Lugiannoni

Asta NOMOS AG, 11 - 9 ottobre 2015

Recommended Posts

Girellando per le aste ho visto queste due monete che mi hanno perticolarmente colpito.

La prima è di Leontini, bellissima incisione e splendida patina. Parte da 2'000 €.

 

post-334-0-17402800-1443810299_thumb.jpg

 

L'altra è il classico tetradramma siracusano con il conio del D/ inciso da Chimone; molto bella.

Una volta arrivatami la pensione, e detratte le varie spese mensili (luce, gas, telefono, condominio, ecc.) potrei forse farci un pensierino; l'importante è che mi avanzino almeno 160.000 €. :D

 

post-334-0-69682900-1443810500_thumb.jpg

 

P.S.

Se qualcun'altro vuol partecipare all'asta, lo dica e mi ritiro!  B)

 

Scherzi a parte, ho visto anche dei bei bronzi romani, ma non oso pronunciarmi in merito (pasticceri e metallurghi in agguato?); qualche romanista può fare un giro e poi ne riparliamo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il link dell'asta: Zurigo, 9 October 2015

http://www.sixbid.com/browse.html?auction=2218

 

Nomos è la Casa legata a Mr.Weiss,  un medico ortopedico di notevoli mezzi finanziari e grande collezionista di importanti monete greche (e anche di altro materiale archeologico), con sequestro di due lotti della sua eccezionale collezione nell'asta Triton XV del 4 gennaio 2012: Questo sequestro ha permesso di mettere in evidenza una delle monete più belle in assoluto prodotte dai Greci della Sicilia: il decadramma coniato ad Akragas (Agrigento) intorno al 410 a.C.

 

Nomos è una casa che si distingue per l'attenzione alle monete classiche, greche in particolare.

Spesso la qualità media del materiale proposto è alta...con qualche vertice per importanza e conservazione.

Genericamente, tuttavia, le stime sono sempre piuttosto elevate per tutte le monete proposte....per cui acquisire una moneta, anche alla base, da Nomos difficilmente sarà un evento non dico conveniente...ma almeno neutro.

 

Per rendersi conto è sufficiente sfogliare il catalogo sul web.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piakos, interessante la tua presentazione della casa d'aste 

Le romano-repubblicane sono quasi tutte in conservazione altissima ma la moneta che mi ha stupito per bellezza  (e conservazione) è un'altra. 
Si tratta di un obolo del quale allego prima la descrizione della casa d'aste e poi la foto. La cosa che rende, a mio avviso, la moneta di eccezionale bellezza non è solo l'iconografia ma anche la maestria degli incisori: il tutto è concentrato su un tondello di 11mm

 

Sikyonia, Sikyon. Circa 360s-340s/330s BC. Obol (Silver, 11mm, 0.63 g 3). Dove alighting right; above tail, Σ. Rev. Dove flying right. BCD 255.3. A rare variant with no letter on the reverse. Good extremely fine. 
The obols of Sikyon were struck in very large numbers, understandably so because they were very popular and circulated throughout the Peloponnesos and in many places in Central Greece where the Aeginetic standard was also used. Thus, the vast majority of known Sikyonian obols are in worn condition. Pieces like this one are exceptional.

 

post-4-0-46404000-1443903807_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@ggpp

bellissima moneta...amavo gli oboli e le frazioni.

Li ha seguiti per tanti anni...

Poi, per vari motivi, sono addivenuto ad una separazione consensuale.

Ma...posso solo ricordare che tutti i grandi collezionisti di monete classiche del 1700 e del 1800, avevano tra le grandi...anche una collezione di piccole, con le quali affinavano l'occhio ai minimi particolari e nutrivano lo spirito.

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono usciti i risultati della Nomos. Che dire....molti invenduti (tra cui il pezzo di copertina del catalogo, il deka siracusano) e le altre andate via alla base.

Risultati decisamente sotto tono...

E' vero che le basi erano molto alte e anche prendere alla base era un bel prendere...pero' non mi aspettavo questa mosceria, c'erano pezzi ottimi in fondo.

Chissà, forse metterla il giorno dopo la NAC in questo caso non gli ha giovato particolarmente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono usciti i risultati della Nomos. Che dire....molti invenduti (tra cui il pezzo di copertina del catalogo, il deka siracusano) e le altre andate via alla base.

Risultati decisamente sotto tono...

E' vero che le basi erano molto alte e anche prendere alla base era un bel prendere...pero' non mi aspettavo questa mosceria, c'erano pezzi ottimi in fondo.

Chissà, forse metterla il giorno dopo la NAC in questo caso non gli ha giovato particolarmente...

 

Ho seguito non tutto, ma alcune monete greche e romane delle ultime tre aste Nomos.

Da ultimo anche le rinascimentali o presunte tali.

C'era un Leontini (tetra) stile arcaico (o falso arcaico) l'anno scorso, che era molto vicino se non uguale a quello della collezione Hunt dispersa a suo tempo.

Anche quel tetra, insieme ad altre monete, ha fatto poco più della base...ovviamente stiamo parlando di circa 18.000 franchi per un tetra simil arcaico di leontini...moneta non rara e non particolarmente apprezzata.

A mio sommesso avviso la Nomos (attesa anche la presenza di Weiss...) non può permettersi di far partire le monete dal probabile prezzo massimo di aggiudicazione. Peraltro non è che siano tutte  senza pecche o dubbi o eccezionali.

Vedi i Decadrammi ultimamente proposti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora