Piakos

N.013 - E-BAY ed il dovere di salvaguardia dello Stato italiano.

Recommended Posts

Le monete antiche sono, a torto o a ragione, ritenute comunemente dal Ministero competente (quindi dallo Stato italiano) in questo momento:

- un bene culturale,

- frequentemente se non sempre un valore archeologico,

- materiale potenzialmente raro o mancante alle pubbliche collezioni,

- in ogni caso oggetti antichi sempre degni di studio e della massima attenzione.

Si rende opportuno farsene un'idea...quindi.

Quanto sopra a prescindere dal valore intrinseco e commerciale...in quanto, ovviamente, la cultura, la storia e lo  studio non hanno e non possono avere un valore commerciale o solo venale...anche se viviamo in un mondo gramo, competitivo, consumista..e piuttosto ignorante (purtroppo).

 

Attesi tali dogmi,  e-bay costituisce un antipode...un rivale, un non senso, per ovvi motivi afferenti al mero danaro e al prevalente mero guadagno che - come il diavolo >:D - è sempre irrispettoso per definizione. Tali aspetti non possono sfuggire ai più smaliziati e possono essere intuiti anche dai non specialisti.

Per quanto precede, e-bay è super monitorato e ben "attenzionato" da chi di dovere.

Ma non è tutto qui...c'è di più.

La merce in vendita su e-bay è quasi sempre (anzi sempre) di relativo valore.,..salvo pochi casi in cui vengono proposte monete effettivamente interessanti...ma ancora da pulire o restaurare ;) (che è il peggio del peggio per chi deve tutelerare il bene pubblico)  e che vengono subito capite e trattate da altri commercianti restauratori, quindi immediatamente  acquisite e poi riproposte dopo il transito in restauro/pulizia.

 

Quindi alla massa degli appassionati resta una quantità enorme di merce di seconda, terza mano o quarta mano, a volte pesantemente ritoccata, per non dire di più, dai dealer meno seri. Tael materiale ha un solo vantaggio: quello di costare apparentemente poco, nonchè uno svantaggio: quello di non costituire comunque una vantaggiosa occasion, in senso commerciale, per chi compra.

Effettivamente cosa ne consegue?

Che ove il monitoraggio dovesse portare a dei possibili sequestri...la moneta o le monete acquiste su e-bay che avessero dato il via al procedimento, non meriterebbero il costo di un serio e competente professionista legale a difesa.

Insomma...una vera voragine commerciale che inghiotte gli appassionati, sovraesponendoli a tutto e di più.

Su e-bay ci sono anche molti seri ed esperti numismatici...occorre dare atto e ci togliamo il cappello .

Ma l'appassionato che frequenta la Baia è come colui che fa zapping con il tele comando...alla fine guarda tutto e compra di tutto o come il navigatore su internet che va anche sui bassifondi pieni di virus ed altra robaccia.

 

Abbiamo posto i concetti base di cui sopra, con qualche modesta originalità, in quanto un forum serio, critico ma ripettoso nei confronti dell'interesse pubblico e al servizio dei migliori destini dell'utenza, non può esimersi da analisi reali e dal descrivere le periglie della navigazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungiamo brevemente quanto segue.

Qualcuno potrebbe obiettare che e -bay ha una misura internazionale e quindi si possono ivi comprare monete proposte dall'inghilterra, dal Belgio o da dove vi pare.

Ovviamente è possibile farlo avendo a corredo l'adeguata documentazione (conforme alle leggi dello stato di provenienza)...che non è costituita solo dalla stampa della pagina di inserzione, ma - grosso modo - anche da ricevuta o titolo fiscale, dichiarazione di autenticità dell'oggetto e di lecita provenienza ai sensi delle leggi lì vigenti.

Poi tale acquisto può essere burocratizzato all'arrivo in Italia nel modo migliore...ma questo è un altro discorso.

Resta comunque un fatto.

Chi frequenta e-bay si mette in gioco e si espone ad un gioco più grande di quanto si possa pensare. Peraltro le monete possono essere inserzionate dove volete...ma da dove realmente provengono? Chi lo sa?

Sapete quanto monete antiche - più o meno integre - girano nel mondo?

Una quantità inimmaginabile.

E tutte, specie quelle mono belle, devono essere comunque cedute per far quadrare i conti e i guadagni.

Possono provenire da code o stock di magazzino...o da materiale di scartata scelta al seguito di rinvenimenti più o meno importanti...nel paese di Vattelapesca, di cui la capitale è: Indovinalagrillo.

Ovviamente la Tutela di quei paesi in possesso di una legislazione che tenta di salvaguardare il suolo pubblico dal saccheggio archeologico, può essere molto interessata a monitorare i movimenti.

Detto questo non resta che rivolgersi solo e sempre a Numismatici esperti e seri, persone o Case che siano, in grado di rispondere pienamente del proprio operato commerciale...anche su e-bay.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il problema eè che questo monitoraggio costa !

e che le risorse destinate a questo monitoraggio vengono tolte a compiti più importanti

 

per cui ci si ritrova a spendere decine di migliaia di euro in procedimenti stupidi e inutili di sequestri di monete da pulire su ebay (che non hanno nessun interesse storico) e poi ci sono siti archeologici di interesse mondiale lasciati a se stessi

 

questo è il classico esempio di stupidità della burocrazia italiana e una delle cause del declino del paese !

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche quella esposta da Rick è una verità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per carità ben venga la tutela di ciò che è patrimonio archeologico e culturale....

Spesso piccoli collezionisti o neofiti, abbagliati dal colpo di mercato, incorrono in problematiche anche serie magari per aver acquistato una moneta da due spiccioli.

Unica cosa che può veramente infastidire è che poi spesso tutto questo materiale magari è a prender polvere in qualche magazzino in attesa di essere catalogato....

La soluzione forse migliore sarebbe per lo Stato conservarne la proprietà "intellettuale" ma lasciare in possesso a collezionisti seri e certificati tali beni in maniera che li stessi possano essere conservati e goduti appieno...

Ma questo si sa è un discorso lungo...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora