elmetto2007

50 centesimi "Leoni" Liscio e Rigato (1924)

Recommended Posts

Oggi vi voglio parlare dei 50 centesimi "Leoni". Oltre ad essere una moneta tra le più ostiche da fotografare, questo tondello di appena 6 grammi ha una storia veramente particolare. Analizziamola in dettaglio:

 

Dritto: Semibusto del Re in uniforme volto a sinistra. Intorno lungo il bordo a sinistra VITT • EM . III • RE a destra • D'ITALIA; sotto il busto il nome dell'autore (G. ROMAGNOLI).

Rovescio: Figura allegorica dell'Italia che regge una fiaccola su un carro trainato da 4 leoni, in alto orizzontalmente AEQVITAS. Sul carro le iniziali dell'autore (G.R.M.). In esergo indicazione del valore (C. 50). Sotto la base dei leoni a sinistra indicazione del millesimo, a destra segno di zecca ®.

 

Queste monete in nichel, inizialmente furono emesse con il contorno liscio a partire dal 1919, ma per evitare confusioni con la moneta da 5 lire in argento di tipo "aquilino" (emessa nel 1926) vennero ritirate a partire dal 1929 per modificarne il contorno in rigato, e poi reimmesse in circolazione. Va da sé che le monete con bordo rigato siano piú difficili da trovarsi in buone condizioni di conservazione.

Alcune giacenze in zecca di sacchi juta del 1925 hanno premesso che questo unico millesimo andasse in circolazione nelle reali condizioni di "FDC", mentre per il 1919 è pressochè impossibile trovare questa moneta in condizioni superiori allo SPL (la più bella mai apparsa sul mercato è passata di recente sull'asta Nomisma, sigillata SPL+ da Emilio Tevere).

Inoltre, data la prescrizione delle monete con il T/ liscio (dichiarate "fuori corso" dal 1929) quest'ultime si reperiscono sempre in buona conservazione, incluso il rarissimo 1924 Liscio.

Data l'impurità della lega però, è difficilissimo trovarle FDC "allo stato zecca": sovente questi tondelli presentano porosità, cancro del nichelio, una "raschiatura" circolare, nei pressi del bordo (nei rigati si presenta come una concavità dovuta a mal rigatura in zecca) e spesso debolezze di conio (i rigati presentano invece sempre sia bordo sia il contorno deturpato e spesso hanno una "perlinatura" sul bordo della moneta, indice di genuinità)

Esistono anche dei falsi cinesi moderni (una tipologia è laccata/verniciata), del '24 hanno la cifra 4 del millesimo "chiusa" anzichè "aperta", ed "esperimenti" - per così dire - di rigatura postuma (anni '70-'80) riconoscibili per la diversa trama della rigatura (meno fitta)

Coniata anche dal 1926 fino al 1935 solo per i collezionisti.

 

post-1195-0-09575200-1428432967_thumb.jp

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @@elmetto2007 , premetto che non studio a fondo questa monetazione, però una curiosità:

le due monete sono in metalli diversi ed hanno anche un peso diverso, ma premesso questo perchè non farle direttamente con il taglio rigato visto che fino a 2 anni prima c'era già la lira (Quadriga) ?

Tu pensi che la problematica sia sorta dopo ? ... mi spiego perchè aspettare il 1929 ?

Grazie. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @@elmetto2007 , premetto che non studio a fondo questa monetazione, però una curiosità:

le due monete sono in metalli diversi ed hanno anche un peso diverso, ma premesso questo perchè non farle direttamente con il taglio rigato visto che fino a 2 anni prima c'era già la lira (Quadriga) ?

Tu pensi che la problematica sia sorta dopo ? ... mi spiego perchè aspettare il 1929 ?

Grazie. 

 

Carissimo Pietro, qual buon vento :) 

 

In pratica, le monete da 5 lire aquilino avevano sì peso diverso (5 grammi), ma inferiore di solo 1 grammo, in maniera pressoché impercettibile per un anziano (magari un po' miope), oppure se pensi ai non vedenti o i sordociechi che non avevano possibilità altra che toccare la moneta con mano.

Il problema era che spessore e diametro coincidevano perfettamente, e quindi molti furboni provavano a truffare persone attempate o un po' distratte.

Per la lira, lo spessore era inferiore, inoltre questa aveva i fert impressi sul taglio, e la testa del sovrano rivolta verso destra anzichè sinistra. La moneta da 50 centesimi quindi si prestava bene per la truffa!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque...belle monete anche queste Elmet!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Piakos @elmetto2007 per completezza aggiungo foto di supporto: un 1924 liscio con tondello carente, un 1925 rigato con la classica "perlinatura" al bordo e concavita per rigatura difettosa ed un 1919 che sovente si presenta (come il 1921) con la criniera "piallata" a causa di riempimento di conio 

post-1195-0-11880300-1428518780_thumb.jppost-1195-0-37905800-1428518783_thumb.jppost-1195-0-19277800-1428518786_thumb.jp

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@elmetto2007 credo che sia sufficiente la delucidazione.

Grazie

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho analizzato centinaia di 50 cent-leoni, e ho notato che nelle conservazioni medio-basse la carenza di metallo o la porosità della lega è abbastanza comune. E' solo una mia impressione? Ci sono dati scientifici che lo dimostrano o meno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...a me non mi ha MAI convinto la storiella del ritiro perche simili ai 5L argento (molto diverse)...ritirarle per rigarle e rimetterle in giro!!! Uhmm un mistero mai svelato su questi 50c.

A proposito, quanto va oggi in mercato un 1920 SPL rigato? Non se ne vedono piu in aste dal 2013 in SPL

grazie

Modificato da giacutuli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, giacutuli dice:

...a me non mi ha MAI convinto la storiella del ritiro perche simili ai 5L argento (molto diverse)...ritirarle per rigarle e rimetterle in giro!!! Uhmm un mistero mai svelato su questi 50c.

A proposito, quanto va oggi in mercato un 1920 SPL rigato? Non se ne vedono piu in aste dal 2013 in SPL

grazie

Sapessi quante cose non mi convincono della numismatica! Su certe cose....o indaghi ed hai le prove e quindi confuti o credi per fede. Spesso le indagini non ti portano a nulla, spesso, come il gioco dell'oca, ritorni al punto di partenza (la zecca) e non hai alcuna spiegazione o addirittura nessun razionale della cosa. La numismatica è bella proprio perché anche misteriosa nella sua storia, anche quando copre delle enormi porcate.

Personalmente ho la versione liscia del 50 cent. Mi basta ed avanza! Per il resto...non so darti risposta.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, carledo49 dice:

Sapessi quante cose non mi convincono della numismatica! Su certe cose....o indaghi ed hai le prove e quindi confuti o credi per fede. Spesso le indagini non ti portano a nulla, spesso, come il gioco dell'oca, ritorni al punto di partenza (la zecca) e non hai alcuna spiegazione o addirittura nessun razionale della cosa. La numismatica è bella proprio perché anche misteriosa nella sua storia, anche quando copre delle enormi porcate.

Personalmente ho la versione liscia del 50 cent. Mi basta ed avanza! Per il resto...non so darti risposta.

Carlo

...e qui siamo vicini a decisioni semi folli come quella del 20c esagono!!! moneta coniata 1919/20/21 la si fa circolare per dieci anni in un paese da 55milioni di abitanti e poi dopo ben dieci anni viene ritirata per essere rigata e rimessa in circolo almeno fino al 1936 (conio 50c impero) solo per fare un favore ai ciechi o ancor peggio simile ai 5L argento!!! a me sembra una cortesia fatta ai collezionisti per completare la serie RIGATA emessa solo per collezionisti appunto dal 1926 al 1935. Booo, cosa certa che l'usura generata non presenti oggi condizioni oltre il SPL.

Questa la mia in collezione secondo voi si può dare SPL ?

saluti

50c.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, giacutuli dice:

Booo, cosa certa che l'usura generata non presenti oggi condizioni oltre il SPL.

Non saprei... Commercianti privati ne hanno, un mio conoscente e commerciante ne aveva una decina qualche mese fa, non so se ancora adesso o le ha vendute. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se posso esprimere un parere del tutto personale, sebbene sia un collezionista, queste chicche che da BB valgono 50€ ed un gradino in più lo fa saltare a 2000€....francamente non mi incantano. Ogni millesimo coniato presenta la stessa solfa. Non voglio sminuire la moneta, per carità, in collezione ho un 50c del 1920 liscio in FDC ed uno del 21 rigato in BB/BB+

Non mi sono mai spinto in voli pindarici su queste monetine rigate. Sugli esagoni, premesso che esiste una analoga forzatura, perlomeno c'è equità e congruità di prezzo. Qui, in collezione mi sono spinto nelle 2 tipologie dei 3 millesimi (tranne il '20 che è solo liscio). Il discorso qui però è differente in quanto queste monete, che sono anche di necessità, sono delle ribattute dei vecchi 20c di Umberto, ritirati prima della I° guerra, che già di loro avevano il bordo rigato. Per cui tracce di rigatura più o meno marcata sono visibili come vecchia reminiscenza, come sono visibili anche le vecchie impronte del ventino di Umberto.

Per quanto riguarda lo stato di conservazione del tuo 50c...mi piacerebbe esprimere un parere quardandolo tenendolo in mano. Metallo un po' particolare ed ingannatore e foto...non vanno daccordo. A large spanne potrebbe essere tra il BB e lo SPL. La criniera dei leoni è un po' bassa e ci sono diversi segni da contatto al D, sul viso del Sovrano e qualcuno sui campi, sia al D che al R.  Però il mio giudizio, allo stato delle cose, è un azzardo. Concordo comunque che le politiche che regolamentano le varie coniazioni sono sempre state molto discutibili.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...

3 ore fa, carledo49 dice:

La criniera dei leoni è un po' bassa e ci sono diversi segni da contatto al D, sul viso del Sovrano e qualcuno sui campi, sia al D che al R

...SPL sta per una condizione generale splendida e senza evidenti danni o colpi o usure. Tutti quelli visti in aste dati per qFDC compreso quello venduto nel 2013 a 3600$ presentano piccole evidenze di circolazione...il rigato 19/20/21 ha circolato per dieci anni prima del makup e quindi non esiste la moneta rigata di questi anni perfetta e senza note...io non ho MAI visto in 20anni SPL zero usure da circolante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una corretta definizione di SPL è la seguente:

               Si indica conservazione splendida lo stato di un esemplare che presenta minimi ed impercettibili segni di usura, praticamente irrilevanti e non compromettenti i disegni e/o i rilievi, lasciando inalterati quelli più bassi, o mostra debolezze di conio nei rilievi più esposti che, seppur non pregiudizievoli, incidono sulla complessità del tondello in generale (sempre senza intaccare disegni/rilievi e bordo). In questo stato può ancora conservare la freschezza di conio peccando però in parte nel lustro di zecca. La moneta ha circolato per un brevissimo lasso di tempo per cui l'usura è praticamente impercettibile (secondo il Montenegro non deve superare il 10%).

Punto di domanda:

La tua rientra in questo stato obiettivamente parlando? Tu l'hai in mano e puoi sicuramente, meglio di chiunque altro, valutare oggettivamente. Le foto son piccole e leggermente sfuocate. Già è difficile giudicare con la moneta in mano, figuriamoci in queste condizioni.

Un mio primo giudizio di massima già te lo diedi, ma precisai anche che allo stato attuale delle cose era un azzardo e come tale andava considerato.

Da vecchio collezionista scafato ti dico anche che se fai vedere la moneta a 10 periti numismatici, il loro giudizio non sarà mai unanime.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, giacutuli dice:

Questa la mia in collezione secondo voi si può dare SPL ?

Partiamo dal presupposto che, a livello di giudizio conservativo, è un conio orrendo quello dei 50 centesimi leoni: il busto del re è praticamente liscio già in FDC.

Le criniere, i leoni, mi sembrano portare un po' di usura, la stella sul colletto di Vittorio Emanuele è quasi sparita ed in numerosi segnetti [ed in alcune zone graffi leggermente più vistosi] secondo me la portano sul BB. La stessa S di AEQUITAS è molto evanescente. Non nego che subito pensavo come l'amico @carledo49 BB/BB+ però esaminati i graffi non sono sicuro di voler tenere il + nel giudizio.

 

4 ore fa, carledo49 dice:

queste chicche che da BB valgono 50€ ed un gradino in più lo fa saltare a 2000€....francamente non mi incantano

Pensa con le siciliane borboniche, quello che in qualsiasi monetazione è considerato MB lo passano per BB e quello che è un buon BB/BB+ te lo descrivono come SPL+ INTROVABILE.

