Sign in to follow this  
f.dc

Bibliografia del forum

Recommended Posts

La disponibilità del "testo necessario" è spesso un limite per l'appassionato. Per quanto ricca sia la sua biblioteca è inevitabile la mancanza di quel certo titolo.

Se fosse attuabile in forma snella, possibilmente tabellare, un database dei titoli a disposizione degli utenti, che, in pochi ma essenziali campi - autore/i, titolo, editore, anno, edizione, utente/i proprietario/i - permettesse di individuare chi li possiede e si rende disponibile a recapitare ad un eventuale interessato quelle pagine - in numero ragionevole - necessarie, credo che si creerebbero i presupposti di un buon servizio potenzialmente utile a tutti.

In altro forum qualcosa di simile fu adottato, ma poco aggiornato e macchinoso. 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea è sicuramente interessante e anche importante per la Numismatica.

Occorrerebbbe partire da una sorta di censimento tra i nostri utenti.

Ovviamente non possiamo improvvisare la cosa che va studiata anche tra lo staff: @@Admin @carledo

Intanto vediamo se ci sono ulteriori idee e/o convolgimenti al riguardo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il discorso dei titoli è decisamente interessante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @f.dc idea decisamente interessante, possiamo creare uno spazio in cui vengono elencati:

TITOLO LIBRO - EDIZIONE E ANNO - UTENTE CHE LO POSSIEDE

come ha detto Franco poi un utente che ha necessità potrà chiedere informazione al proprietario del testo, con la scannerizzazione di una pagina o di una foto di moneta..nel rispetto delle regole del copyright naturalmente

che ne dicono gli altri utenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Admin, penso sia valido come discorso.

Se possibile valuterei:

- raggrupparla per "area". Nel senso: monete classiche (romane, greche,...); Savoia; Estere; Euro, ecc eccc

- anche una sorta di "rating" da associare al libro (che lo può dare il proprietario o i lettori) in modo da poter avere alla fine una sorta di biblioteca di riferimento, sempre per area (vedi sopra)...

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi Daniele possiamo raggrupparle in aree come le sezioni del forum?

il rating mi sembra fattibile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea della bibliografia mi pare non facile anche se bella e utilissima.

Per non "intasare" le varie aree o sezioni, mi raccomanderei innanzitutto di evitare l'indicazione delle migliaia di volumi che sono scaricabili in rete (un esempio per tutti: i vari volumi del CNI).

Tecnicamente - affiorano qui i miei trascorsi da bibliotecario - occorrerebbe preparare una scheda-tipo con poche ma essenziali indicazioni da compilare (suggerisco: AUTORE / TITOLO / ARGOMENTO possibilmente precodificato / PROPRIETARIO ). 

Se c'è qualcuno bravo con queste cose, potrebbe preparare un database così che ognuno possa scaricarlo, compilarlo, inserirlo  e via via aggiornarlo.

Dimenticavo. Almeno per la partenza, il database dovrebbe avere un gestore unico per evitare doppi inserimenti, ecc. Questo ovviamente nel caso del DB da scaricare. In caso contrario i doppioni si possono evitare preparando un DB aperto nelle varie sezioni, ma un "gestore" unico mi parrebbe  comunque indispensabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @f.dc idea decisamente interessante, possiamo creare uno spazio in cui vengono elencati:

TITOLO LIBRO - EDIZIONE E ANNO - UTENTE CHE LO POSSIEDE

come ha detto Franco poi un utente che ha necessità potrà chiedere informazione al proprietario del testo, con la scannerizzazione di una pagina o di una foto di moneta..nel rispetto delle regole del copyright naturalmente

che ne dicono gli altri utenti?

@@Admin

@@danieles1981

 

Ciao,

penso che lo schema dovrebbe essere quanto piu' semplice possibile; campi essenziali e ordinamento alfabetico per autore.

Il frazionamento per aree potrebbe creare confusione nell'utenza qualora chiamata all'autonomo caricamento dei titoli.Talvolta la natura stessa dell'opera favorisce l'ambiguità nell'attribuzione, correndo il rischio di duplicazioni indesiderate.

 

Se cerco qualcosa, un'opera nella fattispecie, ne conosco gli autori e vado a colpo sicuro.

