Sign in to follow this  
essepi

Medaglia di San Maurizio

Recommended Posts

Direi di partire con la storia di San Maurizio, raffigurato sul D/ della prestigiosa medaglia.

S. Maurizio

La più antica notizia, pervenutaci su S.Maurizio, è costituita da una lettera inviata al vescovo Salvio, da S. Eucherio di Lione.

A onor del vero, la veridicità della fonte di questo racconto, rappresentata da S. Teodoro di Octoduro, primo vescovo del cantone vallese nel IV secolo, venne messa in dubbio da Van Berchem negli anni’40.

Secondo il racconto di Eucherio, S. Maurizio era il comandante (primicerius) della Legione Tebea, costituita da cristiani provenienti dalla città egiziana di Tebe e chiamata dall’imperatore Massimiano a sedare una rivolta dei Galli Bagaudi.

Arrivati nei pressi di Octodurum, odierna Martygny, S. Maurizio e i suoi uomini si opposero alla richiesta di Massimiano di fare sacrifici in onore degli dèi pagani e si ritirarono nella vicina Agaunum, l’attuale Saint Maurice en Valais.

Secondo altre fonti, la alla base del rifiuto, vi fu il comando di perseguitare le popolazioni locali di origine cristiana.

Quale che fosse l’ordine, comunque, a seguito dei continui rifiuti, i soldati della Legione vennero sottoposti a decimazioni, ripetute fino a che l’intera armata non fu sterminata.

Oltre che il nome di Maurizio, la tradizione riporta i nomi di altri Legionari, quelli di Candido, Esuperio, Vittore, Innocente e Vitale.

La venerazione  del Santo, risalirebbe, al IV secolo, quando il primo vescovo di Martigny, Teodoro, costruì una basilicasantuario, nel luogo del martirio, ampliata, poi nel secolo successivo.

Come si vede questo Santo è geograficamente collegato ai territori appartenuti a casa Savoia, e, per questi motivi, ne diverrà il protettore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre che protettore della casa di Savoia, San Maurizio è patrono dell'Ordine del Toson d'Oro e degli Alpini, che festeggiano la ricorrenza il 22 settembre.

Il Santo viene raffigurato con la palma del martirio, la spada, lo stendardo con croce rossa in campo bianco e la croce mauriziana, trilobata, sul petto.

In alcuni dipinti viene raffigurato come moro, a ricordarne l'origine e il nome.

post-370-1392074991,86_thumb.jpg

post-370-1392074994,47_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante SP!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tornando alla nostra medaglia, si tratta di una distinzione onorifica.

È stata istituita da Carlo Alberto di Savoia, tramite le Regie Magistrali Patenti, il 19 luglio 1839, con il nome di "Medaglia Mauriziana al Merito Militare di Dieci Lustri" e disciplinata con regio decreto del 21 dicembre 1924. La Medaglia Mauriziana per merito militare di 10 lustri verrà sostituita il 7 maggio 1954 con la legge n. 203 (modificata dalla legge 8 novembre 1956, n. 1327) assumendo il nome di Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare.

Sono eleggibili gli Ufficiali e Sottufficiali della FF.AA. o i ruoli equiparati della PS che non abbiano conseguito negli ultimi 20 anni di servizio effettivo giudizio di “inferiore alla media” o “nella media” in schede valutative/rapporti informativi.

Viene conferita dal Presidente della Repubblica su proposta del Ministro della Difesa, o del Ministero delle Finanze (GdF) o dell'Interno (PS)

Ne esistevano due tipi, uno destinato a portare al collo, per ufficiali generali e ammiragli del diamtero di 52 mm e dal peso di 80,5g, da portarsi al collo a mo' di commenda e un'altra da appuntare al petto per gli altri Ufficiali e Sottufficiali, del peso di 35 g e 35 mm. In entrambi i casi il nastro era verde. Attualmente l'unica versione conferita è la seconda.

Nella foto re Vittorio Emanuele III con al collo la piccola collana dell'OSSA e la medaglia mauriziana per Ufficiali generali.

post-370-1392075251,77_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiudo questo breve excursus, che ha suscitato numerosi interessi  ;D, dicendo che, come avrete notato, il nastro della medaglia è verde e riporta l'immagine di San Maurizio, in quanto, in origine veniva conferito solo a chi fosse stato precedentemente insignito dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro.

AL D/ riporta l'immagine di San Maurizio a cavallo con la legenda " San Maurizio protettore delle nostre armi", mentre al R/ su due righe "Al Cavaliere Mauriziano" seguito dal nome dello stesso e su quttro righe "Per dieci lustri nella carriera militare benemerito".

Durante la prima guerra mondiale fino al 23 fu coniata nel bronzo dei cannoni nemici,per poi riprendere la produzione in oro fino al 35, anno delle leggi autarchiche che ne imposero la sospensione.

La croce per anzianità di servizio fu ispirata da questa onorificenza, ed è costituita dalla croce di San Lazzaro e riprende ancora una volta il colore verde e bianco propri dell'Ordine sabaudo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this