Recommended Posts

Breve regno, monetazione poco amata dai suoi sudditi ed ingloriosa fine del Sovrano culminante con la sua fucilazione. 

La nuova monetazione decimale, improntata sul tipo francese, venne introdotta da Gioacchino Napoleone con regio decreto il 19 maggio 1811.  I napoletani non amarono da subito questa monetazione e continuarono a preferire la vecchie piastre borboniche, ducati, tarì e tornesi, sia per una questione di abitudine lungamente consolidata, sia per la scarsa fiducia nel sovrano. Pertanto questo nuovo sistema decimale fu abolito dopo soli 3 anni, ritornando alle origini.

 

Rimane tuttavia, come eredità a favore della Numismatica, una stupenda e rara moneta con una opzione indovinata per quanto riguarda l'iconografia scelta per la rappresentazione della effigie dell'autorità emittente che si ripete in tutti i nominali emessi in oro, in argento ed in rame.

Carlo

 

           post-234-0-99413100-1430132551_thumb.jpg     post-234-0-08227900-1430132586_thumb.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi spiace polemizzare con l'amico @@carledo49, ma essere responsabile della "sezione  napoleonica" mi impone di intervenire per "limare" alcune affermazioni che ritengo ingiuste nei confronti di Murat, che fu fucilato dopo essere stato attirato in un tranello e morì con grande coraggio.

Se si vuol parlare di personaggi ingloriosi parlerei piuttosto del re che lo fece fucilare e che anni prima, tradendo l'impegno preso, fece uccidere decine e decine di patrioti napoletani.

Ovviamente concordo con il giudizio sulla bellezza dei 5 franchi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio contributo su un tema affascinante per una moneta affascinante:

http://www.tuttonumismatica.com/topic/1520-n012-le-monete-pi%C3%B9-belle-nel-mondo-immagini-di-storia-e-darte/page-7

 

Credo che Carlo, nello scrivere che Murat ebbe una fine ingloriosa, volesse riferirsi non all'evento luttuoso in se stesso...quanto al paragone con la vita spumeggiante e coraggiosa del Murat, sopravvissuto a decine e decine di cariche di cavalleria dal medesimo comandate, tra l'odore del sangue che schizzava dalle sciabolate e lo splendore delle lame al sole...per finire paragonato ad un bandito sotto i fucili borbonici.

In effetti il Murat fu venduto (dai servizi segreti inglesi) a chi ne temeva un possibile ritorno...così come capitò al Bonaparte a S. Elena. la nave che lo trasportava doveva andare non a riconquistare il regno (come si è raccontato...) ma da ben altra parte.

 

Nel cortile del castello di Pizzo, Murat - anche se pressato e bistrattato - offrì il petto e chiese che fosse salvo il volto...per un attimo Gioacchino fece finta di caricare ancora con il proprio bianco destriero...verso i moschetti del nemico. Anche in questo c'è gloria.

 

P.S.

Se i Francesi di Napoleone non avessero saccheggiato mezza Italia...potrebbero essere ricordati come antichi e valorosi cavalieri in lotta per il bene. Per essere coerenti avrebbero dovuto ridistribuire i beni saccheggiati nelle chiese e nei castelli e palazzi dei nobilricchi...al popolo o, se volete, ai cittadini.

Neanche loro furono coerenti...e si allinearono al: così va il mondo.

 

Per concludere:

Sic transit gloria mundi

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma Murat era davvero così bello fisicamente? In ogni moneta o medaglia viene sempre raffigurato come un Dio greco di profilo con i capelli al vento. ..realtà o idealizzazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

In verità...a ben guardare c'è un realismo nei ritratti del Murat...

comunque questo è il mio approfondimento...che mi permetto di ripetere:

http://www.tuttonumi...-e-darte/page-7

in questi articoli del vademecum dedicati al Murat...si parla di tutto. :)

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Admin, un paio di ritratti di Murat; effettivamente faceva la sua bella figura!

 

post-334-0-15001800-1430251534_thumb.jpg        post-334-0-43357500-1430251569_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

I napoletani non amarono da subito questa monetazione e continuarono a preferire la vecchie piastre borboniche, ducati, tarì e tornesi, sia per una questione di abitudine lungamente consolidata, sia per la scarsa fiducia nel sovrano. Pertanto questo nuovo sistema decimale fu abolito dopo soli 3 anni, ritornando alle origini.

 

Gioacchino fece in tempo a tornare ai vecchi Ducati prima di perdere il trono nel 1815; questo nuovo passaggio al sistema dei Ducati, in assenza di monetazione, è documentato dalla legge N° 2223 del 18 agosto 1814, con la quale volendo richiamare l’antico sistema monetario cui la nazione da tempo è abituata, il sovrano stabilì che il sistema monetario stabilito nel Regno con la legge del dì di 19 maggio 1811 rimane abolito  ma con una modifica:

il Grano, centesima parte del Ducato, fu diviso in 10 parti anziché in 12 parti, modifica mantenuta successivamente anche dai Borbone.

