ilnumismatico

User
  • Content Count

    343
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    14

ilnumismatico last won the day on April 18

ilnumismatico had the most liked content!

Community Reputation

114 Utente molto apprezzato

About ilnumismatico

  • Rank
    Expert user

User information

  • Gender
    Non inserito

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Nessuno
  • Numismatic studies
    Nessuno
  • Study level
    Neofita

Recent Profile Visitors

3,165 profile views
  1. Nonostante queste ultime foto siano un po scure e la risoluzione non aiuti, sono lontane anni luce dalla prima proposta nel topic (che devo dire mi piacerebbe molto fotografare per mettere in risalto la brillantezza del metallo e la sua patina). L'ultima ha anche dei problemi nella pasta metallica, problema accentuato anche dai conii a rullo.
  2. eccola con i colori correttamente rappresentati
  3. Bella Carlo, un pochino sottoesposta. Ricordati che la luce da respiro alle iridescenze e permette di apprezzare appieno la patina
  4. l'upload sul forum degrada la foto e falsa le tonalità del profilo colore, che viene erroneamente rappresentata. La foto, se non subisse questo problema, sarebbe ancora più bella, e posso dirlo con doppia cognizione di causa, avendola scattata io
  5. La Pasqua viene calcolata facendo riferimento all'antico calendario ebraico, che stabiliva questa festa il 14° giorno del mese di Nisan (corrispondente alla seconda parte di Marzo ed alla prima di Aprile). Quindi per prima cosa bisogna calcolare quando cominciava il mese di Nisan; La Pasqua sarà esattamente 14 giorni dopo. Semplificando al massimo, la luna nuova più vicina all'equinozio di primavera visibile a Gerusalemme segna l'inizio del mese di Nisan. Aggiungendo 14 giorni, si arriva a quello stesso giorno in cui Gesù celebrò con i suoi apostoli l'ultima cena, e disse "Continuate a far questo in ricordo di me". Una cosa è certa: non può capitare sempre di domenica
  6. beh, la clientela si può sempre espandere... e per prendere nuovi clienti credo che la presentazione con lo scanner sia limitante e qualitativamente insufficiente. Fermo restando, che per un Collezionista "vedere" una bella moneta rimanga la cosa fondamentale.
  7. chiedo scusa anticipatamente per la schiettezza, ma dal momento che l'obiettivo è vendere, si dovrebbero presentare le monete al meglio, puntando al massimo risultato, non alla praticità. alcuni post fa ho postato degli esempi, risultato che con lo scanner sarebbe assolutamente impossibile ottenere. un ulteriore esempio che vale più di mille parole...
  8. io posso dirti solo che grazie per il tempo dedicato nello spiegare in maniera chiara e semplice dettagli specifici
  9. buongiorno a tutti, il venditore ha risposto. Allego foto ricevuta. Non so se il forum effettua qualche downgrade qualitativo, comunque non è che siano proprio in altissima definizione già in partenza... ma meglio di niente... cosa ne pensate? @Cliff e chiunque altro come lui abbia piacere di disquisire grazie
  10. grazie cliff provo a contattare il venditore e chiedere una foto in alta definizione.
  11. tema interessantissimo. Per quello che l'immagine permette di capire, (molto piccola) sarei davvero molto curioso di leggere le impressioni di @tinianum @Tinia Numismatica senza punzecchiamenti vari... @Cliff poi anche tu vorrai sbilanciarti sul piano tecnico?
  12. beh, considerando quello che era la mia domanda retorica iniziale (cosa ne pensa Dio, se si compiaccia o no nel vedere il contesto di questa celebrazione a cui viene collegato il nome di Suo figlio) direi che sei sulla buona strada Facendo una riflessione che sarebbe calzante a tal proposito, San Paolo nella seconda lettera ai cristiani di Corinto, al capitolo 6 versetti da 14 a 16 si chiede quale associazione ci possa essere tra la luce (cioè Dio) e le tenebre (ciò che a Dio dispiace o ciò che condanna). Riprendendo le mie parole, ma anche quello scritto poco sopra, è palese che le festività natalizie abbiano radici pagane. Domanda: Dio, cosa ne pensa? Avrebbe piacere che il nome di Suo figlio sia legato a festività legate a false credenze, che Lui non approva? per completare... Leggi dalla bibbia il capitolo 15 del Salmo. Troverai una descrizione di quel che piace a Dio
