andreakeber

Utente
  • Numero contenuti

    514
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    31

andreakeber è stato il miglior utente nel giorno 7 Dicembre 2018

andreakeber ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

3 Seguaci

Su andreakeber

  • Rank
    Utente super
  • Compleanno 03/07/1972

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio / Male
  • Località
    Trieste

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione medievale / Medieval Coinage
  • Settore
    Monetazione bizantina / Byzantine Coinage
  • Livello Studio
    Studioso autonomo / self-taught

Donazioni

  • Donazioni
    2 donazioni

Visite recenti

4032 visite nel profilo
  1. andreakeber

    2 CHICCHE PER GLI AMANTI DEL...GIALLO

    magari evidenziando l'abito, i capelli, il diversio punzone di alcune lettere....Studierò anche medievali , e qualcuno afferma che dico baggianate, ma ci vedo ancora abbastanza bene e capisco cosa osservare e mi reputo bravino a trovare le differenze (io mi diverto con le monete, qualcuno con le vignette della sett. enigmistica)
  2. andreakeber

    2 CHICCHE PER GLI AMANTI DEL...GIALLO

    Sei sicuro? e a questo punto diciamocela tutta: quello che tu dichiari "certificato" non è altro che una serie di "cartoline" con diverse rappresentazioni e descrizioni di monete (bizantine, medievali, rinascimentali, romane greche, moderne... [se non erro la serie era di circa 15-20 cartoline]) fatte stampare dal buon Giulio (fino a qualche anno fa ne aveva ancora pacchi entrando nella sua biblioteca in corridoio per terra sulla sx e le regalava a chi voleva! Riccardo...per cortesia!
  3. andreakeber

    2 CHICCHE PER GLI AMANTI DEL...GIALLO

    ma... l'immagine della moneta NON coincide con l'immagine del "certificato"
  4. andreakeber

    CORPUS NUMMORUM FORUM JULII

    periodo di riferimento?
  5. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Online non c'è, così come il lavoro del Baumgatner
  6. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    ed infatti “moneta non habebant” descrive la situazione alla morte del Patriarca ULRICO ovvero 1182
  7. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    e quella con ostensorio
  8. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Un interessante discorso sulla rosa potrebbe essere quello dei pfennig ora attribuiti a Villach.... Queste evidenziate, che la letteratura numismatica attribuisce a Villach? Ma che in teoria potrebbero essere emissioni comitali, quelle per cui nel carteggio notarile del 1202 [de Rubeis Monumenta Ecclesiae Aquilejensis 1740; manoscritto 899 documento 9 biblioteca di Udine] documento che descrive la situazione alla morte del Patriarca ULRICO ovvero 1182, vi si legge che i conti di Gorizia, Mainardo ed Engelberto pur godendo di numerosi diritti “moneta non habebant” ovvero moneta non avevano. Per come venne redatto questo arbitrato si evince che Pellegrino II nel 1202 volle rimarcare i diritti e doveri dei conti quali avvocati del Patriarca probabilmente perchè vi furono delle usurpazioni, che si possono presupporre anche in ambito monetale. Nella monete della zecca di Villach si vede chiaramente il vescovo che tiene in mano una spada (in alcuni casi due) e nell'altra un piccolo oggetto rotondo che ha una forma floreale. L'oggetto rotondo che il vescovo regge nella sua mano a prima vista si può confondere con un fiore ma in realtà si tratta di un ostensorio ma alcuni...
  9. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Se ti consola: non sei l'unico, io ad esempio...
  10. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Quale figura meschina?
  11. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Come emissione siamo un poco più in là, infatti l'uso della zecca di Obervellach va dal "nostro" Alberto (dal 1275) sino alla minor età di Giovanni Enrico (al 1323), l'uso esclusivo è dal 1307.
  12. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Schema cronologico:
  13. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Nelle immagini: MAINARDO IV & ALBERTO I (II) 1258-1271 Denaro D/ + DELVNZE Rosa ad 8 petali R/ Castello CNA K6; Passera 4 ALBERTO I (II) 1258-1304 ( Denaro D/ + ALBERTVS . COMES : Leone rampante a sinistra R/ + GORICIE * DELVONZE Rosa a sei petali CNI 7/25; Passera 6 ARLONGO DE’ VOITSBERG 1255-1281 Denaro D/ ARLON GVS . EP . Vescovo mitrato di fronte con pastorale e Vangelo R/ + CIVITASTERGESTVM Rosa ad otto petali CNI 15/20 - Paolucci 14
  14. andreakeber

    Analisi di due denari del Vescovo Arlongo, Trieste

    Le emissioni comitali, dopo la divisione dei possedimenti, riprendono nel 1275 con Alberto, che emette due tipologie di denari e il simbolo della rosa compare sul più recente.(*) Arlongo emette il suo denaro in un periodo precedente (un raffronto stilistico con i coevi denari di Aquileia), credo quindi che un paragone della simbologia triestina con quella comitale risulti difficile. (*) Al periodo precedente di "reggenza" congiunto dei due fratelli si può riferire un denaro in stile frisacense coniato a Lienz.