenzo

Moderator Section
  • Content Count

    724
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    58

lorenzo last won the day on September 11 2018

lorenzo had the most liked content!

3 Followers

About lorenzo

  • Rank
    Historic user

User information

  • Gender
    Maschio / Male

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione medievale / Medieval Coinage
  • Numismatic studies
    Monetazione greca antica / Ancient Greek Coinage
  • Study level
    Studioso autonomo / self-taught

Recent Profile Visitors

5,682 profile views
  1. Beh! qualcosa sugli ippocampi lo avevo già letto, come pure avevo letto (e visto) le tre dracme con le onde sotto l'ippocampo, ma che ci fossero pure le litre non oserei neppure dirlo. La domanda è sempre la stessa: qualcuno è a conoscenza dell'esistenza di questa emissione di Siracusa? Io non ne ho avuto notizia fin qui e vedere un esemplare così chiaro qualcosa mi ha spinto a porre un interrogativo.
  2. Beh! lo scoop è solo una cosa ipotetica, una ironia. Un fatto è certo: non ho mai visto, oltre le due sole di cui ho fatto cenno, litre con l'ippocampo e le onde, perchè le onde sono lì bene in vista e se altri esemplari non le hanno è perchè non le hanno mai avute o sono restate fuori del tondello. La domanda, invece, è questa: esistono o no queste litre?
  3. Siracura: una litra particolare Guardate questo bronzo, non sembra anche a voi che l’ippocampo abbia le onde sotto di sè simili ai tre esemplari di dracma anche questi di Siracusa? In un non troppo lontano passato avevo già visto una moneta simile, ma non avevo dato peso alla cosa, in quanto, ho ritenuto all’epoca che una litra con ippocampo e onde fosse stata una mia fantasia. Adesso è uscita questa litra dalle aste di Bertolami Fine Arts: lotto 262 dell’asta E-LIVE AUCTION 64, così descritta: “Sicily, Syracuse, c. 375-344 BC. Æ Hemilitron (18mm, 7.27g, 9h). Head of Athena l., wearing Corinthian helmet. R/ Hippocamp l. CNS II, 41; SNG ANS 434-46; HGC 2, 1456. Green patina, near EF” e il mio interesse si è riacceso per qualcosa che potrebbe ritornare ad essere una mia fantasia. Vi chiedo e mi chiedo: ma può essere uno scoop o questa è una moneta normale?
  4. Beh! la Numismatica predilige analisi attinenti al dato di fatto: se prendiamo in considerazione la legenda CAMPPDPIbA ho qualche difficoltà ad applicarla alla immagine della moneta in esame. Secondo me e non solo secondo me la legenda che si dispiega sul tondello è +° CAMPI -b/M sono fuse - PIb - A/I sono fuse °. Sarà utile anche questo aspetto della Numismatica?
  5. ....... allora è il caso che tu veda questa immagine poi fammi sapere che te ne pare. C'è un altro modo per convincermi: fai anche tu una grafica sulla tua immagine e poi mettiamo i due esempi a confronto. A presto
  6. Ti ringrazio dell'immagine anche se non è il massimo, ma qualcosa ne è venuto fuori lo stesso e per leggere quanto e come vi è impresso la possiamo vedere sia al positivo che al negativo e sarà chiaro che non si tratta di un inedito ma sicuramente di una doppia battitura del tondello con l'impressione di quello che poteva venire. Non sembra anche a te più chiara la questione, adesso?
  7. devo aggiungere che le tue immagini sarebbero sempre meglio di quelle prese dall'alto sito.
  8. ... per caso ce l'hai tu? Se si, sarà molto facile vedere le immagini fotografate da te e poi poterle analizzare.
  9. Salve, segnalo questo sito https://www.lamoneta.it/topic/169887-denaro-tornese-di-campobasso-r3/?tab=comments#comment-1910262 dove la questione qui rappresentata è allo stesso modo esposta. Lo studioso che ha dimostrato come non sia attendibile questa interpretazione della legenda CAMPIbASSI per il momento non è ancora noto, ma le sue osservazioni trovano un puntuale riscontro in quello che afferma.
  10. Benvenuto, Crociato. Spero di esserti utile e tu a me.

