bubbolo

Islam - I Fatimidi

Recommended Posts

post-263-1392077155,85_thumb.pngDinastia musulmana sciita ismailita che sorse in Tunisia per opera di ‛Ubaidallāh che si definì  al-Mahdi  ( ben guidato da Dio) vantando la discendenza da Fatima figlia del profeta.

Al-Mu'izz li-Dîn Allâh (952-975) quarto Califfo Fatimide conquista l’Egitto(969)
sconfiggendo gli Ikhshidi e vi si trasferisce lasciando la Tunisia ai vassalli Ziridi. Fonda  al-qāhira  ( il Cairo) nello stesso anno e tre anni dopo conquista Damasco.
Seguono Palestina, la Siria ( Al Hakim è ad Aleppo nel 1004), Malta, la Sicilia e i luoghi santi dell’Islam, Medina e la Mecca. Il Califfato Fatimide diviene così il maggior califfato musulmano del Mediterraneo.

Se si esclude Al Hakim, i califfi furono relativamente tolleranti verso le comunità non islamiche e i mercanti europei e il califfato potè godere di grande prosperità fino alla fine dell’11° secolo quando si verificarono al suo interno lotte dinastiche e scismi religiosi. La perdita dei territori asiatici ad opera dei Crociati e le pressioni ai confini delle signorie Turche e Curde ne provocarono la decadenza. Il califfo Az-Zâfir (1149-1154) perde il Nord-Africa nel 1152 e la dinastia regna ora sul solo Egitto che lascia ai sunniti Ayyubidi quando Saladino ( Ṣalāḥ al-Dīn Yūsuf bin  Ayyū B) nel 1171 ne depone l’ultimo califfo Al-‘Adîd (1160-1171).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Abu’l-Hasan ‘Ali al-Zahir li-I‘zaz Din Allah ibn al-Hakim, (411-427 H/1021-1036 AD)

post-263-1392077156,46_thumb.png post-263-1392077159,4_thumb.png                                                            

DINARO D’ORO      al-Mansuriya  AH 426

 

D/  Nel centro  muhammad rasul allah / ‘ali wali allah “Maometto è il messaggero di Dio, Alì è il prescelto daDio.     
                                                                                                                                                                                              Nel cerchio interno  la ilah illa / allah wahdahu / la sharik lahu“non c’è dio ma Allah, unico, non ha soci.”                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Nel cerchio esterno muhammad rasul allah arsalahu bi’l-huda wa din al-haqq li-yuzhirahu ‘ala al-din kullihi wa law kariha al-mushrikun  Maometto è il messaggero di Dio che lo ha mandato con la guida della religione della verità onde farla prevalere su ogni altra.anche se ciò non piace ai politeisti.”  

 

R/ Nel centro al-zahir li-i‘zaz din / allah amir al-mu’minin “al-Zahir li-I‘zaz Din Allah, Principe della Fede.”                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                Nel cerchio interno  ‘abd allah wa waliyuhu ‘ali abu’l-hasan al-imam“Servo di Dio ed il suo associato ‘Ali Abu’l-Hasan l’ Imam”                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Nel cerchio esterno bism allah duriba hadha’l-dinar bi-al-Mansuriya  sana sitt  wa ishrin wa arba‘mi’at  "Nel nome di Dio questo dinaro fu coniato a Mansuriya l’anno sei e venti e quattrocento.”

 

mm. 23  gr. 4,00                  BB                          Nicol 1568

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che tempi...che tempi.

Il richiamo di principi morali mutuati dalla religione e comunitari è stato sempre presente nel tessuto culturale del levante mediterraneo. Purtroppo una sorta di fanatismo farisaico ha patimenti infiltrato il tessuto culturale ed ambientale, con esiti spesso perniciosi e con scontri tribali. Ai nostri giorni le cose non sono cambiare di molto.

Sembra che la nemesi si sia divertita a tormentare o a corrodere quanto di buono o incomparabile l'oriente mediterraneo ha donato al mondo, radicalizzando, dividendo ed  estremizzando il tessuto politico e culturale di quelle terre.

Si pensi al messaggio portato da Cristo in quella terra e le divisioni tra i primi cristiani che già alla fine del primo secolo d. C. avevano frastagliato e in parte inquinato o mutato le parole del Maestro.

Potrebbe essere interessante seguire numismaticamente il contorno del Levante dal periodo di Qumran (Esseni) alla conquista araba.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora