Sign in to follow this  
Guest elledi

ACINO

Recommended Posts

Guest elledi

ACINO: Il termine acino, indica i semi di uva o di alcune graminacee che anticamente venivano utilizzati nelle zecche, allo scopo di regolare il peso delle monete auree nell’ordine dei centesimi di grammo. Questa singolare pratica rimase in uso nell’Italia meridionale fino alla definitiva chiusura delle zecche borboniche. Con Acino si intendeva anche la ventesima parte di un Tarì in oro, misura di origine araba che successivamente assunse per noi il significato di una misura pari a 0,89 grammi. Di conseguenza un acino corrispondeva a circa 4,445 centigrammi, cioè 18,93 grammi di oro avente titolo 996/1000. Dunque, 425 acini. Il tutto corrispondeva, ai tempi di re Ferdinando II di Borbone (1830-1859) ad una moneta in oro da 15 ducati. Per tale motivo il Ducato d’oro borbonico veniva considerato una moneta fuori dal tempo, in quanto riferibile ad una metrologia oramai in disuso nel resto del continente europeo.

by elledi, 07.02.2013

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this