Sign in to follow this  
Layer

La simbologia della croce potenziata su alcune monete di Filippo III

Recommended Posts

per me si è il simbolo del coniatore... chi era il fortunato a riceverla? non ti so dire, è come chiedere perchè e a chi capitava il numero 2 o la lettera M... domande quasi impossibili :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, daccordo con te, ma la croce di Gerusalemme a quei tempi era un simbolo molto importante, non certo andrebbe paragonato a numeri o simboli "ad capocchiam" ;)

Tu che sei ancora giovane, fatti un nodo ...... ah..ahah...ah.... !!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Layer potresti cortesemente dare un titolo a questa discussione del tipo: la croce.......inventa che sei bravo :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Croce di Gerusalemme mi sembra un simbolo troppo "importante" per essere il solo simbolo di un semplice coniatore. Magari era il simbolo del capo dei coniatori? :P Ora a memoria non ricordo se se n'é già parlato, ma esisteva una sorta di gerarchia tra di essi?

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Approfondire....approfondire, sarebbe una bella scoperta "meritata".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non pensavo che fosse possibile attribuire la croce potenziata come simbolo distintivo di un coniatore...la croce di Gerusalemme compare negli scudi nobiliare e come simbolo di appartenenza alla classe equestre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non pensavo che fosse possibile attribuire la croce potenziata come simbolo distintivo di un coniatore...la croce di Gerusalemme compare negli scudi nobiliare e come simbolo di appartenenza alla classe equestre

e proprio qui nasce l'interrogativo che ci stiamo ponendo...cosa ci fa un simbolo di quella importanza nello spazio utilizzato per i simboli dei coniatori? Impegni permettendo mi ci metterò sotto con questo studio perchè l'argomento è veramente interessante :D

 

Giusto per ampliare gli argomenti butto lì un'ipotesi molto remota che mi è venuta in mente...che sia un simbolo distintivo di determinate coniazioni ordinate da qualcuno di importante?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A memoria ho anche un tornese della repubblica napoletana del 1648 con la croce potenziata come simbolo del coniatore

Share this post


Link to post
Share on other sites

A memoria ho anche un tornese della repubblica napoletana del 1648 con la croce potenziata come simbolo del coniatore

se ricordo bene però quella Croce é leggermente diversa rispetto a queste...posta una foto così le confrontiamo

Share this post


Link to post
Share on other sites

In serata... si è leggermente diversa

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Layer aspettiamo te :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccolo

post-255-0-25272300-1427469219_thumb.jpg

post-255-0-98051900-1427469267_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti sembrano due croci diverse..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si....diverse, ma io restringerei il campo a quegli anni  :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcune discussioni vanno anche votate.....mi sembra davvero questo il caso. :)

Bravo @@Layer ... il titolo è azzeccatissimo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tempo fa, in altro forum, si discusse della tipologia 3 cinquine per motivi legati alle sigle dei maestri di zecca, ma poi ad un certo punto si passò brevemente ad un altro argomento; infatti una delle 3 cinquine postate (che poi è la foto che ho riportato qui prima) aveva sotto il simbolo della croce potenziata e leggete qui sotto Francesco cosa scrisse (queste sono testuali parole): 

 

Solo a titolo di precisazione .................. nei miei incontri domenicali con il dr. Pannuti nel lontano 1992 ricordo che egli stesso mi consigliò l'acquisto di quell'esemplare con la croce potenziata, affermando di non averne mai visto uno simile prima di allora. Se leggi nel Pannuti Riccio ti renderai conto che, per una scelta di semplificazione della consultazione, vennero omesse dagli autori le innumerevoli varianti di sigle apposte dai coniatori (i motivi della presenza di queste sigle e simboli li ha spiegati bene Juniomoneta, cfr. Giuseppe De Sopo. Napoli 1971) e diedero piuttosto, spazio alle sigle degli ufficiali di zecca ed incisori.

LA CROCE POTENZIATA CHE TROVI SUL 3 CINQUINE DA ME POSTATO SEMBREREBBE MOLTO SIMILE AL TUO MA NON è LA SIGLA/SIMBOLO DI UN CONIATORE, BENSì UNA TIPOLOGIA A SE STANTE E LA SPIEGAZIONE MI FU DATA DA PANNUTI DIRETTAMENTE QUANDO LO OSSERVO' DA VICINO. TANTO E' VERO CHE AGGIUNSE SCHERZOSAMENTE ............... SE MI FOSSE CAPITATA TRA LE MANI PRIMA DEL 1984 L'AVREI INSERITA NELLA MIA OPERA!.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ricordo le parole di Francesco, anche se non ci ha spiegato il perchè Pannuti la ritenesse una tipologia a sé stante, certo è che adesso non credo si possa valutare come tipologia a sé stante tutta una serie di monete, che poi non sono nemmeno riconducibili allo stesso "anno" o avvenimento 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già.....un bel "rebus" da risolvere......ma forse c'è la faremo.

Per prima cosa, bisognerebbe aprire il Corpus e leggere su quali monete c'era questo simbolo, mi sembra già un primo passo notevole; se solo sotto Filippo III oppure fosse un simbolo usato anche dagli altri sovrani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

.....ho anche riesumato la discussione dall'altra parte, vediamo se mi risponde.

Share this post


Link to post
Share on other sites

CNI 360 tornese 1620, la croce come simbolo del coniatore è però come quella del tornese del 1648 che ho postato prima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sto facendo un paio di domande...e se si trattasse di un quadrato con croce interna? E se il simbolo si riferisse al sovrano?

Domande da ignorante in materia ma le faccio giusto per capire :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sto facendo un paio di domande...e se si trattasse di un quadrato con croce interna? E se il simbolo si riferisse al sovrano?

Domande da ignorante in materia ma le faccio giusto per capire :(

 

in realtà in entrami i casi il rettangolo non pare chiuso, quindi è più verosimile che si tratti di una croce. 

 

post-255-0-07496600-1427554812_thumb.jpg

 

Assomiglia a quelle presenti nello stemma di varie tipologie, ma ruotata di 90°

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Layer ... forse avrai molto da fare, io non ho tempo, almeno per ora .... ma sia tu che @@Kaitanu siete in gamba ...... per me ci si può avvicinare alla soluzione, anche perchè secondo me Francesco non conosce il motivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

.... vediamo cosa possiamo fare !! intanto se si riuscisse a recuperare una foto del 15 Grani, dovresti chiedere il permesso a Davide, se non ho letto male sembra essere sua la moneta.

@@Layer la foto.....la foto, riusciamo a recuperarla o no !! :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this