Giuseppe Gugliandolo

Moderator Section
  • Content Count

    1,109
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    52

Giuseppe Gugliandolo last won the day on September 17

Giuseppe Gugliandolo had the most liked content!

Community Reputation

298 Utente molto apprezzato

4 Followers

About Giuseppe Gugliandolo

  • Rank
    Premium user
  • Birthday 10/17/1996

User information

  • Gender
    Maschio
  • Place
    Messina

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Nessuno
  • Numismatic studies
    Monetazione del Sud Italia
  • Study level
    Neofita
  • Moderatore della sezione
    Monetazione Sud Italia

Recent Profile Visitors

8,622 profile views
  1. Se guardo cosa mi sono perso nelle aste di una decina di anni fa mi viene da piangere... alle volte oggi la stesa moneta riappare da nomisma. A 3 volte quella cifra, però... @DeAritio in genere le e-live hanno poche novità o monete particolari, se fai una cernita dei lotti spesso ci sono invenduti di vecchie aste che, nelle e-live, presenziano (ogni volta con base minore) finché non vanno via. Nelle ultimissime e-live però qualche lotto più simpatico e qualche bella novità l'hanno inserita.
  2. Allora mi permetto di ringraziare entrambi per condividere con noi monete di questa importanza
  3. Ciao Realino, ultimamente ci delizi con bombe atomiche Devo dire che pensavo facessi principalmente Napoli prima di vedere queste due chicche sicule. Che periodo approfondisci principalmente per le monete sicule?
  4. C'è da dire anche che il livello degli articoli della RIN è abbastanza elevato...
  5. Benvenuto! È sempre un piacere vedere che ci sono nuovi ragazzi preparati sul forum Non conoscevo il libro, ti faccio i miei complimenti! Appena ho modo mi dedicherò alla lettura
  6. Ho notato che nelle vecchie aste erano più "severi" con le conservazioni
  7. Attualmente su Nomisma è presente una doppia oncia di Carlo di Borbone del 1752 sigle A-O [uno dei due esemplari conosciuti, questo in particolare ex collezione filippo patti, circa 5000 di aggiudicazione comprensivi di diritti]. Intorno al 2010-2012, non ricordo bene, Nomisma ha proposto l'altro esemplare noto a 10.000 + diritti, risultato invenduto. L'esemplare della NAC 57 [coll. Filippo Patti, un pelino meno bello dell'altro] risulta proposto a 12.000... ma in base a quale mercato sarebbe dovuta salire così tanto la quotazione di una moneta andata una volta a 5000 ed una volta invenduta al doppio?
  8. Beh, noi ci vediamo un po' prima Io, @Spoudaios, ed altri 2 ragazzi del circolo numismatico romano-laziale andremo tutti insieme.
  9. Mamma mia... moneta mostruosa, incredibile! Complimenti Santone, davvero! Ti ringrazio per aver condiviso con noi una moneta che difficilmente avremmo avuto modo di vedere. Interessante la leggenda "IMPERATR" senza la O, è normale?
  10. Per quanto concerne le monete meridionali la ricerca di queste piccole differenze e curiosità (perché alcune il titolo di variante non lo meritano neanche) sta venendo fuori adesso e non ti nego che mi turba un po' l'idea che possano rivalutarsi monete per motivazioni futili che io ci terrei ad avere più per un concetto di maniacalità in ambito collezionistico. Per dirne una, ho visto qualcuno definire inedita una moneta che, leggendo lo spahr, è bella che censita
  11. La domanda che mi pongo, queste varianti quanto sono realmente "importanti"? Ora, facendo preunitarie sicule sapete bene che ci si attacca molto spesso al puntino in più, al puntino più in alto di 1mm, ed altre piccolezze, a mio avviso, insignificanti. Cosa intendo per "insignificante" per queste varianti: le reputo curiosità, magari anche interessanti e che io, personalmente, metto anche in collezione solo che reputo la differenza economica, per particolarità del genere, non errata ma anti-etica verso chi compra essendo, molte di queste, così di poco conto che forse pure il termine "variante" è più di quanto meritino. Facessi regno d'italia queste varianti di 5 lire le cercherei tutte per curiosità mia ma doverle pagare di più per, che so, la R 2mm più a sinistra, non mi entusiasmerebbe. Secondo me bisognerebbe dare il giusto peso alle varianti ed in casi del genere reputo non si debba guardare alla rarità della variante in se ma a quella della moneta originaria [5 lire 1778 zecca di Roma]. Riguardo invece la variante di cui ho citato il messaggio, da ignorante in monete di Regno, chiedo: è davvero così "importante" ed "interessante"?
  12. L'idea però aveva il sentore di illegalità in quanto sarebbe stato quasi come introdurre una nuova moneta accanto all'euro, cosa che non sarebbe stata ben vista a livello europeo...
  13. Era mia intenzione venire ma a causa di vari impegni, non sarà questo il mio primo veronafil