ggpp

Utente
  • Numero contenuti

    400
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    18

ggpp è stato il miglior utente nel giorno 19 Aprile

ggpp ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

4 Seguaci

Su ggpp

  • Rank
    Utente super
  • Compleanno 17/10/1996

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Messina

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione romana antica
  • Settore
    Monetazione del Sud Italia
  • Livello Studio
    Neofita

Visite recenti

6485 visite nel profilo
  1. ggpp

    La psicologia nella numismatica

    E qui ti chiedo, quello che sta per parlare è il mio lato numismatico o quello da accumulatore? Sono fermamente convinto che con solo una moneta, per quanto importante, per quanto appariscente, per quanto di valore, per quanto bella, non mi sentirei appagato ne soddisfatto. Okay, possiedo (esempio) un aureo di bruto per il quale ho dato via tutta la mia collezione. Uno scambio N (dove n tendente a tante) per 1. Vale più di tutta la mia collezione? Decisamente. Ma a vederlo da solo sul vassoio, in uno scaffale, in cassaforte, dove volete... non mi sentirei ne realizzato come collezionista ne come numismatico. A prescindere da suo valore, anche numismatico e sopratutto storico [dimenticandoci che è dubbia l'autenticità dei pezzi (o del pezzo?) esistenti]. Invero, e qui mi considererete mezzo folle, reputo anche poco da "numismatico" il chiudere la propria collezione in qualche cassetta di sicurezza in banca o dovunque si voglia perché il numismatico studia e, come avete ben ribbadito, senza il tondello in mano è cosa diversa [ehi, sono il primo che studia le monete con le foto dato che le mie finanze sono abbastanza ristrette] e, credo, sia una pratica più da "investitore". Capisco e comprendo la necessità, in caso di collezioni di prestigio, di assicurarle in qualche modo e forse è quello migliore... mi rendo conto che in questo caso parla la mia gelosia nei confronti delle mie cose. @danieles1981 hai fatto una bellissima sintesi della cosa che ho tanto ammirato ed apprezzato. Sono stato fortunato ma facile non è resistere alle tentazioni (a maggior ragione se sono pezzi che ti mancano [e non parlo di rarità esclusive, anzi], anche se sai che non ti piacciono e non li vedresti bene in mezzo alla collezione). Sabato ho preferito tornare a casa con un libro più che una moneta... alla prima occasione vi farò chiari riferimenti Riguardo il senso di relax dato dallo "shopping", ne ero ben consapevole. Ma a questo punto mi chiedo: cos'è rilassante? Uscire il grano? Tornare a casa con "qualcosa" tra le mani? E se quest'ultima domanda è vera allora siamo tutti, chi più chi meno, degli accumulatori?
  2. ggpp

    La psicologia nella numismatica

    In questo periodo stavo pensando a quanto il fattore psicologico influisca sugli acquisti dei collezionisti. La differenza tra collezionista ed accumulatore diventa labile e ritengo che alle volte e lo stato mentale possa fare la differenza. Recentemente ho iniziato a sistemare la mia collezione togliendo i pezzi che non mi soddisfano più (alcuni non l'avevano mai fatto) in seguito alla decisione di avere solo monete che mi piacciono veramente e che mi soddisfino. Eppure sabato mentre ero da un commerciante c'era un 10 grana che mi aveva tentato, ci avevo seriamente pensato, però ad un certo punto mi sono bloccato dicendomi "questo è proprio quel tipo di moneta che per stato e patina non ti soddisfa, la toglieresti presto e rischieresti pure di perderci" quindi mi sono, per così dire, fermato in tempo. Che fosse un istinto da "accumulatore"? Lo stato mentale avrà influito? Nell'ultimo periodo non me la sono passata molto bene ne a lavoro ne a casa e ho avuto anche problemi di salute al ché ho pensato che magari il non essere nel migliore degli stati mentali potesse spingere nella direzione dell'acquisto, d'altronde si dice che le persone felici non spendono (ma credo ci vorrebbe il condizionale). Quindi da qui, portando i miei esempi, le domande: secondo voi lo stato mentale di qualcuno può influire con acquisti più o meno azzardati o con eccessive offerte in un asta? Può spingere ad acquisti incauti? Il numismatico ha anche un istinto da accumulatore o le due cose sono distinte e separate? Con questi pensieri notturni vi do la buonanotte. E dato che è tardi mi si perdoni se ho scritto in maniera non troppo limpida
  3. ggpp

    Paradosso del compleanno

    Ciao Daniele, ti ringrazio
  4. ggpp

    Kamarina: usura o bulino?

