Piakos

n.016 LE ODIERNE DINAMICHE DEL MERCATO NUMISMATICO: VALORI E TENDENZE

Recommended Posts

La classe media è un concetto da prima repubblica. Non vedo più classi. Vedo appassionati di monete indipendentemente dalla classe (vecchia) di appartenenza. I nuovi collezionisti  non comprano più il regno, questo è vero, perlomeno qui da noi. E tra l'altro non iniziano più con il regno e questa è la grande differenza con qualche decennio fa. Dagli euro, l'attuale collezione iniziale, si passa direttamente a qualcosa di più interessante. E il regno, ma anche la repubblica in lire, ne è la vittima.

Arka

Diligite iustitiam

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Arka dice:

La classe media è un concetto da prima repubblica. Non vedo più classi. Vedo appassionati di monete indipendentemente dalla classe (vecchia) di appartenenza. I nuovi collezionisti  non comprano più il regno, questo è vero, perlomeno qui da noi. E tra l'altro non iniziano più con il regno e questa è la grande differenza con qualche decennio fa. Dagli euro, l'attuale collezione iniziale, si passa direttamente a qualcosa di più interessante. E il regno, ma anche la repubblica in lire, ne è la vittima.

Arka

Diligite iustitiam

Ottimo spunto Arka.

@carledo49 hai qualcosa da chiosare o aggiungere Carlo? Il nobile Arka sta suggerendo che qui è cambiato talmente il mondo che occorre proprio ricominciare da capo nel valutare i mercati...compreso quello numismatico. Certo...non fa' una piega cosa può importare alle nuove leve...sotto i 40 anni (e anche sopra...) di Pippetto, del Duce...per non parlare di Cecco Peppe e Sissi...che dicono fosse una delle donne più belle del suo tempo e l'imp. ne era profondamente innamorato. Ma, divagazioni storiche ed umane a parte...è vero il mondo non solo è cambiato ma temo continui a cambiare al punto che ogni 2 anni non lo capisci più se non stai sul pezzo...ok!!!😀

Ma assunto il dato: resta un fatto che l'ottimo Arka...sembra voler glissare:

chi sono i nuovi compratori?

quanto possono spendere?

cosa comprano maggiormente per tipologie?

E' possibile andare a dama di tutto il discorso focalizzando questi temi...senza ricominciare a dire:

bòh! Quien sabe? Forse...potrebbe darsi che...ma non lo so.

Dedicato in particolare a @Alberto Varesi

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Piakos dice:

Il nobile Arka sta suggerendo che qui è cambiato talmente il mondo che occorre proprio ricominciare da capo nel valutare i mercati...compreso quello numismatico.

Diciamo che tutto sommato non è lontano dalla verità. Son cambiati i collezionisti, è cambiata la numismatica, è cambiato il sistema intero del collezionismo ed è mutato il mercato dell'arte e dei beni da collezione in seno alla numismatica stessa. Molta offerta e poca richiesta, investimenti, speculazioni e sempre meno passione. E' un mondo che si è rapidamente involuto ed in cui non mi ci racapezzo più. Le motivazioni sono le più disparate e le abbiamo tante volte analizzate con buona convergenza di tanti. Ormai sono solo uno spettatore passivo, disilluso e disincantato.

Carlo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, carledo49 dice:

Diciamo che tutto sommato non è lontano dalla verità. Son cambiati i collezionisti, è cambiata la numismatica, è cambiato il sistema intero del collezionismo ed è mutato il mercato dell'arte e dei beni da collezione in seno alla numismatica stessa. Molta offerta e poca richiesta, investimenti, speculazioni e sempre meno passione. E' un mondo che si è rapidamente involuto ed in cui non mi ci racapezzo più. Le motivazioni sono le più disparate e le abbiamo tante volte analizzate con buona convergenza di tanti. Ormai sono solo uno spettatore passivo, disilluso e disincantato.