Nell’Art. 6 viene abolito la riduzione del decimo del  valore della moneta di rame stabilita nell’Art. 1 del Decreto del 16 dicembre 1811: il Ducato si cambierà quindi con 100 Grani di rame, le monete da 4 Grana e 2 Grana e mezzo saranno conteggiate rispettivamente per 3 Grana e 2 Grana;

Nell’Art. 10 viene approvata una modifica sostanziale nel sistema monetario: il Grano viene diviso in 10 Cavalli invece che dell’antica sua divisione in 12;

In un successivo Decreto, si parla del cambio delle lire in Ducati, basato su 1 Lira = 23 Grana; dunque la moneta da 5 lire si cambiava con 1 Ducato e 15 Grana.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piace la ritrattistica di Murat....anche nella medaglistica...veramente un bel ritratto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piace la ritrattistica di Murat....anche nella medaglistica...veramente un bel ritratto

 

Infatti.........

post-287-0-36827500-1430589868_thumb.jpg

post-287-0-37194900-1430589875_thumb.jpg

post-287-0-32301300-1430589883_thumb.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il 5 Lire del 1813 il prezzo è sicuramente buono. Dubito rimanga tale nel prosieguo dell'asta. La conservazione mi sembra anche sottostimata.

Per la piastra da 12 carlini il prezzo base mi sembra un po'.....altino (e la conservazione dichiarata, almeno per me, leggermente sovrastimata).

Sono però entrambe monete di un certo pregio e la buona conservazione ne fa dei pezzi ancor più ricercati dagli amanti di questa tipologia di monetazione.

Le conservazioni, basate esclusivamente su delle fotografie, ti ricordo sono solo dei semplici pareri personali (criticabili, discutibili o condivisi).

Carlo

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con Carlo....il primo solo alla base si può prendere....il secondo mi sembra che la conservazione dichiarata non sia quella ottimale.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Neapolis.

ciao Pietro, ho visto le foto delle medaglie nel tuo precedente post, potresti essere cortese e postare anche i rovesci. Il ritratto della  seconda l'ho visto in abbinamento ad un rovescio fantastico con il Sebeto, il Vesuvio, le sirene e la raffigurazione di una dea...Atena?

E' un pezzo di grande valenza storica ed artistica...ti sarei grato se ce ne potessi parlare.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Piakos  quella che vedi.....e poi forse chissà quando risbuca in un'asta, è la versione in argento Rarissima, non sai quanto. 

 

Appena posso scrivo qualcosa, perchè su questa medaglia c'è da fare chiarezza.

 

http://nomisma.bidinside.com/it/lot/37136/napoli-murat-1808-1815-medaglia-1811-premio-/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa è la scheda che curò il Siciliano:

post-287-0-15022200-1434216643_thumb.jpg

post-287-0-05448100-1434216652_thumb.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dov'è il problema ? .... è che il D'Auria rimodula l'assegnazione di questa medaglia e la chiama: Premio dell' Accademia delle Scienze di Napoli. (Nr.94)

Motivazione ? .... nessuna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Piakos ... hai "sfruchuliato" ? e mò guarda qui dove ci impantaniamo ? ... ah....ahah...ah.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessantissima "quaestio" o. Pietro...sei sempre un maestro

Attendoti...per l'impantanamento tecnico e scientifico.

Poi analizzeremo gli aspetti iconografici che sono spaventosamente intriganti.

 

P.S.

Quella che hai postato è l'esemplare nomisma 48 in argento, fece 13.000 euro più diritti.

Trovo che il bronzo è forse ancora più affascinante...ma, @@Neapolis è altrettanto raro...o scendiamo ad R3...magari ad R2?

Ne vidi vendere un paio (appunto di bronzzo) praticamente fdc intorno ai 2.500/3.000 euro, non è poco per una medaglia a meno non sia veramente rara.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il bronzo ? ... più di qualcuno è passato alle aste.....ma se è Fdc ci vogliono sui 3.500/4000 euro; per me è R2, non di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il bronzo ? ... più di qualcuno è passato alle aste.....ma se è Fdc ci vogliono sui 3.500/4000 euro; per me è R2, non di più.

@@Piakos ....hai letto il documento che ti ho postato ? .... leggi, leggi bene le ultime 3 righe della prima pagina (la 55).....vediamo se indovini di quale medaglia si tratta.

Quando la scoprirai e vedi il rovescio ...... ti brilleranno gli occhi !!!  :)  :)  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Pietro...@@Neapolis, non ho il Ricciardi e non posso confrontare.

Chiedo lumi...

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Piakos e il D'Auria ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si...e il brillìo degli occhi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@@Piakos allora cerca lì..............era ovvio che il Siciliano citò il Ricciardi................ 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now