    Non saprei... credo dipenda molto dalla mano dell' "incisore" e dalla sua "bravura" o comunque dalla mancata sistemazione dovuta agli altri livelli di "lavorazione" del tondello. Mi rimase impressa questa moneta (la vidi di persona) ex Bolaffi (E-Auction 19)
  5. ggpp

    Asta Pirrone Senza Riserva [E-1]

    Ho visto qualche pezzo che si sta già avvicinando al suo valore di mercato mentre il marengo di Umbertone sta a 155 e credo sia arrivato, dite salirà ancora? Spero che Mr. Pirrone riesca presto ad impostare aste più corpose e perché no? che abbiano più pezzi attinenti ai miei settori!
  6. Vi segnalo una piccola asta online presentata da un ragazzo messinese che da qualche anno ha iniziato a muoversi nel mondo della numismatica [e secondo me anche parecchio bene] aprendo la sua attività col nome di Numismatica Pirrone. Tutti i pezzi partono da 1€. Tra i pezzi figura, secondo me in maniera suicida, un marengo e diversi argenti del regno. Parecchie le estere. In genere quelle senza riserva presentano moltissima roba, per così dire, da cestinare. Non mi sembra questo sia il caso. Link all'asta
  7. ggpp

    Kamarina: usura o bulino?

    Per questi motivi? Temo parecchio per il divenire della numismatica...
  8. ggpp

    Le cartine sulle monete

    @Lugiannoni grazie davvero per l'importante ed interessante contributo, mi permetto di chiederti ancora una cosa (ma la domanda vale per tutti gli utenti che vogliano rispondere). Potresti suggerirmi qualche testo per approfondire il periodo sia dal livello storico che numismatico?
  9. Io ho atteso, scrutato, letto ed osservato. Ed ho fatto bene a non esprimere subito la mia, devo imparare a contenere l'entusiamo: i bei rilievi ed il colore della moneta mi hanno affascinato subito non facendomi notare tutti i difettuci qui presentati. Una cosa che manca al ragazzetto che si cela dietro il nome "ggpp" è la pazienza, che spesso si fa sopraffare dall'entusiasmo. Ho ancora tanto da imparare e spero vogliate darmi una mano, col tempo. @Neapolis riporti com'è stata presentata all'asta (FDC) ma se non ho afferrato male non concordi con la conservazione attribuitagli. Andresti di qFDC? Non mi sembra debba meritare meno anche se per la perfezione assoluta manca qualcosa, ed i graffi sul collo seppur non deturpanti ci sono.
  10. ggpp

    Kamarina: usura o bulino?

    @Piakos anche io sono concorde per la sistematina, alcuni punti sono molto sospetti e guardando bene puzzano di "toccatina" però mi trovo concorde anche con @carnesala, secondo me è parecchio ingannevole (forse le foto daranno un mano a questa sensazione) ma sono convinto possa ingannare non poca gente e, ti dirò, se l'amico carnesala non avesse insinuato il germe del dubbio non avrei scrutato con attenzione lasciandomi gabbare anch'io
  11. ggpp

    Le cartine sulle monete

    Innanzitutto grazie per la spiegazione molto chiara, era quello che cercavo, un approfondimento maggiore del rovescio di questa interessante moneta. Per quanto riguarda la leggenda a me fa comunque storcere il naso la parola "vinsi"... Carlo II diventa re giovanissimo e per eredità e non per conquista, mi viene in mente solo la guerra nelle fiandre in questo momento (e lui era ancora bambino)... Si riferisce a qualche evento particolare? Ti va di dirci la tua anche sul ducato "unus non sufficit"?
  12. ggpp

    Denario Alessandro Severo

    Ultimamente si è parlato in questi lidi delle donne della dinastia dei Severi e delle loro politiche sottili ed indirette per tenere il portere e fallo arrivare a chi facesse loro comodo. Le varie Giulie portarno quindi al trono Alessandro Severo. Nato come Bassiano Alessiano il primo Ottobre del 208 d.C. e figlio di Giulia Mamea, raggiunse il trono a seguito dell'uccisione del cugino Eliogabalo. Quest'ultimo si era alienato l'approvazione del popolo sia per le sue promiscuità sia per la sua eccentricità (sposò difatti una vergine vestale che, in quanto sacerdotessa di Vesta, doveva restare vergine fino alla fine del servizio come sacerdotessa). Accortesi di ciò Giulisa Mesa e Giulia Mamea decisero di avvicinare alla figura imperiale il cugino Alessandro che divenne figlio adottivo del cugino. La madre riuscì ad impartirgli un'educazione di stampo greco-romano nonostante l'imperatore volesse farne un sacerdote di El-Gabal. Man mano che Eliogabalo perdeva l'approvazione ed il consenso del popolo lo guadagnava il cugino, anche tramite donativi al popolo, accortosì di ciò provò prima a danneggiarne l'immagine ed in seguito anche a toglierlo di mezzo ma fallendo in tutti i tentativi decise di togliergli il titolo di Cesare e di negarlo alla vita pubblica causando l'insurrezione dei pretoriani. In un secondo momento fece trapelare informazioni riguardo una malattia che avesse solpito il cugino, i pretoriani insorsero di nuovo e una volta che Eliogabalo si mostrò in pubblico con Alessandro acclamarono il secondo come imperatore e stanchi dell'imperatore si ammutinarono e l'uccisero. Le donne della dinastina severiana, quindi, avevano letteralmente in mano il potere di far salire sul trono chi compiacesse di più alle loro aspettative ma con Alessandro fecero un errore di calcolo: mancava dell'approvazione dell'esercito e della piena fiducia in lui e durante una campagna militare in germania, mentre trattava gli accordi di pace con i germanici, venne ucciso dall'esercito che acclamò come nuovo imperatore Massimino il Trace, generale di tutt'altro stampo e dalle grandissime capacità militari. Wikipedia gli attribuisce la frase "Non fare agli altri ciò che non vuoi fatto a te". Mi sembra una frase fin troppo generica per poter dire con certezza che a lui appartenga ma volevo inserirla per il significato di questa. Passiamo adesso alla moneta, si tratta di un denario. Al rovescio troviamo Giove con in piedi con scettro e saetta, leggenda PM TRP COS PP. Lo stessa iconografica del rovescio è presente con la leggenda IOVI CONSERVATORI e sono presenti aurei con lo stesso conio del denario in questione. Approfondendo ho notato che la coniazione si attesta tra il 221 ed il 222 d.C. quindi a cavallo tra Alessandro Cesare sotto Eliogabalo e Alessandro Imperatore. La qui presente è del secondo periodo e porta al dritto la leggenda IMP C M AVR SEV ALEXAND AVG.
  13. ggpp

    Le cartine sulle monete

    @zeccadibronzo questa secondo me è tra le più belle, la raffigurazione è molto suggestiva e... Nella fascia dei segni zodiacali c'è anche il mio
  14. Innanzi tutto ringrazio entrambi per i pareri, e vediamo se si fa avanti qualcun'altro @carledo49 in realtà sono sempre stato combattuto tra antiche e siciliane. Quindi ho deciso di portare avanti entrambe Non riesco a non rimanere catturato dal fascino di entrambe
  15. ggpp

    Le cartine sulle monete

    @Lugiannoni però... È un'idea stimolante e non fa che accrescere quel sentimento di stima e vicinanza riguardo l'impero. @danieles1981 qua siamo su un altro livello, una panoramica della città. Tempo fa alla NAC vidi questa... Un 20 ducati in oro da 67 grammi... Se non dico fesserie (probabilmente ricordo male) stava sul mezzo milione. Anche se qua spaziamo dalle cartine geografiche ai panorami. Non che la cosa mi dispiaccia Per quanto riguarda la moneta da me postata in apertura il Majorca interpretata il "his vici et regno" del rovescio come "con l'industria e la giustizia vinsi e regno"... Secondo voi è un interpretazione vicina al vero o una visione romantica della stessa?