Sign in to follow this  
Layer

Bibliografia della Zecca di Napoli

Recommended Posts

Studio da non perdere.....da leggere tutto "d'un fiato", a breve ci saranno anche novità sull'attività del mastro di prova ( e non solo) in questi anni  ;)http://www.classicadiana.it/libreria/content/perfetto-s-la-prova-del-metallo

 

  http://www.academia.edu/7656833/La_prova_del_metallo_L_esperienza_di_Vincenzo_Porzio_nella_zecca_di_Napoli_1555-1587_Roma_Aracne_Editrice_2012

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per la segnalazione Pietro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che adesso non possa mancare una copia del Primo Bollettino del Circolo.  

 

....e questo è il secondo:

Pag. 3  - PRESENTAZIONE

 

Pag. 5 - DARIO AVAGLIANO E JONATHAN GRIMALDI

Un diobolo inedito di Elea-Velia                            

Pag. 13 - MARCO CARMINE ESPOSITO 

Le riforme monetarie di Roma - la monetazione repubblicana

Pag. 37 - EDUARDO FERNANDES 

Le emissioni di Giulia Domna: strumento per radicare una dinastia e di esaltazione dell'augusta. 

Pag. 55 - ALBERTO D'ANDREA

La monetazione bizantina a Napoli

Pag. 85 - AMEDEO FIGLIOLIA 

Roberto II di Capua - Un principe dimenticato

Pag. 95 - ACHILLE GIULIANI 

Il privilegio di zecca del conte di Montorio Luigi Camponeschi, un caso singolare di feudalità monetaria nell'Aquila aragonese.

El privilegi de seca del comte de Montoro, Luigi Camponeschi. Un cas singula de feudalitat monetària a L'Aquila aragonesa - traducciò a cura de Miquel de Crusafont.

Pag. 129 - FRANCESCO PUNZI

I mezzi carlini del Regno di Napoli e del Regno di Sicilia nella II metà del 400 (1458-1506). 50 anni di irrequieta convivenza di tipologie disomogenee ed elevata rarità

Pag. 147 - RAFFAELE IULA 

Luigi XII a Napoli. Testimonianze numismatiche di un maldestro tentativo di conquista territoriale

Pag. 173 - FABRIZIO ARPAIA 

La storia politica delle coniazioni della Repubblica Napoletana

Pag. 183 - PIERLUIGI BAISI 

Un pesetto siciliano in terra straniera

Pag. 189 - MICHELANGELO BONI' E DAVIDE MARIA GABRIELE

La famiglia d'Angiò, il culto delle scienze e la munificenza dei Borbone nelle medaglie della Reale Accademia degli Studi di Palermo

Pag. 207 - PIETRO MAGLIOCCA E FRANCESCO DI RAUSO

Le medaglie premio della Napoli borbonica e napoleonica (1790-1855). Conferimenti e rarità. Storia delle accademie, istituti ed esposizioni a Napoli. Arti, scienze, manifatture e industrie.

post-287-0-06671900-1440698015_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimi amici collezionisti e appassionati di storia numismatica, come il sottoscritto, sono nuovo di questo forum. Mi sono appena iscritto. Trovo molto interessante questa sezione, oltre che utile, anche se la vedo parecchio dispersiva. Permettetemi di offrire agli Admin un mio piccolo contributo di pensiero: dopo tutte queste citazioni bibliografiche, non sarebbe ancor più utile creare una sezione nel sito interamente legata alla produzione letteraria numismatica napoletana? Insomma una lista bibliografica facile e veloce da consultare, magari con una essenziale schedatura delle opere citate.

 

I miei saluti,

 

Vincenzo Marasco - Boscotrecase (Na)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @@Oplontis76 Ti do il benvenuto nel forum ti auguro una splendida permanenza.

Sono felice di dirti che sulla tua idea ci stiamo già lavorando. La sezione bibliografia sarà disponibile proprio nella sezione del sud . È necessario del tempo prr riorganizzare la bibliografia. Saranno disponibili anche articoli in pdf consultabili integralmente

Spero di poterti leggere presto.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Oplontis76 ciao e benvenuto anche da parte mia, spero che troverai interessanti i post e le letture in questa parte del forum che è la monetazione meridionale.

 

Riguardo alla tua proposta credo che Claudio svilupperà presto questo tipo di progetto e/o simile.....qui è essenziale, ne abbiamo parlato di persona proprio l'altro giorno al convegno.

 

Poi qui ci sono persone davvero in gamba per poter portare avanti una soluzione come questa, cito uno fra tutti, @f.dc (Franco).

 

Hai riferito che sei di Boscotrecase ? .... bene, adesso ti apro una discussione che avrei il piacere che tu mi fornissi qualche notizia in merito......non ho ancora avuto tempo di fare delle ricerche.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Oplontis76 ciao e benvenuto anche da parte mia, spero che troverai interessanti i post e le letture in questa parte del forum che è la monetazione meridionale.

 

Riguardo alla tua proposta credo che Claudio svilupperà presto questo tipo di progetto e/o simile.....qui è essenziale, ne abbiamo parlato di persona proprio l'altro giorno al convegno.

 

Poi qui ci sono persone davvero in gamba per poter portare avanti una soluzione come questa, cito uno fra tutti, @f.dc (Franco).

 

Hai riferito che sei di Boscotrecase ? .... bene, adesso ti apro una discussione che avrei il piacere che tu mi fornissi qualche notizia in merito......non ho ancora avuto tempo di fare delle ricerche.

Ciao Pietro, piacere di ritrovarti. Ho appena aperto una discussione che potrebbe interessare te e gli altri amici del forum. Scusate l'off topic. I miei vivi complimenti. V.M.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto Vincenzo, ho già letto qualcosa di tuo in giro per facebook (pensa siamo pure amici lì :P ) sono contento di poterti leggere anche qui :D

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

....e questo è il secondo:

Pag. 3  - PRESENTAZIONE

 

Pag. 5 - DARIO AVAGLIANO E JONATHAN GRIMALDI

Un diobolo inedito di Elea-Velia                            

Pag. 13 - MARCO CARMINE ESPOSITO 

Le riforme monetarie di Roma - la monetazione repubblicana

Pag. 37 - EDUARDO FERNANDES 

Le emissioni di Giulia Domna: strumento per radicare una dinastia e di esaltazione dell'augusta. 

Pag. 55 - ALBERTO D'ANDREA

La monetazione bizantina a Napoli

Pag. 85 - AMEDEO FIGLIOLIA 

Roberto II di Capua - Un principe dimenticato

Pag. 95 - ACHILLE GIULIANI 

Il privilegio di zecca del conte di Montorio Luigi Camponeschi, un caso singolare di feudalità monetaria nell'Aquila aragonese.

El privilegi de seca del comte de Montoro, Luigi Camponeschi. Un cas singula de feudalitat monetària a L'Aquila aragonesa - traducciò a cura de Miquel de Crusafont.

Pag. 129 - FRANCESCO PUNZI

I mezzi carlini del Regno di Napoli e del Regno di Sicilia nella II metà del 400 (1458-1506). 50 anni di irrequieta convivenza di tipologie disomogenee ed elevata rarità

Pag. 147 - RAFFAELE IULA 

Luigi XII a Napoli. Testimonianze numismatiche di un maldestro tentativo di conquista territoriale

Pag. 173 - FABRIZIO ARPAIA 

La storia politica delle coniazioni della Repubblica Napoletana

Pag. 183 - PIERLUIGI BAISI 

Un pesetto siciliano in terra straniera

Pag. 189 - MICHELANGELO BONI' E DAVIDE MARIA GABRIELE

La famiglia d'Angiò, il culto delle scienze e la munificenza dei Borbone nelle medaglie della Reale Accademia degli Studi di Palermo

Pag. 207 - PIETRO MAGLIOCCA E FRANCESCO DI RAUSO

Le medaglie premio della Napoli borbonica e napoleonica (1790-1855). Conferimenti e rarità. Storia delle accademie, istituti ed esposizioni a Napoli. Arti, scienze, manifatture e industrie.

Devo fare i miei più graditi complimenti a Raffaele Iula, per il suo lavoro su Luigi XII a Napoli.....davvero un eccellente studio, che mancava, su questo sovrano.

