Lugiannoni

Tesoro di Scarlino (GR)

Recommended Posts

Si tratta di cento monete d'oro rinvenute, durante gli scavi archeologici condotti nella rocca, dentro una brocca nascosta in una nicchia del muro della canonica posta in prossimità della chiesa interna alla rocca.

Le monete si collocano cronologicamente tra il 1387 e il 1457, anche se il periodo di interramento del tesoro sembrerebbe potersi collocare attorno al 1448, anno in cui Alfonso I d'Aragona invase il territorio dello stato piombinese, tentando, inutilmente, di conquistare Piombino che resistette a mesi di assedio.

Il tesoro è costituito da 29 fiorini, 24 sanesi, 21 zecchini, 15 ducati di Roma e uno di Bologna, 3 genovini, 3 fiorini d'Ungheria e 4 ducati di Milano.

 

Scarlino-d1.jpg   Scarlino-r1.jpg

 

Scarlino-d2.jpg   Scarlino-r2.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora