Sign in to follow this  
Guest elledi

VORREI INIZIARE A COLLEZIONARE MONETE BIZANTINE

Recommended Posts

Guest elledi

Cosa suggerire ad una persona che intende intraprendere questa particolare collezione?

Io comincerei a suggerire l'acquisto di libri specifici.

Quali?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io gli consiglierei di dare un'occhiata a questo sito: http://www.doaks.org/resources/publications/doaks-online-publications/byzantine-studies

Poi c'è lo Spear, che è un catalogo o l'opera di Wolfgang Hahn "Moneta Imperii Byzantini", per chi conosce il tedesco.

In lingua francese il Sabatier o il Tolstoi (peraltro entrambi datati). Al momento mi vengono in mente questi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest elledi

Io gli consiglierei di dare un'occhiata a questo sito: http://www.doaks.org/resources/publications/doaks-online-publications/byzantine-studies

Poi c'è lo Spear, che è un catalogo o l'opera di Wolfgang Hahn "Moneta Imperii Byzantini", per chi conosce il tedesco.

In lingua francese il Sabatier o il Tolstoi (peraltro entrambi datati). Al momento mi vengono in mente questi.

Va bene. Però io sono un ragazzo di 15 anni...vorrei qualcosa in italiano, semplice, magari anche non molto costoso...per iniziare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va bene. Però io sono un ragazzo di 15 anni...vorrei qualcosa in italiano, semplice, magari anche non molto costoso...per iniziare

Al momento, mi vengono in mente solo il vol. V di Forzoni "Lo splendore di Bisanzio e dell'Islam. La miseria dell'Europa." e quello di Ercolani Cocchi, Gulinelli e Morelli per il Museo Nazionale di Ravenna.

Con me, comunque, sfondi una porta aperta: mi sarebbe piaciuto avere un'"infarinatura" generale su questa monetazione, ma ho desistito, avendo un budget limitato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vediamo su bubbolo avrà delle proposte bibliografiche a riguardo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto potrebbe iniziare leggendo un po' di storia.

Consiglierei Ostrogorsky, Storia dell'Impero bizantino, edito da Einaudi e Ravagnani, Imperatori di Bisanzio, il Mulino, entrambi alla portata delle tasche di tutti.

I libri di numismatica hanno tirature bassissime e il prezzo ne dipende ovviamente. Comunque il manuale del Sear, Bizantine Coins è un libro utile e pur se in inglese (ma il quindicenne di oggi lo conosce) comprensibilissimo.

Arka

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vediamo su bubbolo avrà delle proposte bibliografiche a riguardo...

No, bubbolo non ha altro.

c'è wildwinds : http://wildwinds.com/coins/sb/i.html

oppure cercando qui delle pubblicazioni  free.

https://sites.google.com/site/digitallibrarynumis/subjects/06-byzantine-coins

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè no? L'importante che acquisti da chi gli rilascia regolare ricevuta e l'attestato di autenticità e provenienza. Altrimenti è meglio rivolgersi ad un negozio di numismatica della zona.

Arka

Share this post


Link to post
Share on other sites

il seaby o sear in inglese e` fondamentale

uno di seconda mano si trova con 5-10 euro

il problema rimane sempre l acquisto di monete , visto che si rischia il sequestro , come per l asta bolaffi di quest anno

io sconsiglio proprio di collezionare monete romane o bizantine

se uno proprio non ce la fa consiglio di partire con le monete da poco

le bizantine si trovano meno dei bronzetti romani , ma i collezionisti sono ancora meno e son tutti specializzati

per cui le monete comune si trovano a poco e le rarita` son impossibili da comprare

io di solito le monete bizantine le trovo in lotticini e le scelgo pagandole da 1 a 3 sterline

in questi lotti trovi follis di giustino / giustiniano / maurizio tiberio / focas / heraclio

il consiglio principale e` comunque quello di acquistare monete leggibili

che devono avere zecca , officina e anno visibili

altrimenti non le potete classificare

occhio anche alle zecche , alcune sono rare e non conosciute come cipro o perugia

ve lo dico perche` monete di queste zecche le ho pescate in lotti di rottami a poco......

se poi volete monete da investimento cercate i solidi che anche quelli si trovano a relativamente poco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però se una compra da commercianti con tanto di certificazione sta tranquillo dai...

quello non credo che lo sappia nessuno

ultimamente sull altro forum ho sentito di uno che si e` visto sequestrare le monete con i documenti sempre in via precauzionale

ci sarebbe da sentire il viceamministratore dell altro sito da cui proviene questa notizia

il problema e` che dai commercianti paghi molto di piu` e se un domani vuoi rivendere prendi molto meno di quello che hai pagato (sempre se riesci a vendere perche` mettere monete in vendita su ebay non e` consigliato)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest elledi

Comunque, io ragazzo alle prime armi, decido di spendere 50 euro per acquistare qualche moneta bizantina.