 

A breve, una volta terminato di leggerlo approfonditamente, aprirò una discussione sull'argomento........a dir poco interessante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui c'è un pò tutto quello che serve.....per gli studi logicamente.

http://www.librarything.it/catalog/CircNumPartenopeo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno,

scusate se mi intrometto e non so nemmeno se qualcuno mi risponderà, vista la data della conversazione da cui ho tratto spunto per scrivevi, ma vorrei farvi alcune domande che mi sono venute in mente in seguito a una ricerca sulla storia della mia famiglia. Mio padre raccontava che suo nonno era di Napoli e faceva l'incisore alla zecca. Era nato nel 1849 o 1850 e che fosse incisore è certo, perché la sua professione è dichiarata anche sulla denuncia della nascita di suo figlio (mio nonno). Mi sono chiesta, se la zecca di Napoli ha cessato la sua attività poco dopo l'Unità d'Italia, come abbia fatto il mio bisnonno a lavorarci e, in ogni caso, a quale attività sono stati destinati gli incisori successivamente alla chiusura delle zecche preunitarie.

Potreste darmi qualche delucidazione o indicazione su come proseguire la mia ricerca?

Grazie mille,

Rosanna Nardi

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, ROSANNA NARDI dice:

Buongiorno,

scusate se mi intrometto e non so nemmeno se qualcuno mi risponderà, vista la data della conversazione da cui ho tratto spunto per scrivevi, ma vorrei farvi alcune domande che mi sono venute in mente in seguito a una ricerca sulla storia della mia famiglia. Mio padre raccontava che suo nonno era di Napoli e faceva l'incisore alla zecca. Era nato nel 1849 o 1850 e che fosse incisore è certo, perché la sua professione è dichiarata anche sulla denuncia della nascita di suo figlio (mio nonno). Mi sono chiesta, se la zecca di Napoli ha cessato la sua attività poco dopo l'Unità d'Italia, come abbia fatto il mio bisnonno a lavorarci e, in ogni caso, a quale attività sono stati destinati gli incisori successivamente alla chiusura delle zecche preunitarie.

Potreste darmi qualche delucidazione o indicazione su come proseguire la mia ricerca?

Grazie mille,

Rosanna Nardi

 

Buongiorno e benvenuta. Sicuramente nel forum ci sono appassionati ed esperti di monetazione napoletana che cercheranno di darti maggiori delucidazioni in merito al tuo quesito ed alla tua ricerca.

Un cordiale saluto.

Carlo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 27/7/2019 at 18:35, ROSANNA NARDI dice:

Buongiorno,

scusate se mi intrometto e non so nemmeno se qualcuno mi risponderà, vista la data della conversazione da cui ho tratto spunto per scrivevi, ma vorrei farvi alcune domande che mi sono venute in mente in seguito a una ricerca sulla storia della mia famiglia. Mio padre raccontava che suo nonno era di Napoli e faceva l'incisore alla zecca. Era nato nel 1849 o 1850 e che fosse incisore è certo, perché la sua professione è dichiarata anche sulla denuncia della nascita di suo figlio (mio nonno). Mi sono chiesta, se la zecca di Napoli ha cessato la sua attività poco dopo l'Unità d'Italia, come abbia fatto il mio bisnonno a lavorarci e, in ogni caso, a quale attività sono stati destinati gli incisori successivamente alla chiusura delle zecche preunitarie.

Potreste darmi qualche delucidazione o indicazione su come proseguire la mia ricerca?

Grazie mille,

Rosanna Nardi

 

Buonasera, la zecca rimase operativa anche dopo la caduta dei Borboni, si coniavano medaglie post borboniche, e per i primi anni del regno d'Italia anche monete d'argento e di rame di Vittorio Emanuele II. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buonasera, se il suo avo è nato nella metà dell'ottocento potrebbe aver lavorato da molto giovane negli ultimi anni di produzione della zecca durante il regno di Vittorio Emanuele II.

La zecca fu chiusa definitivamente nel 1870. 

Per le sue ricerche potrebbe rivolgersi all'archivio storico di Napoli. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

molto interessanti, alcuni testi non li conoscevo. Questo forum mi piace, torno a visitarlo sempre più spesso, ciò significa che mi serve davvero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this