Sign in to follow this  
Admin

20 Lire 1905 "Aquila araldica"

Recommended Posts

I pezzi originali di questa bella moneta hanno una quotazione che, anche sulla spinta generalizzata al rialzo del mercato, è piuttosto elevata. L'ultimo Catalogo Gigante 2000 la quota: BB 1.500.000 ; Spl 2.300.000 ; Fdc 3.300.000.

A gennaio di quest'anno sono stato avvertito da un collega circa l'appari-zione sulla piazza di Milano di alcuni falsi  del 20 lire del 1905 di fattura ottima  tanto che, a colpo d'occhio, potevano sembrare autentici. Tramite una circolare sono stati immediatamente avvertiti tutti i soci N.I.P.  ( Numismatici Italiani Professionisti ), ma  non c'era nessun dato o particolare ulteriore da comunicare non avendo un esemplare da esaminare. L'esemplare qui fotografato mi è stato gentilmente dato da un collezionista rimasto truffato quest'estate. Ho avuto anche la possibilità di vederne un esemplare gemello ed ho così potuto constatare un difetto comune ad entrambi: la lingua dell'aquila è interrotta. Probabilmente la moneta originale presa per modello aveva un colpo in quella posizione.

falsi_27.jpg

Ecco le differenze riscontrate rispetto all'originale:

Colore del metallo: più rosso pur non essendo patinato.

Diametro. uguale.

Spessore: uguale, perfetto.

Bordo o margine: uguale per dimensione ma doppio ( visto con la lente si vedono due cerchi ). La perlinatura, che nell'originale è attaccata al cerchio del bordo, è in alcune zone più piccola e staccata da questo.

Contorno: la rigatura è ben eseguita ma le barrette sono leggermente più larghe e presentano delle schiacciature soprattutto sullo spigolo del contorno del diritto. Lo spazio tra le barrette non è sempre pulito; restano molte imperfezioni.

Disegno del diritto: il disegno della testa è ben realizzato ma le superfi-ci delle lettere della scritta sono molto arrotondate e la superficie del campo, vista in controluce, è più concava.

Disegno dei rovescio: anche questo è ottimo e preciso. Anche in questo caso le superfici delle lettere della scritta sono arrotondate ma il campo è convesso.

Firma dell'incisore: la parte superiore della lettera P di SPERANZA è quasi piena e così pure la lettera E, la lettera N è incompleta in basso.

Data: uguale.

Valore: uguale.

Segno di zecca: uguale.

Peso: perfetto.

Articolo di TEVERE EMILIO

www.numismaticatevere.it

tevere@numismaticatevere.it 

da  "Cronaca Numismatica" n.114  dic-99

www.edolimpia.it   

cnumismatica@edolimpia.it 

tratto montevecchia.info/sito_falsi/index.html

link http://www.montevecchia.info/sito_falsi/index.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest elledi

Ottima ed esauriente descrizione.

La mia domanda è: essendo una moneta coniata in 8.715 esemplari è stata certamente falsificata non all'epoca per frodare la circolazione ma in epoca moderna per danneggiare i collezionisti. Il timore è che se si tratta davvero di un falso molto insidioso (purtroppo le foto in b/n non consentono un esame particolarmente accurato), possono aver falsificato anche i millesimi molto più rari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this