Carlo

A tuo avviso Carlo, ci sono delle tipologie regine del guazzabuglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto mi è dato conoscere, in quanto specializzato solo in minimi settori della numismatica, il Regno è affondato miseramente, soprattutto Vittorio Emanuele III e suoi immediati predecessori. Se parliamo di grossi moduli d'oro in conservazioni massime, si possono fare ancora buoni affari vendendo. Le rarità qualcosa tengono (quelle vere, non le presunte che hanno gonfiato a dismisura mercato e cataloghi) e le altissime conservazioni per la restante monetazione. Tengono, ma traballano, le prime sabaude del Regno di Sardegna, sempre come rarità ed alta conservazione. Un buon mercato le Pontificie, le Siciliane ed altri stati pre unitari dallo SPL in su. Il Regno d'Italia oramai è quasi abbandonato da tutti ed ognuno riversa sul mercato quanto raccolto in tanti anni. Cambiano le passioni, si modificano le pulsioni e si ragiona con la testa piuttosto che col cuore.

Carlo 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@carledo49  @Arka

Le monete hanno un fascino e un'impronta estetica...legata alla fattura e al tempo.

Pensiamo alla patina nell'argento e anche nell'oro...oltre che nel bronzo. Una moneta che non ha patina è stata pulita ..lavata..restaurata..ripassata.

Oggi le vogliono proof. FdC   o quasi...

Quindi si lava e si pulisce tutto...anche dopo duemila ...anni con l'argento e l'oro. L'oro anche può avere...anzi dovrebbe avere la propria patinetta. Io ho un cento lire aratrice con la sua patina..e solo per quella mi dicevano gli amatori del Regno: ti pagherei la moneta un venti per cento in più...Uno dice: perchè non gliela hai data?...perchè sono uno sciocco amatore del bello e delle monete integre. Ecco perchè...

Il valore aggiunto della reale beltà delle monete integre...in patina..o in tono..si è già perso. Non lo capiscono...non piace. Già è finito un mondo...e non ne sorge un altro. Solo scarsa sensibilità...profonda ignoranza...appiattimento del gusto. Certamente ci saranno delle eccezioni che auspichiamo numerosa...ma io non le vedo, non le conosco.

L'amico   @Lugiannoni

legge in queste mie riflessioni un'amarezza...invece l'amarezza è accessoria, il mio fine è conoscere e far conoscere, c'è poco da mareggiarsi...occorre piuttosto organizzarsi.

Ha ragione l'amico Montenegro, colto ed intelligente Numismatico oltre che abile mercante, quando sostiene che il collezionismo italiano...sorto dagli anni 1960, dopo quello dei notabili e dei nobili che datava dai secoli precedenti, già si è estinto...se non in pochi "dinosauri"  non per anagrafe ma per cultura.  Il collezionismo italiano dagli anni 1960 era quello degli appassionati...impiegati...funzionari, dirigenti, qualche imprenditore anche piccolo, sopratutto professionisti, magistrati, notai, qualche politico...qualcuno veniva dal mondo dello spettacolo: ad esempio Guidone ex clan Celentano(Crapanzano) Francesco Nuti (quanti soldi ebbero a levargli...poverino)...uomini della macchina burocratica..insomma il famoso ceto medio...agiato o benestante..con dei piccolo borghesi comunque appassionati, che facevano anche sacrifici per comprare monete.

Infatti...mi dicono (io ero ragazzo e ancora non raccoglievo monete) che all'improvviso..dalla metà degli anni 1970 le monete salirono di prezzo...raddoppiarono e oltre...non solo le monete rare e importanti per Re, Conti e ricconi. La domanda di monete anche in BB...portò ad un paradosso:

pochissimi  volevano spendere somme importanti per le monete in grande conservazione , per cui un buon BB (che si avvicinava ad un Spl) poteva costare la metà di una moneta eccezionale...laddove l'eccezionale oggi costa dieci o venti se non trenta volte tanto. Dicevano: ma perchè devo spendere il doppio o più...se questa moneta in BB+ mi costa la metà...? Sono monete hanno circolato un po'...peraltro se sono (quasi) intonse non hanno storia...sapore.

E' cambiato tutto.

Per la conservazione ci può anche stare...capisco chi ama le cose belle ragazzi...è inutile girarci introno a questo concetto...se poi sono anche rare oltre che belle comprendo la libidine. Trovo sciocco opporsi al riconoscimento estetico...piacerebbe a (quasi) tutti avere pezzi favolosi. 

Ma che...non si capisca il fascino intrinseco di una moneta...la sua incisione...la sua patina...la sua storia e si considerino le monete delle belle figurine lucide ed intonse...lucenti...come uscite dalla coniazione...mi sa di una Halloween della numismatica. Ecco perchè qualche ottimo collezionista italiano si è turato il naso e ha venduto...tutto o molto; perchè non vede il futuro prossimo per le monete. E forse ha fatto anche bene.

P.S.

Ragazzi...mi rendo conto che questi discorsi possano non entusiasmare...sopratutto chi le monete le deve vendere per dovere del proprio ufficio professionale...ma la Numismatica è fatta anche del proprio ambiente e delle proprie leggi d'attualità...che vanno comunque studiate e diffuse. Siamo in un Forum..con qualche ambizione scientifica. Il mercato e la sua preponderanza...la lasciamo ad altri Fora...ad altri lidi. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
 

@carledo49

riporto commento di "anziano" storico utente di altro sito con riferimento all'asta NAC MIlano p.v. , ovviamente l'asta è solo un'occasione per esprimere uno stato d'animo...niente  contro la NAC...

....una decina di anni fa avrei  tentato di prendere qualcosa di interessante, ora la delusione nel trattare con certi commercianti che ritenevo amici, l'età non più giovane e il disinteresse in famiglia mi ha spinto nella direzione opposta cioè  a liberarmi della collezione tenendo per ultime quelle conosciute in meno di dieci esemplari.

Ma qui stanno vendendo tutti....?

E chi compra? Cioè...non i bagattini o le monetine o le monete che costano poco...pur dignitose ed interessanti con le quali credo tutti iniziammo...mi riferisco a chi può assorbire  le monete provenienti da collezione non dico importante...ma anche di buon livello e gusto.

Bòh?  

@D.B.G      @Alberto Varesi      @realino santone       @Arka

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, Piakos dice:

....una decina di anni fa avrei  tentato di prendere qualcosa di interessante, ora la delusione nel trattare con certi commercianti che ritenevo amici, l'età non più giovane e il disinteresse in famiglia mi ha spinto nella direzione opposta cioè  a liberarmi della collezione tenendo per ultime quelle conosciute in meno di dieci esemplari.

Ma qui stanno vendendo tutti....?

Sapevo benissimo di essere in buona compagnia. Stesse problematiche, stesse delusioni e medesime incertezze del futuro per la non più verde età. Ho paura che il tempo in questo caso  sia scarsamente galantuomo. Più ne passa e meno valore hanno certe tipologie ed alcune conservazioni. Ma giusto per far capire l'andazzo... serie del cinquantenario della proclamazione unità d'Italia (1911), quattro monete in conservazione ben oltre lo SPL. valore attuale -40%😥

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, carledo49 dice:

Sapevo benissimo di essere in buona compagnia. Stesse problematiche, stesse delusioni e medesime incertezze del futuro per la non più verde età. Ho paura che il tempo in questo caso  sia scarsamente galantuomo. Più ne passa e meno valore hanno certe tipologie ed alcune conservazioni. Ma giusto per far capire l'andazzo... serie del cinquantenario della proclamazione unità d'Italia (1911), quattro monete in conservazione ben oltre lo SPL. valore attuale -40%😥

Carlo

- 40%?

La stessa flessione del mercato immobiliare  a Roma...figurarsi in provincia o in piazze non internazionali. MI dicono che solo le case di Milano si difendono (più o meno)...quindi per la proprietà transitiva numismaticamente Milano  FdC.

😀

Carlo...per cortesia ci potresti postare foto di queste monete del centenario tanto per renderci conto.

🙏

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Piakos dice:

Carlo...per cortesia ci potresti postare foto di queste monete del centenario tanto per renderci conto.

Ho solo le foto del 5 lire e del 10 centesimi. Mancano il 50 lire ed il 2 lire.

Il 5 lire è in SPL/SPL+

Il 10 centesimi è qFDC

Entrambe le altre due monete erano in SPL+/qFDC.

5 lire R (2).jpg

5 Lire D (2).jpg

5 Lire T (2).jpg

10 C cinquantenario R.JPG

10 C cinquantenario D.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco le difficoltà Carlo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now