danieles1981

Strumenti per l'esposizione delle monete

Recommended Posts

Salve a tutti,

andando alle mostre (esponendo o visitando) notiamo che le monete sono esposte in bacheche orizzontali oppure verticali. Le prime sono forse le più diffuse perchè offrono con semplicità la possibilità di posizionare le monete, le didascalie stampante o altro materiale integrante la collezione.

Altre meno diffuse (mio avviso più belle), sono le bacheche verticali, di varia forma e misura.

 

Che ne pensate di uesto materiale espositivo proposto in questa foto?

post-229-0-21226500-1421394271_thumb.jpg

 

Io ne ho usate per l'esposizione di medaglioni "impegnativi" in termini di dimensione (70mm con peso superiore ai 100gr). Voi ne avete visti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' la prima volta, per la verità, che vedo questi supporti.

Ovviamente, come ci dice Daniele, siamo in presenza di strumenti per mostre e vetrine che aiutano non poco a valorizzare le monete che dovessero essere esposte.

Chi ha accumulato un compendio di monete con lo spirito dell'appassionato o del collezionista parte da altro presupposto, del tutto personale e difficilmente mette in mostra le proprie monete nella propria abitazione o nel proprio ufficio...anzi, non le tiene presso di se per timore dei furti o dei cleptomani.

;)

Chi invece deve esporre credo che non possa fare a meno di supporti come quelli postati da Daniele.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

I supporti presentati da @@danieles1981 sono sicuramente interessanti e sicuramente utili.

Personalmente, però, quando ho avuto occasione di allestire mostre ho sempre preferito supporti "neutri" e tendenti alla minor visibilità possibile.

In altri termini l'oggetto esposto (moneta, vaso, ecc.) - naturalmente questa è una mia opinione - deve quasi "galleggiare" nel vuoto, concentrando esclusivamente su di sè l'attenzione; mentre il  legno ha una sua propria "materialità".

Per spiegarmi allego alcune immagini di "supporti" utilizzati in occasione di mostre.

Anche l'ultimo, proveniente dalla Monnaie de Paris, (era unito ad una medaglia) credo si trovi abbastanza agevolmente presso alcune ditte specializzate, come del resto gli altri.

 

post-334-0-70449700-1421664976_thumb.jpg

post-334-0-89572200-1421665046_thumb.jpg

post-334-0-31371400-1421665076_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero interessanti questo tipo di supporti. Se il museo/centro culturale offre gli spazi adatti è davvero elegante una soluzione come quella proposta da Luciano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero interessanti questo tipo di supporti. Se il museo/centro culturale offre gli spazi adatti è davvero elegante una soluzione come quella proposta da Luciano.

 

Quoto.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto.

:)

 

...e aggiungo: ce ne sono in commercio o occorre mettersi nelle mani di un volenteroso artigiano?

Share this post


Link to post
Share on other sites

...e aggiungo: ce ne sono in commercio o occorre mettersi nelle mani di un volenteroso artigiano?

Per quanto riguarda i supporti della prima foto, sono realizzati e commercializzati dalla Promuseum (si può scaricare il catalogo dal sito) e quello della terza foto è presente, molto simile, sempre dalla stessa ditta.

Il pannello della seconda foto è semi-artigianale: un pannello di perspex satinato o trasparente,due fori agli angoli della base, dei listellini a sezione quadrata dello stesso materiale, due più corti a sezione circolare uguale ai due fori per i piedi di sostegno,un tubetto di loctite e il gioco è fatto.

Altrimenti possono essere richiesti alla ditta più vicina che si occupa di materiale pubblicitario ed è attrezzata con l'uso del perspex (o simili).

Io ad esempio alcune volte (quella della foto è una di quelle) ho "frugato" presso una ditta del posto ed ho utilizzato pannelli che già avevano per altri loro lavori, facendoli tagliare delle misure che mi interessavano. I listelli per sostenere le monete e per i piedini si trovano di regola anche in una buona ferramenta.

In ogni caso....sbrigliare la fantasia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccone un esempio home-made di una medaglia

 

post-229-0-71372900-1422905756_thumb.jpg

 

per approfondire:

http://www.visittrentino.it/it/cosa_fare/da_vedere/dettagli/dett/castel-noarna

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riprendo questo vecchio topic per chiedere un consiglio.