Piuttosto, alle aree, favorirei l'uso dei tags, che potrebbero fornire esiti analoghi impedendo duplicazioni indesiderate pur salvaguardando la semplicita' dello schema. (IMO)

 

Ottima l'idea del rating.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea della bibliografia mi pare non facile anche se bella e utilissima.

Per non "intasare" le varie aree o sezioni, mi raccomanderei innanzitutto di evitare l'indicazione delle migliaia di volumi che sono scaricabili in rete (un esempio per tutti: i vari volumi del CNI).

Tecnicamente - affiorano qui i miei trascorsi da bibliotecario - occorrerebbe preparare una scheda-tipo con poche ma essenziali indicazioni da compilare (suggerisco: AUTORE / TITOLO / ARGOMENTO possibilmente precodificato / PROPRIETARIO ). 

Se c'è qualcuno bravo con queste cose, potrebbe preparare un database così che ognuno possa scaricarlo, compilarlo, inserirlo  e via via aggiornarlo.

Dimenticavo. Almeno per la partenza, il database dovrebbe avere un gestore unico per evitare doppi inserimenti, ecc. Questo ovviamente nel caso del DB da scaricare. In caso contrario i doppioni si possono evitare preparando un DB aperto nelle varie sezioni, ma un "gestore" unico mi parrebbe  comunque indispensabile.

Caro Luciano,

mi leggi il pensiero!  :)

Escludo anch'io la considerazione di quanto disponibile on-line in pdf.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea mi sembra interessante ma di difficile attuazione. Non per fare il disfattista ma, a parte il volontario che ci si dovrebbe dedicare a tempo pieno per organizzare e catalogare il tutto, ho paura che ci si ritroverebbe intasati da una serie di schede e segnalazioni bibliografiche che alla fine farebbero perdere di significato l'argomento di interesse. Nulla vieta però al singolo autore di postare di sua sponte quanto richiesto previo eventuale (suo) controllo di un possibile doppione.

Carlo 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io farei una sezione ad'hoc con la bibliografia separate per area. In modo da non unire le tematiche numismatiche intese come oggetto-moneta e quella bibliografica.

 

In effetti null'altro sarebbe che l'indicazione di un'elenco di libri (inseriti dai vari utenti che lo valutano) linkabile ad una breve descrizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve. Quello che è in internet è di facile reperimento ed ognuno lo può cercare e trovare. Metterlo nel forum come se si trattasse di una biblioteca virtuale mi pare eccessivo e dispendioso per lo spazio del forum. Comunque, ci sono già le citazioni relative a ricerche negli studi pubblicati dai nostri amici. Diverso è il discorso di studi tradotti e inseriti nel forum: l'utilità è indubbia. Concordo anche sul fatto che fare una elencazione dei testi, studi, monografie e quanto altro sia del genere, mi pare anche in questo caso un eccessivo dispendio dello spazio del forum. Suggerisco, in alternativa, di istituire una sezione dove si possono fare delle richieste circostanziate sull'argomento che si vuole studiare e del quale non si ha una sufficiente documentazione, comprese le immagini di monete. Chi può fornire questi supporti didattici lo può fare provatamente ed ancora una volta non viene usato dello spazio "in eterno" nel forum,  che può anche interessare una minoranza di studiosi. Che ne pensate?

 

p.s.: vi ricordate come avveniva (illegalmente) lo scambio di musica nel passato? così potrebbe avvenire legalmente qui, dato che la divulgazione del pensiero altrui per fini personali e di studio mi pare che si possa fare con una certa tranquillità, ma se sono in errore vi prego di dirmelo. Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha scritto Lorenzo:

...Suggerisco, in alternativa, di istituire una sezione dove si possono fare delle richieste circostanziate sull'argomento che si vuole studiare e del quale non si ha una sufficiente documentazione, comprese le immagini di monete. Chi può fornire questi supporti didattici lo può fare provatamente ed ancora una volta non viene usato dello spazio "in eterno" nel forum,  che può anche interessare una minoranza di studiosi. Che ne pensate?

Anche questa è una buona ipotesi.

Sicuramente meno impegnativa da organizzare e potrebbe funzionare facendo conto sulla disponibilità dell'utenza.

 

Credo però che qui si ipotizzava la possibilità di mettere in vetrina  solo la lista dei testi posseduti, così da creare una bacheca  visibile.

Poi, se del caso e consultata la bacheca, si potrà richiedere l'invio di una scannerizzazione dei testi in modo succinto e mirato  per una data ricerca, così da ridurre il disturbo per il possessore del testo che fosse disponibile ma, nel contempo offrire una mutua collaborazione alla Comunità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

... snipped

 

Credo però che qui si ipotizzava la possibilità di mettere in vetrina  solo la lista dei testi posseduti, così da creare una bacheca  visibile.

Poi, se del caso e consultata la bacheca, si potrà richiedere l'invio di una scannerizzazione dei testi in modo succinto e mirato  per una data ricerca, così da ridurre il disturbo per il possessore del testo che fosse disponibile ma, nel contempo offrire una mutua collaborazione alla Comunità.

 

..esattamente questo ... , per questo bibliografia e non biblioteca    :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, appunto! A me pare che siano due modi di vedere la stessa cosa: è solo diverso l’approccio, ma la finalità dovrebbe essere la medesima: consentire una possibilità di ampliare la propria conoscenza attraverso il sussidio di fonti storiche possedute da altri.

A me pare che istituire una bibliografia alla fine è istituire anche una biblioteca, se lo scopo è quello di essere utili a studiosi che intendano ampliare i propri orizzonti.

A me pare, inoltre, che mantenere una certa riservatezza su questi “scambi culturali” debba essere quasi un obbligo, sia per il motivo che il documento scritto ha quasi certamente un diritto d’autore da rispettare e la copiatura è ammessa solo nel caso di un uso personale ed a fini di studio, sia perché può capitare che un determinato testo sia “appetibile”, per così dire, per molti e non tutti con la stessa finalità, il possessore di un testo così tanto ambito non campa più a stare appresso alle richieste.

Faccio un esempio pratico: ho i tre volumi del Calciati. Libri costosissimi e molto rari. Quante richieste di copiatura potrei avere? Secondo me un numero infinito.

Sono riuscito ad essere più chiaro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente ognuno rimarrebbe libero di dare e non dare...attesa la valutazione della richiesta ricevuta,

:)

in base ai propri principi ed alle proprie convinzioni.

In ogni caso abbiamo già visto in molti precedenti che, in Numismatica, pubblicare sulla scorta di "copiature" non porta l'autore da nessuna parte, altra cosa è invece la citazione virgolettata o l'approfondimento a fini di studio.

Infine, valutando e soppesando quanto poco sono oggi di moda  la cultura e lo studio per ricerca (infatti non è che questo Sito qualitativo sia affollatissimo... ;)  ) non credo che si creeranno file per avere riscontri.

La cosa rimarrebbe circoscritta, per il momento, agli utenti interattivi con buona quotidianità, della nostra comunità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, appunto! A me pare che siano due modi di vedere la stessa cosa: è solo diverso l’approccio, ma la finalità dovrebbe essere la medesima: consentire una possibilità di ampliare la propria conoscenza attraverso il sussidio di fonti storiche possedute da altri.

A me pare che istituire una bibliografia alla fine è istituire anche una biblioteca, se lo scopo è quello di essere utili a studiosi che intendano ampliare i propri orizzonti.

A me pare, inoltre, che mantenere una certa riservatezza su questi “scambi culturali” debba essere quasi un obbligo, sia per il motivo che il documento scritto ha quasi certamente un diritto d’autore da rispettare e la copiatura è ammessa solo nel caso di un uso personale ed a fini di studio, sia perché può capitare che un determinato testo sia “appetibile”, per così dire, per molti e non tutti con la stessa finalità, il possessore di un testo così tanto ambito non campa più a stare appresso alle richieste.

Faccio un esempio pratico: ho i tre volumi del Calciati. Libri costosissimi e molto rari. Quante richieste di copiatura potrei avere? Secondo me un numero infinito.

Sono riuscito ad essere più chiaro?

 

Egregio Lorenzo, non solo chiaro, ma cristallino e dall'incipit!  :)

Forse sono stato opaco io dall'inizio, per cui mi scuso e sommessamente provo a far chiarezza dell'intenzione.

 

l'idea è banalmente quella di creare un gruppo di persone che condividendo volontariamente tutto o parte della bibliografia posseduta si rendano disponibili alla creazione di una comunità di self-help i cui contenuti possono essere variamente implementati; dalla semplice consultazione: "puoi controllarmi se tale nummo di cui ti inoltro la foto -esempio- corrisponde alla n.45 del tal testo", alla trasmissione di uno stralcio ragionevole e rispettoso del copyright dell'opera -personalmente su questo e altri siti ho allegato nei miei post una o piu' pagine di per meglio illustrare quanto in discussione e come me altri-.

 Ferma la disponibilità, sara' la ragionevolezza di chi chiede unitamente al buon senso di chi risponde a fare la differenza.

 

Sulla privatezza del contatto: e' nello spirito dell'intenzione; so chi ha quanto necessito e lo contatto via MP o e-mail se nota; e questo non per celare dalla luce del sole un fatto truffaldino, ma semplicemente per non ingolfare il forum con questioni private di nullo interesse comune. Se poi lo scambio permettera' esiti reali e questi si vorrano condividere pubblicamente, sara' solo benefico per la comunità dei partecipanti.

 

Quanto ad eventuali code fluviali di richieste, condivido ahime' il pensiero mesto di @@Piakos in merito, .......ma sarei ben lieto se i fatti smentissero la percezione, fermo restando che a lecita richiesta di fronte a palesata disponibilità si puo' comunque, e civilmente, declinare la soddisfazione.

 

Personalmente non ho problemi a dedicare il tempo a qualche scatto da smartphone o tablet per qualcuno che chiede aiuto bibliografico specie se questo favorirà conoscenza e dialettica nell'ambito di comune interesse.

 

Non entro nel merito della fattibilita' tecnica - allargata a piu' ambiti -  della cosa perchè ne sono avulso e ignaro. Nello spirito della sezione titolata "suggerimenti e proposte" azzardo una proposta e non un progetto esecutivo.  :)

 

Ti ringrazio con sentimento per avermi dato l'occasione di chiarire l'intenzione iniziale.

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per il chiarimento Franco.

 

Se le intenzioni di qualità e la serenità ambientale pagano...può darsi che in un futuro (anche prossimo) questa Comunità inizierà ad affollarsi.

Lavoriamo anche per questo, non per le quantità fini a se stesse (o commerciali), quanto per ampliare le possibilità dell'utenza anche in ragione dello scambio di informazioni, esperienze e mezzi tra gli iscritti.

Qui siamo tutti utenti.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

..... a me pare che in definitiva, a parte le mie riserve che sono estremizzate e che potrebbero nella realtà non essere tanto realistiche, la cosa possa avere un esito positivo.

L'aver messo le mani avanti da parte mia è più un alibi ad una mia questione di coscienza: devo pubblicare questo titolo oppure no?

Posso avere dei problemi a causa di richieste che mi sento di non poter accettare? Un rifiuto è sempre un rifiuto, anche se la richiesta è palesemente insulsa. Quanto sono nella condizione di giudicare una richiesta non accettabile? Credo, che la cosa migliore sia di rispondere a tutte le richieste, volenti o nolenti.

Tuttavia, resto dell'idea che questa iniziativa sia di fondamentale importanza per chi voglia ampliare le proprie conoscenze, oppure solo perché ha avuto una curiosità. A volte, la curiosità suscita un interesse e quindi l'inizio di un nuovo voler conoscere.

Passiamo, allora, alla definizione della sezione e grazie a "fiordiconio" per avercela proposta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con l'adesione di Lorenzo, che ringrazio per aver rimeditato delle perplessità in effetti legittime, potremmo procedere.

@@Admin?

 

Potemmo aprire uno spazio/topic ove liberamente gli utenti possono elencare le pubblicazioni di interesse numismatico possedute.

Poi potremmo alla fine o all'inizio del topic, o in altro spezio dedicato, metterle in ordine alfabetico con tra parentesi il nick del possessore.

Direi che potrebbe bastare e non dovrebbe essere troppo impegnativo.

In MP si potrà procedere ad eventuali scambi e richieste.

O se ci sono altre idee...

 

@@Alberto Campana

Alberto tu che ne pensi di questo topic? Ovviamente non si deve procedere a indicare l'intera biblioteca che fosse posseduta da ognuo...ma almeno i titoli più importanti e/o più interessanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per i suggerimenti vedrò ora come realizzarla tecnicamente..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con l'adesione di Lorenzo, che ringrazio per aver rimeditato delle perplessità in effetti legittime, potremmo procedere.

@@Admin?

 

Potemmo aprire uno spazio/topic ove liberamente gli utenti possono elencare le pubblicazioni di interesse numismatico possedute.

Poi potremmo alla fine o all'inizio del topic, o in altro spezio dedicato, metterle in ordine alfabetico con tra parentesi il nick del possessore.

Direi che potrebbe bastare e non dovrebbe essere troppo impegnativo.

In MP si potrà procedere ad eventuali scambi e richieste.

O se ci sono altre idee...

 

@@Alberto Campana

Alberto tu che ne pensi di questo topic? Ovviamente non si deve procedere a indicare l'intera biblioteca che fosse posseduta da ognuo...ma almeno i titoli più importanti e/o più interessanti.

Sono d'accordo, purchè si dia almeno, DB o no, una indicazione precisa e univoca di cosa scrivere in maniera omogenea, tipo:

 

per i volumi

AUTORE, TITOLO, DATA E LUOGO DI EDIZIONE.

 

per gli estratti

AUTORE, TITOLO, sta in TITOLO VOLUME e/o ATTI, e/o TITOLO DEL CONVEGNO, DATA, PAGINE.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordo, purchè si dia almeno, DB o no, una indicazione precisa e univoca di cosa scrivere in maniera omogenea, tipo:

 

per i volumi

AUTORE, TITOLO, DATA E LUOGO DI EDIZIONE.

 

per gli estratti

AUTORE, TITOLO, sta in TITOLO VOLUME e/o ATTI, e/o TITOLO DEL CONVEGNO, DATA, PAGINE.

 

@@Lugiannoni @@Admin @@Piakos

 

Puo' essere un'accettabile base di partenza (i titoli sono chiaramente di fantasia)?

 

OPERA DI UN UNICO AUTORE: W. ROSSI, Numismatica, Milano, Isidora 2005.

OPERA DI DUE O PIU' AUTORI: W. ROSSI - M. COTULA, Scritti di numismatica, Milano, Isidora 2015.

OPERA PRIVA DI AUTORE: Scritti di numismatica, Milano, Isidora 1999.

OPERA A CURA DI: Monete, a cura di G. Verdi, Lucca, Giovenale 2005.

ARTICOLO CONTENUTO IN RIVISTA: M. ROSSI, Monete e Musica, in "Brembate Oggi", 35, 2003, pp. 244-727
MISCELLANEA (RACCOLTA DI SCRITTI): Restauro dei metalli, in Metallurgia, Treviso, Gemignai 1991, pp. 234-319
OPERA IN PIU' VOLUMI: W. ROSSI, Numismatica, Milano, Isidora 2009, 2 vol.
 
In coda ai titoli il/gli utente/i proprietario/i.
 
Grazie per il "fiordiconio", ...... anche se al momento mi sento pari, meglio meno, al qD numismatico :D
fdc sono le mie iniziali. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon giorno. Lascio a voi la determinazione della struttura della sezione: mi adeguerò volentieri.

F.dc sono le iniziali del tuo nome? Però "fiordiconio" è simpatico, non ti pare?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

Come vi ho subito specificato dopo la proposta di Franco, il progetto poteva essere realizzato concretamente solo nel rispetto sulle norme del diritto d'autore ( atecnicamentedetto copyright)

Ebbene, prima ancora di qualsiasi attività preparatoria alla realizzazione di questo progetto, ho constato che realizzare uno spazio in cui gli utenti elencano i testi numismatici di loro proprietà mettendosi anche a disposizione per l'invio di pagine scannerizzate dei loro testi a fronte di semplice e gratuita richiesta da parte di studiosi, è contraria alla normativa sul diritto d'autore.

Per questi motivi non posso realizzare la proposta di Franco.

Mi dispiace ma non posso fare altrimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this