Alfredo

User
  • Content Count

    67
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Alfredo last won the day on February 7 2015

Alfredo had the most liked content!

Community Reputation

10 Status neutrale

About Alfredo

  • Rank
    Usual user

User information

  • Gender
    Maschio / Male

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione medievale / Medieval Coinage
  • Numismatic studies
    Monetazione romana antica / Ancient Roman coinage
  1. io non sempre più convinto che sia rame e quindi un falso, dalla letteratura non risultano falsi del genere????
  2. ho riprovato con una nuova scansione, ed ecco il risultato
  3. Salve, ho acquistato recentemente la moneta che vi posto, che ritenevo d'argento, come da catalogo Crippa 6, mentre avendola in mano sembrerebbe rame, mi potete chiarire i miei dubbi? ringrazio e auguro una buona giornata Alfredo
  4. Caro Lugiannoni, mi è piaciuta la tua seconda parte, perché hai centrato proprio il mio pensiero, io ho cominciato solo 4 anni fa a collezionare monete antiche, ed ho scelto, essendo "milanese" di nascita e varesotto di origini, di prediligere monete della zecca di Milano o meglio Mediolanum, prediligendo proprio le monete che sono passate di mano alla gente comune di quelle epoche, magari per comperarsi il pane. gente che le monete d'oro non le hanno mai viste. Quando avrò tempo posterò la mia raccolta che come vedrai, non ha un gran valore commerciale, ma senz'altro storico. Cordiali saluti.
  5. io l'ho comperata a 12 euro e assieme x altre dieci euro complessive ho preso queste due che ti posto, una di Ludovico XII e una di Francesco II Sforza, cosa ne pensi? Ti ringrazio per unas tua autorevole risposta. cordiali saluti Alfredo
  6. Salve, ho acquistato la moneta che vi posto, gradirei sapere cosa può valere in questo stato di conservazione. Ringrazio per la risposta e cordialmente saluto Alfredo
  7. Salve, ho acquistato la moneta che vi posto, gradirei sapere quanto può valore in questo stato ringrazio chi interviene e e auguro a tutti buona giornata
  8. Salve, ho trovato questa moneta acquistata con altre in blocco per pochi spiccioli, ma non essendo una moneta del mio settore, non la conosco, mi potete gentilmente dare qualche informazione ringrazio e saluto Alfredo
  9. STATE FACENDO UN OTTIMO LAVORO, COMPLIMENTI
  10. Grazie a tutti, mi avete chiarito i mie dubbi, vedrò di saperne di più su peso e diametro,
  11. Cari amici, avendo qualche dubbio, vi chiedo di confermarmi, se questa moneta che vi posto, è veramente di Berengario I e cosa per me importante, che venne battuta nella zecca di Mediolanum. Aspetto vostre notizie e anticipatamente ringrazio.
  12. Ciao, ne ho una anch'io che porta la data 1777 che ti posto (anche se fatta con uno scanner da poco) la tua è fotografata meglio
  13. Caro Lorenzo, la data di agosto o ottobre, era solo come spunto alla ricerca sulla moneta in oggetto, che mi intrica in modo particolare sapere se esistono più esemplari o se per il momento è un unicum. saluti
  14. Mi piacerebbe iniziare questa nuova discussione, facendo riferimento a al libro di Alberto Angela “i tre giorni di Pompei “ in effetti Alberto Angela sostiene con più argomentazioni che il disastroso evento avvenne in autunno e non in estate. L’argomento che interessa la nostra discussione è quello di un dinario d’argento scoperto nelle mani di una matrona, morta nella “Casa del Bracciale d’Oro” a Pompei. Questa moneta si trova ora al Museo Archeologico di Napoli con il numero d’inventario P.1412/176. Come dicevo sopra, è un denario d’argento, coniato da Tito, lo si vede su diritto, testa laureata di Tito volto a d., sul bordo si legge IMP TITVS CAES VESPASIAN AVG PM sul rovescio: TR P VIIII IMP XIIII COS VII PP - capricorno a s. sotto globo, poi si legge ma molto in piccolo, IMP XV (che sarebbe l’abbreviazione del fatto che Tito, per una vittoria militare sia stato acclamato imperatore per la 15° volta; si tratta in pratica della “salutatio iperatoria” quanto appunto le truppe acclamavano il proprio comandante (l’imperator) e chiedevano al Senato di onorare il trionfo. E qui secondo la tesi di Angela si ha una data-riferimento precisa, perché sappiamo grazie a una lettera di Tito ai decurioni della città di Munigua (antica città iberica elevata a Municipium da Vespasiano) e a un diploma di congedo ritrovato nella regione del Fayyum, che Tito viene acclamato per la 14° volta Imperator il 7 settembre, pertanto la 15° non può essere stata che dopo 8 settembre.La lettura è molto difficile, perché la moneta è molto rovinata e ossidata dal tempo, di conseguenza l’interpretazione non è così chiara e inequivocabile, per questo che mi domando, è l’unico esemplare attualmente conosciuto? Il RIC lo lasssifica: II p. 118 n° 19. Voi cosa ne dite? Le immagini allegate sono di proprietà della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei e protette dalle leggi italiane ed internazionali sul copyright. Il loro utilizzo è consentito esclusivamente per uso scientifico e didattico, non finalizzato a scopo di lucro