  11. Ora, vorrei proporre alcune imitazioni del gigliato napoletano. Ve ne sono state altre, ma le difficoltà di reperirle in internet non sono poche. https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=1580&lot=1617 France, Avignon, Eugenius IV (1431-47), Carlin, 1.97g, evgenivs pp. cartvs., Pope enthroned, holding cross, rev. + :santvs: petrvs: et: paulvs:, keys crossed, shield above (Berman 319; P.d'A 4246; Munt 27), good very fine. “Papa Eugenio IV Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Eugenio IV, nato Gabriele Condulmer (in latino: Eugenius IV; Venezia, 11 gennaio 1383 – Roma, 23 febbraio 1447), è stato il 207º papa della Chiesa cattolica dal 1431 alla morte. Apparteneva ai Canonici regolari di San Giorgio in Alga.” https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=1580&lot=1633 France, Orange, Raymond IV (1340-93), Carlin, 1.81g, .r princ eps. avra, Prince enthroned facing, rev. mon-et. ci-vitas-avra, cross with cornet in each quarter (B. 986; P.d'A 4514), very fine. Il principato di Orange Nell'undicesimo e dodicesimo secolo la città di Orange ed i suoi dintorni erano governati dai discendenti di un certo William IV Bertrand. Si autonominarono conti di Orange, ma anche principi perchè si riferivano ad una diretta subordinazione al re di Borgogna. I conti di Orange hanno aderito anche al titolo di principe dopo aver pagato un omaggio al conte di Provenza per una parte del loro territorio. In ogni caso, dopo la riorganizzazione della classe dei principi imperiali nel 1180, non sono stati principi imperiali. Nel 1146 il principato fu diviso tra i fratelli William Adhemar e Rambaud. Il nipote di William Adhemar lasciò la sua parte nel 1218 all'Ordine di San Giovanni di Jeruzalem che vi governò fino al 1307. La parte di Rambaud venne dal matrimonio nel 1173 con la Casa di Baux. Dopo la morte di Guglielmo I nel 1218 fu divisa tra i suoi figli Guglielmo II e Raimondo II. Dopo la morte di Guglielmo III nel 1256 le parti furono nuovamente riunite. In attesa del trattato tra Raimondo II e Guglielmo III del 1256 vi sono i sigilli dello zio e di suo nipote. In campo c'è una tromba, la bandoliera che racchiude una stella a otto punte. Il corno di tromba era sui sigilli dei successivi sovrani di Orange, riuniti dopo un trattato tra Carlo d'Angiò, il successore dei Cavalieri di San Giovanni e Bertrando IV nel 1308. I colori esatti sono noti dal regno di Raimondo IV ( 1340-'93) quando è raffigurato nelle armature di Belklenville e Gelre. https://it.wikipedia.org/wiki/Gigliato#/media/File:Knights_of_Rhodes_AR_Gigliato_2000364.jpg Crusaders, Knights of Rhodes (Knights Hospitallers). John-Ferdinand of Heredia. 1377-1396. AR Gigliato (29mm, 3.90 g, 12h). John-Ferdinand kneeling left before cross potent; to right, castle above G Cross fleurée. Metcalf, Crusades 1214-5 var. (symbols); CCS 2525h. VF, flat strike on periphery. Juan Fernández de Heredia (in aragonese Johan Ferrández d'Heredia ( circa 1310 - 1396) fu il Gran Maestro dell'Ordine Ospedaliero dal 24 settembre 1377 alla sua morte. Il suo impegno fu occupato dalla "questione di Acaia" con il persistente ma infruttuoso sforzo da parte dei Cavalieri per acquisire il Principato di Acaia nel sud della Grecia. Fu anche un grande mecenate della traduzione e composizione di opere storiografiche in lingua aragonese e consigliere di due re d'Aragona.
  12. Anche io non le conoscevo, poi è venuto a trovarmi un amico è mi ha portato un vegetale sconosciuto a forma di palla. Ho cercato ed ho trovato il nome ed anche come vanno coltivate le tillandsie. Poi, ho imparato ed oggi ne ho alcuni esemplari molto belli. Ti faccio solo un esempio, ma ne posso fare altri La tengo con altre sul balcone appoggiate a un graticcio di legno. Noterai dei piccoli frutti rossi: è un peperoncino nato spontaneamente e chissà da dove viene. Ora so che si chiama peperoncino arlecchino ed è uno spettacolo. A me poi piace pure il piccante! A presto: federico
  13. Ciao, Giuseppe, ho letto invece con interesse, molto interesse quello che hai scritto. Qui si comincia a intravvedere un pericolo per me: non posso sbagliare più e se da una parte è un bene, dall'altra mi costringe ad essere esatto in quello che dico, sempre supponendo che le fonti siano state a loro volta anch'esse esatte. Che tu fossi curioso lo si capisce, ma bambino poi non lo avrei detto. Completati gli studi, compresa la laurea potresti essere sulla trentina, ma se ho sbagliato non mi correggere, per favore, lasciami questa illusione. Io ho qualche primavera in più e questo pure al forum l'ho detto. Non ho detto il numero di telefono perchè non uso più il telefonino da tanto tempo, ma il computer è il mio pane quotidiano. Praticamente, ci faccio tutto o quasi. soprattutto le ricerche, quelle che ti colpiscono tanto. Occhio, che se colpiscono come una volta mi ha colpito un libro, potrebbero fare male. Bene, è stato un piacere leggerti. Ti auguro una belleissima serata in quella stupenda isola dove vivi, piena di sole, di luci e qualcuno ha pure un balcone pieno di tillandsie. Conosci? Ne ho di bellissime e siccome le curo come fossero un figlio, crescono a meraviglia specie le xerografiche o le streptofille, ma anche le altre non scherzano quanto a bellezza. Quest'anno molte sono fiorite. alcune con dei fiorellini molto piccoli, altre sono più vistose. Tutte belle lo stesso. Ciao e a presto, se vuoi: federico
  14. " Lorenzo nel Nick e Federico di nome" Lorenzo perchè mi piace e l'ho scelto io, Federico lo hanno scelto i miei genitori, ma alla fine mi piace lo stesso . Comunque non era un mistero per nessuno o quasi nel forum di questa mia doppia personalità. A Volte è bello anche essere un pò faceti, un pò pazzerelli ed io lo so fare bene. Ma veniamo alle cose serie, quelle che fanno bene alla mente. Sapere perchè di volta in volta i termini di paragone tra un metallo ed un altro è un fatto che per saperle tutte bisogna essere laureato. No dai, non è così: credo che le equivalenze venissero stabilite di volta in volta. Noi abbiamo la fortuna di trovarle già bell'e fatte. Noto una cosa: il tuo profondo senso critico e la tua volontà di imparare, di capire. Pure con le romane fai così? Per me quello è un mondo a sè stante e ancora non ha una presa sulla mia volontà di imparare. Una domanda: più che una curiosità per te cosa rappresentano le equivalenze? Ai fini pratici non sono più di una notazione e servono a far salire o calare il valore di una moneta.
  15. Grazie, la mia voleva essere una battuta simpatica comunque grazie per il voto lusinghiero: Buona giornata da federico, che sarei io