Sign in to follow this  
bubbolo

Islam - Gli Alauiti

Recommended Posts

GLI ALAUITI                1075 H /1666 AD  -  ad oggi. 

 

Gli Alauiti dicono di essere i discendenti di al -Hasan ibn Alì, primogenito di Alì ibn Abi Talib e di Fatima al-Zahra, figlia del Profeta Maometto.

 

Il fondatore della dinastia Mulay Rashid, succeduto a fratello Mohamed che per trent’anni aveva cercato di ritagliarsi un regno nel nord-est del Marocco, approfittò del crollo della dinastia Saʿdī, che per mezzo secolo aveva permesso dispute religiose e guerriglie tra gli asceti sofisti(marabutti)  e i reggenti dei vari sceiccati della regione.

Depredato e ucciso un ebreo benestante, con il denaro rubato assoldò mercenari arabi e berberi e conquistò l’est del Marocco (1664). Due anni dopo si impadronì di Fès e si proclamò Sultano (1666) dando inizio alla dinastia Alauita.

Da Fès partì per conquistare il nord. Distrusse a Dila il monastero dei marabutti che regnavano sulla costa atlantica, poi si diresse a sud-ovest, si impadronì di Marrakesh nel 1669 e poi della regione di Sous e dei monti dell’Anti-Atlante.

Morì improvvisamente lasciando al  fratello Abu’l-Nasr Isma‘il al-Samin ibn al-Sharif l’incarico di soggiogare le tribù Berbere che controllavano i monti dell’Atlante e cacciare gli europei che controllavano i porti del Mediterraneo.

 

 

Ismāʿīl, nato nel 1645 o 1646, secondo sultano Alauita, durante iol suo lungo regno (1672/1727) consolidò il potere della dinastia e formò un possente esercitò ma non potè impedire che il Marocco cadesse sotto l’influenza francese.

Quando al-Rashid morì egli era vicerè a Fès. Immediatamente si impadronì del tesoro e si autoproclamò Sultano. La carica era ambita anche da un fratello, un nipote e da al-Khidr Ghīlān, capotribù del nord del Marocco. I tre avevano l’appoggio dell’Impero Ottomano che da Algeri sperava di estendere il suo dominio sul Marocco fomentando disordini e rivolte interne. Di conseguenza durante tutto il regno i rapporti con il reggente ottomano di Algeri furono molto tesi.

La lotta per la successione durò 5 anni. Al-Khiḍr Ghīlān fu sconfitto e ucciso nel 1673 e il fratello e il nipote ebbero il ruolo di governatori semi-indipendenti di province importanti. La pacificazione interna fu completata nel 1686 con l’uccisione del nipote ribelle Ahmad.

Nel 1673 creò i " buakhar ",un’armata di neri liberi, e di schiavi sub-sahariani  che acquistò dai loro padroni. I loro figli furono addestrati in scuole speciali, furono equipaggiati con armi europee, e i loro ufficiali impararono l’uso combinato di fanteria e artiglieria.

Egli usò questo esercito contro gli Ottomani nel 1679,1682, e 1695/96 in spedizioni destinate a proteggere le frontiere e a punire i reggenti di Algeri. Dopo di allora gli Ottomani rispettarono l’indipendenza del Marocco.

Al termine del suo regno il suo esercito comprendeva oltre 150.000 uomini.

 

Ismāʿīl’ considerava infedeli gli Europei, ma acquistava da loro armi e prodotti finiti.Nel 1684 cacciò gli inglesi da Tangeri e per liberarsi degli spagnoli che occupavano alcuni porti sul Mediterraneo si avvicinò ai loro nemici, i francesi che da questa amicizia ebbero grandi benefici commerciali. Ufficiali francesi addestrarono le truppe marocchine. Il palazzo di Meknès, voluto da Ismail, fu costruito a somiglianza della reggia di Versailles.  

Ismāʿīl fu Sultano crudele, ma il ciò era necessario per la sopravvivenza della dinastia. Si dice avesse 700 figli e innumerevoli figlie. Alla sua morte i militari furono arbitri del potere. Gli successe il figlio Mawlāy Aḥmad ma i conflitti per la successione tra i numerosi figli e gli intrighi dei militari sfociarono nel caos e nel declino del’economia che durarono oltre 50 anni, fino al regno del sultano Muḥammad ibn ʿAbd Allāh (1757–90). Con il sultano Sulaymān (1792–1822), l’economia del Marocco si riprese così come il commercio estero.

La Dinastia Alauita regna ancora oggi sul Marocco.

 

 

 

           

Share this post


Link to post
Share on other sites

                          Abu’l-Nasr Isma‘il al-Samin ibn al-Sharif, (1082-1139 H/1672-1727 AD)

 

        post-244-0-60801700-1395047693_thumb.jpg  post-244-0-18231000-1395047675_thumb.jpg

 

                             DINARO D’ORO   BUNDUQI           Hadrat Fas ( Fès) 1099H- 1688 AD

  D/ la ilah illa / allah al-amr kulluhu lillah Non c’è altro dio al di fuori di Allah e il comando gli appartiene. Intorno : duriba bi-hadrat fas hataha allah ‘am ‘tis’ wa tis’in  wa alf  Coniato in Hadrat Fas ,possa Dio protegggerla, l’anno nove e novanta e mille.
R/ allah al-haqq / nasir al-haqq / al-mubin Dio è verità. Egli rende manifesto il trionfo della verità. Intorno : bismillah al-rahman al-rahim wa ma tawfiq illa billah ‘alayhi tawakkaltu wa ilayhi unib  Nel nome di Dio il misericordioso, il compassionevole. Io trovo solo la guida di Dio, è a Lui che mi rivolgo ed è verso di lui che io torno pentito " ( Sura 11 v.88 )

                                               mm. 22  gr.  3,39                 BB      Album 583

 

Il Dinaro d’oro fu coniato al peso di circa 3,40 / 3,50 grammi  come il Ducato Veneziano e il Sultani Ottomano. La parola Bunduqi viene da “al-Bunduqiyya” nome arabo di Venezia

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto...molto interessante.

Rinnovo i complimenti già epressi a Bubbolo in precedenti occasioni...ove il Nostro si rivela sempre come Numismatico ( e studioso) di grande livello.

Tra i migliori in italia, almeno per alcune monetazioni.

Mi dispice, tuttavia,  di non avere la competenza e l'esperienza specifiche per dare valore aggiunto a questo topic.

Ma leggo (e imparo) sempre con piacere ed interesse.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessante !

tra l altro andro` in marocco tra qualche giorno

 

aggiungo solo che la monetazione del marocco del 1800 e` l unica nel panorama islamico ad usare numeri occidentali usando pero` l anno egira

 

quindi si trovano monete datate con numeri "nostri" e non arabi

come 1272 per esempio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vai in Marocco?

Stai attento...lì hanno gusti eterodossi ed axtradossi.

:))

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this