Cliff

User
  • Content Count

    187
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    28

Cliff last won the day on July 22

Cliff had the most liked content!

Community Reputation

135 Utente molto apprezzato

1 Follower

About Cliff

  • Rank
    Usual user

User information

  • Gender
    Maschio / Male

Numismatists interests

  • Numismatic studies
    Monetazione romana antica / Ancient Roman coinage
  • Numismatic studies
    Falsi d'epoca e moderni / Fake
  • Study level
    Studioso autonomo / self-taught

Recent Profile Visitors

2,560 profile views
  1. Quanti ricordi e che bella discussione diversa. Il vino è spesso legato ai momenti e ai posti in cui siamo stati, non mi stupisce poi che amanti del bello come i numismatici siano anche amanti del buono e quindi viveur a tutto tondo. Ricordo i marzemino di Isera etichetta verde che mi portava un amico di Isera quando abitavo a Trento, i gutturni (il gutturnio tra l'altro è stato inventato dal suocero di Giulio Cesare, Pisone, che ne consumava a ettolitri secondo Cicerone..) di mio zio, i lambruschi secchi emiliani dei miei amici di Modena, i Barbera che beveva mio padre, il Timorasso che apprezzavo quando lavoravo a Tortona. Poi i Sassella e l'Inferno della Valtellina, i lagrein e i blauburgunder alto atesini, l'assyrtiko di Santorini. Ultimamente per i bianchi bevo molti riesling tedeschi della valle della Mosella, gli assyrtiko greci, il meursault francese. Per i rossi vado spesso su riserve della Rioja anche qualche primitivo di Manduria o i grandi piemontesi per restare in Italia oppure sui classici bordeaux o saint-émilion per la Francia.
  2. Proviamo a riaprire un argomento che so già sarà sanguinoso e controverso. Ultimamente però sto facendo fatica a seguire il mercato del bronzo romano di alto livello, o meglio ci sono nuovi elementi o fattori che fatico a incasellare. Lo spunto credo possa essere questo sesterzio (forse) eccezionale di Adriano, o almeno così l'hanno voluto vendere e direi che ci sono riusciti: https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3466&lot=372 Io non l'ho battuto, la moneta indubbiamente mi piaceva ma la trovavo stimata già troppo alta e non così eccezionale. Moneta bella o molto bella intendiamoci per integrità, apparentemente solo pulita "light", patina sua, elegante ritratto a sinistra. Rovescio però non così raro e nemmeno così storicamente importante (niente contro la Dacia per carità, ma non è un rovescio architettonico, una Judea, un esercito Britannico..). Al dritto leggera debolezza sulla legenda a sinistra e ritratto elegante ma non così ben impresso in alto rilievo. E invece, base raddoppiata... Quindi era in realtà eccezionale? O è quello che oggi dobbiamo farci andar bene come eccezionale? O è il mercato che è ripartito? A corollario pongo qui qualche altro realizzo degli ultimi mesi o giorni sul bronzo romano. Sempre pour parler... Un assetto raro da un'asta italiana di sabato scorso: https://www.sixbid.com/en/studio-numismatico-raffaele-negrini/6577/roman-empire-coins/5461804/asse-ric-450-c-300?term&orderCol=lot_number&orderDirection=asc&priceFrom&displayMode=large&auctionSessions=6896|221932 E qualche risultato da un'asta americana di settembre: https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3345&lot=587 https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3345&lot=619 https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3345&lot=633 https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3345&lot=626
  3. Che greche che ho visto, mamma mia! Quel tetra di Anfipoli....capisco chi voglia fare una pazzia. Tra un appartamento e un Anfipoli come quello io non avrei dubbi... Che magnificenza! E non è l'unica per la quale varrebbe la pena fare più di un pensiero
  4. Cliff

    Auguri @Quintus

    Per la cervicale prova con un sesterzio (almeno BB, mi raccomando) messo con dello scotch alla base del collo prima di addormentarti. Pare faccia miracoli
  5. Cliff