Do per scontato che ho acquistato almeno un libro di quelli che mi avete consigliato.

Mi sono comprato anche un piccolo monetiere, la lente di ingrandimento e una lampada da tavolo bella potente.

Sono pronto!

Vado in un negozio di numismatica che mi hanno consigliato e dico: voglio iniziare bla bla bla.

Allora, cosa mi daranno per 50 euro??

Gradite anche le foto ;D

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora per 5 euro ti prendi i vari follis , mezzi follis e decanummi delle zecche comuni costantinopoli , nikomedia , theopolis (antiochia) per i sovrano piu` comuni , anastasio , giustino , giustiniano , maurizio tiberio , tiberio costantino , foca ed eraclio

con 250 euro circa ti prendi un solido comunque

Share this post


Link to post
Share on other sites

queste sono tutte monete che non circolavano in italia visto che al tempo c erano gli ostrogoti con teodorico

la provenienza di sicuro e` extraitaliana e quindi non hanno documenti di provenienza

diverso e` il caso per le monete di eraclio di siracusa o catania , ma li e` un campo piu` specialistico e non le trovi nei lotti

son quelle dell affare bolaffi per intenderci

tra l altro non si trovano mai da sole ma quasi sempre in lotti che vai a sapere come si sono formati

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per documenti io intendo magari anche un certificato di acquisto all'estero...

visto che all estero sono liberamente commerciabili nessuna ha documenti di acquisto

l unica prova che puoi avere e` la pagina stampata dell acquisto da ebay, oppure il riferimento del lotto dell asta da cui provengono.

ma come sai quelle non sono sufficienti.

il problema quindi diventa chi ti emette questi "documenti" perche` con un sistema del genere dove il venditore ti rilascia un "documento"  favorisci i commercianti stabili a scapito dei collezionisti e di chi vuole diventare commerciante

nel senso che tu questa presunta "legalita`" la paghi perche` il documento costa!

e quindi tu hai un commerciante che si prende monete a 2 euro al pezzo e te le vende a 20 perche` lui fa un documento e gli altri no

se poi uno con la passione della numismatica vien messo in cassa integrazione non puo` riciclarsi come commerciante di mercatini di monete perche` non puo` fare questi "documenti"

e` giusta questa situazione ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il costo del documento è di circa 30 centesimi. Mettiamoci altri 70 centesimi per il tempo impiegato. Con 1 euro il documento c'è. Se poi qualcuno voglia marciarci sopra, questo è un altro discorso. E ovviamente resto anch'io dell'avviso che monete da due euro non dovrebbero avere il certificato.

Invece sul discorso del commercio, vorrei ricordare che il commerciante ha tasse, contributi e spese. E qui per me non c'è niente da fare o tutti o nessuno.

Arka

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest elledi

Il costo del documento è di circa 30 centesimi. Mettiamoci altri 70 centesimi per il tempo impiegato. Con 1 euro il documento c'è. Se poi qualcuno voglia marciarci sopra, questo è un altro discorso. E ovviamente resto anch'io dell'avviso che monete da due euro non dovrebbero avere il certificato.

Invece sul discorso del commercio, vorrei ricordare che il commerciante ha tasse, contributi e spese. E qui per me non c'è niente da fare o tutti o nessuno.

Arka

Perché una moneta antica venduta a due euro non dovrebbe avere un suo certificato??

Se pensiamo che ci sono "monete" che oggi hanno dei certificati in carta diamantata che vale di più della moneta stessa ;D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè sono miliardi di pezzi. Miliardi di certificati sono milioni di alberi. Per salvare qualche ruzzica di nessun valore (diciamolo!) distruggeremmo il pianeta... ???

Arka

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this