Gimbo

Moneta d'oro 20 franchi Luigi XVIII 1815

Recommended Posts

Grazie

Quindi tra le mani ho una bella moneta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie

Quindi tra le mani ho una bella moneta

 

Ha tra le mani una moneta di bella conservazione per il tipo, ma soprattutto ha in la possibilità di rimirare e leggere, coniata in oro, la storia ancora piu' bella e fascinosa del nummo stesso.

 

La storia di un Re e della sua corte in fuga da Parigi a Gand, un Re che a corto di quattrini  negozia con la zecca Londinese il conio di un quantitativo di monete auree che serviranno al soldo delle milizie di Wellington in Francia.

 

La storia del Pole, direttore della zecca Londinese che pone alle diplomazie dubbi tecnici sulla legittimità dell'operazione, che si narra ideata da Nathan Rothshild, paventando il rischio di una contraffazione vista la mancanza dei crismi di ufficialità dell'operazione.

Pole che risponderà in tempi successivi alla Camera dei Comuni del suo operato spiegando come non si potesse parlare di contraffazione poichè le monete erano si metrologicamente conformi al 20Fr. ma ne differivano nella rappresentazione del busto al dritto, nell'assenza del simbolo di zecca e dell'indicazione dell'incisore. Quindi non contraffazione ma semplicemente altro. Geniale e previdente Pole!

 

E' la storia di un numismatico francese tal Dewamin che nel 1898 completa un opera ancora oggi di grande utilità sulla monetazione francese (metallica e cartacea) dal 1789 al 1889 e di questo 20 franchi Londinese non  vi e' traccia.

 

E' ancora la storia di un altro studioso belga, Paul Bordeaux, che in un suo scritto sulla" numismatica di Luigi XVIII nelle province belghe", racconta per la prima volta di questa moneta coniata a Londra confutando le ipotesi dubitative della Numismatica Belga che, in precedenza, la attribuivano a Gand.

 

La numismatica francese accoglie questa novità scrivendone sulla Revue Numismatique l'anno successivo, il Bordeaux intervenne ancora mi pare nel 1904 sulla RBN, dopo di che "la nostra" viene acquisita ai repertori divenenendo solo un quadrello di vassoio da riempire al meglio, compatibilmente con le tasche di chi la ricerca, fatta eccezione per un articolo apparso nel 1976 sulla Revue Numismatique Francese a firma di G.P. Dyer che ripercorre brevemente ma con sostanza "la vita" di questo peculiare marenghino.

 

In modo estremamente sommario e certamente pedestre sto cercando di dire che ogni moneta racconta una storia che possiamo scegliere o meno di conoscere e approfondire. Se lo facciamo continueremo ad aprire porte, ad eliminare veli e dopo un po', tenere in mano un qualsivoglia tondello noto sarà un viaggio tra fatti e uomini, ricchezze e miserie, vicende e circostanze che daranno il senso intrecciato della Storia attraverso le storie che avremo imparato ad ascoltare.

 

E' questa la prima bellezza della nostra passione. Io ne sono convinto.

 

Si diverta.

Edited by f.dc
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo molto interessante e numismaticamente  molto  professionale l'intervento  di @f.dc  sia al 25 che al 27, ha dato una risposta  molto approfondita sotto molti punti di vista al quesito di @@Gimbo

 

al contrario di altri interventi che hanno svilito e sottovalutato l'importanza della moneta di Luigi XVIII

 

Daniela

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo molto interessante e numismaticamente  molto  professionale l'intervento  di @f.dc  sia al 25 che al 27, ha dato una risposta  molto approfondita sotto molti punti di vista al quesito di @@Gimbo

 

al contrario di altri interventi che hanno svilito e sottovalutato l'importanza della moneta di Luigi XVIII

 

Daniela

 

Altri interventi hanno semplicemente risposto a quello che veniva chiesto dall'utente, cercando di essere il più obiettivi possibile. Siamo appassionati di numismatica e nessuno mi pare abbia svilito o sottovalutato la moneta. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo molto interessante e numismaticamente  molto  professionale l'intervento  di @f.dc  sia al 25 che al 27, ha dato una risposta  molto approfondita sotto molti punti di vista al quesito di @@Gimbo

 

al contrario di altri interventi che hanno svilito e sottovalutato l'importanza della moneta di Luigi XVIII

 

Daniela

 

Sono lieto che quanto ho scritto abbia incontrato il suo interesse.

 

Gli Utenti che prima di me hanno risposto hanno in materia competenza, titoli, fondamentali e valentia che esorbitano sideralmente i miei come lampante da quanto prodotto su questo ed altri fora e nel mondo reale.

Senza contare la generosa costanza con cui intervengono dando tono, spessore e vitale continuità al forum.

 

 Per il resto condivido appieno quanto scritto da @daniels1981 nel precedente post.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now