prtgzn

User
  • Content Count

    5
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by prtgzn

  1. Già consultato il volume del dott. Crapanzano. Si limita ad esporre i vari tagli. Quello che cerco io è la storia, informazioni. Sono un pezzo di storia della resistenza italiana, sono soldi che hanno finanziato la resistenza. Chi accettava queste banconote e dava in cambio l'equivalente decuplicato, firmava in un certo senso una condanna a morte; perchè se veniva scoperto nel possesso di queste banconote c'era la fucilazione. E' molto strano che tutto si fermi con la fine della guerra.
  2. A fronte delle banconote inserite nella mia collezione ho il "vizio" di trovare tutte le notizie inerenti. Per il periodo del "Comitato di Liberazione Ligure" non sono riuscito a trovare niente. Non si sa quante banconote sono state sovrastampate, non si sa da chi e soprattutto quante sono state cambiate alla fine del conflitto. Mentre per quelle del CLNAI sono conosciute le quantità sovrastampate: le troviamo su un articolo di Cronaca Numismatica a cura di Stefano Poddi e nel libro "Il banchiere della resistenza" dove si narra la storia del dott. Pizzoni arteficie di questa iniziativa. Per tutte e due le emissioni le notizie, da me trovate, si fermano alla fine del conflitto come se tutti i soldi fossero magicamente evaporati. Sappiamo che non è così perchè le banconote si trovano ma non si trovano notizie.
  3. Dando un numero da uno a cinque alle banconote, posso dirti che le prime due hanno un valore storico e basta. La numero tre,quattro e cinque hanno uno stato di conservazione migliore, sono comuni e puoi ricavare 10/15 euro cadauna trovando un privato.
  4. Se ci fosse stata incertezza per i decreti, per come fare queste monete e o divergenze politiche, come mai da 12.000 serie del '47 passiamo ai milioni di pezzi degli altri anni? Addirittura 25.125.000 per le 5 Lire del '48? Anche secondo me la spiegazione và trovata altrove. Non credo sia stata una carenza di materia prima come non credo al fatto che circolava già altra moneta. Mi viene da pensare ad una imposizione a un qualcosa di voluto. Mi concedete una fantasia: se si avesse voluto creare una rarità numismatica?
  5. Anche dai frati cappuccini si studiava molto e si leggeva molto. Sono pienamente concorde con elledi. Prima lo studio poi le risposte. Avevo sentito anch'io la storia della carenza delle monete, ma è pur vero che i miniassegni e derivati (francobolli-caramelle-cioccolatini-eccc...) sono apparsi nel '76. Quindi vuol dire che dal 71 al 76 non c'è stata carenza di monete e quindi ci deve essere stato un altro motivo che ha impedito di fare le divisionali. Elledi ha spiegato bene: problemi commerciali.