    Auguri @Quintus

    Auguri in ritardo mitico Quintus!
  6. Più facile che sia stato qualche aratro o la zappa di qualche agricoltore o detectorista maldestro. Che io sappia Marco Aurelio, detto l'imperatore filosofo, è stato sempre molto amato anche in antichità.
  7. Stessa moneta, probabilmente ora un po' incerata in modo da diventare lucida come piace agli ammerrecani (e nella scatoletta ora così è ancor più plasticosa e brillante) Tranquilli che da Heritage lavorano con le riserve sia esplicite che nascoste: non partirà sotto i 10.000 e forse di più.
  8. paragnosta costantinopolitano è notevole Renzo...mi hai fatto davvero sbellicare stavolta!
  9. Per la cronaca... Medaglione di Geta che parrebbe esser stato venduto qualche giorno fa a 37.000 sterline piu' diritti, circa 50.000 euro quindi. Immagino che i vari attori di questo successo commerciale avranno brindato a questo successo. Credo che il precedente proprietario conferente da Inasta (e anche gli amanti di un certo tipo di numismatica..) siano invece meno entusiasti.
  10. Ma questo sicuramente Mi sembrava tuttavia un po' eccessivo parlare di ritocchi sul ritratto, il bulino qui per fortuna l'han lasciato a casa. Pulitura sì, come d'uopo per il 99,9% delle monete antiche, ma niente di esagerato o stravolgente dell'integrità della moneta. Un bel sesterzione di Galba piacevole e collezionabile, con un bel modulo e un ritratto vigoroso, conservazione BB reale nel complesso. Se pagato il giusto direi comunque un ottimo acquisto per un nominale sicuramente difficile da acquisire. Perchè mica dovremo tutti collezionare solo lo SPL untouched, no?
  11. Purtroppo al peggio alla fine ci si abitua e in qualche modo l'occhio inizia a sdoganarlo...è triste ma è così...serve allenamento e caffeina in giuste dosi... Vogliamo parlare invece di questi altri esemplari: https://auctions.bertolamifinearts.com/it/lot/56387/nero-54-68-aureus-rome-ad-64-68-av-g-/ https://auctions.bertolamifinearts.com/it/lot/56401/vespasian-69-79-sestertius-rome-ad-71-/
  12. Mah...mi sembra che sia un giudizio eccessivamente severo, le monete antiche furono prodotte ed hanno caratteristiche ben diverse dalle monete moderne/ post 1500, credo sia giusto ricordarlo. Consiglio la lettura del bel volume di Angelo Finetti "Numismatica e tecnologia" sulle tecniche di coniazione antiche, è stato ristampato non da molto da Carocci. Altrimenti sarà sempre una caccia alle streghe se cerchiamo di valutare le monete antiche applicandoci i metri di valutazione delle monete moderne. Nello specifico non vedo ritocchi o ritocchini qui (non ha patina e si vedrebbero altrimenti), come non vedo lisciature graffi o altri segni di abbassatura dei campi se non in maniera limitata intorno alle lettere della parte alta del rovescio. Il rovescio non è ribattuto ma è una doppia battitura da conio che ha lasciato la doppia impressione sulla parte bassa inferiore destra del rovescio (il tondello si è leggermente mosso in quella direzione durante il colpo di martello). Per il resto vedo una moneta dal grande modulo, ottima centratura, e ritratto in stile severo e canonico di Galba. E' stata probabilmente spatinata per pulirla già da qualche tempo (Anni '60?) visto che nel frattempo si è già riossidata ed è comparso un leggero velo di cuprite che la rendono comunque gradevole e non brillante. Al rovescio sono presenti delle corrosioni. In dipendenza dal prezzo di acquisto (come sempre) mi sembra comunque un dignitoso e completo sesterzio di Galba, probabilmente molto appagante in mano data l'ampiezza del tondello e il peso. Ampiamente collezionabile e superiore alla media dei sesterzi che si vedono girare per questo imperatore. Poi, come sempre, se il budget di acquisto fosse dai 3/5 mila euro in su si puo' trovare di meglio, basta pagare. Con 20/30 mila invece si puo' puntare a qualche pezzo top per i sesterzi di questo imperatore, se guardiamo al mercato.
  13. L'Adriano della discussione è un ottimo denario per me, ottima battuta, ottimo argento, bei rilievi. Lo stile del ritratto può piacere o meno (il conio è comunque conosciuto, ma Adriano ha innumerevoli ritratti con stili anche molto diversi). Sulle falsificazioni dei denari consiglio sempre il bel libellum: http://www.arborsapientiae.com/libro/17036/e-falso-il-mio-denario-guida-ll-autentificazione-delle-monete-d-argento-dell-antichit-c-traver-fabrega.html Il resto mi sembra un po' terrorismo psicologico qui, dato che siamo di fronte a un'ottima moneta per integrità, autenticità e conservazione.
  14. La cosa che mi piace sottolineare in questo caso, forse non chiara dagli stralci di catalogo riportati, è che nel febbraio 2018 questo medaglione è stato venduto come FALSO da Inasta (ossia come medaglia moderna, inserito a catalogo nella categoria "medaglie"). Al netto dell'operazione commerciale di imbellettamento e restauro su cui non mi soffermo troppo (hanno al solito un po' ecceduto, ma ho visto di peggio) ma voi ci pensate al povero conferente di Inasta che si è visto vendere il medaglione come falso moderno?
  15. Senza entrare nel merito del prezzo entrambi gli Adriano presentati sopra sono caratterizzati da un ritratto in bello stile e da ottima conservazione generale. Quindi per me sono due ottimi aurei a livello di integrità e stile, indipendentemente poi se sono costati molto oppure poco.