  13. Ciao Giuseppe Se già tutti la pensassero come te, sarebbe già qualcosa che avvicinerebbe di più a Dio di quello che invece accade. Ma come già scritto prima, parlando a proposito di Dio, non possiamo decidere noi per Lui, come vuole essere adorato. A tal proposito, ben si presta la seguente tua affermazione a quello che voglio aggiungere: Ciò lo si può apprendere, in maniera estremamente dettagliata, dalla Sacra Bibbia. A cominciare dalla Genesi, dove Dio enuncia le Sue prime norme ad Abraamo, stipulando un patto con lui e con i successori della sua discendenza. Patto che poi estese con Israele. Nell'esodo, oltre al racconto miracoloso della liberazione dalla schiavitù egiziana, viene trascritto dettagliatamente la prima parte di quello che comportava la legge mosaica (di cui i dieci comandamenti non sono che dei "capitoli" se così vogliamo descriverli), e tutte le norme per l'adorazione che Dio prese per il Suo popolo. Si parla nel dettaglio della costruzione del tabernacolo, dell'arca dell'allenza e dell'istituzione del sacerdozio. Nei capitoli successivi del pentateuco (Levitico, Numeri e Deuteronomio) Dio spiega ulteriormente la legge, tutte le sue implicazioni, il perchè della sua esistenza, e tutto quello che il Suo popolo doveva fare per soddisfarla. In tutto il proseguo della Bibbia, con i libri storici (Giosuè, Giudici e così via) vengono ulteriormente spiegate nel dettaglio specifici aspetti dell'adorazione, e di come i Re israeliti come Davide e Salomone si adoperarono per essa. I libri profetici chiariscono ulteriormente il significato della legge, mentre i vangeli e le lettere di San Paolo verso la fine spiegano ulteriormente e come questa legge avesse il ruolo di "tutore" per gli ebrei (galati 3:24) che avrebbe preservato la linea di discendenza del promesso messia, che sarebbe stato il fine ultimo della legge (romani 10:4) , e lo strumento definitivo per il perdono dei peccati (romani 3:23,24) Come vedi, il tutto è collegato armoniosamente, nonostante siano stati una quarantina di uomini che l'anno scritta, nel corso di più di 1600 anni. Tutto si amalgama alla perfezione, chiaramente, senza difficoltà, perchè ciò che è stato scritto è "per nostra istruzione" (romani 15:4), quindi nulla è criptico o dogmatico. Gesù, nella sua ultima preghiera con i suoi apostoli, pregò a favore di tutti gli uomini affinchè queste cose sarebbero state conosciute e studiate, per conoscere meglio il nostro padre celeste, e la figura di Gesù stesso, che comprandoci con il suo sangue, è "nostro padre, e responsabile di salvezza eterna". (ebrei 5:9) Come vedi, c'è molto da conoscere, ma purtroppo, la bibbia è conosciuta molto poco, perchè tanti sono i pregiudizi su di questo libro, che nonostante tutto quello che ha passato, è arrivato fino a noi... un perchè ci sarà... Ben felice di rispondere ad ulteriori tue domande, qui o in privato. Un cordiale saluto Fabrizio
  14. CIao quintus, Nessuna offesa, tranquillo, è una tua idea, espressa con rispetto, per cui degna di altrettanto rispetto. Ti inviterei ad esaminare le prove che dimosrano inequivocabilmente l'autenticità non solo del canone biblico, ma anche la sua fidata veridicità. Pensa solo ai tentativi fatti per vietarne la diffusione e la comprensione (spesso da coloro che si autoproclamavano custodi e testimoni dei "sacri oracoli" divini). La Bibbia è ancora qui tra noi, "vivente ed esercita potenza". (ebrei 4:12) Bisogna solo darle modo di "parlarci", verificare la sua accuratezza, e poi la sua potenza sarà manifesta. Dagli una possibilità. Altrimenti, noi, come esseri IMPERFETTI, non possiamo essere all'altezza di comprendere una persona PERFETTA e SPIRITUALE come Dio, nonostante Lui "sia vicino a ciascuno di noi", rimane il fatto che SIAMO imperfetti (atti 17:27) un saluto a te!
  15. ave a te quintus, in linea di principio hai appoggiato il mio pensiero, MA, credendo in Dio, abbiamo in debito: onorarlo come LUI desidera, non come diciamo noi. Gesù e la Bibbia, sono LA chiave per capirlo. un saluto cordiale