Il fatto che si trovino sempre particolarmente lisce non significa che appena se ne trova una sopra la media allora si deve alzare propositatamente la conservazione... la scala è una, e dev'essere uguale per tutti. Poi si può scrivere quel che si vuole, BB/SPL/ECCEZIONALE, è il tondello a parlare...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...rassegniamoci 1919/20/21 (rigato) non si va oltre SPL e quindi è una follia pagarli 3mila euro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/4/2015 at 20:57, elmetto2007 dice:

Oggi vi voglio parlare dei 50 centesimi "Leoni". Oltre ad essere una moneta tra le più ostiche da fotografare, questo tondello di appena 6 grammi ha una storia veramente particolare. Analizziamola in dettaglio:

 

Dritto: Semibusto del Re in uniforme volto a sinistra. Intorno lungo il bordo a sinistra VITT • EM . III • RE a destra • D'ITALIA; sotto il busto il nome dell'autore (G. ROMAGNOLI).

Rovescio: Figura allegorica dell'Italia che regge una fiaccola su un carro trainato da 4 leoni, in alto orizzontalmente AEQVITAS. Sul carro le iniziali dell'autore (G.R.M.). In esergo indicazione del valore (C. 50). Sotto la base dei leoni a sinistra indicazione del millesimo, a destra segno di zecca ®.

 

Queste monete in nichel, inizialmente furono emesse con il contorno liscio a partire dal 1919, ma per evitare confusioni con la moneta da 5 lire in argento di tipo "aquilino" (emessa nel 1926) vennero ritirate a partire dal 1929 per modificarne il contorno in rigato, e poi reimmesse in circolazione. Va da sé che le monete con bordo rigato siano piú difficili da trovarsi in buone condizioni di conservazione.

Alcune giacenze in zecca di sacchi juta del 1925 hanno premesso che questo unico millesimo andasse in circolazione nelle reali condizioni di "FDC", mentre per il 1919 è pressochè impossibile trovare questa moneta in condizioni superiori allo SPL (la più bella mai apparsa sul mercato è passata di recente sull'asta Nomisma, sigillata SPL+ da Emilio Tevere).

Inoltre, data la prescrizione delle monete con il T/ liscio (dichiarate "fuori corso" dal 1929) quest'ultime si reperiscono sempre in buona conservazione, incluso il rarissimo 1924 Liscio.

Data l'impurità della lega però, è difficilissimo trovarle FDC "allo stato zecca": sovente questi tondelli presentano porosità, cancro del nichelio, una "raschiatura" circolare, nei pressi del bordo (nei rigati si presenta come una concavità dovuta a mal rigatura in zecca) e spesso debolezze di conio (i rigati presentano invece sempre sia bordo sia il contorno deturpato e spesso hanno una "perlinatura" sul bordo della moneta, indice di genuinità)

Esistono anche dei falsi cinesi moderni (una tipologia è laccata/verniciata), del '24 hanno la cifra 4 del millesimo "chiusa" anzichè "aperta", ed "esperimenti" - per così dire - di rigatura postuma (anni '70-'80) riconoscibili per la diversa trama della rigatura (meno fitta)

Coniata anche dal 1926 fino al 1935 solo per i collezionisti.

 

post-1195-0-09575200-1428432967_thumb.jp

Buongiorno, ho letto il vostro forum e sto cercando di capirci qualcosa in più sulla mia moneta. E' del 1920, contorno a metà tra il liscio ed il rigato. Devo presupporre si tratti di una rigatura postuma, anni 70/80? Oppure esistono anche altre spiegazioni plausibili? Grazie a chi mi risponderà.

IMG_3015.JPG

IMG_3017.JPG

IMG_2998.jpg

IMG_2999.jpg

IMG_3001.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio in anticipo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, spf dice:

Buongiorno, ho letto il vostro forum e sto cercando di capirci qualcosa in più sulla mia moneta. E' del 1920, contorno a metà tra il liscio ed il rigato. Devo presupporre si tratti di una rigatura postuma, anni 70/80? Oppure esistono anche altre spiegazioni plausibili? Grazie a chi mi risponderà.

Può essere tutto e l'incontrario di tutto. Chi può saperlo. Coeva, postuma o farlocca la rigatura rimane ancora un fatto piuttosto discutibile.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maldestro tentativo di rigatura postuma

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora