Sign in to follow this  
Admin

1000 Lire - Banca Nazionale 1872

Recommended Posts

Ecco a voi questo splendido biglietto :
Fonte: Bolaffi, Auction  Auction 23 (05.12.2013), Lot  1262

post-1-0-78427700-1398428587_thumb.jpg

Descrizione della Casa d'aste:

Biglietto da 1.000 Lire - Creazione del 17.7.1872
Zecca: - Fronte: Della massima rarità, noto al Crapanzano (2007) in un solo esemplare e pertanto potenzialmente il secondo esemplare conosciuto - Piccoli difetti usuali per banconote di questo genere,ma di qualità straordinaria in relazione alla rarità

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto per dare una idea del potere d'acquisto.

 

1000 Lire nel 1872 erano pari circa a 3700euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi oggi abbiamo il taglio da 500 euro massimo, pensa allora con untaglio del genere si potevano comprare addirittura dei terreni credo, infatti il mondo di internet e la moneta elettronica hanno molto cambiato la percezione del denaro contante e al giorno d'oggi non è più necessario avere dei biglietti con valori facciali cosi alti, visto che per gli acquisti più importanti si usano bonifici o assegni o comunque le carte di credito.

 

Ma il fatto che tali banconote esistano ci fa pensare anche al modo di vivere di quegli anni e come potevano andare le cose in quel periodo nel Nostro paese, dove il possessore di un biglietto da 1000 lire era sicuramente una persona agiata che poterva permettersi di vivere in una certa agiatezza.

 

Oltre a questo bisogna osservare nel dettaglio la banconota che anche se priva di colorazione nei disegni del contorno esprime messaggi appartenenti all'Italia intera e quindi rimane sempre un opera d'arte della nostra Nazione.

 

BELLA...........................

Edited by 4mori

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le banconote furono introdotte proprio per la loro capacità di premettere ingenti pagamenti grazie allo scambio di un piccolo pezzo di carta al posto di forzieri pieni di monete d'oro e d'argento, non solo ingombranti ma sopratutto molto difficili da trasportare se non col rischio di essere assaliti da briganti e ladri di ogni specie. Inoltre i tagli alti consentivano un importante effetto moltiplicatore grazie al meccanismo della riserva reazionaria, permettendo agli istituti emittenti di creare ricchezza dal nulla aumentando la massa monetaria in circolazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tuttavia un biglietto di "grosso taglio" potrebbe non essere sempre accetato nel commercio ...molto spesso si preferiscono banconote di piccolo taglio per la facilità di intersambio

 

nel passato mi ricordo di aver letto che si preferiva il contrario...i biglietti di grosso taglio venivano tesaurizzati per accumulare risparmio ed evitare un numero elevato di piccoli biglietti

 

Mi sbaglio ? : TEARS :

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this