Da 6 anni espongo alcune mie piccole collezioni per le mostre. Ho sempre cercato di esporre 2 esemplari della medesima tipologia (fronte e retro).

Ora mi trovo a dover esporre alcune monete del 700, e non ho le 2 monete in modo da esporre fronte + retro. Come posso esporre? Prediligo il D o il R col volto dell'imperatore?

Considerate che la esposizione è centrata sulla successione dei regnanti, quindi espongo 7-8 monete con una breve didascalia dell'imperatore.

Help...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella mia piccola esperienza di espositore , posso dirti che prediligo sempre il lato che fà più "effetto" o che cattura l'attenzione.

In una mostra che avevo fatto tempo fà, riguardante i buoni partigiani della seconda guerra mondiale , l'avevo fatta come dici te  (fronte /retro).

Il risultato che ne è venuto fuori è quello di aver dato l'impressione che di tali buoni se ne trovino in giro a quantità industriali , mentre nella realtà sono  R3-R4-R5.

Quindi , in base alle mie esperienze, io invece di metterle doppie o metterei le foto dell' altro verso o se possibile mi farei aiutare da espositori rotanti e come dici te , una breve didascalia .

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, dearitio dice:

Nella mia piccola esperienza di espositore , posso dirti che prediligo sempre il lato che fà più "effetto" o che cattura l'attenzione.

In una mostra che avevo fatto tempo fà, riguardante i buoni partigiani della seconda guerra mondiale , l'avevo fatta come dici te  (fronte /retro).

Il risultato che ne è venuto fuori è quello di aver dato l'impressione che di tali buoni se ne trovino in giro a quantità industriali , mentre nella realtà sono  R3-R4-R5.

Quindi , in base alle mie esperienze, io invece di metterle doppie o metterei le foto dell' altro verso o se possibile mi farei aiutare da espositori rotanti e come dici te , una breve didascalia .

Hai perfettamente ragione e dimostri di avere in mano i segreti "ambientali" della Numismatica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido anch'io in linea di massima le proposte di @dearitio , precisando però che è fondamentale per prima cosa conoscere le caratteristiche delle vetrine a disposizione; ad esempio gli espositori rotanti sono inutilizzabili in una vetrina-espositore orizzontale. Altro elemento "guida" è naturalmente il tema della mostra; se il tema fosse, ad esempio "palazzi e chiese di Roma" sarebbe ovvio mettere le piastre al R/, mentre le stesse sarebbero esposte al dritto se si parlasse degli stemmi papali.

L'esposizione D&R va benissimo nelle esposizioni didattiche  o descrittive ma anche in questo caso occorre seguire la forma del contenitore: se orizzontale è indispensabile proporre 2 monete (o la foto), se verticale ne basta una purchè posizionata anch'essa verticalmente.

Splendido il sistema usato al museo de la Monnaye a Parigi: le monete sono collocate ciascuna in un "vano" circolare, chiuso davanti e dietro da due pannelli trasparenti (perspex o vetro).

Sembrano - e forse lo sono - cose banali, ma le tecniche espositive devono obbedire a paradigmi tecnici precisi; lo spazio per la fantasia non c'è.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per aver condiviso la loro esperienza.

Nel mio caso le bacheche sono orizzontali, poste ad un'altezza di 1 metro. Quindi le monete verranno viste dall'alto. Concordo col mostrare il lato di maggior effetto.

Si tratta poi di monete che hanno 250 anni di storia e, seppur economiche, non mi va di dar l'idea che esse sono spiccolaie. Il target della mostra è vario, non solo numismatici, anzi, più probabile che siano le persone di passaggio al museo ad essere incuriositi e a visitare la mostra.

Quindi, pensavo, per le monete a grosso modulo (i classici talleri) propongo libero il volto dell'imperatore, e sulle altre a modulo ridotto, il lato migliore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@danieles1981 La tua mi pare una soluzione ottimale, ma non escluderei l'esposizione del fronte/retro nel caso in cui tu possegga due monete dello stesso tipo tipo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.